Piante insolite: la calathea crocata

Questa pianta è adatta per chi desidera una pianta insolita, ed è perfetta per chi possiede già tutte quelle più comuni. La calathea crocata si discosta dalle altre per essere in primis una pianta da fiore che, con il colore dell’infiorescenza, ravviva l’ambiente e si fa notare in un gruppo di piante verdi. Aspetto: al centro della rosetta, su un asse fiorale che si alza di una decina di centimetri sopra le foglie bratea gialle o arancioni, che racchiudono i fiori veri e propri. L’infiorescenza ha una durata lunga, il fogliame è di colore verde scuro intenso, con sfumature porpora, specie ai margini, a volte con qualche macchia grigia.

Posizione: questa pianta va collocata in posizione con abbondante luce ma diffusa, non al sole diretto, ad una temperatura costante intorno ai 18 gradi.

Innaffiatura e terreno: va bagnata in abbondanza appena il terriccio asciuga in superficie, e fertilizzata con un prodotto liquido universale. Teme l’accumulo di sali di calcio presenti nell’acqua e l’eccesso di fertilizzanti. Per questa ragione si rinvasa ogni anno.

Consigli estivi: trapiantare in luglio

, se non si è fatto in primavera: l’estate è infatti un buon periodo per farlo. Sfruttare il momento per dividerla:

  1. estrarre la pianta dal contenitore
  2. dividere con le mani la zolla di terra prendendo delle porzioni con il sistema di radici completo e piantare nuovamente ognuna di esse

La calathea makoyana e la calathea zebrina sono delle marantacee e sono pertanto imparentate con la maranta leuconeura ma non devono essere confuse.

30 pensieri riguardo “Piante insolite: la calathea crocata

  1. ho appena acquistato la pianta e si stanno gia seccando i fiori. Devo cambiarle vaso? Darle piu’ acqua? aiuto!

  2. Questa varietà brasiliana è la sola rappresentante del gruppo delle marante ad essere coltivata soprattutto per i suoi fiori, ma possiede delle foglie bellissime. Sul finire della primavera i fiori arancioni e duraturi germogliano. Tutte le marante sono molto richieste, ma spesso sono difficili da coltivare in casa. Comunque, con il giusto livello di umidità, vale la pena di provare. Una buona luce indiretta è perfetta in inverno. Da tarda primavera all’inizio dell’autunno preferisce crescere all’ombra. Usare acqua distillata tiepida, cercando di mantenere il terriccio costantemente umido . Fare attenzione a non innaffiare troppo e ridurre se fa freddo.
    Le piante di calathea crocata prosperano quando la temperatura è alta e costante. Ha bisogno di ventilazione, senza correnti d’aria. Durante la stagione della crescita 15/21 gradi sono ideali, una minima occasionale di 10 gradi è tollerata. Durante la stagione della crescita concimare ogni 15 giorni con un fertilizzante specifico per piante adulte, non molto forte. Raccomando non annaffiare troppo.

  3. buon giorno,
    nella mia ignoranza ho rinvasato la calathea oggi 12/11/2011,in quanto ho notato che le foglie si erano avvizzite e le radici cominciavano ad affiorare nel vasetto di plastica originale.
    le operazioni che vorrei fare:

    -ho usato vasi di coccio oltre i 25 cm
    -allargare le radici con le mani
    -tagliare le sole foglie avvizzite e rovinate da una patina bianca,dando spazio hai nuovi butti.

    Si può provare ora a farlo,o è troppo presto.
    n.b. ho la casa esposta a sud.
    grazie fin da ora.

  4. Mi è stata regalata una calathea crocata da circa 1 mese. Dopo la sfioritura, le foglie si stanno seccando. Premetto che la pianta viene tenuta costantemente umida, ed è in una posizione dove riceve luce ma non sole diretto. Grazie per l’aiuto che mi vorrete dare.

  5. Mi è stata regalata una calathea crocata da circa 1 mese. Dopo la sfioritura, le foglie si stanno seccando. Premetto che la pianta viene tenuta costantemente umida, ed è in una posizione dove riceve luce ma non sole diretto. Grazie per l’aiuto che mi vorrete dare.

