Ampelopsis – vite americana o canadese

Presentazione: l’ampelopsis è spesso conosciuta come vite americana o canadese. E’ una pianta arrampicante, le cui foglie verdi sono a forma di manina e si attaccano facilmente ai muri. Gli steli sono legnosi, e producono i viticci con cui la pianta si attacca alle pareti. Non fa molti fiori, e sembrano dei piccoli grappoli d’uva. La pianta può quindi crescere come cespuglio oppure come rampicante se messa vicino ad un muro o ad un supporto.

Consigli: La vite canadese preferisce le posizioni soleggiate. Se pianatata in terra ha bisogno di poca acqua. In vaso necessita di più acqua. Terreno: non necessita di particolari tipi di substrato. Malattie: fare attenzione al mal bianco (afidi, gli animalini bianchi)

La vite vergine è facile da coltivare se viene mantenuta al fresco . E’ una delle piante da interni più facile da curare e di facile riproduzione. Le sue foglie sono di piccole dimensioni. Si tratta di una pianta rampicante o ricadente di grande bellezza, con steli grossi e foglie screziate di verde, bianco o rosa dalle quali si separa in autunno, se collocata in un luogo buio o se le temperature sono molto basse. In estate va messa in un luogo fresco e non esposto al sole diretto (le foglie brucerebbero). In inverno, esige un ambiente tra i 3 e i 10 gradi.

Annaffiare  con moderazione, in quantità abbondanti in estate e minori in inverno. Dopo la caduta delle foglie, mantenerla quasi secca. Umidità: medio bassa, tollera abbastanza bene l’atmosfera secca di un salone, e un’esposizione in penombra o in un luogo luminoso, ma non in pieno sole. Terreno calcareo, concimare ogni 15 giorni da marzo ad agosto.

Rinvasare la pianta ogni primavera, potare a fondo.

Avversità e malattie: acari e tripodi, se durante il periodo di riposo ha patito temperature troppo elevate. La moltiplicazione si fa in estate per talee terminali intermedie

156 pensieri riguardo “Ampelopsis – vite americana o canadese

  1. Ciao! Ho letto con interesse il tuo blog e avrei una domanda da farti in merito al mio rampicante (Vite Canadese).
    L’ho piantato in vaso sul terrazzo l’anno scorso (il vaso è molto capiente 1 mt di diametro per oltre 1 mt di altezza).
    La scorsa estate è crescito a dismisura…sembrava dovermi coprire il pergolato in una sola stagione, ma ha fatto solo un paio di grappoli di bacche.
    Quest’anno ha iniziato a germogliare circa 1 mese fa… e si è subito riempito di grappoli di bacche che sono fiorite proprio in questi giorni.
    La differenza però è la velocità  di crescita…sembra immobile non avanza di un millimetro rispetto alla crescita dell’anno scorso dove era visibile nell’arco della giornata il suo avanzamento.
    Inoltre le cime dei vari rametti che si erano creati l’anno scorso hanno delle gemme un po’ sofferenti…come se non gli arrivasse il nutrimento.
    L’acqua non manca, il concime pure e tutti gli accorgimenti più banali gli ho già  adottati.
    Mi chiedevo se questo rallentamento di crescita fosse riconducibile al fatto che quest’anno a differenza dell’anno scorso è completmaente pieno di grappoli di bacche e che magari dopo la sua fioritura riprende forza e incomincia a cresce.
    Grazie mille per un suo punto di vista.

    1. ho la vite canadese nel cortile alta lho messa per il fresco e va benissimo solo che dopo anni ho notato che radici sono andati a finire nel magazzino di fronte circa 5 m. e mi ha causato o’otturamento del vaso del bagno

  2. ciao Marco,
    il vaso va benissimo. Che fertilizzante usi? Perchè probabilmente non ha bisogno di azoto in quanto le foglie sono già  tante. Per la crescita della pianta ha bisogno anche di potassio. Ma un’eccessiva somministrazione di fertilizzante fa crescere più bacche, ma al tempo stesso fa soffrire la pianta. E’ meglio non eccedere con i fertilizzanti. L’hai per caso concimata quando era asciutta? E’ molto importante non concimare la pianta quando malata o quando asciutta.
    E’ probabile che una volta passata la fioritura delle bacche la pianta torni a crescere. Ricordati di cimare quotidianamente i fiori appassiti. A ottobre dare una bella potatura per rinforzare per l’anno successivo.
    Io non faccia quasi nulla alla mia vite canadese e cresce bene 🙂

  3. Da due anni ho una vite vergine (Ampelopsis) sul terrazzo, in posizione soleggiata. Appena acquistata e messa in vaso, la pianta si è subito sviluppata e in due anni è cresciuta molto. Alla fine di questa estate, però, ho cominciato a notare che le foglie più basse seccavano e cadevano. In particolare, le foglie iniziano a ricoprirsi di macchie marroncine tendenti al rossiccio, poi seccano e cadono. Ormai i rami sono “palati” per circa un metro e mezzo d’altezza. Penso che se la pianta avesse patito il caldo e fosse morta sarebbero seccate prima le foglie più lontane, non quelle più prossime alle radici.
    In ogni caso ho provveduto a cambiare vaso, mettendone uno molto più grande, e ad effettuare un trattamento con un antifungino sistemico. Qualcuno mi saprebbe dire di che malattia può trattarsi?
    Grazie in anticipo per l’aiuto.
    Michele Vacchiano – Torino

