Arancio: fioritura primaverile, frutti invernali. Consigli per l’arancio

L’albero bello da vedere in inverno nelle regioni calde e che da buoni frutti: consigli per piantarlo in terra e in vaso, cura delle malattie.

Caratteristiche dell’arancio: Coltivazione medio facile. Esposizione: pieno sole. La temperatura ottimale è di 25/30 gradi. Quella minima è di almeno 4 gradi. Annaffiatura: abbondante. Fioritura: marzo/aprile. Altezza: fino a circa 10 metri in piena terra nelle regioni a clima temperato/caldo, e in vaso nelle regioni a clima freddo (qui vanno riparati in inverno in locali molto luminosi e con elevata umidità).

Gli aranci vanno messi a dimora alla fine dell’autunno, utilizzando sia piante o radici nude, sia con pani di terra. Nel caso delle piante coltivate in vaso si annaffia moderatamente per evitare che si verifichino ristagni d’acqua all’interno del vaso. Richiedono terreni sciolti, fertili e ricchi di sostanza organica. E’ indispensabile una buona concimazione di base, con letame, e concimi minerali ternari. Fare un’abbondante irrigazione subito dopo l’impianto. Le concimazioni organiche vanno ripetute tutti gli anni. Quelle minerali possono essere favorite con l’acqua di irrigazione. Gli aranci coltivati in vaso richiedono vasi di una misura pari ai 2/3 del diametro.

no images were found

Potatura e innaffiatura: er gli aranci è particolarmente importante la potatura di formazione, con la quale viene data alla pianta la forma “a globo”. Le potature successive si possono limitare al tagliare i rami sporgenti, mal disposti o troppo fitti.

Malattie degli aranci: la mosca mediterranea degli agrumi (ceratitis capitata), che provoca l’imbrunimento dei frutti che marciscono e cadono. Si combatte con insetticidi specifici.

175 pensieri riguardo “Arancio: fioritura primaverile, frutti invernali. Consigli per l’arancio

    1. Quest’anno il mio arancio non ha fiorito ,altri anni ha fatto molti aranci vorrei sapere il motivo grazie

    2. Ho una pianta di mandarini adulta che quest’anno ha avuto una abbondante fioritura e di conseguenza frutti molto fitti,
      È il caso di tagliare qualche ramo e sfoltire? Grazie

    1. Quest’anno il mio arancio non ha fiorito ,altri anni ha fatto molti aranci vorrei sapere il motivo grazie

  1. Buongiorno. Mi hanno regalato una bella pianta di arancio in vaso. Ho due terrazzi dove metterla, uno a mezz’ombra dove cresce bene ogni genere di pianta, un altro a pieno sole fino a tardo pomeriggio, dove riescono a sopravvivere solo le grasse.. dove starà meglio? e cosa posso fare per aiutarlo a fruttificare? grazie.

    manuela, Castelli Romani

    1. Salve , vi consiglio il terrazzo soleggiato fino a tardi pomeriggio, e ricordatevi di innaffiare abbondantemente, ma non durante lagiornata , quando il sole le sta addosso. Preferibilmente in tardi pomeriggio.

      Per farla fruttificare concimare almeno 1 volta all’anno con fertilizzante organico, oppure concime minerale peragrumi.
      buona fortuna

  2. Buongiorno, vorrei chiedere dopo quanti anni un’arancio ed un limone fanno i fiori. Tengo queste piante su un balcone dove ricevono sole dalle 10 alle 6 ca., é sufficiente?
    Grazie saluti Elena

    1. cocciniglia e fumaggine croce del mio arancio e del lomone che hanno quasi 40 anni. Invitate a banchettare stuoli di formiche.
      Piu che avvelenarle con rame, olio bianco ed insetticida non so più cosa fare per non avvelenare l’ambiente.

      1. Il gruppo più importante di parassiti degli agrumeti è costituito dalle cocciniglie, acari e afidi, e sono più frequenti nelle piante in vaso. In questi casi, quando si evidenziano in modo massiccio, è necessario intervenire tempestivamente con trattamenti specifici (aficidi, oli minerali e acaricidi). Mi sembra giusto e bello quello che dici circa l’ambiente, in bocca al lupo.

  3. Buongiorno, vorrei chiedere dopo quanti anni un’arancio ed un limone fanno i fiori. Tengo queste piante su un balcone dove ricevono sole dalle 10 alle 6 ca., é sufficiente?
    Grazie saluti Elena

    1. vORREI TRAPIANTARE UN ALBERO DI ARANCI DA VASO A TERRENO LIBERO. l’ALBERO IN QUESTIONE DIMORA IN UN GRANDE VASO DA ALCUNI ANNI. vORREI SAPERE QUANDO POSSO METTERLO A DIMORA,LA PROFONDITA’ DELLA BUCA E QUALI ACCORGIMENTI DOVRO’ PRENDERE. gRAZIE.

      1. L’arancio è tipico degli ambienti temperati caldi, non sopporta le basse temperature. La messa a dimora si effettua in autunno inoltrato. La tecnica dello svaso (e del rinvaso) è uguale per tutti gli agrumi: la stagione migliore è la primavera, tra la fine di marzo e la fine di maggio.
        Gli agrumi non sopportano bene il trapianto, per cui devono essere rinvasati o trapiantati facendo attenzione a non rompere il pane di terra. Sospendere l’irrigazione alcuni giorni prima, per facilitare il distacco del pane di terra dalla conca senza rovinare le radici. E’ sufficiente predisporre una buca distribuendo sul fondo una buona dosa di letame o concime minerale ternario, e coprendola poi con circa 10 cm di terra (per evitare il contatto diretto delle radici).
        Dopo aver collocato la pianta con tutta la zolla facendo in modo che il colletto si trovi a 4/5 centimetri dal bordo, e alla stessa profondità in cui si trovava nel vaso, si colma con la terra predisponendo un piccolo avvallamento per distribuire abbondantemente l’acqua nei primi giorni dopo la messa a dimora. Riempire i lati e la parte superiore con terriccio pressandola bene, facendo sempre attenzione a non sotterrare o lasciare troppo scoperto il colletto. Procedere lentamente con l’irrigazione, e aggiungere nuovo terriccio. Gli interventi irrigui vanno effettuati in funzione dell’andamento climatico nelle diverse stagioni.

  4. la mia pianta d’arancio ha accartocciato tutte le foglie: E’ in dolce collina, al sole, riparata dal vento. Non voglio perderla!

  5. @lia
    Mi spiace, ho paura che il tuo arancio sia malato. Tale malattia funginea, la gommosi o marciume del colletto (phyophtora citrovara) si manifesta con il seccarsi della corteccia alla base della pianta, e l’emissione di una sostanza gommosa. Le foglie si seccano e i frutti marciscono. E’ necessario eliminare la pianta se ha questa malattia. Controlla bene: se la malattia è presa per tempo si possono eliminare solo le parti colpite.

  6. Salve, ho acquistato una pianta d’arancio intorno a Marzo Aprile, verso Maggio ha fiorito ma aimè nessun frutto è andato a termine, si sono seccati…… Alcune foglie inoltre, sopratutto nella parte apicale dei rami si accartocciano. Circa una settimana fa la pianta ha riniziato a sparare foglie e rami nuovi e con mia sorpresa anche fiori!!! La mia domanda è: è naturale avere la fioritura dell’arancio in questa stagione???Posso sperare di assaggiare qualche frutto quest’anno???? Alcune informazioni di servizio: io sono di Cagliari, nell’aiuola (circa 20 metri quadrati) in cui ho piantato l’arancio c’è un limone e una pianta di Kumquat che vanno alla grande.
    Ciao e Grazie

  7. @pierluigi
    L’arancio ha un’unica fioritura in marzo/aprile. I frutti da aprile a ottobre, a differenza del limone il quale fiorisce continuamente. L’arancio è pianta tipica degli ambienti temperato/caldi, cresce bene nei terreni sciolti. Evitare ristagni d’acqua. Anche il mio mandarino ha fatto così ma la metà dei fiori sono già caduti ed è bellissima: sarà stata la stagione più calda. Tu sei molto bravo e vivi in una zona adeguata: se non ti rifarà lo scherzetto mangerai ancora qualche frutto, in bocca al lupo.

  8. Buongirno, ho due bellissime piante di arance messe a terra, ora però sono costretta a metterle in vaso…come faccio? le radici come si estendono verso il vaso o orizzontalmente? grazie

  9. Buongiorno, ho appena acquistato un arancio di circa 1 metro, mi dicono importato dalla sicilia, ha gia 15 frutti anche se piccoli, ma già in una settimana stanno prendendo colore. così sembra tutto ok, però vedo che le foglie si stanno ingiallendo ed alcune verdi stanno cadendo, in cosa sto sbagliando? forse con l’acqua? o forse va riparato dal vento con qualche tessuto specifico? premetto che in questi giorni non c’è stato vento. l’arancio starà in vaso sul balcone dove prenderà il sole tutto il giorno e sarà riparato dai venti di ovest e nord.
    io vivo in toscana a meno di 15 km dal mare, quindi clima umido e temperato, e ho 2 gatti che sono attratti dalla terra, ma non vanno oltre allo smuovermi un po di superficie (nemmeno 1 cm di terra). mi puo consigliare sull’annaffiatura?
    grazie

  10. Buongiorno, ho appena acquistato un arancio di circa 1 metro, mi dicono importato dalla sicilia, ha gia 15 frutti anche se piccoli, ma già in una settimana stanno prendendo colore. così sembra tutto ok, però vedo che le foglie si stanno ingiallendo ed alcune verdi stanno cadendo, in cosa sto sbagliando? forse con l’acqua? o forse va riparato dal vento con qualche tessuto specifico? premetto che in questi giorni non c’è stato vento. l’arancio starà in vaso sul balcone dove prenderà il sole tutto il giorno e sarà riparato dai venti di ovest e nord.
    io vivo in toscana a meno di 15 km dal mare, quindi clima umido e temperato, e ho 2 gatti che sono attratti dalla terra, ma non vanno oltre allo smuovermi un po di superficie (nemmeno 1 cm di terra). mi puo consigliare sull’annaffiatura?
    grazie

  11. salve, gradirei sapere quando si possono potare gli alberi di aramcio, magari in quale quantità, quali rami togliere e nel caso come fare a far diventare piu’ grande i frutti. grazie…

  12. salve, gradirei sapere quando si possono potare gli alberi di aramcio, magari in quale quantità, quali rami togliere e nel caso come fare a far diventare piu’ grande i frutti. grazie…

  13. @peppe
    La potatura serve ad eliminare i rami secchi, i succhioni e a sfoltire l’interno della chioma, che permette una maggiore luminosità, favorendo la fruttificazione (non solo all’esterno). Si esegue tra la seconda metà di gennaio e la prima di febbraio, prima della ripresa vegetativa della pianta. L’arancio fruttifica sui rami misti di un anno, che devono essere rispettati sui dardi e sui brindilli.
    La concimazione serve a mantenere nel tempo elevate fertilità nel terreno per avere produzioni elevate di qualità e piante sane. La distribuzione di fertilizzanti organici molto maturi sotto forma di terricciato deve integrare l’impiego di prodotti minerali. I concimi azotati si distribuiscono in gennaio, sempre prima della ripresa vegetativa. Durante la primavera/estate si possono distribuire piccoli quantitativi di microelementi come ferro, zinco, magnesio, per prevenire i fenomeni carenziali piuttosto diffusi negli agrumi.