  6. salve volevo sapere cosa potrebbe aver causato l’appassimento di un fiore e cosa fare eventualmente x evitare che si ripeta…….. ggrazie

  7. Buongiorno,
    mi hanno regalato lo scorso Maggio una Calathea crocata arancione, era seccata completamente, poi dopo averla tagliata a bordo terriccio dopo qualche tempo sono ricomparsi i primi germogli, adesso la pianta alta circa 20cm è in perfetta forma ed anche le foglie hanno un bel colorito e sono vellutate, unico neo però è che non vedo boccioli e neanche l’ombra di un fiore, cosa devo fare? Grazie

    1. La calathea crocata maranta fiorita è una varietà brasiliana. E’ la sola rappresentante del gruppo di marante ad essere coltivata soprattutto per i suoi fiori. Queste piante sono molto richieste ma spesso sono difficili da coltivare in casa. Le piante prosperano quando la temperatura è alta e costante. La maranta ha bisogno di ventilazione, ma senza correnti d’aria. Se la tua pianta è bella e in perfetta forma ma non fa fiori devi provare a dare del concime. Si somministra un concime liquido diluito, a intervalli di 10/14 giorni, da giugno a settembre. Usare acqua distillata tiepida, fare attenzione a non annaffiare troppo. Una buona luce indiretta è perfetta in inverno, da tarda primavera all’inizio dell’autunno preferisce crescere all’ombra.

  8. mi hanno regalato questa bellissima pianta, purtroppo vedo che nonostante tenga il terreno umido, le foglie stanno seccando, al contrario del fiore che appare ancora perfetto.
    la mia casa è poco luminosa, per cui l’ho messa sul tavolo davanti ad una finestra che apro giusto per arieggiare la casa, quindi alle correnti non ci sta troppo tempo.
    cosa posso fare per evitare che perda le foglie?
    grazie

  9. Rosalba le Calethee perdono tutta la parte aerea in assenza di umidità ambientale… So che è una pianta che ritieni troppo bella per stare in bagno ma, che ne dici di spostarla lì? Le foglie sono tomentose, se vaporizzi diretramente i piccolissimi peli che le ricoprono tratterranno l’acqua fino a macchiarsi e poi marcire (idem con la Calathea Zebrina). In bagno avrebbero la giusta umidità ambientale sotto forma di vapore acqueo le cui particelle sono talmente piccole da essere assorbite egregiamente e presto emetterà nuovi germogli dal terreno e foglie giovani. Ma devi posizionarla dal lato opposto della vasca da bagno o doccia, anche sotto ad una finestra purché con luce indiretta (esposizione nord) oppure se il bagno guarda a est o sud puoi provare distanziandola e filtrando la luce solare con una tenda. Ti direi che cresce bene anche in cucina se non fosse che probabilmente, tra il calorifero d’inverno e gli spifferi d’aria è più difficile posizionarla senza che ne risenta. Usa sempre acqua demineralizzata non profumata (quella per il ferro da stiro) per innaffiarla e se il vaso è piccolo e asciuga troppo in fretta e vedi che le foglie ingialliscono sei ancora in tempo per rinvasarla (giugno è il mese ideale): usa terriccio per piante acidofile mescolato a normale terriccio universale, a un pugno di torba bionda e se puoi un’altro di sabbia silicea (quella che si vende nei garden center o negli ingrossi per malte cementizie). Sul fondo disponi uno strato di argilla espansa. Se perdesse tutta la parte aerea non buttare la terra con le radici perché sono rizomatose e possono rivegetare: le piante rizomatose perdono tutta la parte aerea in occasione di condizioni climatiche sfavorevoli, e se non saranno marciti i rizomi sotterranei, da questi rispunteranno nuovi getti. Con il caldo prova a spostarla fuori in un punto dove non batta il sole forte (ideale esposizione nord), dove non piova e non ci siano correnti, e non dimenticare di innaffiarla e di riportarla in casa per ottobre (poi dipende dal freddo che farà dove vivi).