  4. Ciao, è probabile che tu abbia dato troppa acqua. La quantità si da anche in base all’ampiezza del vaso. Prova a considerare di dare un po’ meno acqua, e una potatura verso novembre

  5. Buongiorno, sono alla ricerca disperata di un consiglio sulla vite americana.
    Ne ho da poco rinvasata una in un vaso che ritenevo più adatto allo sviluppo che volevo che prendesse (cilindrico, alto un metro e di diametro 40 cm).
    La pianta, come mi aspettavo, è decollata rapidamente raggiungendo in meno di 10 giorni un metro e mezzo di altezza.
    Poi, all’improvviso, ho iniziato a notare che le ventosette dei rami più robusti si iniziavano ad avvolgere su loro stesse, provocando il progressivo distacco dalla parete delle parti più alte dei rami. Ho provato anche ad aiutare i rami con del nastro carta ma senza successo.
    La pianta è in ombra fino alle 2 del pomeriggio e il fenomeno è iniziato in corrispondenza dell’ondata di caldo dei giorni scorsi.
    Cosa può essere?
    Grazie infinite comunque in anticipo,

    Michele De Sio

  6. Per la cura bisogna tener conto di quale tipo di vite è. La vite del canadà ha coltivazione facile con esposizione a mezz’ombra ma anche a pieno sole, e la temperatura secondo le specie. Con nome di “vite del canada” si indicano dei rampicanti appartenenti ai generi ampelopsis: il parthenocissus che si distinguono tra di loro per alcuni dettagli, come le foglie e la mancanza o presenza di viticci, con uncini e ventose che permettono alle piante di aderire ai sostegni. In genere è resistente. Poi c’è la henryana, che richiede una posizione protetta di inverno: questa si mette a dimora a novembre/marzo, preferisce terreni per le piante in vaso, fertili, tendenzialmente umidi, la concimazione di base all’impianto. Per le giovani piante e quelle in vaso ogni 15/20 giorni bisogna aggiungere un concime complesso di 10/20 grammi. Nella fase giovanile cimare i rami per favorire una migliore ramificazione. Per le piante adulte limitarsi a diradare i rami troppo folti durante l’estate. Questa pianta richiede una buona disponibilità di acqua ma senza ristagni per le piante giovani dopo la messa a dimora. Per le piante in vaso intervenire di frequente in primavera ed estate. La rinvasatura si effettua in primavera ogni 2 anni ma si preferisce sostituire il terreno superficiale. Se tutto questo è stato fatto la pianta si riprenderà: per le foglie accartocciate o macchiate è necessario eliminare le parti colpite.

  7. Salve, avrei bisogno di un consiglio.
    L’anno scorso ho comprato e messo in vaso una vite canadese. E’ cresciuta senza problemi ma per tutta l’estate le parte sottostante delle foglie è stata piena di sferette bianche. Con l’inverno ha perso tutte le foglie e ora da un paio di settimane sta gettando nuovamente. Con le prime foglie sono ricomparse le sferette bianche! Cosa sono? Non mi sembra siano descritte nelle malattie di questa pianta. Sono “pericolose” ? Come posso levarle (a parte a mano…)?
    La ringrazio.

  8. Ho piantato settimana scorsa la vite canadese e anche io, ho notato come Luca, che sulle foglie ci sono dei pallini bianchi.
    cosa devo fare?
    vanno tolti(sono larve ) o sono secrezioni della pianta.
    Per accelerare la crescita che fertilizzante devo dare?

    1. @Matteo, hai piantato la vite canadese, e come Luca hai riscontrato sulle foglie dei pallini bianchi: non preoccuparti, sono semplicemente fiorellini che poi diventano bacche. Stesso discorso di Luca. Per accellerare la crescita: si effettua la concimazione di base all’impianto con 50/70 gr/mq di sostanza organica ben matura. Per le giovani piante e per quelle in vaso nel periodo vegetativo ogni 15-20 giorni aggiungere all’acqua di irrigazione un concime complesso nella dose di 10/20 grammi per decalitro.