  14. @miria
    L’arancio è pianta tipica degli ambienti temperati caldi. Non sopporta le temperature basse. In Italia è largamento coltivato in sicilia e in minor misura in calabria. Nelle altre regioni viene talvolta coltivato in vasi che durante l’inverno vengono tenuti in ambiente protetto dal vento, come già fai. Al sole va bene ma notevolmente importante è l’irrigazione. Nel caso delle piante coltivate in vaso si annaffia moderatamente per evitare che si verifichi un ristagno d’acqua all’interno del vaso.
    Cresce nei terreni sciolti e necessita di una buona concimazione annuale. Utilizzare concimi complessi ed equilibrati (a base di ferro chelato per le foglie gialle). Riguardo la copertura, puoi usare il tessuto/non tessuto, niente plastica.

  15. mi chiamo Vito vivo in provincia di lecce,in giardino ho alcuni alberi di aranci l’anno scorso una malattia ha colpito gli alberi di agrumi non solo miei,praticamente le foglie sono ricoperte da una specie di fuliggine nera che avvizzisce le foglie e blocca lo sviluppo dei frutti.Ho provato in tutti i modi anche a pulire le foglie una ad una ma niente.Volevo sapere di che malattia si tratta e come combatterla.tra l’altro sembra che sul retro delle foglie ci siano come dei piccoli moscerini.I miei alberi hanno sempre dato dei frutti di ottima qualità ma da due anni niente più.Vi ringrazio anticipatamente per la risposta cordiali saluti.

    Vito

  16. buon giorno,vorrei sapere perché il mio arancio e il mandarino l’anno scorso erano dolcissimi sia presi ancora da finire di maturare che da maturi.Li ho presi che erano in un vaso piccolo li ho travasati in uno Più grosso con concime prodotto dai vermi chiamato vermiculite e aiutato da concime in grani apposta per gli agrumi, la fioritura è stata abbondante e gli aranci anche se bene le pianta non è grosse ( circa 1.20m). Ringrazio anticipata mente attendendo un suggeri mento per addolcirli.(se è possibile)

  17. buongiorno , il mio arancio ha sul tronco degli strani segni e piccole parti rovinate , come se si stessero sbriciolando , chi mi puo’ aiutare ?? S O S

  18. @vito
    Da quello che ho capito i tuoi alberi di arancio non sono messi tanto bene. Non sei andato in un consorzio agrario, con un rametto o una foglia, vero? Le cause possono essere:
    la cocciniglia, a seconda del tipo. Si insediano sui rami, foglie e frutti, provocando rallentamenti alla crescita e scarso sviluppo dei frutti. Si combatte con anticoccicidi a base di olio bianco. Sulla loro melata si sviluppa la fumaggine (quella che vedi tu), da trattare con anticrittogamici “ditiocarbammati”.
    Tra i parassiti animali c’è anche la mosca mediterranea degli agrumi “ceratitis capitata”. Provoca l’inbrunimento dei frutti, che marciscono e cadono (si combatte con insetticidi specifici).
    Ti consiglio di far vedere le foglie in un garden center, dove sono molto competenti, o di andare in un consorzio agrario

  19. Arancio Tarocco Citrus Simensis Fioritura più volte l’anno-molto profumata
    Mantenimento da Marzo a Novembre annaffiare regolarmente
    Concimare con fertilizzante specifico per agrumi
    D’estate la pianta può essere esposta in piena luce
    Evitare gli eccessi di temperatura e di irrigazione
    Spett.Verde blog questa è la scarna descrizione riportata sulla targhetta che ha accompagnato la mia pianta di Arance.
    Mi consenta di passare dalla descrizione della pianta prima di porle qualche domanda
    Il suo portainnesti è Poncirus trifoliata L. o Citrus triptera (sempre contando sull’onestà del vivaista) innesto è il Citrus Simensis
    Altezza della pianta è di m 1’60- Diametro del tronco è di 25mm –Fogliame vario che spazia da foglioline da 5cm larghezza è 7cm lunghezza a foglie più grandi da cm 13 larghezza 20 lunghezza tutte di color verde chiaro (pisello) più o meno intenso secondo la loro grandezza.
    Il tronco di un marrone chiaro perfettamente levigato, uniforme nel colore e nella fattezza, l’innesto è stato effettuato all’altezza di circa 90 cm dalle radici.
    La pianta è posizionata a terra riparata dai venti del Nord da un fabbricato, mentre Est, Sud, Ovest sono scoperti. Nel periodo invernale la pianta che risiede in una struttura in ferro alta 2m e larga sempre 2 m rimane coperta da un tessuto non tessuto bianco a trama larga che fa passare la pioggia e filtrare quel poco sole che la stagione ci offre, ad Aprile viene liberata parzialmente dal tessuto e a distanza di 7 giorni viene ulteriormente scoperta fini alla definitiva liberazione che avviene di norma a fine Aprile,il tutto perché risiedo in una zona del centro Italia dove in clima è si mite ma non certo a livello della Sicilia
    La pianta viene regolarmente annaffiata in inverno nelle ore più calde ogni 15/20 giorni, in primavera e autunno 1 volta ogni 7 giorni, in estate ogni 2 giorni. La concimazione avviene 2 volte l’anno con prodotti specifici per agrumi: Azoto, Anidride Fosforica, Ossido di Potassio, Ossido di Magnesio, Anidride Solforica, Carbonio organico, e una volta l’anno che concime fogliario.

    Ore le domande: 1 come mai a distanza di 2 anni dalla piantagione non produce fiori?
    2 è un tipo di pianta che ha bisogno di essere fecondata o è auto fecondante?
    3 è ancora immatura per produrre fiori?
    4 sto sbagliando in qualcosa ?
    La ringrazio per il tempo dedicatomi, pregandoLa di scusarmi per la lungaggine del post.

    Saluti uniti ad una felice Pasqua Ilio

  20. Arancio Tarocco Citrus Simensis Fioritura più volte l’anno-molto profumata
    Mantenimento da Marzo a Novembre annaffiare regolarmente
    Concimare con fertilizzante specifico per agrumi
    D’estate la pianta può essere esposta in piena luce
    Evitare gli eccessi di temperatura e di irrigazione
    Spett.Verde blog questa è la scarna descrizione riportata sulla targhetta che ha accompagnato la mia pianta di Arance.
    Mi consenta di passare dalla descrizione della pianta prima di porle qualche domanda
    Il suo portainnesti è Poncirus trifoliata L. o Citrus triptera (sempre contando sull’onestà del vivaista) innesto è il Citrus Simensis
    Altezza della pianta è di m 1’60- Diametro del tronco è di 25mm –Fogliame vario che spazia da foglioline da 5cm larghezza è 7cm lunghezza a foglie più grandi da cm 13 larghezza 20 lunghezza tutte di color verde chiaro (pisello) più o meno intenso secondo la loro grandezza.
    Il tronco di un marrone chiaro perfettamente levigato, uniforme nel colore e nella fattezza, l’innesto è stato effettuato all’altezza di circa 90 cm dalle radici.
    La pianta è posizionata a terra riparata dai venti del Nord da un fabbricato, mentre Est, Sud, Ovest sono scoperti. Nel periodo invernale la pianta che risiede in una struttura in ferro alta 2m e larga sempre 2 m rimane coperta da un tessuto non tessuto bianco a trama larga che fa passare la pioggia e filtrare quel poco sole che la stagione ci offre, ad Aprile viene liberata parzialmente dal tessuto e a distanza di 7 giorni viene ulteriormente scoperta fini alla definitiva liberazione che avviene di norma a fine Aprile,il tutto perché risiedo in una zona del centro Italia dove in clima è si mite ma non certo a livello della Sicilia
    La pianta viene regolarmente annaffiata in inverno nelle ore più calde ogni 15/20 giorni, in primavera e autunno 1 volta ogni 7 giorni, in estate ogni 2 giorni. La concimazione avviene 2 volte l’anno con prodotti specifici per agrumi: Azoto, Anidride Fosforica, Ossido di Potassio, Ossido di Magnesio, Anidride Solforica, Carbonio organico, e una volta l’anno che concime fogliario.

    Ore le domande: 1 come mai a distanza di 2 anni dalla piantagione non produce fiori?
    2 è un tipo di pianta che ha bisogno di essere fecondata o è auto fecondante?
    3 è ancora immatura per produrre fiori?
    4 sto sbagliando in qualcosa ?
    La ringrazio per il tempo dedicatomi, pregandoLa di scusarmi per la lungaggine del post.

    Saluti uniti ad una felice Pasqua Ilio

  21. ho degli alberi di agrumi di circa sei anni; alla ripresa vegetativa di quest’anno ho visto ingiallire le foglie e in piena fioritura gli ho dato del chelato di ferro irrorando con abbondante
    acqua.La mia domanda è con questa innaffiatura possono cadere tutti i fiori e perdere il

    raccolto di quest’anno?.

  22. Ciao ho alberi già adulti di aranci e limoni.
    Quando devo effettuare la potatura?va bene di questi tempi?per il limone,è vero che si effettua a luglio?
    Grazie mille e scusami le troppe domande.

  23. Ciao ho alberi già adulti di aranci e limoni.
    Quando devo effettuare la potatura?va bene di questi tempi?per il limone,è vero che si effettua a luglio?
    Grazie mille e scusami le troppe domande.

  24. Vivo nel sud-ovest della Florida. Ho un’arancio che durante lo scorso inverno ha preso una brutta gelata (incredibile vero?) ed e’ seccato al centro, in alto. Posso togliere tutto il secco e sperare che si riprenda?…e poi : cosa sono i succhioni? grazie

  25. @enzo, Potatura di aranci e limoni
    Arancio: la potatura serve ad eliminare i rami secchi e sfoltire la chioma che permette una maggior luminosità, favorendo la fruttificazione non solo all’esterno. Si esegue tra la seconda metà di gennaio e la prima di febbraio, prima della ripresa vegetativa della pianta. L’arancio fruttifica sui rami misti di un anno, che devono essere rispettati, sui dardi.
    Limone: poichè il limone produce fiori e quindi i frutti sui rami di un anno, la potatura di produzione deve limitarsi all’eliminazione dei rametti che hanno già prodotto e quelli secchi. Comunque tagliare poco, il limone non sopporta pesanti tagli. La potatura si effettua in estate.

