Medinilla magnifica, pianta tropicale arbustiva. Consigli sulla Medinilla

Pur non essendo una delle piante più facili da coltivare in casa, la medinilla è sicuramente una delle più insolite. Si tratta di una grande pianta arbustiva, che raggiunge un’altezza fra 150 e 250 centimetri. In vaso gli esemplari hanno dimensioni più modeste: di solito meno di 60 centimetri di altezza, e raramente l’altezza massima che raggiunge in casa è di 120 centimetri. Pianta di origine tropicale, appartiene alla famiglia melastomataceae. E’ un arbusto, con grandi foglie a forma di cuore. La propagazione avviene per talea.

Le larghe foglie possono raggiungere i 30 centimetri, e sono di un verde brillante, con venature molto evidenti. I fiori nascono sugli steli robusti e quadrati, che formano un bel contrasto con i fiori che compaiono alla fine della primavera, che pendono a grappoli al di sotto delle foglie. E’ in realtà un infiorescenza a panocchia pendula. Le corolle sono di color rosa o corallo. La medinilla conta circa 150 specie di arbusti. Alcune varietà sono coltivate sulle serre calde: la medinilla magnifica è l’unica che si adatta alla coltivazione in vaso in casa. Questa specie ha bisogno di caldo tutto l’anno. Per una crescita ottimale sono necessari come minimo 18 gradi. Garantire una buona ventilazione (ma lontano dalle correnti). Va lasciata a riposo da novembre a febbraio, quando puo’ essere mantenuta in condizioni un po’ più fresche (16 gradi). In genere fiorisce a primavera, ma in commercio si trova già fiorita per una buona parte dell’anno. I fiori possono resistere fino a 4 mesi: una volta appassiti devono essere rimossi tagliando il pendulo. Al termine della fioritura è necessario accorciare i rami a metà della loro lunghezza. La medinilla tenuta in casa non rifiorisce; tenuta in serra calda con elevata umidità avrà maggiori possibilità. Questa pianta predilige le posizioni parzialmente ombreggiate. Va protetta dai raggi diretti del sole. Bagnare quando la superficie del terriccio comincia ad asciugarsi (per valutare infilare la punta di un dito nel terriccio). Bagnare con acqua tiepida senza calcare. Il successo di questa pianta è l’umidità: bagnare le foglie tutti i giorni senza pero’ inumidire i fiori, per evitare di rovinarli. Consiglio di passare le foglie con un panno umido. La pianta teme i ristagni di acqua alle radici e il drenaggio deve essere perfetto e per garantirlo mescolare in parti uguali sabbia, torba e terriccio di fiori. Cresce con lentezza: è necessaria reinvasarla solo ad anni alterni. Si puo’ provvedere a sostituire i primi centimetri fino ad incontrare le radici. Al rinvaso premere il terriccio con forza: aiuta lo sviluppo in altezza.

La medinilla che cresce troppo in larghezza puo’ essere potata in primavera dopo la fioritura. In estate concimare ogni 15 giorni con fertilizzante per piante da interni o da fiori. A fioritura terminata (aprile o settembre) concimare con un prodotto per piante verdi (Gesal) sempre ogni 15 giorni.

Malattia: ragnetto rosso

72 pensieri riguardo “Medinilla magnifica, pianta tropicale arbustiva. Consigli sulla Medinilla

  1. Complimenti per l’iniziativa, il blog mi sembra decisamente interessante. Lo seguirò visto che sono particolarmente interessato al settore.

  2. Buongiorno, la mia Medinilla ha avuto una lunga fioritura lo scorso anno (avuta in regalo)ed ora dopo aver da ogni apice messo getti nuovi pare avere dei terminali foriferi, purtroppo però le nuove foglie hanno accartocciamenti e al margine fogliare delle puntinature necrotiche!Cosa mi consigliate?Ho letto che in casa non rifiorirà spereri che la mia sia l’eccezione che conferma le regole,ma vorrei aiutarla datemi le dritte giuste grazie!!Giuliana

  3. PERCHE’ LA MIA MEDINILLA STA PERDENDO LE FOGLIE? E’ VICINO ALLA FINESTRA, CHE FACCIO LA SPOSTO. GRAZIE

  4. @antonella
    Non devi spostare la pianta da vicino alla finestra: la medinilla magnifica deve essere collocata in posizione molto luminosa, meglio se in spazi caldi umidi come le verande. Il problema delle foglie può essere dovuto all’acqua o alla temperatura. Quando la temperatura supera i 24 gradi il terriccio deve essere mantenuto umido (non fradicio), con acqua non fredda ne’ calcarea, e nei periodi più freschi con temperatura intorno ai 18 gradi centigradi. Basta limitarsi a tenere il terriccio fresco. Importante è non lasciare la pianta in ambienti al di sotto dei 15 gradi centigradi. In inverno durante il suo stato vegetativo la temperatura ideale deve aggirarsi intorno ai 21 gradi centigradi. Quindi si deve irrigare poco, solo per evitare che le foglie avvizziscano. Questo stimolerà una formazione di fiori. Il nemico principale della medinilla è il ragnetto rosso, che attacca le foglie soprattutto se il calore in eccesso è accompagnato da scarsa aerazione, come d’inverno quando il riscaldamento è al massimo e le finestre sono chiuse. Controlla tutto questo (se per caso è in agguato la cocciniglia o il ragnetto rosso). Si eliminano con un batuffolo di cotone con poche goccie di alcool, o con appositi prodotti in commercio.

