Primavera: consigli per i gerani e per piante con foglie gialle

Primavera: attenzione alla clorosi ferrica. Siamo quasi in primavera: se le nostre piante hanno le foglie che ingialliscono è un sintomo della clorosi ferrica, che spesso si manifesta in questa stagione dell’anno. Non è una malattia ma un problema che rovina le piante, dovuto alla scarsa presenza di ferro nel terreno. E’ un problema frequente se la pianta si trova in terreni calcarei, poco fertili o con persistenti ristagni idrici. E questo si manifesta sopratutto in primavera e in autunno, con ingiallimenti del tessuto fogliare compreso tra le nervature, che però rimangono verdi. Se non si interviene subito, la pianta rallenta la crescita e le nuove foglie – ingiallite – diventano biancastre e seccano, e la fioritura può bloccarsi. Rimedi: distribuire nel terreno prodotti ricchi di ferro (solfato di ferro, ferro chelato), aggiungere torba al terreno, non eccedere con l’irrigazione

Le cure per i gerani in primavera, prima di riportarli all’aperto. Con la fine del freddo invernale i gerani – genere pelargonium – si possono riportare sul terrazzo o si possono toglierne le protezioni. Per assicurare un buon risveglio vegetativo le piante hanno bisogno di alcune cure, prima fra tutte il rinnovo completo del terriccio, ma non solo. Si deve anche procedere con una leggera potatura che svecchi le piante e le privi dei rami legnosi, favorendo la crescita di quelli nuovi. Metterli in una posizione che porti molta luce (ma non i raggi diretti del sole). L’esposizione migliore è quella rivolta ad est, dove i raggi solari battono al mattino. La scelta varia però a seconda della localizzazione del terrazzo. Il sole diretto, che è deleterio nelle regioni più calde del sud Italia, non è sconsigliato invece in climi montani.

I gerani sono piante con grande fioritura: non bisogna dimenticarsi di concimarle con cura durante la primavera e l’estate con azoto e fosforo. E’ necessaria anche la presenza di microelementi quali rame, zinco, ferro, boro, che aiutano la pianta in una crescita equilibrata. Le dosi devono essere in quantità inferiori rispetto a quelle indicate sulle confezioni.

Domande & Risposte

Insersci Domanda / Commento

Il tuo indirizzo email non viene pubblicato.


*


Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.