  10. Dimenticavo, le piante portate in esterno vanno monotorate e gradualmente abituate al sole perché le foglie possono scottarsi. Nel caso delle Calethee il sole è proprio sconsigliato per il loro delicato fogliame vellutato, però se si vuole provare a sperimentare, magari gradualmente potrebbero anche abituarsi a prenderne un po’, magari ombreggiate da piante più alte a chioma folta. Le innaffiature devono essere dosate senza esagerare ma essere regolari per evitare che le piante collassino per le alte temperature. Svuota sempre il sottovaso e attori. L’aria secca rende marroni i margini fogliari, per cui il lato nord che è quello più umido in esterno trovo sia il meno deleterio per loro. Afidi e ragnetto rosso possono essere un problema: controlla periodicamente ogni esemplare. Per prevenire gli afidi evita eccessive concimazioni, il ragnetto rosso si tiene alla larga in un ambiente ad alto tasso di umidità. Ci sono vari metodi per rimuoverli, anche antiparassitari sia chimici.che naturali. Per gli insetti nel terreno spolvera del peperoncino macinato sul terriccio: si terranno a debita distanza. Gli afidi possono essere contrastati con i loro antagonisti naturali comele larve di coccinella che sono innocue per le piante ma si nutrono di parassiti fitofagi per cui se vedi delle coccinelle tra le tue piante, non scacciarle.

  11. buongiorno, anch’io sono in possesso di una bellissima calathea crocata. Mi è stata regalata 15 giorni fa, ma dopo pochi giorni alcuni dei fiori si sono seccati mentre le foglie sono ancora belle. Ho notato inoltre che la terra non assorbe bene l’acqua (ne rimane nel piattino). Cosa posso fare per migliorare i fiori? E’ bene rinvasarla subito in un vaso un po’ più grande? grazie mille se potrete darmi dei consigli

    1. Hai ragione, questa pianta è molto bella ed è l’unica varietà del gruppo ad essere coltivata per i suoi fiori. La pianta prospera quando le temperature sono alte e costanti: 15/21 gradi sono ideali, una minima occasionale di 10 gradi è tollerata, come pure necessita di ventilazione senz correnti d’aria, una buona luce indiretta, richiede molta umidità (bisogna mettere il vaso sopra uno strato di argilla in granuli a ritenzione idrica, in un sottovaso riempito a metà: in questo modo l’umidità circostante aumenterà senza che si corra il rischio di annaffiare molto). Cercare di usare acqua distillata non molto fredda, cercando di mantenere costantemente l’umido. Fare attenzione a non annaffiare troppo e ridurre ulteriormente quando è freddo.
      Riguardo il rinvaso: rinvasare quando è necessario, utilizzare un composto senza calcare. Le piante in crescita attiva si possono rinvasare anche annualmente, in primvera o in autunno. Quando si rinvasa separare gli esemplari più costretti.

  12. ciao sono mariangela ho bisogno di aiuto ho comprato la pianta la calathea e lo travasata e una volta travasata lo messa vicino al balcone pero internamente e o notato che i fiori si sono seccati e le foglie da essere verdi con delle rifiniture porpora sono diventate quasi tutte verdi vorrei sapere e normale?see qualcuno puo aiutarmi

  13. buon giorno,
    nella mia ignoranza ho rinvasato la calathea oggi 12/11/2011,in quanto ho notato che le foglie si erano avvizzite e le radici cominciavano ad affiorare nel vasetto di plastica originale.
    le operazioni che vorrei fare:

    -ho usato vasi di coccio oltre i 25 cm
    -allargare le radici con le mani
    -tagliare le sole foglie avvizzite e rovinate da una patina bianca,dando spazio hai nuovi butti.

    Si può provare ora a farlo,o è troppo presto.
    n.b. ho la casa esposta a sud.
    grazie fin da ora.