  26. @enzo, Potatura di aranci e limoni
    Arancio: la potatura serve ad eliminare i rami secchi e sfoltire la chioma che permette una maggior luminosità, favorendo la fruttificazione non solo all’esterno. Si esegue tra la seconda metà di gennaio e la prima di febbraio, prima della ripresa vegetativa della pianta. L’arancio fruttifica sui rami misti di un anno, che devono essere rispettati, sui dardi.
    Limone: poichè il limone produce fiori e quindi i frutti sui rami di un anno, la potatura di produzione deve limitarsi all’eliminazione dei rametti che hanno già prodotto e quelli secchi. Comunque tagliare poco, il limone non sopporta pesanti tagli. La potatura si effettua in estate.

  27. @maria teresa
    Arancio, tipico degli ambienti temperato/caldi e tropicali, non sopporta temperature basse. Nelle altre regioni italiane l’arancio viene talvolta coltivato in vasi, che durante l’inverno vengono tenuti in ambienti freschi. Per gli aranci è particolarmente importante la potatura di formazione con la quale alla pianta viene data la forma “a globo” per le piante coltivate in piena terra o “a vaso”. Si tratta di una specie di vaso, si differenzia da questo in quanto presenta delle branche all’interno della chioma. Quando gli alberi o cespugli sono giovani bisogna ridurre al minimo indispensabile l’asportazione di rami e germogli, che naturalmente rallenta la crescita, e nel caso di piante da frutto, ritarda la produzione. La potatura di produzione si riduce all’eliminazione dei succhioni, e al taglio dei rami secchi. Cosa sono i succhioni? Sono i rami assai vigorosi, eretti, che non producono fiori e frutti, e sottraggono molta linfa al resto della pianta ed è sintimo di uno squilibrio, che deve essere corretto con la potatura.

  28. Buonasera,
    abito a Pescara e sul terrazzo coltivo diverse specie di agrumi, in pieno sole.
    Ho un arancio che ha perso quasi tutte le foglie e ogni tanto devo tagliare i rami in alto perché si seccano. Come mai? Ha fatto però un’ottima fioritura il mese scorso, ma stenta a fare nuovi germogli che appena nascono sono colpiti dall’Afide. Ho anche un limone selvatico che ho potato drasticamente,lasciando praticamente i quattro rami principali e qualche rametto laterale, perché colpito da cocciniglia fioccosa che aveva creato fumaggini nere, . La pianta in vaso ha 40 anni ma stranamente non ha ancora cacciato i tipici germogli violacei. Tra l’altro l’ho innestato in questi giorni a becco di luccio (coprendo il tutto con una bustina di nylon e esternamente con carta che bagno ogni tanto) e a gemma vegetante. Il cedro sta bene ma non ha ancora messo i fiori. Concludendo ho somministrato e somministro regolarmente il concime per agrumi, a febbraio ho messo lo stallatico, e a maggio e giugno ho messo anche i chelati in polvere.
    Come mai questi problemi quest’anno? Forse è ascrivibile al ritardo della stagione?

  29. Buonasera,
    abito a Pescara e sul terrazzo coltivo diverse specie di agrumi, in pieno sole.
    Ho un arancio che ha perso quasi tutte le foglie e ogni tanto devo tagliare i rami in alto perché si seccano. Come mai? Ha fatto però un’ottima fioritura il mese scorso, ma stenta a fare nuovi germogli che appena nascono sono colpiti dall’Afide. Ho anche un limone selvatico che ho potato drasticamente,lasciando praticamente i quattro rami principali e qualche rametto laterale, perché colpito da cocciniglia fioccosa che aveva creato fumaggini nere, . La pianta in vaso ha 40 anni ma stranamente non ha ancora cacciato i tipici germogli violacei. Tra l’altro l’ho innestato in questi giorni a becco di luccio (coprendo il tutto con una bustina di nylon e esternamente con carta che bagno ogni tanto) e a gemma vegetante. Il cedro sta bene ma non ha ancora messo i fiori. Concludendo ho somministrato e somministro regolarmente il concime per agrumi, a febbraio ho messo lo stallatico, e a maggio e giugno ho messo anche i chelati in polvere.
    Come mai questi problemi quest’anno? Forse è ascrivibile al ritardo della stagione?

  30. Salve avevo due piantine una di limone (selvatico)una di arancio tarocco piantate a terra e quest’anno sono morte. Ne abbiamo preso un’altro e lasciato in vaso messo sul terrazzo in pieno sole,ma anche questo ha fatto i fiori poi i frutti che pero’ sono caduti tutti(lultimo oggi)
    domanda perchè i frutti mi cadono? (concimato fatto, annaffiato fatto.)sono disperata
    grazie

  31. Salve avevo due piantine una di limone (selvatico)una di arancio tarocco piantate a terra e quest’anno sono morte. Ne abbiamo preso un’altro e lasciato in vaso messo sul terrazzo in pieno sole,ma anche questo ha fatto i fiori poi i frutti che pero’ sono caduti tutti(lultimo oggi)
    domanda perchè i frutti mi cadono? (concimato fatto, annaffiato fatto.)sono disperata
    grazie

  32. ho una pianta di mandarino ma è due anni che è ferma, Sarà alta circa 20 cm. Poco tempo fa gli ho cambiato il vaso mettendolo una più piccolo, non so se ho fatto bene. mi sa dire cosa devo fare? Ci tengo molto perché à una pianta regalata da mio padre.

  33. Ho un arancio Navel
    che ha sempre prodotto molti frutti, particolarmente lo scorso inverno.
    Quest’anno, invece due soli frutti. E’ bellissimo, sano e con a fianco, un Washington. Non capisco la mancata fioritura e di conseguenza i frutti. L’arancio Washington, della stessa età ha invece prodotto qualcosa ma sempre poco e con frutti piccoli.

  34. L’arancio è pianta tipica degli ambienti temperati, caldi e tropicali. Nelle regioni italiani l’arancio viene talvolta coltivato in vasi, che durante l’inverno vengono tenuti in ambienti protetti. In queste condizioni le piante posson produrre frutti, che hanno più che altro valore ornamentale e vengono di solito lasciati sulla pianta. L’arancio ha un’unica fioritura in marzo aprile, a differenza del limone il quale in pratica fiorisce continuamente. Le varietà possono essere suddivise in due gruppi, in base alla colorazione della polpa. Fra le varietà a polpa giallo-arancio, o bionde, sono da ricordare: “arancio barile”, “bella donna”, “ovale calabrese”. Sempre a questo gruppo appartengono le varietà estere “valencia”, “jaffa” e “washington novel” ma la tecnica culturale è identica: terreno scoilto, necessita di una buona concimazione annuale, sia organica a base di letame, sia minerale. Quest’ultima deve essere fatta utilizzando concimi ternari, equilibrati.Altra pratica di notevole importanza è l’irrigazione: a questo scopo molto spesso negli agrumeti si creano degli avvallamenti sotto la chioma delle piante, in modo da favorire la penetrazione di acqua nella zona di terreno in cui si trovano le radici.Annaffiatura abbondante ma evitando i ristagni d’acqua. E per gli aranci è particolarmente importante la potatura di formazione.

  35. abbiamo acquistato in toscana un piccolissimo appezzamento di terreno con quattro piante di aranci due di mandaranci e due di limoni; vorremmo alcune informazioni sulla potatura di queste piante se e quando potarle e come fare. Pensate che sia meglio affidarsi a gente esperta o ritenete che con un poco di impegno anche noi appassionati di piante si possa riuscire a fare un buono e utile lavoro al fine di mantenere produttivi questi meravigliosi frutti? La località dove insiste questo piccolo terreno è “Bolgheri” nel comune di Castagneto Carducci (LI). Sapreste indicarci localmente un’eventuale ditta in grado di curarci questo piccolo brolo. Grazie

  36. @sergio, ti consiglio di leggere con attenzione questa pagina dove parlo più volte della potatura e comunque con un po’ di impegno si può diventare autosufficienti. Consiglio: se la zona dove avete acquistato il terreno non la conoscete bene come clima vi suggerisco di rivolgervi ad un esperto e fare tesoro di come farà la prima potatura.

  37. Ciao! Ho una pianta di limone e una di arancio di Sicilia in vaso, per la stagione invernale li ho dovuti tenere riparati nelle scale del mio condominio ma appena verrà un po’ più di caldo li rimetterò sul balcone dove possono ricevere il sole direttamente.
    Nel frattempo il limone sta già iniziando a fiorire anche se i frutti sono piccoli e punteggiati di nero, mentre l’arancio sul tronco è cosparso di piccole escrescenze bianche e quasi resinose, cos’è? la mosca mediterranea? in effetti non fiorisce nemmeno, come devo fare per curarlo?
    molte grazie!
    Daniela

  38. Ho un arancio piantato in giardino. Quest’anno ha fatto molti fiori. Mi hanno detto di sfoltirli altrimenti ne risentono i frutti. Cosa devo fare?

    Grazie

  39. ho un alberello di arancio, ha le spine, ma è meravigliosamente pieno di belle foglie verdi, però non ha fatto i fiori, è stato messo, momentaneamente, in vaso, sarà grande circa 150cm ho dato del concime e mi sembra che sia molto bello e folto. M a perchè niente fiori? grazie.

  40. Salve, circa due anni fa ho piantato un piccolo arancio washinton in giardino che non ha ancora dato frutti. Abito vicino a Cagliari, il terreno nella zona è argilloso. Fino ai primi di aprile la pianta sembrava stare benissimo: aveva le foglie verdi ed era piena di fiori. Improvvisamente la temperatura è passata dai 23 gradi i 12- 13 gradi, con un freddo vento di maestrale. L’arancio ha perso gran parte delle foglie, i rami più fini si sono seccati e i fiori sono quasi tutti caduti, ad eccezione di quattro o cinque, al posto dei quali si è formata una sfera verde… Ci sono speranze che la pianta si riprenda?
    Grazie per l’attenzione!

