Piante da riprodurre per talea, a fine estate

E’ un buon periodo per moltiplicare le piante utilizzando talee tenere. Questo mese ricominciano a crescere, e il clima più mite favorisce l’attecchimento. In terrazza non trascurare l’annaffiatura e le concimazioni del momento, che le piante sono in piena crescita. Cosa sono le talee? Le talee erbacee sono effettuate con rametti verdi che presentano solo gemme e boccioli: di solito radicano con maggior successo rispetto alle altre (ma si possono prelevare solo a primavera). In estate le piante sono nel periodo del loro vigore vegetativo, non presentano solo gemme e boccioli ma foglie e rami fioriti, che daranno vita a talee di tipo semilegnoso. In autunno, quando la corteccia sarà invecchiata si parlerà invece di talee legnose.

Il successo della radicazione delle talee è molto importante, e dipende molto dal substrato: il terriccio ideale deve essere leggero e non troppo compatto, a base di perline, terriccio misto a sabbia o torba. Durante il periodo di radicazione la talea ha le stesse esigenze di una pianta dulta: bisogna quindi non esporla ai raggi diretti del sole o lasciarla in ambienti bui o con elevati sbalzi di temperatura. Attenzione anche all’umidità ambientale: se è eccessiva favorisce muffe.

In (fine agosto/inizio settembre) durante i lavori di rinnovamento delle fioriture, si possono prelevare le talee per creare nuove piante. Tra le talee più comuni del momento si possono fare quelle dei pelargoni, delle lantane, delle verbene o delle rose.

Moltiplicazione dei gelsomini
In questo periodo dell’anno si può moltiplicare anche il trachelospermum jasminoides, più comunemente chiamato “falso gelsomino”, rampicante molto diffuso perchè rustico e facile da coltivare. La pianta produce abbondanti macchie di vegetazione grazie alle sue belle foglie coriacee di un verde intenso, e a giugno produce una cascata di fiori bianchi profumati. La moltiplicazione del falso gelsomino si effettua prelevando talee lunghe circa 15cm dai germogli laterali delle piante adulte. Si esegue il tglio obliquo per avere una maggiore superficie utile per la radicazione. Dopo aver eliminato le foglie poste più in basso, le talee devono essere messe in un contenitore (cassetta oppure vaso), con un miscela formata da torba e sabbia in parti uguali, ricoprire il contenitore con un foglio di plastica trasparente e sistemare in una posizione ombreggiata. Mantenere il terriccio sempre umido utilizzando acqua a temperatura ambiente, possibilmente non calcarea. Togliere la plastica regolarmente per eliminare la condensa e per controllare l’umidità

Ci sono altre 300 specie di gelsomini, alcuni profumati e altri meno, alcuni sempreverdi, e altri spoglianti: sono piante rampicanti o arbustive. La fioritura avviene normalmente nel periodo primaverile/estivo. Fa eccezione il gelsomino nudiflorum, che fiorisce a partire da febbraio. Moltiplichiamolo in settembre per talea. Tagliamo dei rametti all’attaccatura del ramo portante, in modo da prelevare la base semilegnosa. Accorciare il ramo di circa 12 centimetri di lunghezza e immergere la parte inferiore in una polvere radicante. Si pianta poi la talea in vasetti rempiti con un terriccio buono. Annaffiare e coprire il tutto con un sacchetto di plastica trasparente forato. Dopo circa 45 giorni, quando spunteranno dalle piantine i nuovi germogli, rinvasdare in un vaso di diametro maggiore e mettere un sostegno.

8 pensieri riguardo “Piante da riprodurre per talea, a fine estate

  1. Trovo molto interessante questo articolo sulle piante da riprodurre in questo periodo. Questo è il momendo ideale per la riproduzione di molte specie regalandoci molte soddisfazioni nei mesi successivi.

  2. Personalmente consiglio la riproduzione delle piante tramite talea, questo a patto che si abbiano le conoscenze minime per fare un buon lavoro.

    Si può risparmiare nell’acquisto delle piantine ma soprattutto si ha un immensa gioia nel vedere le piante svilupparsi e crescere grazie al nostro lavoro, una soddisfazione che va al di là del semplice trapianto.

  3. Trovo molto interessante questo articolo sulle piante da riprodurre in questo periodo. Questo è il momendo ideale per la riproduzione di molte specie regalandoci molte soddisfazioni nei mesi successivi.

  4. Personalmente consiglio la riproduzione delle piante tramite talea, questo a patto che si abbiano le conoscenze minime per fare un buon lavoro.

    Si può risparmiare nell’acquisto delle piantine ma soprattutto si ha un immensa gioia nel vedere le piante svilupparsi e crescere grazie al nostro lavoro, una soddisfazione che va al di là del semplice trapianto.

Lascia un commento

I tuoi dati vengono trattati nel rispetto della privacy: inviando un commento dichiari di avere piu' di 16 anni e di accettare la privacy policy vigente

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure ricevi avviso anche senza commentare.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.