  9. Salve, ho aquistato lo scorso anno 2 viti americane dal vivaio già alte piu o meno 1 metro , le ho piantate in due differenti vasi adiacenti e le due piante già dal primo giorno crescevano a dismisura invadendo piacevolmente il muro ed il soffitto del mio balcone. io mi limitavo solo ad annaffiarle ed a aiutare i rametti ad appiccicarsi dandogli la direzione che preferivo. poi è arrivato l’inverno ed ovviamente tutte le foglie son cadute lasciando i rami spogli. adesso le due piante hanno messo di nuovo tutte le foglie tranne che su qualche ramo, forse morto, ma la cosa strana (per me) che non dà segno di crescere, di allungarsi, non vedo sulle punte dei rametti come l’anno scorso quella sorta di vitalità , di nascita. Preciso che non ho fatto niente tranne che annaffiare le piante. Sono ignorante in materia , però molto affascinato . Mi date qualche consiglio per favore? Che posso fare? Forse devo inserire del fertilizzante? E nel caso quale? Vi prego aiutatemi a tenere viva in me la voglia del verde e non quella di rinunciarci definitivamente. Grazie anticipatamente. Genny (Napoli)

    1. @Genny
      Le tue piante di vite americana (o canadese) hanno sofferto un po’. Mi dici che ti limitavi solo ad innaffiare, ma un po’ di concime bisogna darlo ogni tanto. Per le piante giovani e per quelle in vaso, nel periodo vegetativo ogni 15-20 giorni aggiungere all’acqua di innaffiatura un concime complesso nella dose di 10/20 grammi per decalitro (puoi usare anche fertilizzante per piante verdi).
      Questa pianta richiede anche una buona disponibilità di acqua, ma senza ristagni. Preferisce anche l’ombra parziale, ma si può anche coltivare su un muro esposto al sole.
      Prova a sostituire il terriccio superficiale e pota le cime, rinforzerai la pianta.

  10. @Luca
    La tua vite canadese non ha niente. L’inverno perde le foglie, e ora tutto procede bene con i getti nuovi. Riguardo le sferette bianche, sono i fiori molto piccoli, riuniti solitamente in infiorescenze (cime) ramificate, e sbocciano da maggio a luglio. Al genere di vite del Canadà appartengono più di 25 specie di piante:
    la ampelopsis brevipedunculata, a lobi ampi, verde scuro.
    la ampelopsis homuli/olia, con foglie arrotondate e frutti giallo-chiaro e poi blu chiaro
    la ampelopsis veitchii, ben ramificata, alta fino a 15 metri, i cui frutti sono piccole bacche blu.

  11. Come si moltiplica la vite americana? Ne ho due in vaso belle ramificate, ma vorrei provare a farle moltiplicare.

  12. Ciao, ho una vite americana piantata a terra accanto ad un muretto esterno che delimita un piccolo piazzale (territorio dei miei tre cani!). Sul muretto, a parte l’inferriata, ho fatto mettere una rete ed ho sperato che la vite si arrampicasse sulla rete..ho provato a “guidarla” ma nulla da fare: evita la rete e continua a crescere sul muretto strisciando pian piano a terra, sul piazzale dove i cani, ovviamente, la distruggono. Vorrei sapere come fare (quale supporto, eventulmente, appoggiare verticalmente sul muretto (magari legandolo alla rete) per riuscire a farla salire in verticale. Ho pensato che la vite potesse arrampicarsi verticalmente solo sui muri ma mi sembra di capire che possono essere utilizzati anche dei supporti..solo che non li conosco e non riesco a trovare quali usare in questi casi. Superfici tipo legno o, mi viene di pensare, fogli di sughero o qualcosa d’altro ancora che abbia una superficie “rugosa”? Vorre i un consiglio perché tengo molto a questa pianta ..Grazie

  13. Ciao, ho una vite americana piantata a terra accanto ad un muretto esterno che delimita un piccolo piazzale (territorio dei miei tre cani!). Sul muretto, a parte l’inferriata, ho fatto mettere una rete ed ho sperato che la vite si arrampicasse sulla rete..ho provato a “guidarla” ma nulla da fare: evita la rete e continua a crescere sul muretto strisciando pian piano a terra, sul piazzale dove i cani, ovviamente, la distruggono. Vorrei sapere come fare (quale supporto, eventulmente, appoggiare verticalmente sul muretto (magari legandolo alla rete) per riuscire a farla salire in verticale. Ho pensato che la vite potesse arrampicarsi verticalmente solo sui muri ma mi sembra di capire che possono essere utilizzati anche dei supporti..solo che non li conosco e non riesco a trovare quali usare in questi casi. Superfici tipo legno o, mi viene di pensare, fogli di sughero o qualcosa d’altro ancora che abbia una superficie “rugosa”? Vorre i un consiglio perché tengo molto a questa pianta ..Grazie

  14. Salve…
    vorrei sapere se esiste una differenza tra vite canadese o americana…
    ho comprato due piantine pagate 20 euro…la signora del negozio mi ha detto che sono vite americane…ma nn ne sn sicuro…
    La cosa che mi interessa di piu è se entrambe le piante(canadese e americana) portano il colore Rosso…E vorrei sapere anche quando ci mette per crescere…visto che oggi l ho piantata quanto posso vedere il mio muretto ricoperto di verde???
    aspetto vostre notizie…E COmplimentoni per il blog…

  15. Buongiorno, scrivo perchè ho comprato questa primavera una vite americana che ho piantato in vaso sul mio terrazzo. la pianta è stata collocata a ridosso del muro ma a tuu’oggi non si arrampica autonomamente .
    Vorrei sapere quanto tempo deve passare affichè la pianta riesca ad attaccarsi da sola al muro .