  41. ho un albero di arance in vaso che riceve la luce del sole tutta la mattina ed anche le prime ore del pomeriggio. Gli anni passati dopo le fioriture non si formato nessun frutto e chiedendo in giro mi hanno detto che non bisogna dare acqua per tutto il periodo della fioritura. Io in realtà davo più acqua in questo periodo. Quest’anno ho provato a seguire il consiglio ma le foglie stavano seccando tutte, così o continuato  a dare dell’acqua ma limitandone le dosi. Adesso alcune estremità sono un pò secche e sono rinate delle belle foglie grandi. Pare pure che dal fiore sia apparsa una promettente sfera verde. Vorrei avere delle sue preziose indicazioni per avere dei bei frutti. Ed in ogni caso vorrei sapere qual è il procedimento durante la fioritura? La ringrazio anticipatamente,
    Marina

    1. @marina
      Gli aranci coltivati in vaso richiedono vasi di una misura pari ad una misura pari a 2/3 del diametro della chioma, e un substrato con un PH (acidità del terreno) di 5,5/6, sciolto, fertile e concimato con 30 grammi di concime complesso per decalitro, e ben drenato per evitare i ristagni di acqua che è molto importante. E’ anche importante la potatura di formazione con la quale viene data alla pianta la forma a globo per le piante coltivate in piena terra o a vaso. Per le piante da coltivare in vaso le potature successive si fanno limitandosi alla eliminazione dei rami secchi, mal disposti o troppo fitti. A riguardo l’innaffiatura, durante la fioritura, è bene ridurre fortemente se non sospendere le annaffiature. Dipende dall’andamento meteo, e annullare le concimazioni fino a quando non iniziano a formare i frutticini. In condizioni di moderato stress tende a produrre più frutti.

  42. Ciao ho avuto da mio padre due bellissima piante, un limone ed un arancio in due grandi vasi, il limone è fiorito in modo abbondante ed ad oggi ci sono parecchi piccoli limoni foglie nuove e rametti, mentre l’arancio non ha emesso nessun fiore, dimenticavo ci sono ancora alcune arance della passata stagione sui rami, è forse per questo che non c’è stata fioritura? considera che le due piante godono di ottima salute e sono in un posto molto soleggiato e le annaffio regolarmente. Ti ringrazio ciao angelo da Brescia

  43. @angelo
    L’arancio è tipico degli ambienti temperato caldi. Non sopporta le temperature basse, e nelle regioni italiane viene coltivato in vaso che durante l’inverno vengono tenuti in ambiente portetto. In questo caso le piante possono produrre frutti che hanno poi più che altro la bellezza ornamentale e vengono lasciati di solito sulla pianta (e non è per questo motivo che non c’è stata fioritura). L’arancio, a differenza del limone che in pratica fiorisce continuamente, ha un’unica fioritura (in marzo/aprile), e necessita di una buona concimazione. Per lo sviluppo dei frutti è indispensabile concimare almeno 2 volte l’anno. Effettuare il primo intervento nel mese di marzo, il secondo in settembre. Utilizzare concime specifico per agrumi con microelementi ternari equilibrati. E per gli aranci è particolarmente importante la potatura (per quelli coltivati in vaso si limita all’eliminazione dei rami secchi o troppo fitti. Mi fa piacere che sia il limone, sia l’arancio godano di buona salute.

  44. mi hanno regalato un alberello di arancio in vaso, fa tantissime foglie meravigliose e rigogliose, ma niente fiori, perchè? grazie

  45. Ho due belle piante di arancio in giardino ( abito in Liguria sul mare ,le piante sono al sole e in piena terra) , sono alberi abbastanza grandi però non riesco mai a mangiare un’arancia perchè i frutti quando sono poco più grandi di un uovo, si spaccano e si rovinano !
    In effetti concimo poco e non sono costante con le innaffiature ( in estate ogni settimana/ dieci giorni)
    Potete darmi un consiglio ?
    Ringrazio tantissimo per la gentilezza

    1. La coltivazione è medio /difficile, l’esposizione è pieno sole. Temperatura ottimale 25/30 gradi, minima 4 gradi. In liguria, in piena terra, dovrebbe andare tutto bene. Oltre cheper la produzione dei frutti gli aranci vengono coltivati per la bellissima fioritura e la lucentezza del fogliame, in piena terra nelle regioni a clima temperato caldo. Richiede terreni sciolti, fertili, ricchi di sostanza organica. E’ indispensabile una buona concimazione di base con letame e concimi minerali ternari e un’abbondante irrigazione. Le concimazioni organiche vanno ripetute tutti gli anni, quelli minerali possono essere forniti con l’acqua di irrigazione. Annaffiature abbondanti ma evitando i ristagni. In piena terra intorno alla pianta vengono spesso scavati dei tornelli (fissati intorno al tronco più o meno dello stesso diametro della chioma), per far sì che l’acqua affluisca meglio all’apparato radicale. E per le piante in piena terra è molto importante la potatura di formazione, con la quale alla pianta viene data la forma a globo.

  46. ho tre aranci in un giardino in Riviera Ligure esposti al sole nel pomeriggio:hanno circa cento anni e fruttificano.ora i tronchi appaiono ricoperti di scaglie secche tra le quali si aprono delle ferite da cui esce una resina gommosa scura.foglie e frutti sono rigogliosi.Cosa devo fare per curarli?

  47. Salve a tutti, volevo porre un quesito , ho alcune piante di arancio in giardino in Sicilia, fino a questa estate 2011 aveva già grossi frutti sui rami, ora mi dicono che questi frutti cadono dopo essere scoppiati, volevo sapere se per favore qualcuno mi possa dare indicazioni al caso, premetto che l’irrigazione è costante e automatica , e che il concime che ho applicato al terreno e del tipo:FKP a granuli.
    Io non ho notato nessun insetto sia sulla pianta che sul frutto.
    Ringrazio in anticipo chio mi può aiutare a capire dove sta il problema

  48. ho una pianta di arance tipo tarocco calabrese con la buccia sottile . In passato alcuni frutti in fase di ingrossamento si spaccavano da sotto e marcivano.Quest’anno no se ne salva una; cosa può essere successo? Grazie Ciao

  49. gentilmente Le porgo la seguente domanda.-Ho un albero di arancio navel,meraviglioso,interrato da 9 anni.Da dei frutti magnifici di elevata grandezza.Quest’anno si è riempita di moltissimi frutti logicamente non sono tanto grossi.Il problema è quello che moti nel prendere colore si spaccano.Da cosa dipende? il motivo? grazie

  50. Ho delle piante d’arancio Washinton, anche quest’anno ci sono tanti frutti ma una buona parte di questi si sono aperti ancora prima di arrivare a maturazione completa. Da cosa dipenderà?
    Cordiali saluti
    Francesco

    1. Ciao , ho letto la tua domanda è ti dico che ho anche io lo stesso problema. Ma a quanto si vede nessuno sa darci la risposta per la soluzione, intanto sto perdendo molte arance. AIUTOOOOOO CIAO

    2. Acqua e concime con regolarità prima di tutto! Gli apporti irregolari favoriscono la rottura dei frutti. Il 99% dei casi avviene per carenza o eccesso di acqua. L’arancio necessita di una buona concimazione annuale, sia organica, sia minerale. Quest’ultima deve essere fatta con concimi complessi ternari equilibrati. Pratica importante è l’irrigazione. Le piante coltivate in vaso devono essere di misura proporzionata alla pianta: si annaffia moderatamente per evitare che si verifichi un ristagno d’acqua all’interno del vaso.

  51. Mi hanno regalato una pianta di arancio in vaso alto circa 2 metri in ottobre 2011, l’ho messo davanti alla cucina sotto un porticato in una posizione riparata, con il freddo di gennaio e febbraio di ques’anno l’ho coperto con un telo purtroppo quando l’ho tolto le foglie erano secche e accartocciate, però la pianta è ancora verde e i rami anche.
    Cosa devo fare adeesso?Ho aggiunto terriccio e concime, pensavo di potare il secco e di piantarlo in giardino, che è a a Sud della casa.
    Abito a Finale Emilia (Mo, pertanto gli inverni sono umidi e piuttosto freddi.
    Ha possibilità di salvarsi? Ogni quanto devo concimare e quando posso procedere alla potatura?
    Ringrazio e saluto cordialmente.

    1. L’arancio non può essere coltivato dove le temperature scendono con una certa frequenza sotto i 2 gradi. Il clima ottimale è compreso tra i 10 e i 30 gradi. La posizione ideale è in pieno sole, con esposizione a sud/est, sempre al riparo del vento. Riguardo il concime e il terriccio: è giusto quanto. Riguardo la potatura: serve ad eliminare i rami secchi, i succhioni, e a sfoltire l’interno della pianta, che permette una maggiore luminosità. Si esegue tra la seconda metà di gennaio e febbraio, prima della ripresa vegetativa.
      Il terreno deve essere ben drenato, profondo, ricco di humus e di medio impasto. Non tollera i terreni freddi, pesanti, argillosi, fradici o all’opposto aridi e sciolti.

  52. Ho tre piante 1 arancio woscinto- 1 mandarancio- 1 arancio vaniglia, fino a due anni fa tutto OK frutti belli grandi, poi la sorpresa i frutto come delle noci piccoli ma neanche formati all’interno senza spicchi. queste piante anno una trentina d’anni, sono bellissime come fogliame tutti gli anni le do una leggera potatura, esiste qualche malatia oppure devono essere innestate di nuovo. Aspeto una vostra risposta grazie mille

  53. Buongiorno,
    ho una pianta di arancio ormai da circa 3 anni alta 1 metro,
    il primo anno mi dato il frutto poi non ha piu’ fatto niente
    e sono uscite solo tantissime spine ovunque.
    Questa pianta e’un ricordo importante per me,cosa posso e devo
    fare? Vorrei evitare che muoia.
    GRAZIE

  54. salve! ho una pianta in vaso (vendutami per limone invece è arancio) sono 2 anni che mette i frutti e come raggiunge un diametro di circa 2-3 cm cadono e rimane senza alcun frutto perchè? la curo con tanto amore non gli faccio mancare mai l’acqua la concimo con prodotto specifico non so cosa fare. potete darmi qualche suggerimento ?grazie!

  55. salve! ho una pianta in vaso (vendutami per limone invece è arancio) sono 2 anni che mette i frutti e come raggiunge un diametro di circa 2-3 cm cadono e rimane senza alcun frutto perchè? la curo con tanto amore non gli faccio mancare mai l’acqua la concimo con prodotto specifico non so cosa fare. potete darmi qualche suggerimento ? grazie!

  56. salve ho una pianta di arancio che ha una 15 di anni e’ stata sempre curata e potata.quest’ anno ha fato tante arance ma quando le ho assagiate mi sono accorto che sono un po
    secche ..come mai?

  57. Ho un arancio alto dirca due metri e mezzo in terra, poco esposto al sole, soprattutto in autunno – inverno. Con mia sorpresa in questo periodo ha avuto una limitata fioritura e sembra che stia portando avanti i frutti.
    E’ normale?
    E’ corretta la concimatura mensile, a partire da gennaio, con i lupini macinati?
    Grazie anticipatamente.

  58. Vorrei riuscire a capire per quale strano motivo il mio arancio nonostante abbia alcuni frutti ormai grossi, da circa due settimane ossia a metà ottobre, ha ripreso a fiorire , e già si notano i frutti del diametro di qualche millimetro,non credo sia una cosa normale… qualcuno sa dirmi il perché, e anche se la pianta riuscirà a mantenere e far maturare questi frutti?

