Skimmia Rubella

E’ resistente, facile da curare, con crescita moderata e portamento cespuglioso. E’ un sempreverde che può crescere sia in vaso, sia in giardino. La skimmia non sopporta terreno e acqua calcarei. La maggior parte di queti esemplari produci fiori maschili e femminili su cespugli separati. La rubella è una varietà maschile, e di conseguenza non genera bacche. Si tratta di una pianta molto bella. Le foglio sono spesso contornate di rosso. In primavera, dalle gemme rosso scuro, appaiono dei grappoli di fiori bianchi. Questa specie, robusta, resiste fino a 15 gradi. Le piante nei vasi devono essere annaffiate con molta cautela. Se le temperature raggiungono regolarmente questi livelli potrebbero gelare e morire. Per il resto dell’anno le medie esterne sono solitamente adatte. Collocare la pianta all’ombra o in penombra perchè non ama il sole. Annaffiare in abbondanza durante il periodo di crescita; non lasciare che il terriccio si secchi. In inverno evitare di inzuppare di acqua. Concimare le piante nei vasi in estate, ogni due settimane, con fertilizzante per specie da interni, e ogni tanto d’estate usare un concime ad azione prolungata. Potare delicatamente in primavera eliminando la crescita disordinata. L’esposizione alla luce del sole molto forte fa ingiallire le foglie, così come la presenza di calcare nell’acqua: rimediare con un preparato contenente ferro. All’aperto questa pianta non ha bisogno di alcuna umidità aggiuntiva. [Photo credit: shootgardening.co.uk]

8 pensieri riguardo “Skimmia Rubella

  1. Una delle 4 skimmie piantate in un piccolo giardino di casa ha cominciato ad accasciarsi perdendo quell’aspetto rigoglioso iniziale. Non ho notato nessun segno evidente sulle foglie (macchie bianche, foglie gialle etc..) ma credo che possa essere il terreno poco drenato (ha un tombino accanto). Come posso fare? Grazie Gianni

    Se le 4 piante sono vicine mi sembra strano che una si ammali, sarà senz’altro come dice lei, perchè questo esemplare non ha bisogno di alcuna umidità aggiuntiva. Se non ha nessun segno evidente sulle foglie: provi a fare una pacciatura solo a quella che non è rigogliosa, poi ad alzare un po’ il terreno (facendo attenzione a non danneggiare le radici) aggiungendoci una buona quantità di torba e di sabbia per farsi che il terreno sia più drenata. Come sa queste piante non sopportano la luce troppo intensa e diretta perciòdevono essere collocate in una posizione parzialmente o del tutto ombreggiata. Innaffiare moderatamente scarsa nei periodi freddi, settimanale o secondo necessità anche più frequentemente nei mesi estivi. La skimmia non gradisce invece temperature superiori a 30 gradi se non per brevi periodi.
    Questa pianta è anche colpita dalla clorosi ferrica: si combatte correggendo il terriccio o il terreno, utilizzando unpreparato reperibile nei centri di giardinaggio specializzati.

  2. Grazie anticipate: sundaville in terrazza in cassetta, fatta arrampicare con ottima fioritura. Cosa fare durante l’inverno? Abito a Venezia
    Skimmia tenuta in appartamento e poi in terrazza. Posso metterla in casa durante l’inverno? Temperatura 20°

    1. La skimmia cresce bene all’aperto, piantata in piena terra, anche se viene coltivata e venduta dai vivaisti in vaso. In effetti per un certo periodo dopo l’acquisto può essere tenuta in vaso, anche in casa. Non è una pianta sensibile al freddo se non allo stadio giovanile. Le basse temperature possono comunque danneggiare i getti più teneri. Non gradisce invece temperature superiori a 30 gradi se non per brevi periodi. Esposizioni mezzo’ombra o ombra, annaffiature moderate in inverno, frequenti in estate.