  5. ho una medinilla Magnifica da molti anni, i primi anni è sempre rifiorita abbondantemente, poi l’ho rinvasata e ha smesso di fiorire, quest’anno ha già due nuovi boccioli!!!io non sonoe sperta e la curo così così, però sono preoccupata perchè la vedo troppo grande e larga per il suo vaso, ma ora che rifiorisce non vorrei traumatizzarla e bloccarne di nuovo la fiorituro, cosa posso fare?!posso mandarvi una foto?grazie

    1. Come è diventata grandissima ? In quanto tempo la mia ha giusto 2 foglie l ho presa perché la desideravo da tanto nn è bellissima ma lo diventerà se mi dici che è cre

  6. ho appena comprato una medinilla meravigliosa.. andrebbe bene se la tenessi in serra con le orchidee? solo che le foglie si bagnano (anche se in poco tempo di asciugano)… grazie e ciao
    Marco

  7. Buongiorno, ho ricevuto in regalo da pochi giorni una medinilla magnifica, la tengo in salotto dove ho molta luce, ha quattro fiori però ora che si stanno aprendo il grappolo è quasi totalmente nero e sta perdendo tutti i chicchi. Cosa potrei fare? Grazie mille

    1. ciao Debora mi chiamo Anna vorrei sapere da te riguardo la pianta Medinilla a me mi cresce tanto in altezza e larghezza ma risultato e che due anni che la tengo ma non mi fiorisce, e vicino a una finestra riscaldamento e spesso 22 gradi la pianta e molto bella ma non mi soddisfa , vorrei tanto che in primavera mi fiorisca ma ho dei dubbi mi sai consigliare’?grazie a presto ciao auguri buone feste,

  8. @marco
    E’ una pianta tropicale, cresce bene in serra, e come tutte le piante tropicali soffre il freddo del nostro clima. Non resiste all’aria aperta. In appartamento se si ha l’accortezza di mantenere un’umidità elevata e di procedere a frequenti spruzzature nella stagione calda può durare anche molto a lungo. Ha bisogno di molta luce, preferisce una posizione luminosa riparata dai raggi diretti: non solo posson provocare bruciature alle foglie, il pieno sole contribuisce ad abbassare quel tasso di umidità fondamentale per la medinilla. La temperatura non deve mai scendere al di sotto di 15 gradi. L’ideale è tra i 18 e i 25 gradi, anche qualche grado in più. Il suo habitat naturale è nel caldo umido.

  9. Grazie 1000 per i consigli…. ma d’estate puo’ stare in giardino (sempre con un elevata umidità mi pare ovvio :D)???

    grazie ancora e ciao

    M.

  10. @marco
    E’ ovvio come dici tu, ma la medinilla come sai ha bisogno di molta luce, ma non deve stare al sole: vuole posizione luminosa ma riparata dai raggi diretti. Il pieno sole contribuisce ad abbassare quel tasso di umidità che serve per lo sviluppo della pianta. E’ opportuno spruzzare frequentemente le foglie nella stagione più calda.

  11. grazie 1000
    ,aggiornamento: sono (ha una sorellina da poco :D) sotto un acero rosso e se la passano benissimo.. 😀 hanno su ancora i fiori 😀

    grazie ancora e ciao

    M.

  12. ciao,quest’estate x la prima volta ho comprato la medinilla, due x me e altre due le ho regalate..mi piace moltissimo. il problema e’ che l’ho sempre tenuta fuori sotto un portico,lontana dai raggi diretti del sole e devo dire che e’ stata benissimo,pero’ ora che e’ inverno non posso metterla in casa xke’ non ho spazio e ho un caminetto che scalda e quindi secca troppo l’aria. quindi l’ho posizionata nel vano scale del mio pianerottolo insieme ad un ficus gia’ collaudato li’. la luce non e’ tantissima ma c’e’,solo la temperatura nelle giornate molto fredde scende anche sui 10 /12 gradi. pensavo di lasciarla fino a marzo…potra’ sopravvivere secondo voi?

  13. salve, da circa un mese possiedo una medinilla. inizialmente tutto andava per il meglio,qualche giorno fa, dopo la concimazione le foglie si stanno afflosciando =( cosa mi consigliate? non perderla anche perchè è un regalo a cui tengo , in genere ho buoni risultati con le piante =)
    un grazie anticipatamente per i consigli che mi fornirete. cordiali saluti

  14. La medinilla è una pianta tropicale. Nel nostro clima non resiste all’aria aperta, soffre particolarmente il freddo, e la temperatura non deve mai scendere sotto i 15 gradi. La temperatura ideale è tra i 18 e i 25 gradi, ma anche qualche grado in più non gli fa male. La medinilla ha bisogno di molta luce. Preferisce una posizione luminosa ma riparata dai raggi di sole (può durare anche molto a lungo, ma è raro che torni a fiorire, a causa del suo grande bisogno di luce e umidità).
    In inverno deve essere bagnata poco, solo per evitare che le foglie appassiscano. Questa pianta ha una coltivazione di media difficoltà. Non so se durante l’inverno, lasciandola su un pianerottolo, possa sopravvivere, perchè appunto richiede almeno 15 gradi di temperatura.

  15. la mia medillina stà morrendo, sonno caduti tutte le sue foglie e i rami stanno diventando neri, secchi. vorrei aiutala ma no lo so che fare… qualcuno mi può dire qualcosa .
    Grazie.

