Il ruscus

I generi ruscus appartengono a 4 specie di piante sempreverdi, sufruticose, rizomatose, alte fino a 80 centimetri (tranne la rufus hypophyllum). In generale sono molto resistenti. Queste piante vengono coltivate in piena terra come arbusti da giardino: si utilizzano spesso le fronde recise per composizioni di fiori freschi. Si mettono a dimora a fine inverno/inizio primavera (marzo/aprile) per quanto riguarda il terreno non hanno particolari esigenze. Non amano quelli eccessivamente umidi.

Un ruscus con le baccheConcimare all’impianto con sostanza organica ben matura (50/70 mlg). In primavera, ogni 20/30 giorni, aggiungere all’acqua di irrigazione 10 grammi di concime complesso per decalitro. Possono crescere tanto in pieno sole come all’ombra. Anche nel sottobosco dove poche piante potrebbero crescere. Sono piante resistenti e la coltivazione è facile, poichè preferiscono i terreni tendenzialmente secchi. Le innaffiature devono essere piuttosto limitate. Solo le piante giovani devono essere annaffiate con regolarità. Per ottenere le bacche sulle piante femminili è necessario acquistare piante di entrambi i sessi. Sono da preferire le varietà a foglia piccola, perchè in genere sono più decorative. La fioritura: a fine inverno/ inizio primavera.

2 pensieri riguardo “Il ruscus

  1. Questa pianta in sovraimpressione non e’quella richiesta;ciò che vi chiedevo era il ruscus cioè pianta sempreverde (bordura)quale fosse il periodo per trapiantarla!

  2. Questa pianta in sovraimpressione non e’quella richiesta;ciò che vi chiedevo era il ruscus cioè pianta sempreverde (bordura)quale fosse il periodo per trapiantarla!

Lascia un commento

I tuoi dati vengono trattati nel rispetto della privacy: inviando un commento dichiari di avere piu' di 16 anni e di accettare la privacy policy vigente

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure ricevi avviso anche senza commentare.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.