Lavanda – Consigli, domande e risposte sulla lavanda

Lavanda

Primavera, è il momento di piantare la lavanda. La lavandula oficinalis o lavandula spica è un arbusto resistente conosciuto per fioritura estiva, di colore violetto. Appartiene alla famiglia delle lebiate sempreverdi arbustive. Amante del sole. E’ maggiormente utilizzata per creare bordure, oppure dove lo spazio è ridotto in posizione isolata. Si coltivano per i fiori profumati e per foglie aromatiche. In pieno sole la pianta può raggiungere 90/120 di altezza, come pure di larghezza. Ha foglie sempre verdi di colore grigio argento, e nei mesi di luglio settembre produce spighe di fiori indiverse tonalità di violetto. E’ una pianta che vive in tutti i terrenti, e per fiorire abbondantemente ha bisogno di molto sole.

Ogni 5/6 anni le piante devono essere sostituite perchè col tempo diventano meno compatte. Se la pianta e’ in piena terra in inverno non è necessario annaffiare. Durante la primavere e per tutta l’estate mantenere fresco il terriccio con annaffiature costanti. Concimare all’inizio della primavera utilizzando concime organico alla base della pianta. Oppure – per le piante coltivate in vaso – stendere il fertilizzante sulla superficie del terreno.

La lavandula oficinalis può essere coltivata anche in vaso, purchè sia di un diametro di circa 40 centimetri, con qualsiasi tipo di terreno che sia ben drenato e senza ristagni d’acqua. Appena si notano le radici che escono dal foro di scolo, la pianta va rinvasata. Questa operazione va fatta in autunno, con un vaso più largo rispetto al pane di terra di 4/5cm.

La potatura della lavanda va fatta alla fine dell’estate. Si tagliano i fusti fioriferi secchi, e si cimano leggermente le piante. Alla fine di marzo/aprile si tagliano i rami disordinati per stimolare l’infoltimento della pianta e la crescita di rami nuovi dalla base.  In marzo/aprile si cimano le siepi adulte: per formare siepi si piantano alla distanza di 25/30 centimetri le une dalle altre. La lavanda si pianta a marzo, ma anche in settembre/ottobre. I fiori possono essere essiccati.

VN:F [1.9.22_1171]
Valuta questa scheda
Rating: 8.8/10 (8 votes cast)

Puoi inserire un commento/domanda qui sotto.

21 Commenti/Domande per “Lavanda – Consigli, domande e risposte sulla lavanda”

  1. ANNAMARIA scrive:

    VORREI AVERE ALCUNI CONSIGLI SU COME POTARE UNA PIANTA DI LAVANDA. LA MIA HA CINQUE ANNI SI TROVA IN TERRA NEL GIARDINO,è LARGA CIRCA 2 MT. ALTA CIRCA 60 CM, IN QUESTI ANNI è STATA TAGLIATA IN MODO MOLTO IRREGOLARE HA DEI FUSTI LEGNOSI MOLTO GROSSI ED è A FORMA DI ALBERELLO, ORA VORREI SAPERE COME FARE PER POTARLA, NATURALMENTE DOPO LA FIORITURA. RINGRAZIO A PRESTO.

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 2.0/5 (1 vote cast)
  2. verdeblog scrive:

    Le piante di lavanda con il passare degli anni tendono a perdere il portamento cespuglioso, le ramificazioni si appesantiscono e il cespuglio tende ad aprirsi al centro. E quelle ad ombrello formano fusti legnosi come dici.
    La potatura vera e propria che permette di fiorire più abbondantemente deve essere fatta in marzo, tagliando la vegetazione dell’anno precedente a 15cm circa dalla base. Durante questo periodo dell’anno si può effettuare la raccolta delle infiorescenze, e una volta terminata l’operazione fare una decisa potatura. Usare forbici bene affilate ed eliminare in modo uniforme i primi 10cm della parte apicale. Verso la fine (metà luglio) si possono tagliare le infiorescenze della lavanda non ancora aperte del tutto per realizzare mazzetti profumati da mettere nei cassetti. E’ l’occasione per una potatura drastica, benefica per la pianta.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 1.0/5 (1 vote cast)
  3. Federica scrive:

    Sapevate che in Umbria ad Assisi c’e’ una coltivazione di lavanda di molte varietà con i fiori blu, bianchi, viola e anche rosa.