    Grazie .

  16. Vitis (vite canadese o americana). Sono circa 70 specie di arbusti rampicanti sempre verdi o decidue. La maggior parte delle specie si differenziano da quelle del genere affine “parthenocissus trieuspidata”, la vera vite silvestre, molto vigorosa con foglie ovate che diventano rosse o porpora in inverno.
    Tollera le basse temperature, la collozione da soleggiata a semiombrosa, è resistente.
    Potatura annuale affinche continui a crescere. Il suo punto debole sono i ristagni di acqua. Inoltre i viticci sono privi di ventose terminali

  17. @Cecilia,
    grate per aiutarle a rampicare ce ne sono in legno, molto resistenti. Scegliere quelle trattate ad olio, che impedisce al legno di seccarsi. Ve ne sono differenti misura una volta aperte da 30×180 e da 120×180. Il prezzo varia secondo le dimensioni. In plastica sono resistenti alle intemperie. Vengono fornite con ganci per un’agevole fissaggio a parete. Sono facilmente reperibili in bianco o in verde. Misure: 45×180 e 100×200 cm. Il prezzo varia. In metallo ricoperte di plastica sono molto pratiche in quanto totalmente inossidabili. Di solito vengono fornite complete di kit di fissaggio. I modelli rettangolari misurano in genere dai 45 ai 75 cm di larghezza.

  18. Non è assolutamente vero che le “sferette bianche” di cui parlavano altri sono fiori.
    Si tratta di sferette di meno di 1mm, appiccicate sui rametti giovani e sulla pagina inferiore delle foglie giovani, ovunque, in gran numero. La mia pianta è piena, su tutti i rami nuovi dell’anno.
    Una foto qui: http://www.postimage.org/image.php?v=Pq1h8P3i
    Vorrei capire di cosa diamine si tratta, ho cercato a lungo e non ho ancora trovato nulla. Ed è vero che non so se siano nocive; ma fatto sta che una buona metà dei rametti giovani interessati da questo fenomeno nel giro di tre settimane smettono di crescere e seccano.
    Forse sono normali e li produce la pianta? Ma allora perchè alcuni rami giovani seccano così facilmente? La mia pianta è per il resto in perfetta salute e riceve tutta l’acqua che le serve (irrigazione automatica ogni giorno).
    Grazie in anticipo per l’aiuto.

  19. Secondo me, azzardando, visto che sembrano essudati di linfa e rifacendomi al mio albicocco potrebbe essere peronospora. Un cancro che fa seccare di colpo i rami.

  20. Non sono ne fiori ne bacche ne essudati di linfa!! Sono larve di cocciniglia che io ho eliminato semplicemente con un getto di acqua non troppo forte sul lato inferiore delle foglie e sui rami coinvolti. Sucessivamente ho trattato la pianta con uno spray anti cocciniglia….non sono più tornati per quest’anno!!…vediremo per il prossimo….

  21. Larve di cocciniglia sferiche e trasparenti? Bah… al limite potrebbero essere ammassi di uova, ma ne dubito dato che gli adulti non li ho mai visti… propendo piuttosto per l’ipotesi di riccardo. Grazie comunque a entrambi per l’aiuto.

  22. Vorrei piantare in vaso una vite canadese della specie che si arrampica al muro con le ventose. Qual è la stagione idonea per la messa a dimora?

  23. CIAO. AVREI UNA DOMANDA A PROPOSITO DELLA VITE CANADESE.
    NE HO PIANTATA UNA DA POCO, IN UN VASO CAPIENTE, VICINO AD UN MURO. POCHI GIORNI DOPO AVERLA PIANTATA LE FOGLIE, GIA’ IN PARTENZA NON MOLTO VIGOROSE, SI SONO SECCATE. COSA PUO’ ESSERE SUCCESSO? GRAZIE

  24. PER VALENTINA…..CREDO CHE QUESTO NON SIA PROPRIO IL PERIODO MIGLIORE PER PIANTARE LA VITE CANADESE. CON L’ARRIVO DELL’AUTUNNO LE FOGLIE COMINCIANO A DIVENTARE BRUNE E PIAN PINO SECCANO FINO A CADERE TOTALMENTE IN INVERNO.
    INOLTRE E’ POSSIBILE CHE CON LE PIOGGE ABBONDANTI DI QUESTI GIORNI ABBIA RICEVUTO TROPPA ACQUA, IL CHE HA CAUSATO IL SECCARE DELLE FOGLIE. STA TRANQUILLA COMUNQUE, PERCHE’ IN PRIMAVERA TORNERA’ NUOVAMENTE A CRESCERE CON VIGORE E VELOCITA’ SORPRENDENTE VEDRAI!! CIAO!