  14. Questa varietà brasiliana è la sola rappresentante del gruppo delle marante ad essere coltivata soprattutto per i suoi fiori, ma possiede delle foglie bellissime. Sul finire della primavera i fiori arancioni e duraturi germogliano. Tutte le marante sono molto richieste, ma spesso sono difficili da coltivare in casa. Comunque, con il giusto livello di umidità, vale la pena di provare. Una buona luce indiretta è perfetta in inverno. Da tarda primavera all’inizio dell’autunno preferisce crescere all’ombra. Usare acqua distillata tiepida, cercando di mantenere il terriccio costantemente umido . Fare attenzione a non innaffiare troppo e ridurre se fa freddo.
    Le piante di calathea crocata prosperano quando la temperatura è alta e costante. Ha bisogno di ventilazione, senza correnti d’aria. Durante la stagione della crescita 15/21 gradi sono ideali, una minima occasionale di 10 gradi è tollerata. Durante la stagione della crescita concimare ogni 15 giorni con un fertilizzante specifico per piante adulte, non molto forte. Raccomando non annaffiare troppo.

  15. Buongiorno,
    mi hanno regalato lo scorso Maggio una Calathea crocata arancione, era seccata completamente, poi dopo averla tagliata a bordo terriccio dopo qualche tempo sono ricomparsi i primi germogli, adesso la pianta alta circa 20cm è in perfetta forma ed anche le foglie hanno un bel colorito e sono vellutate, unico neo però è che non vedo boccioli e neanche l’ombra di un fiore, cosa devo fare? Grazie

    1. La calathea crocata maranta fiorita è una varietà brasiliana. E’ la sola rappresentante del gruppo di marante ad essere coltivata soprattutto per i suoi fiori. Queste piante sono molto richieste ma spesso sono difficili da coltivare in casa. Le piante prosperano quando la temperatura è alta e costante. La maranta ha bisogno di ventilazione, ma senza correnti d’aria. Se la tua pianta è bella e in perfetta forma ma non fa fiori devi provare a dare del concime. Si somministra un concime liquido diluito, a intervalli di 10/14 giorni, da giugno a settembre. Usare acqua distillata tiepida, fare attenzione a non annaffiare troppo. Una buona luce indiretta è perfetta in inverno, da tarda primavera all’inizio dell’autunno preferisce crescere all’ombra.

  16. mi hanno regalato questa bellissima pianta, purtroppo vedo che nonostante tenga il terreno umido, le foglie stanno seccando, al contrario del fiore che appare ancora perfetto.
    la mia casa è poco luminosa, per cui l’ho messa sul tavolo davanti ad una finestra che apro giusto per arieggiare la casa, quindi alle correnti non ci sta troppo tempo.
    cosa posso fare per evitare che perda le foglie?
    grazie

  17. ho appena acquistato la pianta e si stanno gia seccando i fiori. Devo cambiarle vaso? Darle piu’ acqua? aiuto!

  18. salve volevo sapere cosa potrebbe aver causato l’appassimento di un fiore e cosa fare eventualmente x evitare che si ripeta…….. ggrazie

  19. Rosalba le Calethee perdono tutta la parte aerea in assenza di umidità ambientale… So che è una pianta che ritieni troppo bella per stare in bagno ma, che ne dici di spostarla lì? Le foglie sono tomentose, se vaporizzi diretramente i piccolissimi peli che le ricoprono tratterranno l’acqua fino a macchiarsi e poi marcire (idem con la Calathea Zebrina). In bagno avrebbero la giusta umidità ambientale sotto forma di vapore acqueo le cui particelle sono talmente piccole da essere assorbite egregiamente e presto emetterà nuovi germogli dal terreno e foglie giovani. Ma devi posizionarla dal lato opposto della vasca da bagno o doccia, anche sotto ad una finestra purché con luce indiretta (esposizione nord) oppure se il bagno guarda a est o sud puoi provare distanziandola e filtrando la luce solare con una tenda. Ti direi che cresce bene anche in cucina se non fosse che probabilmente, tra il calorifero d’inverno e gli spifferi d’aria è più difficile posizionarla senza che ne risenta. Usa sempre acqua demineralizzata non profumata (quella per il ferro da stiro) per innaffiarla e se il vaso è piccolo e asciuga troppo in fretta e vedi che le foglie ingialliscono sei ancora in tempo per rinvasarla (giugno è il mese ideale): usa terriccio per piante acidofile mescolato a normale terriccio universale, a un pugno di torba bionda e se puoi un’altro di sabbia silicea (quella che si vende nei garden center o negli ingrossi per malte cementizie). Sul fondo disponi uno strato di argilla espansa. Se perdesse tutta la parte aerea non buttare la terra con le radici perché sono rizomatose e possono rivegetare: le piante rizomatose perdono tutta la parte aerea in occasione di condizioni climatiche sfavorevoli, e se non saranno marciti i rizomi sotterranei, da questi rispunteranno nuovi getti. Con il caldo prova a spostarla fuori in un punto dove non batta il sole forte (ideale esposizione nord), dove non piova e non ci siano correnti, e non dimenticare di innaffiarla e di riportarla in casa per ottobre (poi dipende dal freddo che farà dove vivi).

