Consigli sui gerani: la concimazione

Il nutrimento dei gerani: esponeteli al sole. Se abbiamo dei gerani con pochi fiori è davvero sconfortante ma per fortuna è una pianta molto rustica che si adatta a molti ambienti e quindi troveremo la soluzione al problema. Coltivare i gerani è facile, ma spesso si ottengono risultati mediocri perchè vengono sottovalutati alcuni fattori fondamentali per il benessere della pianta, come la corretta nutrizione. Il geranio ha bisogno di molta luce per crescere rigoglioso e per avere abbondanti fioriture è fondamentale nutrire correttamente utilizzando prodotti specifici.

La concimazione del geranio: durante la fioritura la pianta richiede una quantità di elementi nutritivi piuttosto elevata, perciò è consigliabile ricorrere a prodotti di fertilizzazione specifici come un prodotto studiato appositamente per queste specie, un concime che contiene azoto in forma sia nutritiva, sia ammoniaca, sale, fosforo e potassio, da somministrare secondo le modalità.

In primavera – momento del risveglio della pianta dai torpori invernali, effettuare la concimazione ogni 15 giorni, per ripristinare la fertilità del terreno e stimolare la nuova stagione di crescita. Le piante conservate dall’inverno precedente hanno solo la necessità di essere sottoposte a qualche piccola operazione di manutenzione: smuovere il terreno, eliminare i rami vecchi e quelli legnosi, e spuntare gli altri ad un terzo della loro lunghezza, annaffiare abbondantemente e concimare. In primavera il geranio riprende a vegetare vigorosamente e una corretta nutrizione in questa delicata fase è importante per favorire uno sviluppo rigoglioso e prolungare la produzione dei fiori. E’ bene fertirrigare con una soluzione di concime completo ricco di potassio e di ferro per piante fiorite sciolto nell’acqua delle annaffiature. in commercio ne troviamo di tante qualità (ad esempio Baysol, che contiene azoto, fosforo, potassio).

In estate, quando la pianta è al massimo della fioritura, effettuare una concimazione settimanale per rispondere all’elevata richiesta di elementi nutritivi della pianta. E’ importante fare attenzione ai dosaggi consigliati (1 tappo misurino ogni 3 litri di acqua).

In autunno/inverno: la frequenza della concimazione si riduce nel periodo autunno/inverno a 1/2 interventi al mese.

Suggerimento prezioso: ai gerani è preferibile dare una quantità di concime leggermente inferiore rispetto a quello indicato sull’etichetta del flacone. Per ottenere un buon risultato dalla fertilizzazione non bagnare le foglie con la soluzione fertilizzante bensì inumidire il terreno prima di concimare (dosate prima il concime liquido e poi l’acqua nell’innaffiatoio per ottenere un miscela omogenea). Un’ultima annotazione ma non meno importante: una pianta ben nutrita è in grado di reagire ed affrontare con energia l’attacco dei parassiti e malattie, come anche gli stress causati da abbassamento di temperature e da squilibri idrici. E per consentire una fioritura abbondante è necessario eliminare le foglie secche e soprattutto le infiorescenze sfiorite. 

33 Commenti

  1. Mi chiamo Silvana, vorrei un consiglio, desidero comprare dei gerani per mettere sul balcone
    ma non so cosa comprare .Vorrei che scendessero dal balcone e che facessero una bella macchia.

    Ringrazio e saluti.Silvana.

    • @Silvana
      Il geranio è il re dei balconi. Del Pelargonium esistono circa 250 specie, a foglie decidue, sempreverdi. Il geranio zonale rappresenta il gruppo più numeroso e vario, per forme, colore dei fiori e delle foglie. Per il portamento si distinguono varietà a sviluppo contenuto inferiore ai 20 centimetri di altezza e varietà che raggiungono i 40-50 cm. I fiori possono essere doppi, semplici e semidoppi, dai colori che vanno dal bianco alle diverse tonalità del rosa, salmone e rosso. Il geranio zonale è una pianta da esterno, che può essere coltivata sia in vaso, sia in aiuola. Vuole tanta luce, e sopporta bene il sole pieno.
      Per loro profumo, i “gerani odorosi”: hanno fiori lilla, bianchi o bordeaux, a seconda della varietà. Compaiono in aprile/maggio. Crescono bene in pieno sole fino a giugno, e a mezza ombra (quando la temperatura si fa più torrida).
      Poi c’è il pelargonium peltatum: ha un aspetto ricadente, nelle zone dal clima temperato in particolar modo produce una splendida fioritura, da aprile ad ottobre o anche più.
      Il pelargonium machorrizum: più tappezzante e molto rustico. Infine i gerani parigini.