  25. ho piantato la vite in primavera ha subito fatto delle bellissime foglie verdi tutta l’estate poi si è fermata sono diventate rosse ma non capisco se sta soffrendo o se manca il nutrimento ,i rami sono come bacchettini secchi o almeno io li vrdo così, e non sò come potarla per la prossima primavera . Ho messo dello stallatico come concime è giusto? qualcuno mi può aiutatare acapire se sta morendo o se è normale vederla cosi in questa stagione

  26. Vorrei chiedere se le bacche della vite americana sono commestibili e se, facendo un esperimento, sarebbe possibile fare un trattamento per il vino come l’uva normale.

  27. @patty
    Se ho ben capito la tua vite americana è la “ampelopsis veitikii” oppure la “parthemocissus quinquefoglia”. Durante il periodo estivo è di colore verde. Il fogliame autunnale è rosso cremisi, quindi è normale, non sta soffrendo. I bacchettini che vedi adesso sono spogli dalle foglie ormai. Riguardo il concime: sì, è giusto, la concimazione di base all’impianto di sostanza ben matura per le giovani piante e per quelle in vaso. Nel periodo vegetativo ogni 15/20 giorni aggiungere all’acqua di irrigazione un concime complesso nelle dosi di 10/20 grammi per decalitro. Usare il terriccio per piante in vaso ben drenato. Nella fase giovanile cimare i rami.
    Per le piante adulte limitarsi a diradare i rami troppo folti durante l’estate.

  28. controllate periodicamente la terra della vite canadese, se la vedete sofferente: vi potrebbero essere delle larve bianche piuttosto grandi ( e schifosette… tipo code di scampi, che sono larve di coleottero: mangiano le radici e bisogna cambiare tutta la terra.

  29. salve,
    ho piantato questa estate 6 viti americane in terrazza. Tre sono dalla parte della strada e sono di un tipo che potrei definire con una foglia composta da tre foglie distinte. Le altre tre dalla parte del muro sono a foglia unica con una punta centrale. Le prime tre ormai già da un mese hanno maturato le bacche e arrossito le foglie ed ora sono completamente spoglie. Le altre tre invece hanno ancora le bacche che sono gialle e stanno seccando e perdendo le foglie senza che siano minimamente diventate verdi. Tutte sono in vasi rotondi di 45cm di diametro. è tutto normale o sto sbagliando qualcosa?
    grazie

  30. scusate. riguarde alle seconde tre piante rettifico “senza che siano diventate minimamente rosse” e non verdi.
    ah tutte le piate salgono su un pergolato

  31. Le prime a foglia tricuspide (foglia composta da tre foglie distinte) non sono viti Americane bensì viti Canadesi. Il fatto che si siano comportate differentemente dal punto di vista della perdita delle foglie, potrebbe dipendere dall’esposizione, ma ciò non compromotte il benessere della pianta. In primavera riprenderanno entrambe a germogliare nuove foglie !

  32. Buongiorno, vi chiedo una illuminazione! Nel mio condominio c’è una vite americana a copertura di uan vecchia struttura in ferro. Purtroppo credo sia “malata” in quanto con l’arrivo della bella stagione inizia a produrre una sostanza resinosa che distrugge le automobili… cosa si deve fare? Per sollecitarei condomini i quali sembrano non interressarsi al problema. Per me è molto importante. Moltissimo. Confido nel vostro aiuto. Grazie mille

  33. Buongiorno. avrei bisogno di un vostro parere. Ho appena piantato alcune piantine di vite ameicana vicino al muro di rencinzione del mio giardino. Giardino piastrellato. quindi ho messo le piantine (due piantine per vaso) in vasi rettangolari che hanno queste dimensioni: 80 (lunghezza) x 39 (larghezza) x 34 (profondità).
    So che la vite americana non ama i vasi. posso comunque sperare che riesca a crescere almeno quest’anno, per poi rinvasarla in vasi più randi il prossimo anno? o Mi suggerite di cambiare vasi, con altri magari più profondi fin da subito?
    Grazie

  34. Salve! da circa un anno, abito a Palermo, ho delle bellissime piante di RINGOSPERUM, bignonia bianca e arancione e viburnum, tutte in vasi. Dopo aver scoperto il viburnum attaccato dalla cocciniglia, il vivaista mi ha suggerito di spruzzare in un giorno senza vento e pioggia, lo spray anticocciniglia, su tutte le piante, anche sul povero gelsomino, ad eccezione dei ciclamini che ho in alcune fioriere. Tutto sembrava normale, il viburnum cresceva con nuove fogle verdi, quando da un giorno all’altro tutte le piante sono andate in sofferenza: bignonia bianca secca, arangione, perde le fogle, gelsomino secco, viburnum, come se non gli dessi l’acqua… che devo fare? Stanno morendo tutte le piante? Grazie

  35. buongiorno le rifaccio la stessa domanda xkè nn ho avuto risp. volevo sapere cortesemente xkè le mie camelie sbocciano e poi seccano è da premettere che sono esposte al sole forse il motivo è questo? cordiali saluti.

