Ricerca scheda, fiore o pianta:

Peperomia metallica, pianta d’appartamento

E’ una delle numerose varietà appartenenti alla specie delle peperomie che possono essere coltivate in appartamento. Tra tutte, la peperomia metallica risulta molto interessante per le sue dimensioni minute. Le foglie, raggruppate tutte insieme sugli steli, sono di colore verde sfumato di rosso, particolarità che da alla pianta l’aspetto metallico da cui deriva il nome, e sono caratterizzate sulla parte superiore da una venatura centrale verde argento, e nella parte inferiore un colore rosa pallido con venature rosse abbastanza resistente, facile da curare e con crescita lenta.

Condizioni ideale
: la temperatura ottimale specialmente nel periodo dello sviluppo è di 20/24°. La pianta può sopravvivere fino a una minima di 13/14°. Ha bisogno di una buona illuminazione indiretta. In estate tenere al riparo dal sole diretto. Le foglie hanno un aspetto robusto, ma non resistono ai raggi troppo forti. Andrebbe bene una zona ombreggiata.

Cura: Bagnare accuratamente in estate; in inverno mantenere quasi asciutto, bagnando quel poco che basti per non far seccare le foglie. Un’atmosfera umida è molto importante per la buona crescita. La peperomia metallica deve essere irrorata con un vaporizzatore nel periodo dello sviluppo.
Le piante adulte possono essere concimate ogni 3 mesi nel periodo della crescita con un buon fertilizzante per piante da interni diluito a metà dose. Rinvasare in primavera le piante costrette in vasi diventati troppo piccoli, prima che inizi il periodo dello sviluppo in un terriccio a base di terra grassa. Nel periodo dello sviluppo, sistemare una foglia con il relativo stelo, in un bicchiere pieno di acqua. Quando compaiono le radici interrare la talea. La perdita delle foglie in inverno, indica che la temperatura dove la pianta viene mantenuta è troppo bassa oppure che è troppo basso il livello di umidità.

Quando e come moltiplicarla: maggio/inizio giugno è il periodo migliore per moltiplicare le piante d’appartamento. E’ il momento in cui la linfa delle piante circola con vigore. Può essere riprodotta per talea o propaggine, i metodi più facili e rapidi. Con l’estate oramai prossima e le temperature miti rappresentano infatti le condizioni migliori per l’attecchimento. Benchè si possa effettuare una talea in ogni periodo dell’anno, il momento più indicato è la primavera, il radicamento della talea avverrà più velocemente. La propaggine è una tecnica di moltiplicazione delle piante utilizzate in alternativa alla talea: si opera incurvando verso il terreno il ramo prescelto e sotterrandolo per un buon tratto con terriccio fresco e leggero. Dopo un lasso di tempo variabile, separare il ramo dalla pianta madre e trapiantarlo nel luogo prescelto.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.