  16. Come tutte le piante tropicali la medinilla soffre particolarmente il freddo. Deve essere collocata in posizioni luminose e spazi caldo/umidi. Il terriccio deve essere mantenuto umido, con acqua non fredda, nè calcarea, e ricordarsi di non lasciare la pianta in un ambiente al di sotto dei 15 gradi. In inverno durante il suo stato vegetativo la temperatura ideale si aggira ai 21 gradi, ma quella che gli assicura benessere è 24 gradi. L’assenza o l’insufficienza di umidità nell’aria è una condizione che potrebbe favorire la riproduzione del nemico principale di questa pianta, che è la cocciniglia. Si elimina con un batuffolo di cotone con poche goccie di alcool. Le foglie che cadono e i rami che diventano neri e secchi mi fanno pensare ad un cattivo drenaggio, dovuto ad un terriccio non adatto, alla scarsa aerazione (come d’inverno quando il riscaldamento è al massimo e le finestre sono chiuse). Cosa fare: provare a cambiare vaso di una misura poco più grande. Il terriccio deve essere leggero, arricchito con sostanza organica o con sabbia granulosa. Durante la primavera e l’estate va concimata con liquidi per piante da fiori ogni 15 giorni. Potarla tra la primavera/estate, solo per dare forma alla pianta. In bocca al lupo, mi auguro che si riprenda.

  17. Salve ,ho una medinilla, pianta che mi piace tantissimo . Dopo una fioritura meravigliosa adesso le foglie presentano delle macchie marroni secche e a poco a poco cadono. L’ho posizionata in casa vicino alla finestra e la irrigo una volta alla settimana tenendo il terriccio umido ,ma non bagnato. Abito sul confine tra emilia e lombardia e più avanti vorrei metterla in giardino sotto ad un grande acero, in penombra. Sempre che non mi muoia prima! Cosa posso fare per salvarla? I fiori stanno cadendo, devo aspettare che se ne vadano dassoli o li devo tagliare? Aiutatemi vi prego ! Grazie !

  18. La medinilla ha bisogno di molta luce, preferisce una posizione luminosa ma riparata dai raggi diretti che possono provocare bruciature alle foglie. Il pieno sole contribuisce ad abbassare il tasso di umidità che è fondamentale per questa pianta. La medinilla va annaffiata regolarmente durante la primavera/estate. In inverno poca acqua, solo per non far appassire le foglie. Va concimata ogni 15/20 giorni durante la crescita attiva. Quando fa molto caldo è opportuno spruzzare frequentemente le foglie, cercando di evitare di bagnare i fiori). La potatura va effettuata tra la primavera e l’autunno, solo per dare la forma. Questa pianta può durare molto, ma è raro che torni a fiorire. Non ti consiglio di metterla in giardino in penombra: meglio se in spazi caldi umidi, come le verande, le serre o la posizione dove si trova ora, e avere l’accortezza di mantenere un’umidità elevata. Pianta tropicale, nel nostro clima non resiste all’aria aperta. Cercare di annaffiare con acqua non fredda, nè calcarea, quando la temperatura supera i 24 gradi.

  19. La mia medinilla mi sono accorta oggi che ha le foglie molle, tutte ripiegate verso il basso… Dove sto sbagliando? Grazie

    1. Ciao Camilla, la “Medinilla Magnifica” pur non essendo una delle piante più facili da coltivare in casa è sicuramente una delle più insolite. Prospera coltivata in giardini o in serre in cui può trovare livelli di umidità quasi tropicali. Questa specie ha bisogno di caldo tutto l’anno, per una crescita ottimale sono necessari come minimo 18° gradi oltre i 22°. Bisogna garantirle una buona ventilazione ma lontano dalle correnti d’aria.
      La chiave del successo con questa pianta è l’umidità. Durante il periodo dello sviluppo irrorare quotidianamente il fogliame. In inverno, va sistemata su un sottovaso riempito con grandi granuli di argilla espansa, la base del vaso non deve essere a contatto con l’acqua, bagnare quando la superficie del terriccio comincia appena ad asciugarsi con acqua tiepida senza calcare, quindi aspettare che la superficie del terreno si secchi prima di annaffiare di nuovo. Da novembre a febbraio ridurre la quantità di acqua in proporzione al freddo. Forse non hai eseguito bene tutto questo procedimento, le annaffiature abbondanti possono far marcire le radici soprattutto in presenza di un cattivo drenaggio dovuto ad un terreno non adatto. Il nemico principale è la cocciniglia che attacca le foglie soprattutto se il calore in eccesso è accompagnato da scarsa aereazione, come d’inverno quando il riscaldamento è messo al massimo e le finestre sono chiuse. Se riscontri il problema della cocciniglia si eliminano con un batuffolo di cotone con poche gocce di alcool o con appositi prodotti in commercio.

  20. Ho una Medinilla da più di un anno…è sempre stata stupenda (anche grazie ai consigli della nonna di concimare le piante una volta al mese con dell’acqua in cui si fanno bollire i fondi del caffè) quest’anno è anche fiorita!
    Circa un mese fa ho rinvasato la pianta perchè orami stava troppo stretta nel vaso precedente, tanto che le radici spuntavano dal fondo e si erano unite col l’argilla che era nel sottovaso.
    Da una quindicina di giorni però le foglie superiori della pianta hanno cominciato ad “arrotolarsi”, mentre quella più vicina alle radici è diventata tutta gialla.
    Cosa significa? troppa acqua, poca umidità? o questo peggioramento può essere dovuto al fatto che nel sottovaso non ho più rimesso l’argilla?
    A me sembra di trattarla come ho sempre fatto quindi non capisco perchè ora stia diventando così “brutta”.
    Grazie

  21. Ciao, ho ricevuto una medinilla 20 gg fa, i fiori sono caduti e anche le foglie stanno seguendo la stessa sorte. Sicuramente la causa, da quello che ho letto qui, e’ riferibile a scarsa luce (lavoro e non ho modo di lasciare finestre aperte dopo mezzogiorno) e troppa acqua. Creare una serra all’esterno può contribuire a riprenderla? Vivo a pochi chilometri da Roma nord…….. Comprare lampade per le piante e lasciarla all’interno vaporizzandola quotidianamente?
    Devo accorciare i rami spogli?? La devo rinvasare?? Vorrei tenerla in vita……. Aaiutooooooooooo

