Ficus lyrata – Consigli per il ficus lyrata come pianta da interni

Ficus LirataIl ficus lirata è una pianta che in natura raggiunge l’altezza di 12 metri, ma in vaso ha dimensioni molto inferiori. Le foglie sono molto grandi e lunghe. E’ una pianta molto bella ed elegante rispetto agli altri ficus. Difficile da mantenere, perchè perde le foglie se non viene mantenuto l’ambiente ideale.

Il ficus lyrata si coltiva in interno. D’estate può essere collocata sul balcone o sul terrazzo, in posizione semi ombreggiata. Sopporta abbastanza l’ombra anche per lunghi periodi, ma per svilupparsi bene preferisce una luminosità diffusa ma lontana dalla luce diretta. Nelle zone fredde in settembre vanno riportate in casa. Nelle regioni dove la temperatura non è inferiore a 8/10 gradi possono essere coltivate all’aperto, in vaso o piantate in terra in una posizione sempre semi-ombreggiata. Si concima ogni 15 giorni in primavera/estate con concimi da sciogliere nell’acqua dell’irrigazione e da spruzzare sulle foglie (dose : 15/20 grammi per decalitro) e una /due volte in inverno.

Le innaffiature: frequenti nel periodo primaverile/estivo, ridotte in autunno/inverno. La rinvasatura si effettua all’inizio della primavera con un vaso leggermente più grande rispetto al precedente, con la composta da vasi John Innes numero 2, o con terriccio a base di torba reso più filtrante con sabbia, perline o altro materiale drenante, concimato con fertilizzante ternario a lenta cessione a piccole dosi. Eliminare le foglie danneggiate, pulire ed eventualmente lucidare il fogliame.

Sulle foglie possono comparire delle chiazze brune con punteggiature, dovute a diversi funghi: si può prevenire mantenendo le piante alla giusta temperatura e umidità. Si combattono con fungicidi. E’ frequente anche l’ingiallimento delle foglie: questo può dipendere da molti fattori quali temperature troppo basse, eccesso di innaffiature e di concimi, sbalzi di luminosità. A volte compaiono acari, cocciniglia e cocciniglia catanosa, che causano punteggiature, deperimenti e ingiallimenti delle foglie. Gli acari si combattono con appositi acaricidi. Le cocciniglie si asportano con un batuffolo di cotone, trattando con apposite anticoccicidi.

21 Commenti

  1. Il ficus lyrata può essere moltiplicato attraverso tale semilegnosa in primavera inoltrata o all’inizio dell’estate. Per favorire lo sviluppo di ramificazione è consigliabile cimare la pianta ad un’altezza di 30/80 centimetri in modo che sviluppi alcuni germogli laterali

  2. il mio ficus lyrata è alto, partendo da terra, vaso incluso, 1.80 cm circa, ma nella parte inferiore ha perso le foglie per problemi iniziali di innaffiature eccessive(suppongo), Ne è rimasta solo qualcuna attaccata, ma in parte secca, in parte verde, che continua a resistere.Per far ripopolare la parte bassa con nuove foglie, bisogna tagliare la parte superiore eliminando però cosi’ le foglie che ci sono in cima?
    Grazie

  3. Questa pianta in vaso mantiene le dimensioni inferiori ai 2 metri e per favorire lo sviluppo di ramificazioni è consigliabile cimare ad un’altezza di 30/80 centimetri in modo che si sviluppi alcuni germogli laterali. Mantenere la terra un po’ umida, lasciare seccare tra un’innaffiatura e l’altra. Durante i mesi freddi diradare le innaffiature e vaporizzare la chioma ogni 8/10 giorni.
    La perdita delle foglie, l’ingiallimento o affloscimento delle stesse foglie sono causate dall’eccessiva irrigazione. Concime in primavera ogni 15/20 giorni sciolto nell’aqua di irrigazione

  4. Mi hanno regalato una pianta di ficus iyaris a giugno, l’ho tenuta in casa tutta l’estate (Messina). Man mano le foglie sono diventate marroni e si staccano. Adesso stanno spuntando due foglioline in cima. Cosa devo fare?