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
  4. giulia scrive:

    Ciao, io vorrei piantare in vaso un cespuglio di lavanda, tenendo conto che abito a Salerno quindi il clima è mediterraneo. Come faccio? qual’è il periodo migliore per piantarle e da cosa parto, semi? grazie

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
  5. verdeblog scrive:

    @giulia
    Il periodo migliore per piantare la lavanda è l’autunno, ma è possibile effettuarlo anche a marzo. Il terreno deve essere fresco, senza ristagno d’umidità, piuttosto leggero. La pianta deve essere tenuta in piena luce per avere uno sviluppo vigoroso e uniforme. Annaffiatura: non richiede umidità eccessiva: è importante intervenire con frequenza solo nei periodi caldi e di siccità. Si moltiplica per parti delle piantine oppure da propagazione, per mezzo di talee, che si prelevano in estate da germogli laterali. Tenendo le talee in ambiente molto umido e ben protetto in torba e perlite, radicano in 15 giorni. Le piantine vanno poi rinvasate in vasetti con substrato torboso con 30% di sabbia e concimato. Io prenderei le piantine.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 1.0/5 (1 vote cast)
  6. Federica scrive:

    E’ possibile mettere a dimora piante in vaso in tutti i periodi dell’ anno, anche in piena estate, nei periodi caldi, scegliere piante in vaso a partire dal diametro 18, al vivaio ##spam##

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
  7. andrea scrive:

    ciao io ho un problema con la mia lavanda oltre che nn fiorisce i rami in basso si sono seccati invece in alto no mi potete aiutare????

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
  8. verdeblog scrive:

    La lavanda ha bisogno di una posizione al sole. Il terreno deve essere profondo e fertile, per questo al momento dell’impianto bisogna mescolare del letame o del concime minerale complesso a lenta cessione. Bisogna potare la pianta quando è giovane per favorire una migliore ramificazione. La lavanda ha infatti la tendenza ad invecchiare rapidamente allungando i rami e spogliandosi al centro. E’ importante potarla due volte l’anno (almeno) : la prima volta in agosto, tagliando gli steli che portano i fiori di 3 cm; la seconda più drasticamente a fine inverno, riducendo della metà il volume della chioma, cercando di darle una forma semisferica. Puoi potarla ancora in settembre. Se è in vaso attenzione a non lasciare acqua nel sottovaso.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 5.0/5 (1 vote cast)
  9. alessandro scrive:

    Salve,
    vorrei sostituire la mia siepe di lavanda che ormai ha dieci anni.
    Vi chiedo che tipo di pianta perenne potrei piantare in sostituzione tenendo presente che all’inizio e alla fine ho delle rosa color rosa insieme a piante di anemoni.
    A me piace il bosso ma non so se leghi bene con le piante di cui sopra.
    In attesa di cordiale risposta Vi ringrazio e saluto.

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
  10. paola scrive:

    la mia lavanda piantata da poche settimane ha le punte verso il basso come un salice piangente.che fare

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
    • verdeblog scrive:

      Attenzione, la lavanda vuole poca acqua. Mi era sfuggita la tua domanda. La lavanda è una pianta molto rustica, mi sembra strano che a poche settimane abbia le punte verso il basso. Può essere dipeso forse da rottura di radici, troppa acqua oppure terreno troppo ricco. Le lavande si adattano a climi caldi siccitosi, e a terreni secchi ben drenati. Anche se può sembrare un paradosso la maggior parte di queste piante se sono coltivate in terreni ricchi e concimati deperiscono. Richiede quindi pochi interventi manutentivi se non appropriate potature. Annaffiature solo quando il terreno è completamente asciutto. Irrigare la sera oppure al mattino presto. La potatura vera e propria deve essere fatta in marzo. Prova a potarla un pochino in questo periodo (maggio).

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
  11. LETIZIA scrive:

    HO PIANTATO LA LAVANDA STOECAS COME BORDURA ATTORNO AL GIARDINO IN MARZO,A FINE MAGGIO HO STACCATO I FIORI E LI HO SECCATI ALL’ARIA APERTA.
    VOLEVO FARE DEI SACCHETTI PROFUMATI X L’ARMADIO MA NON SO SE DEVO USARE IL FIORE COSI’ COM’E’ O SE DEVO POLVERIZZARLO.
    MI SPIEGATE INOLTRE XCHE’ PROFUMANO POCO? HO SBAGLIATO METODO DI ESSICAZIONE

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
    • verdeblog scrive:

      La lavandula stochas è fra le più decorative. E’ disponibile in molte varietà e ha una migliore resistenza al freddo. Sono tutte uguali per quanto riguarda la procedura, quando raccogliere i fiori per farli seccare, si procede a questa operazione. La raccolta si effettua con un paio di forbici, sempre protetti da guanti per ridurre il rischio di puntere di insetti, tagliando gli steli in tutta la loro lunghezza, accorciandoli in un secondo tempo prima dell’essiccazione. Si raccoglie di mattino quando la concentrazione in principi attivi è massima, ma solo dopo che l’eventuale rugiada è del tutto asciugata. Evitare i giorni di pioggia perchè il materiale bagnato può fermentare, imbrunire e alterare la caratteristica nota aromatica. Le spighe si riuniscono in mazzi non troppo grandi che si legano strettamente alla base così che le infiorescenze si distanzino fra loro e si pongono all’ombra in un locale asciutto e ben aerato, o sotto un portico, appese a testa in giù.

      Calendario:
      marzo: preparazione del terreno
      aprile: messa a dimora
      giugno: fioritura
      luglio: fioritura e raccolta
      agosto: raccolta e potatura
      settembre: essiccazione

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
  12. franca scrive:

    nosemplicemente hai coprato la specie sbagliata….

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
  13. vanessa scrive:

    ciao, vedo che sei molto preparato, volevo chiederti un prezioso consiglio, ho comprato 2 settimane fa una pianta di lavanda che aveva i rami belli dritti fioriti e verde, a distanza di 2 settimane si sono afflosciati verso il basso come se stesse seccando, io metto l’acqua ogni sera ma la situazione nn sembra cambiare. Quando l’ho portata a casa l’ho messa dal lato del balcone della cucina e siccome li batte il sole fortissimo me l’aveva seccata. quindi l’ho messa dall’altro lato dove le arriva il sole della mattina ma non sembra essersi ripresa i rami e le spighe continuano a stare verso giù… aiutami la mia povera lavanda…

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
  14. stefania scrive:

    salve, volevo un’informazione, ho acquistato delle piantine di lavanda non fiorite due giorni fa e volevo capire se per quest’anno fioriranno.

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
    • verdeblog scrive:

      La lavanda appartiene alla famiglia delle lobiate, come la salvia e il rosmarino. E’ una pianta sempreverde di facilissima coltivazione, non richiede particolari cure e cresce in tutti i luoghi assolati della nostra penisola, fino a 800metri di altitudine. Il calendario della lavanda:
      marzo: preparazione del terreno
      aprile: messa a dimora
      giugno: fioritura
      luglio: fioritura e raccolta
      agosto: raccolta e potatura
      settembre: essiccazione.
      Per ora non avviene la fioritura.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
  15. simona scrive:

    Ciao , Io ho molte piante di lavanda , vorrei sapere se qualcuno di Voi può dirmi come si fa l olio essenziale con questo fiore . Grazie

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
    • verdeblog scrive:

      La lavanda è la più amata dai profumieri: è di facile coltivazione e non richiede particolari cure. La sua caratteristica principale è l’intenso e gradevole profumo. I fiori vengono usati per l’estrazione dell’olio essenziale, usato in profumeria e in farmacia, ma non saprei dirti come fare. Posso consigliarti per apprezzarne il profumo di raccogliere le spighe fiorite di prima mattina, appenderle capovolte, essiccarle in un luogo asciutto e arieggiato, poi sbriciolare i fiori fino a ridurli in polvere e riporli in sacchetti di stoffa per profumare la biancheria.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
  16. rosanna scrive:

    buon giorno….ho la lavanda piantata in un bel vaso..è stupenda e rikka di fiori,volevo kiedere come posso fare altre piantine???posso ottenere dalla mia pianta i semi???grazieee

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 2.0/5 (1 vote cast)
    • verdeblog scrive:

      Puoi fare altre piantine: la lavanda è una delle piante più facili da propagare (per mezzo di talee) che si prelevano in estate (agosto) di germogli laterali non fioriferi. Le talee lunghe 8/10cm si piantano in un miscuglio di torba e sabbia in parti uguali, in un cassone freddo. Le talee trascorrono l’inverno in un letto freddo. Si mettono definitavemente a dimora in marzo e aprile. In settembre si possono pure prelevare lunghe 15/20cm, che si mettono a dimora direttamente all’aperto.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Inserisci una domanda/commento

Note: se inserisci una domanda, specifica in che zona climatica abiti

Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

Powered by WordPress