  36. Salve, vorrei rispondere a Francesco per quanto riguarda la vite americana.
    Io ho piantato due piantine alte circa un metro in un vaso 50×50 in primavera, a fine estate erano già il doppio!! L’anno successivo Hanno invaso tutta la facciata alta 3 metri e larga 6!!…. il tutto con un vasetto 50×50…trai tu le conclusioni… 😉 Ciao!

  37. @simone
    Purtroppo nelle piante rampicanti i trattamenti sono molto difficili. Quando si rilevano macchie fogliari, provocadi da diversi funghi od oidio, è necessario eliminare le parti della pianta colpite. Estremamente difficile è anche il controllo degli insetti come le cocciniglie (che succhiano la linfa della pianta e sulla loro melata si sviluppano le fumaggini, e anche i coleotteri che rodono le foglie. Sono malattie e parassiti di questa pianta. Combattere con appositi insetticidi. Se i condomini non ne vogliono sapere, o fai da solo oppure puoi rivolgerti ad un addetto comunale o all’amministratore se ne avete uno.

  38. Salve, girando e rigirando per il web alla ricerca di chiarimenti ho solo accumulato confusione.Ma forse questo è il posto giusto. devo coprire un muro ( 18m x 3m) a settembre ho comprato una vite canadese (almeno credo) ma ho scoperto che in inverno si spoglia.la mia domanda è: che rampicanti sempreverdi posso mettere? è sconsigliabile mettere rampicanti diversi? il numero delle piantine dipende solo dal tempo che vogliamo impiegare per ricoprire il muro?
    spero mi possiate aiutare.
    grazie mille
    andrea 
    p.s.: sul mio blog alcune immagini del muro e della mia vite :)http://ilmiogarden.blogspot.com/

  39. @francesco
    La ampelopsis, soprattutto nella varietà elegans, è coltivata come pianta in vaso e si mette a dimora tra novembre e marzo. Preferisce terreni per piante in vaso, con terriccio fertile, tendenzialmente umido ma nel contempo ben drenato. Per le piante giovani e per quelle in vaso, nel periodo vegetativo aggiungere ogni 15-20 giorni all’acqua di irrigazione un concime complesso, e nella fase giovanile cimare i rami per favorire una ramificazione. Per le piante adulte: diradare i rami troppo folti durante l’estate. La rinvasatura va fatta in primavera ogni 1-2 anni, ma si preferisce sostituire il terriccio superficiale. Puoi lasciarli nei tuoi vasi per ora.

  40. Ho 3 vasi di bellissima ampelosis sul mio terrazzo di Roma esposto a nord-est che ha coperto tutte le pareti ed il traliccio di copertura (e’ un attico). Ho notato da circa due anni che le foglie sempre in ombra sono sempre di un bel verde mentre quelle piu’ esposte alla luce del sole diretta diventano precocemente rossiccie. Mi hanno consigliato di aggiungere azoto e potassio in primavera. Spero che le foglie rosse, belle a vedersi, non cadano precocemente. Debbo fare qualcosa?
    Grazie
    Alberto

  41. Complimenti per il blog, davvero ben fatto e informativo. Anch’io ho una vite canadese che da anni si sviluppa sui muri di casa (piantata in terra). Quest’inverno i due gatti di famiglia hanno pensato bene di rifarsi le unghie a spese di uno dei rami principali (che ha quindi sofferto oltre misura l’inverno rigido), e questa primavera tutta la diramazione non ha fatto gemme a differenza delle altre, intatte. Ho fatto una potatura mirata per rinforzare la parte debole, accorgendomi con sollievo che i viticci sono ancora ben verdi all’interno. Posso sperare che riprenda il suo ciclo? C’è qualcosa che possa fare? Grazie, e buona primavera…
    Michele dal Mugello

  42. grazie delle molte informazioni! Ne approfitto: a copertura di un patio lastricato in Sicilia, a 200 m slm, in provincia di Ragusa, vorrei piantare in terra (buon drenaggio, calcarea) una ampelopsis. La posizione è soleggiata dalle 8 alle 15/16. Vi trascorro alcuni periodi di vacanza e non posso assicurare una irrigazione costante, ma potrei provvedervi ogni 10.15 giorni di media. Non ho una grande passione per le bacche e anche per questo sarei orientato su una ampelopsis piuttosto che su una vitis vinifera. Dell’ampelopsis mi piace la colorazione rossa autunnale, la crescita veloce, la rusticità, La mia scelta le pare opportuna? Tra le ampelopsis, me ne suggerisce una in particolare? Grazie molte.

  43. salve io ho comprato circa 2 settimane fa delle vite americane e l’ho piantate in vasi abbastanza grandi…ora le viti hanno diciamo cacciato delle foglie nuove ma nello stesso tempo molte foglie che già c’erano sono piene di macchie gialle.cosa c’è che non va??non riesco a capiure perchè le viti sembrano che crescano ma nello stesso tempo le foglie sono danneggiate.come mai??