      Per la sundevilla trovi tante informazioni, domande e risposte nella sezione dedicata a questa pianta:
      https://www.verdeblog.com/tag/sundevilla/

    2. Sundeville: questa pianta legnsa, rampicante o arbustiva, a foglie decidue o sempreverdi, originaria delle zone calde dell’america centrale e meridionale, ha coltivazione un po’ difficile. Può essere coltivata all’aperto su terrazzi/balconi nelle regioni a clima mite dell’italia centro/meridionale. Nelle zone a clima freddo deve essere ritirata a partire da settembre. D’inverno la temperatura non deve scendere sotto i 12/15 gradi, ma per favorire lo sviluppo dovrebbe essere di almeno 18gradi. Resiste alle temperature di 5 gradi ed è consigliabile proteggerla con coperture mobili, tessuto non tessuto riparante dai venti freddi.

  3. Una delle 4 skimmie piantate in un piccolo giardino di casa ha cominciato ad accasciarsi perdendo quell’aspetto rigoglioso iniziale. Non ho notato nessun segno evidente sulle foglie (macchie bianche, foglie gialle etc..) ma credo che possa essere il terreno poco drenato (ha un tombino accanto). Come posso fare? Grazie Gianni

    Se le 4 piante sono vicine mi sembra strano che una si ammali, sarà senz’altro come dice lei, perchè questo esemplare non ha bisogno di alcuna umidità aggiuntiva. Se non ha nessun segno evidente sulle foglie: provi a fare una pacciatura solo a quella che non è rigogliosa, poi ad alzare un po’ il terreno (facendo attenzione a non danneggiare le radici) aggiungendoci una buona quantità di torba e di sabbia per farsi che il terreno sia più drenata. Come sa queste piante non sopportano la luce troppo intensa e diretta perciòdevono essere collocate in una posizione parzialmente o del tutto ombreggiata. Innaffiare moderatamente scarsa nei periodi freddi, settimanale o secondo necessità anche più frequentemente nei mesi estivi. La skimmia non gradisce invece temperature superiori a 30 gradi se non per brevi periodi.
    Questa pianta è anche colpita dalla clorosi ferrica: si combatte correggendo il terriccio o il terreno, utilizzando unpreparato reperibile nei centri di giardinaggio specializzati.

  4. Grazie anticipate: sundaville in terrazza in cassetta, fatta arrampicare con ottima fioritura. Cosa fare durante l’inverno? Abito a Venezia
    Skimmia tenuta in appartamento e poi in terrazza. Posso metterla in casa durante l’inverno? Temperatura 20°

    1. La skimmia cresce bene all’aperto, piantata in piena terra, anche se viene coltivata e venduta dai vivaisti in vaso. In effetti per un certo periodo dopo l’acquisto può essere tenuta in vaso, anche in casa. Non è una pianta sensibile al freddo se non allo stadio giovanile. Le basse temperature possono comunque danneggiare i getti più teneri. Non gradisce invece temperature superiori a 30 gradi se non per brevi periodi. Esposizioni mezzo’ombra o ombra, annaffiature moderate in inverno, frequenti in estate.

      Per la sundevilla trovi tante informazioni, domande e risposte nella sezione dedicata a questa pianta:
      https://www.verdeblog.com/tag/sundevilla/

    2. Sundeville: questa pianta legnsa, rampicante o arbustiva, a foglie decidue o sempreverdi, originaria delle zone calde dell’america centrale e meridionale, ha coltivazione un po’ difficile. Può essere coltivata all’aperto su terrazzi/balconi nelle regioni a clima mite dell’italia centro/meridionale. Nelle zone a clima freddo deve essere ritirata a partire da settembre. D’inverno la temperatura non deve scendere sotto i 12/15 gradi, ma per favorire lo sviluppo dovrebbe essere di almeno 18gradi. Resiste alle temperature di 5 gradi ed è consigliabile proteggerla con coperture mobili, tessuto non tessuto riparante dai venti freddi.

Lascia un commento

I tuoi dati vengono trattati nel rispetto della privacy: inviando un commento dichiari di avere piu' di 16 anni e di accettare la privacy policy vigente

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure ricevi avviso anche senza commentare.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.