    1. Come forse hai già letto, la medinilla è una pianta delicata, a crescita moderata, difficile da curare. Questa specie ha bisogno di caldo tutto l’anno. Per una crescita ottimale sono necessari come minimo 18 gradi, oltre i 22 gradi garantire una buona ventilazione. Posizione: parzialmente ombreggiata, come quelle in cui cresce spontaneamente nelle foreste tropicali. Va protetta dai raggi diretti del sole, sistemandola per esempio tra altre piante da foglia. Bisogna bagnarla quando la superficie del terriccio comincia appena ad asciugarsi, con acqua tiepida senza calcare, quindi devi aspettare che la superficie del terreno si secchi prima di annaffiare di nuovo. Dal mese di novembre a febbraio ridurre la quantità di acqua in proporzione al freddo. Il successo di questa pianta è l’umidità. In inverno la pianta va sistemata in un sottovaso con granuli di argilla espansa. La base del vaso non deve essere a contatto con l’acqua (irrorare continuamente le foglie). I livelli di umidità vanno mantenuti alti. In estate si concima ogni 15 giorni con fertilizzante per piante da interni.
      Riguardo la potatura: le medinille troppo cresciute in larghezza possono essere potate in primavera dopo la fioritura.

  22. Ciao a tutti, ho letto (forse troppo tardi, ahimé) i numerosi commenti e consigli di questo topic.
    Mi hanno regalato questa splendida pianta da un mesetto, le foglie si sono accartocciate e annerite… da quanto ho capito, il motivo sta nel fatto che è stata esposta a luce diretta.
    Gliene ho fatte passare di tutti i colori poverina, nel senso che all’inizio la innaffiavo troppo spesso, poi l’ho fatta seccare 😐
    Ora la tengo davanti alla finestra e vaporizzo le foglie tutti i giorni, la innaffio solo quando la terra è asciutta e cerco di farla scolare al meglio.
    Forse è tardi, ma vorrei provare a rimediare per non farla morire.
    La domanda è: devo tagliarle le foglie? se sì, come si tagliano? Devo tagliare solamente la parte rovinata? oppure devo tagliare a metà lo stelo, eliminando interamente la foglia?
    E per i fiorellini che stanno cadendo uno ad uno, cosa devo fare?
    C’è da qualche parte un video che mostra come potarla?
    GRAZIE IN ANTICIPO PER L’AIUTO 🙁

    1. La medinilla è la regina dei tropici: nel nostro clima non resiste all’aria aperta. In casa non è delle più difficili da mantenere se si ha l’accortezza di mantenere un’umidità elevata e di procedere a frequenti spruzzate. Non ha bisogno di tanta acqua, bagnare solo se il terriccio è asciutto: lasciare che il terriccio si secchi tra una somministrazione e l’altra. Le annaffiature troppo abbondanti possono far marcire le radici e bruciare le foglie. Anche i raggi diretti del sole possono provocare bruciature alle larghe foglie. La medinilla preferisce posizioni luminose.
      Di solito la manutenzione dei tagli si fa dopo la fioritura: accorciare i rami a metà della loro lunghezza con cesoie da giardinaggio disinfettate per ottenere tagli netti non sfilacciati. Puoi anche tagliare solo la parte rovinata delle foglie.

  23. Ciao, anche io stesso problema, l’ho comprata un anno fa, aveva i fiori, quando li ha persi ha iniziato a avere le foglie secche e accartocciate sul bordo che pian piano si sgretolano. il resto è verdissimo e ora è spuntato un nuovo fiore dal rametto secco lasciato da quello vecchio.
    che posso fare per le foglie? le taglio?
    la pianta ne ha solo 5, e sono tutte così, posso tagliarle tutte, ma poverina!

    grazie

    Sara

    1. E’ una delle piante da fiore coltivabili in casa più belle, grazie alla sua imponente e colorata fioritura. In genere ha vita breve perchè accolta in ambienti non idonei, o perchè non potata correttamente. Anche senza fiori, la pianta perenne conserva un alto valore ornamentale per le foglie (da pulire solo con un panno asciutto). Come ho spiegato nella risposta precedente, la medinilla vuole poca acqua e posizione luminosa, clima temperato, vegeta bene a 25 gradi. Concimare ogni 15 giorni con un fertilizzante ricco di potassio. Altre cure: togliere i getti a metà dopo la fioritura. Il nemico principale è la cocciniglia, che attacca le foglie soprattutto se c’è scarsa aerazione (come in inverno quando il riscaldamento è al massimo e le finestre sono chiuse).

  24. Salve, ne ho una da un paio di mesi, ha perso tutti i fiori ma le foglie sembrano essere in buona salute, di luce ne ha tanta (ma non diretta), oggi peró ho notato dei “pallini” bianchi, somiglianti a piccoli granelli di sale, su alcune parti, da cosa potrebbe dipendere?

    1. Questa pianta, di origine tropicale, cresce bene anche in casa e ha bisogno di poche cure: le servono umidità e tanta, tantissima luce. Il nemico più difficile da combattere sono le condizioni ambientale non adatta che riducono i tempi di fioritura. Le più comuni sono l’umidità insufficiente, il freddo, la troppa acqua e la luce scarsa. Raramente è attaccata dai parassiti. Eventualmente può colpirla il ragnetto rosso, favorito dal clima caldo asciutto. Si combatte irrorando con regolarità la pianta (una volta al giorno) con acqua demineralizzata per non macchiare le foglie. Passare sopra e sotto le lamine fogliare un panno umido. Il ragnetto rosso è un acaro.
      Una volta appassiti i fiori devono essere rimossi tagliando il peduncolo. Al termine della fioritura è necessario accorciare i rami a metà della loro lunghezza. Per questa operazione è bene impiegare cesoie da giardinaggio ben affilate e disinfettate. La medinilla in casa non rifiorisce, o è un evento del tutto eccezionale. Tenuta in serra calda con elevata umidità, e seguendo un programma di cure avrà maggior probabilità. Senza fiori questa pianta rimane per tanto tempo senza sfigurare perchè le foglie sono molto decorative. Ha bisogno di luce abbondante ma non diretta, di una buona dose di umidità dell’aria e di bagnature regolari, lasciando asciugare il terriccio fra due interventi successivi. Perfetta per chi può porla davanti ad una finestra.