  20. ciao sono mariangela ho bisogno di aiuto ho comprato la pianta la calathea e lo travasata e una volta travasata lo messa vicino al balcone pero internamente e o notato che i fiori si sono seccati e le foglie da essere verdi con delle rifiniture porpora sono diventate quasi tutte verdi vorrei sapere e normale?see qualcuno puo aiutarmi

  21. Dimenticavo, le piante portate in esterno vanno monotorate e gradualmente abituate al sole perché le foglie possono scottarsi. Nel caso delle Calethee il sole è proprio sconsigliato per il loro delicato fogliame vellutato, però se si vuole provare a sperimentare, magari gradualmente potrebbero anche abituarsi a prenderne un po’, magari ombreggiate da piante più alte a chioma folta. Le innaffiature devono essere dosate senza esagerare ma essere regolari per evitare che le piante collassino per le alte temperature. Svuota sempre il sottovaso e attori. L’aria secca rende marroni i margini fogliari, per cui il lato nord che è quello più umido in esterno trovo sia il meno deleterio per loro. Afidi e ragnetto rosso possono essere un problema: controlla periodicamente ogni esemplare. Per prevenire gli afidi evita eccessive concimazioni, il ragnetto rosso si tiene alla larga in un ambiente ad alto tasso di umidità. Ci sono vari metodi per rimuoverli, anche antiparassitari sia chimici.che naturali. Per gli insetti nel terreno spolvera del peperoncino macinato sul terriccio: si terranno a debita distanza. Gli afidi possono essere contrastati con i loro antagonisti naturali comele larve di coccinella che sono innocue per le piante ma si nutrono di parassiti fitofagi per cui se vedi delle coccinelle tra le tue piante, non scacciarle.

  22. buongiorno, anch’io sono in possesso di una bellissima calathea crocata. Mi è stata regalata 15 giorni fa, ma dopo pochi giorni alcuni dei fiori si sono seccati mentre le foglie sono ancora belle. Ho notato inoltre che la terra non assorbe bene l’acqua (ne rimane nel piattino). Cosa posso fare per migliorare i fiori? E’ bene rinvasarla subito in un vaso un po’ più grande? grazie mille se potrete darmi dei consigli

    1. Hai ragione, questa pianta è molto bella ed è l’unica varietà del gruppo ad essere coltivata per i suoi fiori. La pianta prospera quando le temperature sono alte e costanti: 15/21 gradi sono ideali, una minima occasionale di 10 gradi è tollerata, come pure necessita di ventilazione senz correnti d’aria, una buona luce indiretta, richiede molta umidità (bisogna mettere il vaso sopra uno strato di argilla in granuli a ritenzione idrica, in un sottovaso riempito a metà: in questo modo l’umidità circostante aumenterà senza che si corra il rischio di annaffiare molto). Cercare di usare acqua distillata non molto fredda, cercando di mantenere costantemente l’umido. Fare attenzione a non annaffiare troppo e ridurre ulteriormente quando è freddo.
      Riguardo il rinvaso: rinvasare quando è necessario, utilizzare un composto senza calcare. Le piante in crescita attiva si possono rinvasare anche annualmente, in primvera o in autunno. Quando si rinvasa separare gli esemplari più costretti.

Lascia un commento

I tuoi dati vengono trattati nel rispetto della privacy: inviando un commento dichiari di avere piu' di 16 anni e di accettare la privacy policy vigente

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure ricevi avviso anche senza commentare.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.