Alberi da frutto in vaso

melograno in vaso

Non è necessario avere un giardino per coltivare alberi da frutto e beneficiare del proprio raccolto di frutta. Ecco i migliori esemplari da piantare in vaso. E in ogni caso si avrà una bellissima fioritura.

Melograno (punica granetum). E’ sicuramente la scelta migliore se si desidera coltivare questa varietà in casa.

  • Esposizione: soleggiata.
  • Frutti: da settembre e ottobre.
  • Annaffiare e concimare in abbondanza da marzo a luglio, e concimare ogni quattro settimane.
  • La fioritura va da maggio ad agosto.
  • Clima: tutti

 

Il nespolo.

  • Esposizione: luminosa ma non soleggiata.
  • Frutti: tra agosto e settembre.
  • Annaffiature: sono da preferire somministrazioni abbondanti di acqua durante il periodo di crescita.
  • Concimazione: settimanale fino ad agosto.
  • Clima: il nespolo sopporta tutti i climi.

Limone (citrus limon). Da frutti tutto l’anno, fioritura quasi tutto l’anno.

  • Esposizione: pieno sole.
  • Annaffiatura: con moderazione durante il periodo di crescita.
  • Concimazione: ogni settimana fino ad agosto.
  • Clima: mediterraneo.

Arancio (citrus sinensi).

  • Nelle zone più fredde è preferibile spostarlo in un ambiente protetto durante l’inverno.
  • Esposizione: da soleggiata a semiombrosa, comunque protetta dal vento.
  • Frutti da aprile ad ottobre.
  • Fioritura a marzo.
  • Clima: mediterraneo.
  • Innaffiare evitando i ristagni di acqua. Concimare ogni settimana.

Ciliegio (prunus)

  • Non cresce in luoghi bui, preferisce il sole o la penombra.
  • La fioritura va da febbraio a marzo. In zone fredde è preferibile scegliere la varietà dalla fioritura tardiva. Annaffiatura e concimatura: entrambe devono essere effettuate con regolarità.

Ribes rosso (ribes rubrum / ribes nigrum).

  • L’esposizione in pieno sole.
  • Fiorisce ad aprile.
  • I frutti tra agosto e settembre.
  • Innaffiatura e concimazione: somministrare abbondanti quantità di acqua durante lo sviluppo. Cresce meglio con terra ricca di nutrimenti e di humus, leggermente acida.
  • Bisogna proteggere questa pianta dalle gelate.

La dimensione dei vasi dipende ovviamente dalle dimensioni della pianta.

VN:F [1.9.22_1171]
Valuta questa scheda
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Puoi inserire un commento/domanda qui sotto.

9 Commenti/Domande per “Alberi da frutto in vaso”

  1. fabiana scrive:

    ho una pianta di ribes nigrum piantata al suolo,vivo a Ibiza qui fa un caldo forte e umido,la pianta è giovane la comprai 1 anno fà questo Aprile ha incominciato a cacciare le foglie e nuovi getti,ma sono quasi tre settimane che la pianta sembra morire .Quale puo essere la causa?Quante volte va inna ffiata ?Grazie per il disturbo

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
  2. Mario scrive:

    Come posso fare per far produrre dei frutti a una pianta di ciliegio in vaso?

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 5.0/5 (1 vote cast)
  3. Debora scrive:

    ho una pianta di limone in vaso, come posso conservarla durante l’inverno? grazie

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
  4. GIULIANA DA NAPOLI scrive:

    HO UNA PIANTA DI MELOGRANO IN VASO ,MA QUEST’ANNO VEDO FINALMENTE VENIR FUORI MAN MANO PICCOLI MELOGRANI CHE PURTROPPO CADONO CON FACILITA’ DAI RAMI.COSA POSSO FARE PER RISOLVERE IL PROBLEMA? GRAZIE GIULIANA

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
  5. verdeblog scrive:

    @deborah
    Se abitate in zone dal clima rigido allora novembre è il momento di riparare dal freddo il limone. La sistemazione ideale è la serra ma possono andare bene anche un garage o una cantina. Se invece abitate in un luogo in cui la temperatura scende raramente sotto lo zero basta ripararlo in un angolo del balcone esposto al sud, e coprirlo eventualmente con del tessuto-non tessuto.
    Evitare assolutamente il ricovero in casa, perchè l’aria secca fa cadere tutte le foglie. E’ bene inoltre somministrare l’ultima concimazione dell’anno in modo che la pianta possa incamerare energie utili al mantenimento di foglie e frutti durante il lungo inverno.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
  6. Maria scrive:

    salve a tutti, mi chiamo Maria e vivo a Roma e circa due settimane fa ho comprato un pesco nano in vaso e l’ho posizionato in terrazza. Prende 2-3 ore di sole mattutino e poi passa il resto della giornata all’ombra. In queste due settimane l’ho innaffiato 3 volte e 3-4 giorni fa c’è stato un temporale e da quel giorno non gli ho più bagnato la terra. Oggi, alle 3 del pomeriggio sono andata a vedere come stava la pianta perché già avevo notato qualcosa di strano e ho visto che la terra era secca e che le foglie erano moscie… :( che devo fare??? c’è qualcuno che mi può dare un consiglio???

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
    • verdeblog scrive:

      Se non ci sono parassiti come afidi e/o cocciniglie è questione di acqua. Il pesco cresce bene nelle zone a clima abbastanza mite, anche se necessita di un certo periodo di freddo. Non sopporta comunque temperature invernali inferiori ai 15 gradi sotto zero). Resiste abbastanza bene alla siccità, ma per dare buoni risultati deve crescere in un terreno tendenzialmente fresco. Per questo motivo, quando il terreno è molto asciutto, deve essere irrigato abbondantemente.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
  7. giacomo scrive:

    Salve a tutti. ho un alberello di melograno (1,5 m. di altezza circa, in vaso) da 4 anni, che non fa fiori e ovviamente frutti. Avete qualche consiglio utile…..? grazie

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
    • verdeblog scrive:

      I melograni iniziano a fruttificare di norma fra il terzo e il quarto anno, e producono con forza per circa trenta anni. Ama la luce, il caldo e il pieno sole. Non deve essere esposto al nord, deve godere di una buona esposizione. Occorre però fare attenzione al momento dell’acquisto. Tra le varietà disponibili in Italia alcune sono solo da fiore, hanno cioè una fioritura bellissima, ma non fruttificano. Il tuo non fa nè l’uno nè l’altro: la causa può essere il terreno da giardino. Scegliamo un terriccio di sostanza organica, e concimiamo. Somministrare un concime a lenta cessione alle piante in piena tera, mentre quelle in contenitore preferiscono regolari rinvasi con rinnovo di parte del terriccio ogni 2/3 anni in primavera o in autunno.
      Altri consigli sul melograno: http://www.verdeblog.com/tag/melograno/

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Inserisci una domanda/commento

Note: se inserisci una domanda, specifica in che zona climatica abiti

Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

Powered by WordPress