  59. vivo a Livorno, ho un arancio piantato in terra esposizione a pieno sole,
    da settembre/ottobre fino a dicembre ha iniziato una nuova fioritura cosa devo fare?
    grazie

  60. nel mio paese la maggior parte delle piante di arancio sono tutte nere come colla sembra una specie di rasina,che la lavi e dopo un po di giorni e di nuovo la.sa quaquno che cosa e´?come si combatte?

    1. I principi di coltivazione validi per tutti gli agrumi consistono essenzialmente in: interventi irrigui, concimazione annuale, potature ed eventuali trattamenti antiparassitari. Queste operazioni vanno effettuate sia per gli agrumi in vaso, sia per quelli in piena terra. Gli agrumi hanno necessità di assorbire elementi nutritivi per tutto l’arco dell’anno. I momenti di maggior richiesta corrispondono coincidenti con la stagione primaverile, quando gli agrumi iniziano la fioritura ed emettono nuovi germogli e foglie, e successivamente durante la fase di ingrossamento. Più o meno le epoche si identificano con i mesi di marzo/aprile e poi agosto/settembre. La concimazione svolge un’azione equilibratrice. In commercio sono presenti ottimi formulati facilmente dosabili con i quali è possibile provvedere alla nutrizione secondo necessità. Si tratta di composti che comprendono sia i fondamentali elementi della fertilità (azoto, fosforo, potassio), sia i microelementi. Più pratici e meno pericolosi sono i prodotti liquidi che si possono dare nell’acqua dell’annaffiatura, mentre con quelli granulari bisogna fare più attenzione.

  61. il mio arancio viene attaccato dalla mosca degli agrumi – vorrei sapere quando è il periodo più adatto per dare l’insetticida fogliare – grazie

  62. ho in terra, abito prov. Roma a 2 km dal mare, 1 limone, due aranci e 2 mandarini, adesso sono tutti in fioritura, li posso innaffiare? ogni quanto tempo?
    mi hanno consigliato di dare il verderame, lo posso dare adesso con i fiori o dopo la fioritura?
    grazie

    1. Il verderame generalmente non si da mai quando ci sono i fiori. Riguardo l’annaffiatura: quanto la pianta sta fiorendo è bene ridurre fortemente le annaffiature, se non sospenderle: dipende dall’andamento del meteo, e annullare le concimazioni fino a quando non iniziano a formarsi i frutti. In condizioni di moderato stress il limone tende a produrre più frutti.

  63. Buonasera, abito a pistoia ho un arancio in vaso mi sapete spiegare perchè ha fatto una fioritura eccezionale, ma nessuna foglia nuova? le fà dopo?

  64. Abito a Tellaro (SP)nell’orto ho due limoni e un arancio da non hanno mai avuto problemi nonostante io non sia un esperto del settore.
    Quest’anno però, per la prima volta, l’arancio ha prodotto frutti che si sono aperti nella parte bassa ancora prima di maturare e sono caduti.
    Cordiali saluti

    1. Se l’arancio non è stato colpito da malattie o parassiti animali, come la mosca mediterranea degli agrumi, si combatte con insetticidi solo se malato. Il tuo problema può essere anche dovuto o alla troppa acqua o poca acqua o errate dosi di concime, oppure non ha legato bene. Fai vedere la pianta o un rametto a un addetto di un garden centre: se si tratta di malattia può essere presa in tempo.

  65. Salve,
    ho un arancio in vaso da 6 anni. I primi due anni ha fatto fiori e 4/5 frutti e poi niente. Ho forte sbagliato la potatura? Le foglie sono molto sane. Cosa ne dite?

    Grazie per i vostri consigli

    1. La potatura dell’arancio serve ad eliminare i rami secchi, i succhioni e a sfoltire l’interno della chioma per permettere una maggiore luminosità favorendo la fortificazione non solo all’esterno. Per fruttificare con abbondanza gli agrumi hanno bisogno di essere irrigati ma non è necessario quando da un controllo del terriccio (spostando con le dita un po’ di terra al di sotto dei 3/5 cm della superficie il terreno risulti umido). Per avere produzioni elevate, di qualità, piante sane e longeve, si ha bisogno di fertilizzanti organici sotto forma di terricciato, bisogna integrare con l’impiego di prodotti minerali. Durante la primavera si possono distribuire piccoli quantitativi di microelementi come ferro, zinco, magnesio per prevenire i fenomeni carenziali piuttosto diffusi negli agrumi. Alle volte capita che la pianta non fecondi più se non ha un’altra pianta nelle vicinanze.

  66. Salve, abito a modena, chiedevo se secondo voi per il clima e quant’altro riuscirei a far sopravvivere un albero di arance vaniglia a terra e non in vaso, la pianta che dovrei prendere è alta già circa 1,20 m. se si che consigli mi dareste?
    grazie mille olindo

  67. Abito in Sardegna ho tre piante 1 di arancio Uhoscinton-1 di mandarancio 1 di arancio vaniglia ,sono già 3 anni che non riescono più a fare dei frutti belli come prima, mi e venuta l’idea di tagliare tutti i rami rinnovando completamente le piante con rami nuovi e possibile farlo o le piante soffrono tropo. grazie del consiglio

  68. Ho potato il mio arancio a giugno e non ha ancora fatto i fiori mentre i limoni potati lo stesso giorno hanno già i frutti premetto che sono di Genova e gli alberi sono piantati in giardino già da anni grazie

  69. Buon giorno , in giardino ho un albero di arancio ed uno di limone . L’anno scorso erano pieni di frutti squisiti per tutta la pianta , però quest’anno fanno frutti solo da un lato ed i rami sono sovraccarichi tanto che ho dovuto mettere un supporto per non farli spezzare. Mi trovo a Somma Vesuviana in provincia di Napoli .
    Potrei avere un vostro parere ? anche se le notizie che vi ho dato sono abbastanza scarse ?
    Grazie Antonio

  70. salve, un’info per favore. Ho acquistato un alberello di arancio, viste le temperature di questo periodo, potrei fare la messa in dimora, in terra ?
    Grazie in anticipo

  71. In questi giorni mi hanno regalato un arancio in vaso lo messo a dimora da 10 giorni circa gli stanno cadendo le foglie iniziano a doventare sulla punta nere e cadono la pianta e con i frutti cosa devo fare ? Grazie

  72. In questi giorni mi hanno regalato un arancio in vaso lo messo a dimora da 10 giorni circa gli stanno cadendo le foglie iniziano a doventare sulla punta nere e cadono la pianta e con i frutti cosa devo fare ? Grazie

  73. Buongiorno,bellisiimo arancio,fino a qs inverno,proddotto sempre ottimi frutti dall’inizio primavera iniziato la meta’ di un esso ha iniziato ad avere ingiallimento dellefoglie ed a perderle,l’altra meta’ verdissima e foglie abbondanti.Trattato tutta la pianta concime e fungicida sistemico,ad oggi la parte che sta perdendo ancora foglie,presenta una crescita nuova di esse,l’altra parte e’ gia’colma di fiori ma sta perdendo anch’essale foglie….perdero’ il mio stupendo arancio? cosa e quali elementi devo dare?ma soprattutto cosa ‘ successo..da tenere presente che la base dell’arancio e’ ristretta come terra xche’ intorno ha pavimentazione da un anno, di elementi autobloccanti. grazie mille tamara

    1. Da quello che mi descrivi ed ho potuto capire sembra che non sia stato fatto il trattamento fungino nel periodo autunno/primavera, che è molto importante. Se sono solo le foglie vecchie che deperiscono e cadono e la pianta è sotto controllo allora tutto ok, ma se invece sono i rami e le foglie che si seccano bisogna tagliare nettamente. In riferimento agli autobloccanti: sì, possono incidere, in quanto possono aver tagliato le radici.

  74. ho due piante di arance bellissime con foglie di un verde lucido e ramo ben arieggiati tra loto, l anno scorso ho abnuto bei frutti tanti e grossi . quest anno hanno germogliato bene ma senza un fiore , anzi ne ha fatto solo due. siamo in aprile est possibile che la fioritura sia ritardata? cosa puoi dirmi grazie attendo fiducioso

    1. Per quanto riguarda la ritardata fioritura, tante volte è dovuta alla siccità, mancanza d’acqua o condizioni atmosferiche non adeguate. Concimare ed innaffiare a modo.

  75. Salve, ho acquistato una pianta d’arancio intorno a Marzo Aprile, verso Maggio ha fiorito ma aimè nessun frutto è andato a termine, si sono seccati…… Alcune foglie inoltre, sopratutto nella parte apicale dei rami si accartocciano. Circa una settimana fa la pianta ha riniziato a sparare foglie e rami nuovi e con mia sorpresa anche fiori!!! La mia domanda è: è naturale avere la fioritura dell’arancio in questa stagione???Posso sperare di assaggiare qualche frutto quest’anno???? Alcune informazioni di servizio: io sono di Cagliari, nell’aiuola (circa 20 metri quadrati) in cui ho piantato l’arancio c’è un limone e una pianta di Kumquat che vanno alla grande.
    Ciao e Grazie

  76. @pierluigi
    L’arancio ha un’unica fioritura in marzo/aprile. I frutti da aprile a ottobre, a differenza del limone il quale fiorisce continuamente. L’arancio è pianta tipica degli ambienti temperato/caldi, cresce bene nei terreni sciolti. Evitare ristagni d’acqua. Anche il mio mandarino ha fatto così ma la metà dei fiori sono già caduti ed è bellissima: sarà stata la stagione più calda. Tu sei molto bravo e vivi in una zona adeguata: se non ti rifarà lo scherzetto mangerai ancora qualche frutto, in bocca al lupo.

  77. @lia
    Mi spiace, ho paura che il tuo arancio sia malato. Tale malattia funginea, la gommosi o marciume del colletto (phyophtora citrovara) si manifesta con il seccarsi della corteccia alla base della pianta, e l’emissione di una sostanza gommosa. Le foglie si seccano e i frutti marciscono. E’ necessario eliminare la pianta se ha questa malattia. Controlla bene: se la malattia è presa per tempo si possono eliminare solo le parti colpite.

  78. Buongiorno. Mi hanno regalato una bella pianta di arancio in vaso. Ho due terrazzi dove metterla, uno a mezz’ombra dove cresce bene ogni genere di pianta, un altro a pieno sole fino a tardo pomeriggio, dove riescono a sopravvivere solo le grasse.. dove starà meglio? e cosa posso fare per aiutarlo a fruttificare? grazie.

    manuela, Castelli Romani

    1. Salve , vi consiglio il terrazzo soleggiato fino a tardi pomeriggio, e ricordatevi di innaffiare abbondantemente, ma non durante lagiornata , quando il sole le sta addosso. Preferibilmente in tardi pomeriggio.

