L’araucaria, arbusto sempreverde – Cura e manutenzione dell’araucaria

L’araucaria è un arbusto con ramificazioni regolari e simmetriche, originaria del Cile. In Italia la specie più diffusa è l‘araucaria araucana (a volte chiamata puzzle della scimmia). E’ un sempreverde, adatto a terreni acidi, ben drenati.

Condizioni e cura: l’araucaria, detta anche Pino del Cile, per un corretto sviluppo deve essere collocata in posizione soleggiata, al riparo dai venti freddi invernali. Vuole terreno fertile, non tollera il ristagno di acqua nel suolo. La pianta se posta in terreni freddi, argillosi con prolungati ristagni idrici, rischia di essere colpità da avversità quali l’attacco di funghi che vivono nel terreno e penetrano all’interno attraverso le radici e risalgono lungo il tronco, iniziando a far seccare i rami più bassi. In questo caso eliminare tutte le porzioni secche, pulire le fronde della pianta in interno e fare ripetuti trattamenti sull’intera pianta (quindi anche sulle porzioni ancora verdi) con prodotti a base di rame (solfato di rame, poltiglia bordolese, ossicloruro di rame). Bisogna controllare se ci siano afidi o cocciniglie: in questo caso si combattono con prodotti aficidi. Galleria foto:

9 Commenti

  1. salve, sono un giardiniere, e sto cercando di curare un’Araucaria araucana alta 2 metri dove circa il 30% dei rami, in varie altezze, si è seccato cioe sono diventati rossi, a in alcune attaccature e fuoriuscita una resina bianca dura, nn sembra cocciniglia e nn trovo presenza di armillaria, magari qualcuno sa dirmi meglio, penso di provare con un trattamento a base di rame, spero sia la cosa cosa giusta!

    • L’araucaria conifera originaria del Cile: per un corretto sviluppo deve essere collocata in posizione soleggiata e al riparo dai venti freddi invernali. Vuole terreno fertile, ricco di humus, e non tollera soprattutto il ristagno idrico di acqua nel suolo. Nei nostri climi capita frequentemente che ad una certa età la pianta specialmente se posta in terreni freddi e argillosi con prolungati ristagni idrici venga colpita da avversità. Spesso si tratta di funghi che vivono nel terreno, i quali penetrano all’interno della pianta attraverso le radici, risalgono lungo il tronco ed iniziano a far seccare i rami più bassi. Questo potrebbe essere capitato anche alla pianta in oggetto. In tal caso eliminare tutte le porzioni secche, e fare ripetuti trattamenti sull’intera pianta, quindi anche sulle porzioni ancora verdi, con prodotti a base di rame (solfato di rame, poltiglia bordolese, ossicloruro di rame).
      Le piante coltivate in appartamento con molta luce diffusa ma non in pieno sole: questi possono essere attaccati e cocciniglie, che provocano sia danni diretti (sottrazione della linfa alla pianta), sia indiretti /con formazione di fumaggini sulla melata prodotta). Questi si combattono con prodotti aficidi e anticoccicidi. Le cocciniglie vanno eliminate prima del trattamento con uno straccio o batuffolo imbevuto di alcol.

  2. come faccio ad eliminare le “pigne” che produce l’araucaria? dopo la nascita, raggiunta la maturazione si aprono e fanno cadere le foglie di cui è composta la stessa pigna sporcando il terreno circostante inoltre molte foglie rimangono incastrate tra i rami difficili poi da pulire.
    Grazie
    Patrizio

  3. Possiedo una araucaria alta quasi 30 metri. In questo periodo e piena di pigne e non riesco a toglierle visto che si trovano ad una altezza da non permettere un intervento agevole.
    Siccome la pianta è collocata all’interno della mia proprietà ma sporge verso la strada comunale sono preoccupata per l’eventuale caduta delle pigne o addirittura della pianta anche se è presente da oltre 30 anni.
    Cosa posso fare e come devo intervenire.
    resto in attesa di un vostro suggerimento.

    • LE PIGNE DELL ARAUCARIA ARAUCANA NON SI STACCANO SI SFALDANO E RIMANE IL PICCIOLONE ATTACCATO PUO CAPITARE CHE I SEMI A FORMA DI SCAGLIA GERMOGLIANO SOTTO LA PIANTA MADRE LE PIGNE NON SONO UN PERICOLO PER LA STRADA ESTERNA.

  4. Salve, mi serve un consiglio su come intervenire su un’Araucaria piantata nel mio giardino, all’esterno. Adesso è alta circa 2 metri e mezzo ed ha 9 piani di ramificazioni per lo più a 7 rami. Il 10° piano che sta spuntando da sotto la cima ha solo 2 rami di circa 7-8 cm.
    Vorrei evitare che si strutturi un piano di soli 2 rami.
    E’ possibile tagliare il piano appena spuntato? L’idea è che possa ricrescere facendo germogliare più rami.
    Ringrazio in anticipo, saluti.

  5. Ho dimenticato di dire che non so esattamente che tipo di Araucaria sia (chi me l’ha regalata non lo ricorda!), ma dalle immagini trovate in rete è probabile che sia una Subulata più che una Heterophylla, anche alla quale comunque assomiglia…

Insersci Domanda / Commento

Il tuo indirizzo email non viene pubblicato.


*


Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.