  25. Salve,
    Ho là medinilla che purtroppo non ho mai visto fiorita,quest’estate l ho messa fuori al riparo del sole concimate e mi ha regalato delle bellissime foglie,ma niente fiori,coda debbo fare ? E come si fanno le talee? Grazie

  26. Alla mia Medinilla sono iniziate a seccare le punte di alcune foglie.
    Tra i vari commenti ho letto di potare i rami lasciandone metà. Scusate questa mia stupida domanda: per rami intendiamo la parte da dove partono le doppie foglie?
    Se è così è utile eliminare solo quelli dalle foglie rovinate?
    Grazie in anticipo per i consigli

  27. @marco
    E’ una pianta tropicale, cresce bene in serra, e come tutte le piante tropicali soffre il freddo del nostro clima. Non resiste all’aria aperta. In appartamento se si ha l’accortezza di mantenere un’umidità elevata e di procedere a frequenti spruzzature nella stagione calda può durare anche molto a lungo. Ha bisogno di molta luce, preferisce una posizione luminosa riparata dai raggi diretti: non solo posson provocare bruciature alle foglie, il pieno sole contribuisce ad abbassare quel tasso di umidità fondamentale per la medinilla. La temperatura non deve mai scendere al di sotto di 15 gradi. L’ideale è tra i 18 e i 25 gradi, anche qualche grado in più. Il suo habitat naturale è nel caldo umido.

  28. ho appena comprato una medinilla meravigliosa.. andrebbe bene se la tenessi in serra con le orchidee? solo che le foglie si bagnano (anche se in poco tempo di asciugano)… grazie e ciao
    Marco

  29. Buongiorno, ho ricevuto in regalo da pochi giorni una medinilla magnifica, la tengo in salotto dove ho molta luce, ha quattro fiori però ora che si stanno aprendo il grappolo è quasi totalmente nero e sta perdendo tutti i chicchi. Cosa potrei fare? Grazie mille

    1. ciao Debora mi chiamo Anna vorrei sapere da te riguardo la pianta Medinilla a me mi cresce tanto in altezza e larghezza ma risultato e che due anni che la tengo ma non mi fiorisce, e vicino a una finestra riscaldamento e spesso 22 gradi la pianta e molto bella ma non mi soddisfa , vorrei tanto che in primavera mi fiorisca ma ho dei dubbi mi sai consigliare’?grazie a presto ciao auguri buone feste,

  30. Grazie 1000 per i consigli…. ma d’estate puo’ stare in giardino (sempre con un elevata umidità mi pare ovvio :D)???

    grazie ancora e ciao

    M.

  31. grazie 1000
    ,aggiornamento: sono (ha una sorellina da poco :D) sotto un acero rosso e se la passano benissimo.. 😀 hanno su ancora i fiori 😀

    grazie ancora e ciao

    M.

  32. salve, da circa un mese possiedo una medinilla. inizialmente tutto andava per il meglio,qualche giorno fa, dopo la concimazione le foglie si stanno afflosciando =( cosa mi consigliate? non perderla anche perchè è un regalo a cui tengo , in genere ho buoni risultati con le piante =)
    un grazie anticipatamente per i consigli che mi fornirete. cordiali saluti

  33. ciao,quest’estate x la prima volta ho comprato la medinilla, due x me e altre due le ho regalate..mi piace moltissimo. il problema e’ che l’ho sempre tenuta fuori sotto un portico,lontana dai raggi diretti del sole e devo dire che e’ stata benissimo,pero’ ora che e’ inverno non posso metterla in casa xke’ non ho spazio e ho un caminetto che scalda e quindi secca troppo l’aria. quindi l’ho posizionata nel vano scale del mio pianerottolo insieme ad un ficus gia’ collaudato li’. la luce non e’ tantissima ma c’e’,solo la temperatura nelle giornate molto fredde scende anche sui 10 /12 gradi. pensavo di lasciarla fino a marzo…potra’ sopravvivere secondo voi?

  34. @marco
    E’ ovvio come dici tu, ma la medinilla come sai ha bisogno di molta luce, ma non deve stare al sole: vuole posizione luminosa ma riparata dai raggi diretti. Il pieno sole contribuisce ad abbassare quel tasso di umidità che serve per lo sviluppo della pianta. E’ opportuno spruzzare frequentemente le foglie nella stagione più calda.

  35. La medinilla è una pianta tropicale. Nel nostro clima non resiste all’aria aperta, soffre particolarmente il freddo, e la temperatura non deve mai scendere sotto i 15 gradi. La temperatura ideale è tra i 18 e i 25 gradi, ma anche qualche grado in più non gli fa male. La medinilla ha bisogno di molta luce. Preferisce una posizione luminosa ma riparata dai raggi di sole (può durare anche molto a lungo, ma è raro che torni a fiorire, a causa del suo grande bisogno di luce e umidità).
    In inverno deve essere bagnata poco, solo per evitare che le foglie appassiscano. Questa pianta ha una coltivazione di media difficoltà. Non so se durante l’inverno, lasciandola su un pianerottolo, possa sopravvivere, perchè appunto richiede almeno 15 gradi di temperatura.