      Per farla fruttificare concimare almeno 1 volta all’anno con fertilizzante organico, oppure concime minerale peragrumi.
      buona fortuna

  79. Buongirno, ho due bellissime piante di arance messe a terra, ora però sono costretta a metterle in vaso…come faccio? le radici come si estendono verso il vaso o orizzontalmente? grazie

    1. vORREI TRAPIANTARE UN ALBERO DI ARANCI DA VASO A TERRENO LIBERO. l’ALBERO IN QUESTIONE DIMORA IN UN GRANDE VASO DA ALCUNI ANNI. vORREI SAPERE QUANDO POSSO METTERLO A DIMORA,LA PROFONDITA’ DELLA BUCA E QUALI ACCORGIMENTI DOVRO’ PRENDERE. gRAZIE.

      1. L’arancio è tipico degli ambienti temperati caldi, non sopporta le basse temperature. La messa a dimora si effettua in autunno inoltrato. La tecnica dello svaso (e del rinvaso) è uguale per tutti gli agrumi: la stagione migliore è la primavera, tra la fine di marzo e la fine di maggio.
        Gli agrumi non sopportano bene il trapianto, per cui devono essere rinvasati o trapiantati facendo attenzione a non rompere il pane di terra. Sospendere l’irrigazione alcuni giorni prima, per facilitare il distacco del pane di terra dalla conca senza rovinare le radici. E’ sufficiente predisporre una buca distribuendo sul fondo una buona dosa di letame o concime minerale ternario, e coprendola poi con circa 10 cm di terra (per evitare il contatto diretto delle radici).
        Dopo aver collocato la pianta con tutta la zolla facendo in modo che il colletto si trovi a 4/5 centimetri dal bordo, e alla stessa profondità in cui si trovava nel vaso, si colma con la terra predisponendo un piccolo avvallamento per distribuire abbondantemente l’acqua nei primi giorni dopo la messa a dimora. Riempire i lati e la parte superiore con terriccio pressandola bene, facendo sempre attenzione a non sotterrare o lasciare troppo scoperto il colletto. Procedere lentamente con l’irrigazione, e aggiungere nuovo terriccio. Gli interventi irrigui vanno effettuati in funzione dell’andamento climatico nelle diverse stagioni.

  80. la mia pianta d’arancio ha accartocciato tutte le foglie: E’ in dolce collina, al sole, riparata dal vento. Non voglio perderla!

  81. @miria
    L’arancio è pianta tipica degli ambienti temperati caldi. Non sopporta le temperature basse. In Italia è largamento coltivato in sicilia e in minor misura in calabria. Nelle altre regioni viene talvolta coltivato in vasi che durante l’inverno vengono tenuti in ambiente protetto dal vento, come già fai. Al sole va bene ma notevolmente importante è l’irrigazione. Nel caso delle piante coltivate in vaso si annaffia moderatamente per evitare che si verifichi un ristagno d’acqua all’interno del vaso.
    Cresce nei terreni sciolti e necessita di una buona concimazione annuale. Utilizzare concimi complessi ed equilibrati (a base di ferro chelato per le foglie gialle). Riguardo la copertura, puoi usare il tessuto/non tessuto, niente plastica.

  82. buon giorno,vorrei sapere perché il mio arancio e il mandarino l’anno scorso erano dolcissimi sia presi ancora da finire di maturare che da maturi.Li ho presi che erano in un vaso piccolo li ho travasati in uno Più grosso con concime prodotto dai vermi chiamato vermiculite e aiutato da concime in grani apposta per gli agrumi, la fioritura è stata abbondante e gli aranci anche se bene le pianta non è grosse ( circa 1.20m). Ringrazio anticipata mente attendendo un suggeri mento per addolcirli.(se è possibile)

  83. mi chiamo Vito vivo in provincia di lecce,in giardino ho alcuni alberi di aranci l’anno scorso una malattia ha colpito gli alberi di agrumi non solo miei,praticamente le foglie sono ricoperte da una specie di fuliggine nera che avvizzisce le foglie e blocca lo sviluppo dei frutti.Ho provato in tutti i modi anche a pulire le foglie una ad una ma niente.Volevo sapere di che malattia si tratta e come combatterla.tra l’altro sembra che sul retro delle foglie ci siano come dei piccoli moscerini.I miei alberi hanno sempre dato dei frutti di ottima qualità ma da due anni niente più.Vi ringrazio anticipatamente per la risposta cordiali saluti.

    Vito

  84. @vito
    Da quello che ho capito i tuoi alberi di arancio non sono messi tanto bene. Non sei andato in un consorzio agrario, con un rametto o una foglia, vero? Le cause possono essere:
    la cocciniglia, a seconda del tipo. Si insediano sui rami, foglie e frutti, provocando rallentamenti alla crescita e scarso sviluppo dei frutti. Si combatte con anticoccicidi a base di olio bianco. Sulla loro melata si sviluppa la fumaggine (quella che vedi tu), da trattare con anticrittogamici “ditiocarbammati”.
    Tra i parassiti animali c’è anche la mosca mediterranea degli agrumi “ceratitis capitata”. Provoca l’inbrunimento dei frutti, che marciscono e cadono (si combatte con insetticidi specifici).
    Ti consiglio di far vedere le foglie in un garden center, dove sono molto competenti, o di andare in un consorzio agrario

  85. buongiorno , il mio arancio ha sul tronco degli strani segni e piccole parti rovinate , come se si stessero sbriciolando , chi mi puo’ aiutare ?? S O S

  86. @peppe
    La potatura serve ad eliminare i rami secchi, i succhioni e a sfoltire l’interno della chioma, che permette una maggiore luminosità, favorendo la fruttificazione (non solo all’esterno). Si esegue tra la seconda metà di gennaio e la prima di febbraio, prima della ripresa vegetativa della pianta. L’arancio fruttifica sui rami misti di un anno, che devono essere rispettati sui dardi e sui brindilli.
    La concimazione serve a mantenere nel tempo elevate fertilità nel terreno per avere produzioni elevate di qualità e piante sane. La distribuzione di fertilizzanti organici molto maturi sotto forma di terricciato deve integrare l’impiego di prodotti minerali. I concimi azotati si distribuiscono in gennaio, sempre prima della ripresa vegetativa. Durante la primavera/estate si possono distribuire piccoli quantitativi di microelementi come ferro, zinco, magnesio, per prevenire i fenomeni carenziali piuttosto diffusi negli agrumi.

  87. ho degli alberi di agrumi di circa sei anni; alla ripresa vegetativa di quest’anno ho visto ingiallire le foglie e in piena fioritura gli ho dato del chelato di ferro irrorando con abbondante
    acqua.La mia domanda è con questa innaffiatura possono cadere tutti i fiori e perdere il

    raccolto di quest’anno?.

  88. Abito in Sardegna ho tre piante 1 di arancio Uhoscinton-1 di mandarancio 1 di arancio vaniglia ,sono già 3 anni che non riescono più a fare dei frutti belli come prima, mi e venuta l’idea di tagliare tutti i rami rinnovando completamente le piante con rami nuovi e possibile farlo o le piante soffrono tropo. grazie del consiglio

  89. salve, un’info per favore. Ho acquistato un alberello di arancio, viste le temperature di questo periodo, potrei fare la messa in dimora, in terra ?
    Grazie in anticipo

  90. Salve, abito a modena, chiedevo se secondo voi per il clima e quant’altro riuscirei a far sopravvivere un albero di arance vaniglia a terra e non in vaso, la pianta che dovrei prendere è alta già circa 1,20 m. se si che consigli mi dareste?
    grazie mille olindo

  91. Buongiorno,bellisiimo arancio,fino a qs inverno,proddotto sempre ottimi frutti dall’inizio primavera iniziato la meta’ di un esso ha iniziato ad avere ingiallimento dellefoglie ed a perderle,l’altra meta’ verdissima e foglie abbondanti.Trattato tutta la pianta concime e fungicida sistemico,ad oggi la parte che sta perdendo ancora foglie,presenta una crescita nuova di esse,l’altra parte e’ gia’colma di fiori ma sta perdendo anch’essale foglie….perdero’ il mio stupendo arancio? cosa e quali elementi devo dare?ma soprattutto cosa ‘ successo..da tenere presente che la base dell’arancio e’ ristretta come terra xche’ intorno ha pavimentazione da un anno, di elementi autobloccanti. grazie mille tamara

    1. Da quello che mi descrivi ed ho potuto capire sembra che non sia stato fatto il trattamento fungino nel periodo autunno/primavera, che è molto importante. Se sono solo le foglie vecchie che deperiscono e cadono e la pianta è sotto controllo allora tutto ok, ma se invece sono i rami e le foglie che si seccano bisogna tagliare nettamente. In riferimento agli autobloccanti: sì, possono incidere, in quanto possono aver tagliato le radici.

  92. Ho potato il mio arancio a giugno e non ha ancora fatto i fiori mentre i limoni potati lo stesso giorno hanno già i frutti premetto che sono di Genova e gli alberi sono piantati in giardino già da anni grazie

  93. Salve,
    ho un arancio in vaso da 6 anni. I primi due anni ha fatto fiori e 4/5 frutti e poi niente. Ho forte sbagliato la potatura? Le foglie sono molto sane. Cosa ne dite?

    Grazie per i vostri consigli

    1. La potatura dell’arancio serve ad eliminare i rami secchi, i succhioni e a sfoltire l’interno della chioma per permettere una maggiore luminosità favorendo la fortificazione non solo all’esterno. Per fruttificare con abbondanza gli agrumi hanno bisogno di essere irrigati ma non è necessario quando da un controllo del terriccio (spostando con le dita un po’ di terra al di sotto dei 3/5 cm della superficie il terreno risulti umido). Per avere produzioni elevate, di qualità, piante sane e longeve, si ha bisogno di fertilizzanti organici sotto forma di terricciato, bisogna integrare con l’impiego di prodotti minerali. Durante la primavera si possono distribuire piccoli quantitativi di microelementi come ferro, zinco, magnesio per prevenire i fenomeni carenziali piuttosto diffusi negli agrumi. Alle volte capita che la pianta non fecondi più se non ha un’altra pianta nelle vicinanze.

  94. ho due piante di arance bellissime con foglie di un verde lucido e ramo ben arieggiati tra loto, l anno scorso ho abnuto bei frutti tanti e grossi . quest anno hanno germogliato bene ma senza un fiore , anzi ne ha fatto solo due. siamo in aprile est possibile che la fioritura sia ritardata? cosa puoi dirmi grazie attendo fiducioso

    1. Per quanto riguarda la ritardata fioritura, tante volte è dovuta alla siccità, mancanza d’acqua o condizioni atmosferiche non adeguate. Concimare ed innaffiare a modo.