  44. @alberto
    Con il nome di vite del canada si indicano i rampicanti appartenenti ai generi ampelopsis e parthenocissus, che si distinguono tra di loro per alcuni dettagli, come la foglia e la mancanza di viticci. Le specie di ampelopsis sono circa 25 generi rampicanti. E’ probabile che quella più verde sia la vite parthenocissus henriyana, composta da 3-5 foglioline, color verde scuro con screziature bianche, più evidenti in autunno quando assumon una colorazione rosso vivo, oppure ampelopsis veitchii o vitis, specie ben ramificata. I frutti sono piccole bocche blue. Esposizione: mezz’ombra ma anche pieno sole, annaffiature frequenti per piante giovani e in vaso, temperature secondo le specie, rinvasatura a primavera ogni 2 anni. Preferisce terricci fertili, tendenzialmente umidi ma ben drenati, concimazione di base all’impianto di sostanza organico ben matura per le giovani piante e per quelle in vaso. Nel periodo vegetativo ogni 15-20 giorni aggiungere all’acqua di irrigazione un concime complesso nella dose di 10-20 grammi per decalitro. Nella fase giovanile cimare i rami per favorire una migliore ramificazione. Per le piante adulte limitarsi a radere i rami troppo folti durante l’estate.

  45. @michele
    Hai fatto bene a fare una potatura mirata alle tue ampelopsis, vedrai come si riprenderanno. In genere è una pianta resistente, alcune specie (ampelopsis parthenocissus) richiedono una posizione protetta d’inverno. Altre come l’ampelopsis brevipedunculata sono delicate. Queste piante richiedono una buona disponibilità d’acqua (ma senza ristagni) per le piante giovani e nei periodi di siccità. Per le piante giovani e per quelle in vaso, nel periodo vegetativo, ogni 15-20 giorni aggiungere all’acqua di irrigazione un concime complesso nella dose di 10/20 grammi per decalitro.

  46. @sandro
    La scelta è buona, posso consigliare il “parthenocissus quinquefolia” (o vitis hederacea). E’ una specie rampicante resistente. Ha foglie formate da 3/5 foglioline grossolanamente dentate, che in autunno diventano rosso cremisi. L’esposizione preferita è l’ombra parziale, ma si adatta anche ad essere coltivata su un muro esposto al sole. La vite del canada richiede una buona disponibilità d’acqua, ma senza ristagni (almeno il primo anno) per le piante giovani dopo la messa a dimora e nei periodi di siccità. Per le piante in vaso intervenire di frequente in primavera / estate. Consiglio di piantare in ottobre.

  47. Buonasera, vivo in Sicilia, fuori Palermo, essendo incompetente in materia ed avendo desiderio di ornare un muro di limite con la cosidetta vite americana, desidererei conoscere quale è il periodo migliore per piantarla. Nel contempo – sempre per cortesia – desidererei conoscere se posso piantarla anziché in un vaso direttamente sul terreno. Ringrazio e progo Cordiali Saluti, Salvatore Zummo

  48. @anna
    Le foglie danneggiate sono dovute a qualche malattia o parassita, provocate da funghi. Nelle piante rampicanti i trattamenti sono molto difficili. Quando si rilevano macchie fogliari o oidio è necessario eliminare le parti colpite della pianta. E’ anche difficile il controllo degli insetti, come le cocciniglie, che sviluppano fumaggini, oppure i coleotteri che rodono le foglie. Combattere con gli appositi insetticidi.

  49. @salvo
    La vite del canada si coltiva in esterno, in piena terra (quindi va benissimo). E’ adatto per ricoprire i muri, pergolati, recinzioni e altri sostegni. Ma si mette a dimora tra novembre e marzo, l’esposizione perfetta è l’ombra parziale, ma si adatta anche ad essere coltivata su un muro esposto al sole. Richiede una buona disponibilità di acqua ma senza ristagni. Preferisce terreni fertili umidi ben drenati.

  50. Ciao a tutti. Qualcuno di voi saprebbe spiegarmi cosa è successo alla mia vite americana che quest’anno ha germogliato alcune foglie anomale più strette e allungate delle normali foglie a tricuspide? Non mi era mai capitato di vederle!!!

    1. Vite del canada: sono circa 25 le specie di piante. Alla tua vite per me non è successo nulla. Le foglie tricuspide anomale appartengono alla tricuspidata o vitis inconstans. E’ una specie rampicante ben ramificata, che ha foglie generalmente trilobate, che nelle piante giovani sono composte da tre foglioline. I frutti sono piccole blu.

  51. di ritorno a Roma dopo 15 giorni di vacanza, con disappunto ho trovato la mia rigogliosa ampelopsis con un ramo completamente secco, mentre il resto della pianta e’ sempre verde. L’aspetto del ramo secco e’ quello di un ramo tagliato senza che pero’ la continuita’ con la pianta sia interrotta. Puo’ essere effetto del sole che in questi giorni ha portato le temperature a livelli molto elevati? Ma perche’ solo in un ramo? L’irrigazione e’ automatica
    grazie

  52. Cara signora io e mia marito stiamo mettendo a posto il cortile e vorremmo piantare in un angolo del pergolato una vite rossa del canada. Abitiamo in Piemonte in una zona dove d’estate raggiungiamo i 40 gradi, ma d’inverno anche i – 15. Vorremmo piantarla a terra dandole così la possibilità di attecchire nel miglior modo possibile in un vaso del diametro di circa 1 mt. Mi potrebbe dare dei consigli per averla rigogliosa e soprattutto ricca delle sue magnifiche foglie rosse? Volevo aggiungere che il posto in cui vogliamo piantarla e in pieno sole.