  36. @antonella
    Non devi spostare la pianta da vicino alla finestra: la medinilla magnifica deve essere collocata in posizione molto luminosa, meglio se in spazi caldi umidi come le verande. Il problema delle foglie può essere dovuto all’acqua o alla temperatura. Quando la temperatura supera i 24 gradi il terriccio deve essere mantenuto umido (non fradicio), con acqua non fredda ne’ calcarea, e nei periodi più freschi con temperatura intorno ai 18 gradi centigradi. Basta limitarsi a tenere il terriccio fresco. Importante è non lasciare la pianta in ambienti al di sotto dei 15 gradi centigradi. In inverno durante il suo stato vegetativo la temperatura ideale deve aggirarsi intorno ai 21 gradi centigradi. Quindi si deve irrigare poco, solo per evitare che le foglie avvizziscano. Questo stimolerà una formazione di fiori. Il nemico principale della medinilla è il ragnetto rosso, che attacca le foglie soprattutto se il calore in eccesso è accompagnato da scarsa aerazione, come d’inverno quando il riscaldamento è al massimo e le finestre sono chiuse. Controlla tutto questo (se per caso è in agguato la cocciniglia o il ragnetto rosso). Si eliminano con un batuffolo di cotone con poche goccie di alcool, o con appositi prodotti in commercio.

  37. ho una medinilla Magnifica da molti anni, i primi anni è sempre rifiorita abbondantemente, poi l’ho rinvasata e ha smesso di fiorire, quest’anno ha già due nuovi boccioli!!!io non sonoe sperta e la curo così così, però sono preoccupata perchè la vedo troppo grande e larga per il suo vaso, ma ora che rifiorisce non vorrei traumatizzarla e bloccarne di nuovo la fiorituro, cosa posso fare?!posso mandarvi una foto?grazie

  38. Buongiorno, la mia Medinilla ha avuto una lunga fioritura lo scorso anno (avuta in regalo)ed ora dopo aver da ogni apice messo getti nuovi pare avere dei terminali foriferi, purtroppo però le nuove foglie hanno accartocciamenti e al margine fogliare delle puntinature necrotiche!Cosa mi consigliate?Ho letto che in casa non rifiorirà spereri che la mia sia l’eccezione che conferma le regole,ma vorrei aiutarla datemi le dritte giuste grazie!!Giuliana

  39. Ciao, anche io stesso problema, l’ho comprata un anno fa, aveva i fiori, quando li ha persi ha iniziato a avere le foglie secche e accartocciate sul bordo che pian piano si sgretolano. il resto è verdissimo e ora è spuntato un nuovo fiore dal rametto secco lasciato da quello vecchio.
    che posso fare per le foglie? le taglio?
    la pianta ne ha solo 5, e sono tutte così, posso tagliarle tutte, ma poverina!

    grazie

    Sara

    1. E’ una delle piante da fiore coltivabili in casa più belle, grazie alla sua imponente e colorata fioritura. In genere ha vita breve perchè accolta in ambienti non idonei, o perchè non potata correttamente. Anche senza fiori, la pianta perenne conserva un alto valore ornamentale per le foglie (da pulire solo con un panno asciutto). Come ho spiegato nella risposta precedente, la medinilla vuole poca acqua e posizione luminosa, clima temperato, vegeta bene a 25 gradi. Concimare ogni 15 giorni con un fertilizzante ricco di potassio. Altre cure: togliere i getti a metà dopo la fioritura. Il nemico principale è la cocciniglia, che attacca le foglie soprattutto se c’è scarsa aerazione (come in inverno quando il riscaldamento è al massimo e le finestre sono chiuse).

  40. Salve, ne ho una da un paio di mesi, ha perso tutti i fiori ma le foglie sembrano essere in buona salute, di luce ne ha tanta (ma non diretta), oggi peró ho notato dei “pallini” bianchi, somiglianti a piccoli granelli di sale, su alcune parti, da cosa potrebbe dipendere?

    1. Questa pianta, di origine tropicale, cresce bene anche in casa e ha bisogno di poche cure: le servono umidità e tanta, tantissima luce. Il nemico più difficile da combattere sono le condizioni ambientale non adatta che riducono i tempi di fioritura. Le più comuni sono l’umidità insufficiente, il freddo, la troppa acqua e la luce scarsa. Raramente è attaccata dai parassiti. Eventualmente può colpirla il ragnetto rosso, favorito dal clima caldo asciutto. Si combatte irrorando con regolarità la pianta (una volta al giorno) con acqua demineralizzata per non macchiare le foglie. Passare sopra e sotto le lamine fogliare un panno umido. Il ragnetto rosso è un acaro.
      Una volta appassiti i fiori devono essere rimossi tagliando il peduncolo. Al termine della fioritura è necessario accorciare i rami a metà della loro lunghezza. Per questa operazione è bene impiegare cesoie da giardinaggio ben affilate e disinfettate. La medinilla in casa non rifiorisce, o è un evento del tutto eccezionale. Tenuta in serra calda con elevata umidità, e seguendo un programma di cure avrà maggior probabilità. Senza fiori questa pianta rimane per tanto tempo senza sfigurare perchè le foglie sono molto decorative. Ha bisogno di luce abbondante ma non diretta, di una buona dose di umidità dell’aria e di bagnature regolari, lasciando asciugare il terriccio fra due interventi successivi. Perfetta per chi può porla davanti ad una finestra.