  95. Buon giorno , in giardino ho un albero di arancio ed uno di limone . L’anno scorso erano pieni di frutti squisiti per tutta la pianta , però quest’anno fanno frutti solo da un lato ed i rami sono sovraccarichi tanto che ho dovuto mettere un supporto per non farli spezzare. Mi trovo a Somma Vesuviana in provincia di Napoli .
    Potrei avere un vostro parere ? anche se le notizie che vi ho dato sono abbastanza scarse ?
    Grazie Antonio

  96. Mi hanno regalato una pianta di arancio in vaso alto circa 2 metri in ottobre 2011, l’ho messo davanti alla cucina sotto un porticato in una posizione riparata, con il freddo di gennaio e febbraio di ques’anno l’ho coperto con un telo purtroppo quando l’ho tolto le foglie erano secche e accartocciate, però la pianta è ancora verde e i rami anche.
    Cosa devo fare adeesso?Ho aggiunto terriccio e concime, pensavo di potare il secco e di piantarlo in giardino, che è a a Sud della casa.
    Abito a Finale Emilia (Mo, pertanto gli inverni sono umidi e piuttosto freddi.
    Ha possibilità di salvarsi? Ogni quanto devo concimare e quando posso procedere alla potatura?
    Ringrazio e saluto cordialmente.

    1. L’arancio non può essere coltivato dove le temperature scendono con una certa frequenza sotto i 2 gradi. Il clima ottimale è compreso tra i 10 e i 30 gradi. La posizione ideale è in pieno sole, con esposizione a sud/est, sempre al riparo del vento. Riguardo il concime e il terriccio: è giusto quanto. Riguardo la potatura: serve ad eliminare i rami secchi, i succhioni, e a sfoltire l’interno della pianta, che permette una maggiore luminosità. Si esegue tra la seconda metà di gennaio e febbraio, prima della ripresa vegetativa.
      Il terreno deve essere ben drenato, profondo, ricco di humus e di medio impasto. Non tollera i terreni freddi, pesanti, argillosi, fradici o all’opposto aridi e sciolti.

  97. nel mio paese la maggior parte delle piante di arancio sono tutte nere come colla sembra una specie di rasina,che la lavi e dopo un po di giorni e di nuovo la.sa quaquno che cosa e´?come si combatte?

  98. Ho tre piante 1 arancio woscinto- 1 mandarancio- 1 arancio vaniglia, fino a due anni fa tutto OK frutti belli grandi, poi la sorpresa i frutto come delle noci piccoli ma neanche formati all’interno senza spicchi. queste piante anno una trentina d’anni, sono bellissime come fogliame tutti gli anni le do una leggera potatura, esiste qualche malatia oppure devono essere innestate di nuovo. Aspeto una vostra risposta grazie mille

  99. ho in terra, abito prov. Roma a 2 km dal mare, 1 limone, due aranci e 2 mandarini, adesso sono tutti in fioritura, li posso innaffiare? ogni quanto tempo?
    mi hanno consigliato di dare il verderame, lo posso dare adesso con i fiori o dopo la fioritura?
    grazie

    1. Il verderame generalmente non si da mai quando ci sono i fiori. Riguardo l’annaffiatura: quanto la pianta sta fiorendo è bene ridurre fortemente le annaffiature, se non sospenderle: dipende dall’andamento del meteo, e annullare le concimazioni fino a quando non iniziano a formarsi i frutti. In condizioni di moderato stress il limone tende a produrre più frutti.

  100. Buonasera, abito a pistoia ho un arancio in vaso mi sapete spiegare perchè ha fatto una fioritura eccezionale, ma nessuna foglia nuova? le fà dopo?

  101. salve! ho una pianta in vaso (vendutami per limone invece è arancio) sono 2 anni che mette i frutti e come raggiunge un diametro di circa 2-3 cm cadono e rimane senza alcun frutto perchè? la curo con tanto amore non gli faccio mancare mai l’acqua la concimo con prodotto specifico non so cosa fare. potete darmi qualche suggerimento ? grazie!

  102. salve ho una pianta di arancio che ha una 15 di anni e’ stata sempre curata e potata.quest’ anno ha fato tante arance ma quando le ho assagiate mi sono accorto che sono un po
    secche ..come mai?

  103. Ho un arancio alto dirca due metri e mezzo in terra, poco esposto al sole, soprattutto in autunno – inverno. Con mia sorpresa in questo periodo ha avuto una limitata fioritura e sembra che stia portando avanti i frutti.
    E’ normale?
    E’ corretta la concimatura mensile, a partire da gennaio, con i lupini macinati?
    Grazie anticipatamente.

  104. vivo a Livorno, ho un arancio piantato in terra esposizione a pieno sole,
    da settembre/ottobre fino a dicembre ha iniziato una nuova fioritura cosa devo fare?
    grazie

    1. I principi di coltivazione validi per tutti gli agrumi consistono essenzialmente in: interventi irrigui, concimazione annuale, potature ed eventuali trattamenti antiparassitari. Queste operazioni vanno effettuate sia per gli agrumi in vaso, sia per quelli in piena terra. Gli agrumi hanno necessità di assorbire elementi nutritivi per tutto l’arco dell’anno. I momenti di maggior richiesta corrispondono coincidenti con la stagione primaverile, quando gli agrumi iniziano la fioritura ed emettono nuovi germogli e foglie, e successivamente durante la fase di ingrossamento. Più o meno le epoche si identificano con i mesi di marzo/aprile e poi agosto/settembre. La concimazione svolge un’azione equilibratrice. In commercio sono presenti ottimi formulati facilmente dosabili con i quali è possibile provvedere alla nutrizione secondo necessità. Si tratta di composti che comprendono sia i fondamentali elementi della fertilità (azoto, fosforo, potassio), sia i microelementi. Più pratici e meno pericolosi sono i prodotti liquidi che si possono dare nell’acqua dell’annaffiatura, mentre con quelli granulari bisogna fare più attenzione.

  105. Abito a Tellaro (SP)nell’orto ho due limoni e un arancio da non hanno mai avuto problemi nonostante io non sia un esperto del settore.
    Quest’anno però, per la prima volta, l’arancio ha prodotto frutti che si sono aperti nella parte bassa ancora prima di maturare e sono caduti.
    Cordiali saluti

    1. Se l’arancio non è stato colpito da malattie o parassiti animali, come la mosca mediterranea degli agrumi, si combatte con insetticidi solo se malato. Il tuo problema può essere anche dovuto o alla troppa acqua o poca acqua o errate dosi di concime, oppure non ha legato bene. Fai vedere la pianta o un rametto a un addetto di un garden centre: se si tratta di malattia può essere presa in tempo.

  106. il mio arancio viene attaccato dalla mosca degli agrumi – vorrei sapere quando è il periodo più adatto per dare l’insetticida fogliare – grazie

  107. Buongiorno,
    ho una pianta di arancio ormai da circa 3 anni alta 1 metro,
    il primo anno mi dato il frutto poi non ha piu’ fatto niente
    e sono uscite solo tantissime spine ovunque.
    Questa pianta e’un ricordo importante per me,cosa posso e devo
    fare? Vorrei evitare che muoia.
    GRAZIE

  108. Vorrei riuscire a capire per quale strano motivo il mio arancio nonostante abbia alcuni frutti ormai grossi, da circa due settimane ossia a metà ottobre, ha ripreso a fiorire , e già si notano i frutti del diametro di qualche millimetro,non credo sia una cosa normale… qualcuno sa dirmi il perché, e anche se la pianta riuscirà a mantenere e far maturare questi frutti?

  109. salve! ho una pianta in vaso (vendutami per limone invece è arancio) sono 2 anni che mette i frutti e come raggiunge un diametro di circa 2-3 cm cadono e rimane senza alcun frutto perchè? la curo con tanto amore non gli faccio mancare mai l’acqua la concimo con prodotto specifico non so cosa fare. potete darmi qualche suggerimento ?grazie!

  110. Salve, circa due anni fa ho piantato un piccolo arancio washinton in giardino che non ha ancora dato frutti. Abito vicino a Cagliari, il terreno nella zona è argilloso. Fino ai primi di aprile la pianta sembrava stare benissimo: aveva le foglie verdi ed era piena di fiori. Improvvisamente la temperatura è passata dai 23 gradi i 12- 13 gradi, con un freddo vento di maestrale. L’arancio ha perso gran parte delle foglie, i rami più fini si sono seccati e i fiori sono quasi tutti caduti, ad eccezione di quattro o cinque, al posto dei quali si è formata una sfera verde… Ci sono speranze che la pianta si riprenda?
    Grazie per l’attenzione!

  111. Ciao ho avuto da mio padre due bellissima piante, un limone ed un arancio in due grandi vasi, il limone è fiorito in modo abbondante ed ad oggi ci sono parecchi piccoli limoni foglie nuove e rametti, mentre l’arancio non ha emesso nessun fiore, dimenticavo ci sono ancora alcune arance della passata stagione sui rami, è forse per questo che non c’è stata fioritura? considera che le due piante godono di ottima salute e sono in un posto molto soleggiato e le annaffio regolarmente. Ti ringrazio ciao angelo da Brescia

  112. Salve a tutti, volevo porre un quesito , ho alcune piante di arancio in giardino in Sicilia, fino a questa estate 2011 aveva già grossi frutti sui rami, ora mi dicono che questi frutti cadono dopo essere scoppiati, volevo sapere se per favore qualcuno mi possa dare indicazioni al caso, premetto che l’irrigazione è costante e automatica , e che il concime che ho applicato al terreno e del tipo:FKP a granuli.
    Io non ho notato nessun insetto sia sulla pianta che sul frutto.
    Ringrazio in anticipo chio mi può aiutare a capire dove sta il problema

  113. ho tre aranci in un giardino in Riviera Ligure esposti al sole nel pomeriggio:hanno circa cento anni e fruttificano.ora i tronchi appaiono ricoperti di scaglie secche tra le quali si aprono delle ferite da cui esce una resina gommosa scura.foglie e frutti sono rigogliosi.Cosa devo fare per curarli?

  114. ho un alberello di arancio, ha le spine, ma è meravigliosamente pieno di belle foglie verdi, però non ha fatto i fiori, è stato messo, momentaneamente, in vaso, sarà grande circa 150cm ho dato del concime e mi sembra che sia molto bello e folto. M a perchè niente fiori? grazie.