    • @Mirko
      Lavanda e geranio: non è che non si può piantare il geranio e la lavanda nello stesso vaso, è che la lavanda lo soffocherebbe. Ci sono tante belle piante da mettere insieme: una bella verbena ricadente, una petunia pendula, la lubelia erinus, il nasturzio, la begonia pendula e tante altre.

  2. Per favore, vorrei sapere quale trattamento è consigliato per quelle larve che mangiano i gambi dei gerani e ne provocano l ‘ essicamento . grazie mille !

  3. Buongiorno, vorrei farle i coplimenti per il sito: chiaro ed esaudiente. Ho anche io una domanda da farle per quanto riguarda i geranei. Sul mio balcone, esposto al sole tutto il giorno, non resistono neanche una stagione. Vengono attaccati da una farfalla piccola e scura che depone le uova sui germogli. Cosa mi consiglia di usare?

  4. buongiorno, mi chiamo Lucia e sono un po’ preoccupata per l’attuale condizione delle mie piante di geranio e di impatiens, alcune protette all’interno di una serra a 4 piani richiudibile da una copertura in nylon con cerniera e altre entro un tipo di serra ‘casalinga’ realizzata con del cartone a forma di ferro di cavallo tutta avvolta in giro da nylon(tipo pellicola) e da tessuto non tessuto che ricopre in doppio strato anche la parte superiore. Ho notato che da circa 3 settimane le piante appaiono flosce, ‘senza nervo’, con le foglie di un verde molto scuro ed in questi giorni sono avvolte interamente dalla muffa di colore grigio scuro.Il nostro clima è di tipo continentale ma in questo mese di dicembre la T è scesa sotto la zero, addirittura si sono sfiorati -14° . E’ stato il freddo intenso? Il tipo di protezione utilizzato? La troppa umidità? L’ areazione è insufficiente? Vorrei sapere se sono ancora in tempo per salvarle, se e quali rimedi si possono adottare. In attesa di una v,s. consulenza, porgo i miei cordiali saluti. Lucia

  5. @lucia
    In inverno è meglio collocare i gerani in un luogo fresco e senza troppa umidità. Possono svernare anche fuori dal vaso con le radici protette se si vuole risparmiare spazio, ma le temperature basse di dicembre hanno risparmiato poche piante. Ho paura che le tue piante di “gerani impatiens” non ci sia più nulla da fare se sono floscie, nere e completamente avvolte dalla muffa. La fumaggine si sviluppa sui vari organi (fusto, rami, foglie) e si sviluppano notevolmente, quando l’umidità ambientale è molto elevata, dovuta forse anche alla troppa copertura, se sigillata avviene la condensa, e immancabilmente la muffa.
    All’inizio della primavera fare una potatura severa, sperando che sia rimasto qualcosa di verde, ma purtroppo ne dubito

  6. Ciao a tutti!Ho bisogno urgentemente del vostro consiglio.Tutti i miei gerani hanno le foglie ingiallite.Hanno più fiori che foglie ora come ora.Da cosa dipende?Le innaffio ogni 2 giorni.grazie e buona giornata.

    • Sono molto contenta che i tuoi gerani stanno a meraviglia e che hai preso consigli da VerdeBlog su come coltivarli, complimenti.

  7. questo sito è meraviglioso con tutte le sue informazioni sui gerani .
    infatti i miei gerani fioriscono belli e sani grazie a voi
    un bacio e un augurio a tutti!!!!!!!!!!!!!!