  41. Ciao, ho ricevuto una medinilla 20 gg fa, i fiori sono caduti e anche le foglie stanno seguendo la stessa sorte. Sicuramente la causa, da quello che ho letto qui, e’ riferibile a scarsa luce (lavoro e non ho modo di lasciare finestre aperte dopo mezzogiorno) e troppa acqua. Creare una serra all’esterno può contribuire a riprenderla? Vivo a pochi chilometri da Roma nord…….. Comprare lampade per le piante e lasciarla all’interno vaporizzandola quotidianamente?
    Devo accorciare i rami spogli?? La devo rinvasare?? Vorrei tenerla in vita……. Aaiutooooooooooo

    1. Come forse hai già letto, la medinilla è una pianta delicata, a crescita moderata, difficile da curare. Questa specie ha bisogno di caldo tutto l’anno. Per una crescita ottimale sono necessari come minimo 18 gradi, oltre i 22 gradi garantire una buona ventilazione. Posizione: parzialmente ombreggiata, come quelle in cui cresce spontaneamente nelle foreste tropicali. Va protetta dai raggi diretti del sole, sistemandola per esempio tra altre piante da foglia. Bisogna bagnarla quando la superficie del terriccio comincia appena ad asciugarsi, con acqua tiepida senza calcare, quindi devi aspettare che la superficie del terreno si secchi prima di annaffiare di nuovo. Dal mese di novembre a febbraio ridurre la quantità di acqua in proporzione al freddo. Il successo di questa pianta è l’umidità. In inverno la pianta va sistemata in un sottovaso con granuli di argilla espansa. La base del vaso non deve essere a contatto con l’acqua (irrorare continuamente le foglie). I livelli di umidità vanno mantenuti alti. In estate si concima ogni 15 giorni con fertilizzante per piante da interni.
      Riguardo la potatura: le medinille troppo cresciute in larghezza possono essere potate in primavera dopo la fioritura.

  42. Ciao a tutti, ho letto (forse troppo tardi, ahimé) i numerosi commenti e consigli di questo topic.
    Mi hanno regalato questa splendida pianta da un mesetto, le foglie si sono accartocciate e annerite… da quanto ho capito, il motivo sta nel fatto che è stata esposta a luce diretta.
    Gliene ho fatte passare di tutti i colori poverina, nel senso che all’inizio la innaffiavo troppo spesso, poi l’ho fatta seccare 😐
    Ora la tengo davanti alla finestra e vaporizzo le foglie tutti i giorni, la innaffio solo quando la terra è asciutta e cerco di farla scolare al meglio.
    Forse è tardi, ma vorrei provare a rimediare per non farla morire.
    La domanda è: devo tagliarle le foglie? se sì, come si tagliano? Devo tagliare solamente la parte rovinata? oppure devo tagliare a metà lo stelo, eliminando interamente la foglia?
    E per i fiorellini che stanno cadendo uno ad uno, cosa devo fare?
    C’è da qualche parte un video che mostra come potarla?
    GRAZIE IN ANTICIPO PER L’AIUTO 🙁

    1. La medinilla è la regina dei tropici: nel nostro clima non resiste all’aria aperta. In casa non è delle più difficili da mantenere se si ha l’accortezza di mantenere un’umidità elevata e di procedere a frequenti spruzzate. Non ha bisogno di tanta acqua, bagnare solo se il terriccio è asciutto: lasciare che il terriccio si secchi tra una somministrazione e l’altra. Le annaffiature troppo abbondanti possono far marcire le radici e bruciare le foglie. Anche i raggi diretti del sole possono provocare bruciature alle larghe foglie. La medinilla preferisce posizioni luminose.
      Di solito la manutenzione dei tagli si fa dopo la fioritura: accorciare i rami a metà della loro lunghezza con cesoie da giardinaggio disinfettate per ottenere tagli netti non sfilacciati. Puoi anche tagliare solo la parte rovinata delle foglie.

  43. Ho una Medinilla da più di un anno…è sempre stata stupenda (anche grazie ai consigli della nonna di concimare le piante una volta al mese con dell’acqua in cui si fanno bollire i fondi del caffè) quest’anno è anche fiorita!
    Circa un mese fa ho rinvasato la pianta perchè orami stava troppo stretta nel vaso precedente, tanto che le radici spuntavano dal fondo e si erano unite col l’argilla che era nel sottovaso.
    Da una quindicina di giorni però le foglie superiori della pianta hanno cominciato ad “arrotolarsi”, mentre quella più vicina alle radici è diventata tutta gialla.
    Cosa significa? troppa acqua, poca umidità? o questo peggioramento può essere dovuto al fatto che nel sottovaso non ho più rimesso l’argilla?
    A me sembra di trattarla come ho sempre fatto quindi non capisco perchè ora stia diventando così “brutta”.
    Grazie

  44. Salve,
    Ho là medinilla che purtroppo non ho mai visto fiorita,quest’estate l ho messa fuori al riparo del sole concimate e mi ha regalato delle bellissime foglie,ma niente fiori,coda debbo fare ? E come si fanno le talee? Grazie

  45. Alla mia Medinilla sono iniziate a seccare le punte di alcune foglie.
    Tra i vari commenti ho letto di potare i rami lasciandone metà. Scusate questa mia stupida domanda: per rami intendiamo la parte da dove partono le doppie foglie?
    Se è così è utile eliminare solo quelli dalle foglie rovinate?
    Grazie in anticipo per i consigli

  46. PERCHE’ LA MIA MEDINILLA STA PERDENDO LE FOGLIE? E’ VICINO ALLA FINESTRA, CHE FACCIO LA SPOSTO. GRAZIE

  47. Complimenti per l’iniziativa, il blog mi sembra decisamente interessante. Lo seguirò visto che sono particolarmente interessato al settore.