  115. Ho due belle piante di arancio in giardino ( abito in Liguria sul mare ,le piante sono al sole e in piena terra) , sono alberi abbastanza grandi però non riesco mai a mangiare un’arancia perchè i frutti quando sono poco più grandi di un uovo, si spaccano e si rovinano !
    In effetti concimo poco e non sono costante con le innaffiature ( in estate ogni settimana/ dieci giorni)
    Potete darmi un consiglio ?
    Ringrazio tantissimo per la gentilezza

    1. La coltivazione è medio /difficile, l’esposizione è pieno sole. Temperatura ottimale 25/30 gradi, minima 4 gradi. In liguria, in piena terra, dovrebbe andare tutto bene. Oltre cheper la produzione dei frutti gli aranci vengono coltivati per la bellissima fioritura e la lucentezza del fogliame, in piena terra nelle regioni a clima temperato caldo. Richiede terreni sciolti, fertili, ricchi di sostanza organica. E’ indispensabile una buona concimazione di base con letame e concimi minerali ternari e un’abbondante irrigazione. Le concimazioni organiche vanno ripetute tutti gli anni, quelli minerali possono essere forniti con l’acqua di irrigazione. Annaffiature abbondanti ma evitando i ristagni. In piena terra intorno alla pianta vengono spesso scavati dei tornelli (fissati intorno al tronco più o meno dello stesso diametro della chioma), per far sì che l’acqua affluisca meglio all’apparato radicale. E per le piante in piena terra è molto importante la potatura di formazione, con la quale alla pianta viene data la forma a globo.

  116. mi hanno regalato un alberello di arancio in vaso, fa tantissime foglie meravigliose e rigogliose, ma niente fiori, perchè? grazie

  117. gentilmente Le porgo la seguente domanda.-Ho un albero di arancio navel,meraviglioso,interrato da 9 anni.Da dei frutti magnifici di elevata grandezza.Quest’anno si è riempita di moltissimi frutti logicamente non sono tanto grossi.Il problema è quello che moti nel prendere colore si spaccano.Da cosa dipende? il motivo? grazie

  118. ho un albero di arance in vaso che riceve la luce del sole tutta la mattina ed anche le prime ore del pomeriggio. Gli anni passati dopo le fioriture non si formato nessun frutto e chiedendo in giro mi hanno detto che non bisogna dare acqua per tutto il periodo della fioritura. Io in realtà davo più acqua in questo periodo. Quest’anno ho provato a seguire il consiglio ma le foglie stavano seccando tutte, così o continuato  a dare dell’acqua ma limitandone le dosi. Adesso alcune estremità sono un pò secche e sono rinate delle belle foglie grandi. Pare pure che dal fiore sia apparsa una promettente sfera verde. Vorrei avere delle sue preziose indicazioni per avere dei bei frutti. Ed in ogni caso vorrei sapere qual è il procedimento durante la fioritura? La ringrazio anticipatamente,
    Marina

    1. @marina
      Gli aranci coltivati in vaso richiedono vasi di una misura pari ad una misura pari a 2/3 del diametro della chioma, e un substrato con un PH (acidità del terreno) di 5,5/6, sciolto, fertile e concimato con 30 grammi di concime complesso per decalitro, e ben drenato per evitare i ristagni di acqua che è molto importante. E’ anche importante la potatura di formazione con la quale viene data alla pianta la forma a globo per le piante coltivate in piena terra o a vaso. Per le piante da coltivare in vaso le potature successive si fanno limitandosi alla eliminazione dei rami secchi, mal disposti o troppo fitti. A riguardo l’innaffiatura, durante la fioritura, è bene ridurre fortemente se non sospendere le annaffiature. Dipende dall’andamento meteo, e annullare le concimazioni fino a quando non iniziano a formare i frutticini. In condizioni di moderato stress tende a produrre più frutti.

  119. Ho un arancio piantato in giardino. Quest’anno ha fatto molti fiori. Mi hanno detto di sfoltirli altrimenti ne risentono i frutti. Cosa devo fare?

    Grazie

  120. @angelo
    L’arancio è tipico degli ambienti temperato caldi. Non sopporta le temperature basse, e nelle regioni italiane viene coltivato in vaso che durante l’inverno vengono tenuti in ambiente portetto. In questo caso le piante possono produrre frutti che hanno poi più che altro la bellezza ornamentale e vengono lasciati di solito sulla pianta (e non è per questo motivo che non c’è stata fioritura). L’arancio, a differenza del limone che in pratica fiorisce continuamente, ha un’unica fioritura (in marzo/aprile), e necessita di una buona concimazione. Per lo sviluppo dei frutti è indispensabile concimare almeno 2 volte l’anno. Effettuare il primo intervento nel mese di marzo, il secondo in settembre. Utilizzare concime specifico per agrumi con microelementi ternari equilibrati. E per gli aranci è particolarmente importante la potatura (per quelli coltivati in vaso si limita all’eliminazione dei rami secchi o troppo fitti. Mi fa piacere che sia il limone, sia l’arancio godano di buona salute.

  121. ho una pianta di arance tipo tarocco calabrese con la buccia sottile . In passato alcuni frutti in fase di ingrossamento si spaccavano da sotto e marcivano.Quest’anno no se ne salva una; cosa può essere successo? Grazie Ciao

  122. Ho delle piante d’arancio Washinton, anche quest’anno ci sono tanti frutti ma una buona parte di questi si sono aperti ancora prima di arrivare a maturazione completa. Da cosa dipenderà?
    Cordiali saluti
    Francesco

    1. Ciao , ho letto la tua domanda è ti dico che ho anche io lo stesso problema. Ma a quanto si vede nessuno sa darci la risposta per la soluzione, intanto sto perdendo molte arance. AIUTOOOOOO CIAO

    2. Acqua e concime con regolarità prima di tutto! Gli apporti irregolari favoriscono la rottura dei frutti. Il 99% dei casi avviene per carenza o eccesso di acqua. L’arancio necessita di una buona concimazione annuale, sia organica, sia minerale. Quest’ultima deve essere fatta con concimi complessi ternari equilibrati. Pratica importante è l’irrigazione. Le piante coltivate in vaso devono essere di misura proporzionata alla pianta: si annaffia moderatamente per evitare che si verifichi un ristagno d’acqua all’interno del vaso.

  123. @maria teresa
    Arancio, tipico degli ambienti temperato/caldi e tropicali, non sopporta temperature basse. Nelle altre regioni italiane l’arancio viene talvolta coltivato in vasi, che durante l’inverno vengono tenuti in ambienti freschi. Per gli aranci è particolarmente importante la potatura di formazione con la quale alla pianta viene data la forma “a globo” per le piante coltivate in piena terra o “a vaso”. Si tratta di una specie di vaso, si differenzia da questo in quanto presenta delle branche all’interno della chioma. Quando gli alberi o cespugli sono giovani bisogna ridurre al minimo indispensabile l’asportazione di rami e germogli, che naturalmente rallenta la crescita, e nel caso di piante da frutto, ritarda la produzione. La potatura di produzione si riduce all’eliminazione dei succhioni, e al taglio dei rami secchi. Cosa sono i succhioni? Sono i rami assai vigorosi, eretti, che non producono fiori e frutti, e sottraggono molta linfa al resto della pianta ed è sintimo di uno squilibrio, che deve essere corretto con la potatura.

  124. Vivo nel sud-ovest della Florida. Ho un’arancio che durante lo scorso inverno ha preso una brutta gelata (incredibile vero?) ed e’ seccato al centro, in alto. Posso togliere tutto il secco e sperare che si riprenda?…e poi : cosa sono i succhioni? grazie

  125. @sergio, ti consiglio di leggere con attenzione questa pagina dove parlo più volte della potatura e comunque con un po’ di impegno si può diventare autosufficienti. Consiglio: se la zona dove avete acquistato il terreno non la conoscete bene come clima vi suggerisco di rivolgervi ad un esperto e fare tesoro di come farà la prima potatura.

  126. ho una pianta di mandarino ma è due anni che è ferma, Sarà alta circa 20 cm. Poco tempo fa gli ho cambiato il vaso mettendolo una più piccolo, non so se ho fatto bene. mi sa dire cosa devo fare? Ci tengo molto perché à una pianta regalata da mio padre.

  127. abbiamo acquistato in toscana un piccolissimo appezzamento di terreno con quattro piante di aranci due di mandaranci e due di limoni; vorremmo alcune informazioni sulla potatura di queste piante se e quando potarle e come fare. Pensate che sia meglio affidarsi a gente esperta o ritenete che con un poco di impegno anche noi appassionati di piante si possa riuscire a fare un buono e utile lavoro al fine di mantenere produttivi questi meravigliosi frutti? La località dove insiste questo piccolo terreno è “Bolgheri” nel comune di Castagneto Carducci (LI). Sapreste indicarci localmente un’eventuale ditta in grado di curarci questo piccolo brolo. Grazie

  128. L’arancio è pianta tipica degli ambienti temperati, caldi e tropicali. Nelle regioni italiani l’arancio viene talvolta coltivato in vasi, che durante l’inverno vengono tenuti in ambienti protetti. In queste condizioni le piante posson produrre frutti, che hanno più che altro valore ornamentale e vengono di solito lasciati sulla pianta. L’arancio ha un’unica fioritura in marzo aprile, a differenza del limone il quale in pratica fiorisce continuamente. Le varietà possono essere suddivise in due gruppi, in base alla colorazione della polpa. Fra le varietà a polpa giallo-arancio, o bionde, sono da ricordare: “arancio barile”, “bella donna”, “ovale calabrese”. Sempre a questo gruppo appartengono le varietà estere “valencia”, “jaffa” e “washington novel” ma la tecnica culturale è identica: terreno scoilto, necessita di una buona concimazione annuale, sia organica a base di letame, sia minerale. Quest’ultima deve essere fatta utilizzando concimi ternari, equilibrati.Altra pratica di notevole importanza è l’irrigazione: a questo scopo molto spesso negli agrumeti si creano degli avvallamenti sotto la chioma delle piante, in modo da favorire la penetrazione di acqua nella zona di terreno in cui si trovano le radici.Annaffiatura abbondante ma evitando i ristagni d’acqua. E per gli aranci è particolarmente importante la potatura di formazione.

  129. Ho un arancio Navel
    che ha sempre prodotto molti frutti, particolarmente lo scorso inverno.
    Quest’anno, invece due soli frutti. E’ bellissimo, sano e con a fianco, un Washington. Non capisco la mancata fioritura e di conseguenza i frutti. L’arancio Washington, della stessa età ha invece prodotto qualcosa ma sempre poco e con frutti piccoli.

  130. Ciao! Ho una pianta di limone e una di arancio di Sicilia in vaso, per la stagione invernale li ho dovuti tenere riparati nelle scale del mio condominio ma appena verrà un po’ più di caldo li rimetterò sul balcone dove possono ricevere il sole direttamente.
    Nel frattempo il limone sta già iniziando a fiorire anche se i frutti sono piccoli e punteggiati di nero, mentre l’arancio sul tronco è cosparso di piccole escrescenze bianche e quasi resinose, cos’è? la mosca mediterranea? in effetti non fiorisce nemmeno, come devo fare per curarlo?
    molte grazie!
    Daniela

Lascia un commento

I tuoi dati vengono trattati nel rispetto della privacy: inviando un commento dichiari di avere piu' di 16 anni e di accettare la privacy policy vigente

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure ricevi avviso anche senza commentare.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.