  8. sapete che i gerani, quando seccano, si possono tagliare (non la radice)
    e ricrescono sani e belli?
    SE VOLETE CONSIGLI SUI GERANI CHIEDETE PURE A ME,VI SAPRO’ RISPONDERE!
    UN ABBRACCIO DA NOEMI

    • bene allora ti chiedo subito una cosa io ho un amica che ha dei gerani e dice che c’è un baco che gli mangia sempre tutti i fiori. io gli ho detto di cambiare posto, darli dei prodotti anti-bachi e vermi , e tante altre cose , ma niente funziona contro il verme-mangia-fiori-di-geranio.
      cosa mi consigli??????????????
      un bacione e buona giornata

      (aspetto con gloria la risposta che spero mi darai presto)

      • Da come descrivi (un baco che mangia i fiori e le foglie), se non si tratta di afidi (Grigi o verdi), la difesa è trattare le piante colpite (gerani) con insetticidi a base di pireto, o più specifici. E’ probabile che siano larve di farfalle. Sono lunghe 2/3 cm, sono di colore bruno o verde, con il corpo ripiegato a C. Sfruttano il terriccio dei vasi come riparo invernale, in attesa di mutarsi in farfalle a primavera. La difesa: distribuire esche avvelenate specifiche in granuli sulla superficie del substrato all’interno del vaso.

        • interessante…….
          grazie molte avvertirò subito la mia amica perchè lei è disperata non sa più come fare vi ringrazio ancora ;se non ci fosse questo sito come farei se avessi qualche problema……
          A QUESTO NON LO SO’

          un bacione e a presto .

  9. ciao a tutti sono una nuova arrivata,e adoro i geranei, laura ,ti volevo consigliare il geraneo della felicità:)!!!!!!!!!!!!

  10. ciao sono teresa i miei gerani stanno la mattina all’ombra e il pomeriggio al sole fino a che non va via volevo sapere perchè da un paio di settimane fanno pochi fiori uso ogni settimana il concime le foglie sono forti e dure su alcune foglie ci sono macchie come se ci hanno buttato la tempera mentre altre hanno le punte secche.grazie

  11. Ciao a tutti, io ho un problema con i miei gerani.
    Ho dei gerani parigini rossi. Appena presi avevano pochi fiori, poi curandoli, dando da bere e il concime hanno fatto un periodo con dei fiori meravigliosi. Dopo l’ondata di caldo tuti i fiori si sono seccati ed ora mi ritrovo con una pianta priva totalmente di fiori. Non credo sia morta la pianta perchè continua a fare foglie nuove ma di fiori nemmeno uno, oppure se si aprono ddurano pochissimo e poi si seccano. Gli do da bere ogni sera ed il mio balcone è esposto a nord est, quindi prendono tutto il sole del mattino. Cosa posso fare?
    Grazie in anticipo a tutte per la risposta

  12. Abito Genova e su un poggiolo ho appesi al muro tre vasi a mezza sfera. Ho messo dei geranei odorosi che sono bellissimi e hanno una sacco di fiori, anche le foglie sono belle sane, ma praticamente di fiori sono tantissimi e sani ma non sono sbocciati completamente, sembrano tanti boccioli. Ho il dubbio che sia dovuto al fatto che i vasi sono su un poggiolo molto soleggiato, pero’ rimangono sotto le tende da sole, che io quando il sole c’e’, tengo giu’….
    Puo’ essere questo il motivo? e’ un peccato perche’ se i fiori fossero tutti aperti sarebbero meravigliosi. In attesa di un consiglio, Daniela

  13. Ho appena piantato i gerani parigini….erano bellissimi, ma subito sono cominciate a ingiallire le foglie. Da cosa dipende ? Non ho messo nessun fertilizzante ancora.

    • Non tutti i gerani sono piante da pieno sole: ad esempio quelli a foglie colorate in toni chiari sono piante da mezz’ombra. Il terriccio ideale deve possedere due caratteristiche: drenaggio efficiente e struttura soffice. I pelargoni devono essere bagnati con moderazione ma in modo continuo per garantire un’umidità costante. Temono il ristagno più della carenza d’acqua. Le piante si bagnano al piede senza spruzzare le foglie e va utilizzata acqua fresca ma non fredda, meglio non calcarea. I gerani hanno bisogno di essere nutriti e sostenuti con fertilizzanti organici da distribuire 2/3 volte l’anno mescolati a terriccio fresco in sostituzione del primo strato ormai dilavato. Riguardo il fertilizzante puoi aspettare ancora un po’, specialmente se hai usato del terriccio per gerani costituito da una miscela di torba e pregiato umus vegetale. Se le foglie ingialliscono di più distribuire concimi ricchi di azoto in piccole dosi.

Insersci Domanda / Commento

Il tuo indirizzo email non viene pubblicato.


*


Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.