  5. Il ficus lyrata d’estate può essere collocato sul balcone o sul terrazzo, sempre in posizione semi ombreggiata (ma per svilupparsi bene preferisce una luminosità diffusa). Sulle foglie possono comparire chiazze brune con punteggiature, dovute a diversi funghi. Si prevengono mantenenendo le piante alla giusta temperatura e umidità, e si combattono con fungicidi. E’ frequente l’ingiallimento e la caduta delle foglie. Questi possono dipendere da molti fattori: temperature troppo basse, eccesso di annaffiatura e di concime, sbalzi repentini di luminosità. A volte compaiono acari, cocciniglie.

  6. BUONGIORNO, HO UN FICUS REGALATO DA MIO PADRE QUELLO CON LE FOGLIE VERDI GRANDI SCUSATE L’IGNORANZA MA NON SO COME SI CHIAMI, COMUNQUE E’ DIVENTATO ALTO E SI STA CURVANDO, NON MI INTENDO DI PIANTE MA SO CHE ALCUNI LO TAGLIANO A META’ E PIANTANO L’ALTRA COSI’ DA OTTENERE DUE PICCOLI ARBUSTI DICIAMO COSI’. NON VORREI DANNEGGIARE LA PIANTA E CHIEDO A VOI COME POSSO FARE

    • @luisa
      Le varietà più diffuse di ficus sono il ficus beniamino, il ficus lyrata e il ficus elastica (quello con le foglie verdi e grandi). Normalmente il ficus non deve essere potato: se tuttavia la pianta raggiunge dimensioni eccessive può essere necessario potare a fine inverno. Il metodo più diffuso è la propagazione per talea: da fine aprile a giugno si prelevano talee che possono essere di punta lunghe 10/15 cm, o di fusto con 2/3 foglie. In tal caso occorreranno 1/2 mesi in più per lo sviluppo della pianta. Una tecnica alternativa è la margotta, che puoi trovare qui: https://www.verdeblog.com/moltiplicare-le-piante-con-la-tecnica-della-margotta-alternativa-alla-talea-201104/

  7. Buongiorno
    possiedo da alcuni mesi un ficus lyrata. Da qualche tempo le foglie hanno cominicato a cadere: sono verdi per la maggior parte ma presentano un bordo quasi sempre esterno dove diventano secche di un colore verde-marrone
    Ad una ad una stanno cadendo tutte AIUTO !!!!!!
    Giuseppe

  8. salve,vivendo a lampedusa, le temperature invernali sono quasi sempre primaverili,posso tentare una talea di f.lirata o necessariamente aspetto il mese di marzo?
    grazie.

    cordiali saluti raimondo.

  9. Buon giorno, ho recuperato un ficus lyrata da una signora che non avendo piu spazio in casa l’ha messo sul balcone! In inverno!
    Io me lo sono preso ma….le foglie ora sono completamente secche si sgretolano tra le mani,io la nebulizzo…la innaffio di tanto in tanto…che mi dite?
    Aspetto o e’ da buttare davvero? Come capire se e’ totalmente morta? Devo aggiungere del nutrimento x aiutarla? Tagliare via il pezzo con foglie secche? ( oddio mi rimarrebbero 3 bacchette)
    Grazie soeranzosa ,attendo
    Chiara