  48. La medinilla ha bisogno di molta luce, preferisce una posizione luminosa ma riparata dai raggi diretti che possono provocare bruciature alle foglie. Il pieno sole contribuisce ad abbassare il tasso di umidità che è fondamentale per questa pianta. La medinilla va annaffiata regolarmente durante la primavera/estate. In inverno poca acqua, solo per non far appassire le foglie. Va concimata ogni 15/20 giorni durante la crescita attiva. Quando fa molto caldo è opportuno spruzzare frequentemente le foglie, cercando di evitare di bagnare i fiori). La potatura va effettuata tra la primavera e l’autunno, solo per dare la forma. Questa pianta può durare molto, ma è raro che torni a fiorire. Non ti consiglio di metterla in giardino in penombra: meglio se in spazi caldi umidi, come le verande, le serre o la posizione dove si trova ora, e avere l’accortezza di mantenere un’umidità elevata. Pianta tropicale, nel nostro clima non resiste all’aria aperta. Cercare di annaffiare con acqua non fredda, nè calcarea, quando la temperatura supera i 24 gradi.

  49. Come tutte le piante tropicali la medinilla soffre particolarmente il freddo. Deve essere collocata in posizioni luminose e spazi caldo/umidi. Il terriccio deve essere mantenuto umido, con acqua non fredda, nè calcarea, e ricordarsi di non lasciare la pianta in un ambiente al di sotto dei 15 gradi. In inverno durante il suo stato vegetativo la temperatura ideale si aggira ai 21 gradi, ma quella che gli assicura benessere è 24 gradi. L’assenza o l’insufficienza di umidità nell’aria è una condizione che potrebbe favorire la riproduzione del nemico principale di questa pianta, che è la cocciniglia. Si elimina con un batuffolo di cotone con poche goccie di alcool. Le foglie che cadono e i rami che diventano neri e secchi mi fanno pensare ad un cattivo drenaggio, dovuto ad un terriccio non adatto, alla scarsa aerazione (come d’inverno quando il riscaldamento è al massimo e le finestre sono chiuse). Cosa fare: provare a cambiare vaso di una misura poco più grande. Il terriccio deve essere leggero, arricchito con sostanza organica o con sabbia granulosa. Durante la primavera e l’estate va concimata con liquidi per piante da fiori ogni 15 giorni. Potarla tra la primavera/estate, solo per dare forma alla pianta. In bocca al lupo, mi auguro che si riprenda.

  50. La mia medinilla mi sono accorta oggi che ha le foglie molle, tutte ripiegate verso il basso… Dove sto sbagliando? Grazie

    1. Ciao Camilla, la “Medinilla Magnifica” pur non essendo una delle piante più facili da coltivare in casa è sicuramente una delle più insolite. Prospera coltivata in giardini o in serre in cui può trovare livelli di umidità quasi tropicali. Questa specie ha bisogno di caldo tutto l’anno, per una crescita ottimale sono necessari come minimo 18° gradi oltre i 22°. Bisogna garantirle una buona ventilazione ma lontano dalle correnti d’aria.
      La chiave del successo con questa pianta è l’umidità. Durante il periodo dello sviluppo irrorare quotidianamente il fogliame. In inverno, va sistemata su un sottovaso riempito con grandi granuli di argilla espansa, la base del vaso non deve essere a contatto con l’acqua, bagnare quando la superficie del terriccio comincia appena ad asciugarsi con acqua tiepida senza calcare, quindi aspettare che la superficie del terreno si secchi prima di annaffiare di nuovo. Da novembre a febbraio ridurre la quantità di acqua in proporzione al freddo. Forse non hai eseguito bene tutto questo procedimento, le annaffiature abbondanti possono far marcire le radici soprattutto in presenza di un cattivo drenaggio dovuto ad un terreno non adatto. Il nemico principale è la cocciniglia che attacca le foglie soprattutto se il calore in eccesso è accompagnato da scarsa aereazione, come d’inverno quando il riscaldamento è messo al massimo e le finestre sono chiuse. Se riscontri il problema della cocciniglia si eliminano con un batuffolo di cotone con poche gocce di alcool o con appositi prodotti in commercio.

  51. Salve ,ho una medinilla, pianta che mi piace tantissimo . Dopo una fioritura meravigliosa adesso le foglie presentano delle macchie marroni secche e a poco a poco cadono. L’ho posizionata in casa vicino alla finestra e la irrigo una volta alla settimana tenendo il terriccio umido ,ma non bagnato. Abito sul confine tra emilia e lombardia e più avanti vorrei metterla in giardino sotto ad un grande acero, in penombra. Sempre che non mi muoia prima! Cosa posso fare per salvarla? I fiori stanno cadendo, devo aspettare che se ne vadano dassoli o li devo tagliare? Aiutatemi vi prego ! Grazie !

  52. la mia medillina stà morrendo, sonno caduti tutte le sue foglie e i rami stanno diventando neri, secchi. vorrei aiutala ma no lo so che fare… qualcuno mi può dire qualcosa .
    Grazie.

  53. Salve,
    ho preso in cura una Medinilla Magnifica di mia madre, sperando che non sia troppo tardi: le è stata regalata per Natale, fiorita, lei l’ha concimata e bagnata sicuramente troppo, e anche la luce secondo me non andava bene, troppo scarsa.
    Le foglie sono quasi tutte rovinate sulle punte e un po’ accartocciate, i fiori son caduti già da un po’, il tronco è annerito, uno sembra secco, l’altro nelle parti più alte è messo meglio.
    Cosa posso fare per aiutarla?
    Grazie, Francesca.

Rispondi a giuliana Annulla risposta

I tuoi dati vengono trattati nel rispetto della privacy: inviando un commento dichiari di avere piu' di 16 anni e di accettare la privacy policy vigente

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure ricevi avviso anche senza commentare.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.