I fiori in cucina

Fiori in cucina? E’ più normale di quando non sembri a prima vista. Carciofi e cavolfiori sono appunto fiori, e quindi perchè non sperimentare altri piatti a base di fiori? Ecco un esempio di menù:

Una cena coi fiori

Un fior di menu…

  • vellutata fredda di zucchine e robiola alla primula
  • tartare di branzino e albicocche con misticanza aromatica e fiori
  • strozzapreti al farro con frutti di mare e foglie di ostrica
  • trancio di ombrina con gamberetti e begonie
  • sorbetto alla fragola con bocche di leone
  • bavarese al cioccolato bianco e violette del pensiero

 

Intanto alcune ricette a tema:

Antipasti:
Ingredienti per 4 persone:
4 barbabietole rosse cotte al forno, 2 confezioni yogurt magro, 1 limone, 16 foglie di tarassaco (dente di leone), qualche fiore di tarassaco, 1 spicchio d’aglio, olio, sale, pepe.
Preparazione: lavate accuratamente le foglie di tarassaco e i fiori, frullate le foglie con il succo di limone, un pizzico di sale e pepe, le barbabietole pelate, aggiungendo lo yogurt (tenetene da parte un paio di cucchiai). Versate la crema in una ciotola che avrete sfregato con lo spicchio d’aglio, coprite con pellicola e conservate in frigorifero fino al momento di servire. Versate la vellutata nelle ciotole, decorate con i petali dei fiori, qualche goccia di yogurt e un filo d’olio a crudo.

Primi piatti:
Ingredienti:
100 g di capolini di margheritine dei prati (o di petali), 1 porro, 1 grossa patata lessa ridotta in purea, mezzo litro di brodo anche di dado, dadini tostati di pane casereccio, olio sale, pepe.
Preparazione:
tritate con la mezzaluna le margheritine, lasciandone da parte una decina intere. Fatele bollire per una decina di minuti nel brodo. Tritate il porro, stufatelo in poco olio, unitelo alle margheritine con la purea di patate. Se dovesse essere troppo liquido, stemperate un cucchiaio di farina con poco brodo, aggiungetelo alla preparazione. Cuocete per una decina di minuti mescolando, servite accompagnando con i dadini di pane. Seguendo le identiche indicazioni, invece delle margheritine potete usare fiordaliso, calendula, malva, borragine, ortica bianca.

Contorni:
Ingredienti: 2 manciate di fiori di gelsomino, 10 grossi pistacchi salati, cannella, aceto balsamico, brodo, fecola di patate o farina.
Preparazione: pestate i fiori con i pistacchi sgusciati. Allungateli con un paio di cucchiai di aceto balsamico e stemperate nella miscela un paio di cucchiaini di fecola di patate o di farina, un pizzicone di cannella. Lasciate addensare per qualche minuto. È un ottimo accompagnamento per carni lesse.

Secondi:
Ingredienti per 4 persone:
800 g di fesa di vitello tagliato in una fetta sola, 200 g polpa di maiale macinata, 1 salsiccia, 2 fette di pane raffermo, latte, 1 cipolla, 1 uovo, 3 cucchiai parmigiano grattugiato, 1 bicchierino di grappa alla rosa, 2 rose rosa, olio, sale, pepe.
Preparazione:
tritate finemente la cipolla e fatela appassire a fuoco basso in un cucchiaio di olio, ammollate il pane nel latte e strizzatelo, unitelo alla cipolla con la carne di maiale e la salsiccia spellata, il parmigiano e l’uovo, i petali di rosa spezzettati, la grappa, regolate di sale e pepe. Amalgamate perfettamente, distribuite la farcia sulla fetta di carne che avrete salato e pepato, lasciando un bordo attorno. Arrotolatela su se stessa, avvolgetela in un rettangolo di carta da forno bagnata e strizzata, avvolgete di nuovo in un rettangolo di alluminio, chiudete bene e ponete in forno preriscaldato a 200° per un’ora. Tagliate la carta, fate dorare il polpettone da tutti i lati sotto il grill, lasciatelo in forno ad intiepidire prima di tagliarlo a fettine sottili. È ottimo anche freddo. Potete servirlo con una maionese alla quale avrete aggiunto i petali tritati di 5 rose.

Dolci:

Aspic Fiorito
Ingredienti per 6-8 persone:
1 l e ½ di chardonnay, 25 g gelatina in fogli, 1 stecca di vaniglia, 200 g zucchero, 2 cucchiai succo di limone, margheritine di campo, fiori di borragine, petali multicolori di rosa e di calendula.
Preparazione:
lavate i fiori e stendeteli su un canovaccio pulito, tamponandoli delicatamente. Ammollate la gelatina in abbondante acqua fresca. Scaldate il vino con la stecca di vaniglia, spegnete il fuoco e lasciate in infusione per mezz’ora. Togliete la vaniglia dal vino, scaldatene ancora una metà con lo zucchero, quando questo inizia a sciogliersi unite la gelatina ben strizzata, tenete sul fuoco mescolando finché è tutto sciolto, spegnete, unite il resto del vino e il limone, mescolate accuratamente. Quando è ben freddo velate il fondo di uno stampo da plumcake (foderato con pellicola trasparente che lascerete debordare), con un po’ di gelatina, fate raffreddare in frigorifero, quando è rassodata distribuitevi sopra parte di fiori e petali, coprite con un velo di gelatina, ripassate in frigorifero e proseguite fino ad esaurimento degli ingredienti. Lasciate riposare in frigorifero almeno una notte prima di servire, sformate e guarnite il piatto con fiori e petali.

Lascia un commento

I tuoi dati vengono trattati nel rispetto della privacy: inviando un commento dichiari di avere piu' di 16 anni e di accettare la privacy policy vigente

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure ricevi avviso anche senza commentare.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.