    • E’ normale che i ficus perdano le foglie, soprattutto nel caso degli esemplari appena comprati e spostati da un posto all’altro, fin a quando non si acclimatano. Si tratta di un meccanismo naturale per rigenerarsi, perchè la pianta reagisce così alle variazioni climatiche. Può tollerare un ambiente secco: se le viene garantita la temperatura ottimale non ci saranno bisogno di ulteriori accorgimenti per innalzare il livello di umidità. Questa pianta va innaffiata frequentemente nel periodo primaverile estivo, e meno in inverno. Non lasciare mai la pianta immersa nell’acqua: bisogna far asciugare il terriccio dopo ogni innaffiatura utilizzando acqua tiepida (in inverno). Per quanto riguarda la concimazione, si concima ogni 15 giorni con fertilizzanti da interni, in primavera. Le piante già cresciute una volta al mese, con un fertilizzante meno forte. Bisogna eliminare le foglie danneggiate, eventualmente potando un po’ i rami per vedere se è ancora verde (e quindi viva). Attenzione al latte che può provocare spiacevoli reazioni allergiche. E’ bene aver cura di toglierne ogni traccia dalle mani, e lavarsi le mani prima di toccarsi gli occhi.

  10. amo moltissimo la natura,ma ho molte lacune come proteggerla. le mie piante alcune sono bellissime, altre un po meno.spesso mi chiedo se è colpa mia. se qualcuno può darmi qualche consiglio umilmente ringrazio. nonna tina ottantatreenne.

    • Complimenti, per amare così tanto le piante e la natura. Non è colpa tua se alcune delle tue piante sono belle ed altre no: sono diverse, e non tutte hanno bisogno delle stesse cure, come una corretta nutrizione (Che è fondamentale per la crescita sana e vigorosa). Le piante si nutrono con quanto trovano nel terriccio e con quanto apportiamo con la concimazione (la somministrazione degli elementi nutritivi disciolti nell’acqua di innaffiatura). Sarebbe stato utile sapere il nome delle piante che soffrono: può essere colpa dell’acqua del rubinetto (ricca di cloro, e può seriamente compromettere lo sviluppo della pianta). Proviamo ad usare per qualche settimana acqua minerale o acqua piovana: se il problema è quello dell’acqua ce ne accorgeremo immediatamente. Provare a guardare anche se ci sono piccoli animaletti.

  11. se pianto una tale di ficus lyrata o elastica adesso (metà settembre) ho possibilità che la pianta si sviluppi. le terrei per un mese in un terrazzo esposto a sud parzialmente chiuso da vetri quindi con molta luce, non al sole pieno e con temperatura sempre più calda rispetto a quella esterna. Abito nelle colline a sud di Torino. Grazie

  12. chiedo scusa ma la mmia era una domanda. Se pianto … ho possibilità che la pianta si sviluppi? Chiedo scusa.

  13. Salve,
    da poco mi sono trasferita nel mio piccolo bilocale (33 mq), posso mettere un ficus lyrata zona ingresso/cucina? L’ambiente è troppo piccolo e potrebbe crearmi dei problemi per dormire (ossigeno)? Grazie e buona giornata. Laura

  14. Buongiorno,
    possedo un ficus lyrata di 10 anni che ormai supera abbondantemente i 2,50m.
    Risiede in un vaso grande, ma non enorme posto nel pianerottolo con molta luce.
    Incomingia ad essere ingombrante. Si può ridurre senza pregiudicare la pianta originaria?
    Grazie per l’attenzione M

    • Complimenti per il tuo ficus. Questa specie è una pianta molto bella ed elegante ma rispetto agli altri ficus è più difficile da coltivare perchè perde le foglie se non viene mantenuto l’ambiente ideale, ed è molto improbabile una futura ri-emissione. Si può ridurre senza pregiudicare la pianta originaria, con attenzione. E’ consigliabile cimare la pianta ad un’altezza di 30/80 centimetri, in modo che si sviluppino alcuni germogli laterali. Può essere moltiplicata attraverso talea semilegnosa, in primavera inoltrata o all’inizio dell’estate.

  15. Ho trovato un vendita un ficus lyrata ad alberello. Con la cima tagliata
    Dal punto di vista estetico ( venendo io da una tradizione bonsai ) non mi gusta molto perché mi sembra un ramo piantato senza cima, ma il venditore mi dice che per questa specie è la norma . È vero ? Non esistono alberelli senza la cima recisa che da un effetto moncherino
    ?

Insersci Domanda / Commento

Il tuo indirizzo email non viene pubblicato.


*


Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.