Come creare una piccola serra di piante grasse in casa

Consigli di giardinaggio: suggerimenti per le piante grasse da mettere in casa. Quali acquistare e come curarle.

ciao, sono mauro volevo un consiglio: vorrei creare in casa una piccola serra con vari tipi di piante grasse il mio problema è sapere come e quando bagnarle. Lo sò che ci sono molte speci però volevo a grosse linee un consiglio grazie.

Mi chiedi consiglio per creare una piccola serra di vari tipi di piante grasse in casa. Come ben saprai ce ne sono di molte specie. I cactus resistono per lunghi periodi senza acqua nè concime e tollerano i cambiamenti di temperatura. Anche così sono capaci di sopravvivere e perdi più germogliare. Ma non credere che non necessitano di cure: sono poche ma fondamentali.
La caratteristica dei cactus è che rispetto ad altre piante resistono bene in condizioni molto difficili, ma non sono immortali.
Alcuni tipi di cactus hanno bisogno di una maggiore quantità di acqua rispetto ad altri, e non dimenticare che tutti i cactus necessitano acqua incluso un certo grado di umidità.
I cactus più facili da tenere:

  • echinocactus , è quello che raggiunge una maggiore grandezza. Ha bisogno di essere annaffiato moderatamente d’estate.
  • La rebutizia: piccola e bulbosa, dalla fioritura abbondante. In inverno ama stare in un luogo dove c’è luce e se possibile fresco. In estate metterlo fuori ma protetto dalla pioggia.
  • La parodia: sorprendente per la dimensione dei suoi fiori, dal colore rosso puro, arancione o giallo (fiorisce rapidamente);
  • opuntia, che comprende sia piante di modesta taglia, sia cespugliose o arboree;
  • la mamilaria, se ne vedono diverse varietà tutte adatte per l’interno purchè non risentano del clima secco delle abitazioni (il ristagno di acqua è letale per questa pianta); in inverno è necessario mantenerla completamente asciutta. Ha una temperatura tra i 5 e i 10 gradi (ce ne sono tante e tante ancora)

Tre consigli per avere un buon risultato:

  1. Ridurre la quantità di acqua se coltivati in un luogo con poca luce.
  2. Annaffiare i cactus sempre dall’alto, eccetto quando sono in fiore.
  3. Gli esemplari coltivati nei vasi di plastica hanno bisogno di una quantità minore di acqua rispetto a quelli di terracotta.

Consiglio di usare acqua distillata o piovana. Le esigenze di queste piante sono la luce. A partire dalla primavera fino agli inizi dell’autunno dare acqua ogni 15 giorni. Usare un subastro a base di terra con sabbia fine, o con ghiaia aggiunta, oppure un subastro per cactus.

Concime: applicare un fertilizzante liquido, equilibrato ogni 20 giorni, nel periodo della crescita.

VN:F [1.9.22_1171]
Valuta questa scheda
Rating: 9.0/10 (1 vote cast)

Puoi inserire un commento/domanda qui sotto.

Inserisci una domanda/commento

Note: se inserisci una domanda, specifica in che zona climatica abiti

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

Powered by WordPress