  53. @luisa ampelopsis 4-9 La vite del canada richiede una buona disponibilità d’acqua, ma senza ristagni, er le piante giovani dopo la messa a dimora e nei periodi di siccità.Per le piante in vaso si interviene più frequentemente in primavera. L’esposizione preferita è l’ombra parziale ma si adatta ad essere anche coltivata su un muro esposto al sole, come hai deciso. Si mette a dimora tra novembre e marzo. Preferisce terreni fertili, umidi ma ben drenati. Effettuare la concimazione di base con sostanza organica e per le giovani piante e per quelle in vaso. Nel periodo vegetativo ogni 15-20 giorni si aggiunge all’acqua di irrigazione un concime complesso (dose di 10/20 grammi/decalitro)

  54. ho piantato 3anni fà una vite canadese per ombreggiare la mia voliera ma non è mai divenuta rossa in autunno, diventa gialla e poi perde le foglie è molto grande e rigogliosa ed è sistemata in mezzombra, perchè non diventa rossa grazie

  55. Il genere ampelopsis e parthenocissus sono molto simili e spesso confusi. Al genere ampelopsis appartengono 20 specie di pianti rampicanti, a foglia caduca, coltivate per la forma e il colore del fogliame che vira dal rosso al giallo durante l’autunno. Due sono le specie più utilizzate a scopo ornamentale: ampelopsis aconitifolia, ampelopsis brevipedunculata. Si distinguono tra loro per alcuni dettagli nella forma della foglia, dei fiori e del tipo di viticci. Il fogliame autunnale rosso cremisi è di parthenocissus quinquefolia, forse è perquesto che non lo vedi colorato di rosso.

  56. Desidero sapere qual e’ il modo migliore per coprire una grande facciata ( 26 mt per 12 mt ) con la vite americana o canadese o comunque con un rampicante ,usando pero’ i vasi ,quindi non in piena terra . Cioe’ quanti vasi occorrono e il periodo migliore per avere uno sviluppo rapido . vorrei anche sapere se danneggia ulteriomente la facciata ( visto che vorrei coprirla propio perche’danneggiata ).Sono in Sicilia ,a 10 metri dal mare , la facciata e’ dalla parte non esposta al mare e comunque il lato e’ il nord.Grazie .

  57. Io stesso discorso del Sig. Zagato, bella, rigogliosa e ben accudita!(perlomeno credo), e la mia è sicuro che è una parthenocissus quinquefolia, l’anno scorso ha fatto molti rami (ma non tutti) con foglie rosse, ma quest’anno solo qualche ramo. L’esposizione è: mezzombra in autunno/inverno e al sole in primavera/estate
    Forse gli manca qualche sostanza, nonostante la mia attenzione?
    Grazie per le risposte
    Saluti

    1. Questa è una specie rampicante resistente. La posizione va bene (mezz’ombra/pieno sole). Le ampelopsis preferiscono terreni fertili, umidi, soprattutto ben drenati. Richiedono buona disponibilità di acqua, ma senza ristagni, dopo l’impianto e quando c’è siccità. Quando sono in vaso richiedono frequenti innaffiature in primavera/estate. Per quanto riguarda la concimazione, nel periodo vegetativo aggiungi nell’acqua di irrigazione un concime complesso nella dose di 10/15 grammi per decalitro, ogni 15/20 giorni. Nella fase giovanile si cimano questi rami per far migliorare la ramificazione. Per quelle adulte ci si limita a diradare i rami troppo folti durante l’estate.

  58. Buongiorno,avrei una domanda da porvi inerente la vite del canada :”come faccio ad eliminare le ventose o radici dal muro esterno?”
    Esistono dei prodotti che le asportano in modo rapido?
    Grazie
    Saluti

  59. save,ho un amico che ha una vite canadese che copre un gran pezzo di muro
    alto 3 metri è sempre stata sana ma attualmente stanno seccando le foglie
    mi sapreste dire che cosa succede e se è curabile,grazie
    la vite vive a rapallo in provincia di genova
    ho cercato nei siti ma a tuttora non sono riuscito capirci niente
    grazie per la futura risposta

    1. Con il nome di vite del canada si indicano dei rampicanti appartenenti al genere ampelopsis. La coltivazione è facile, temperatura secondo le specie, annaffiature frequenti per piante giovani e in vaso, soprattutto nei primi periodi di siccità. Ricchiede una buona disponibilità di acqua, ma senza ristagni. Non sarà stata la troppa acqua? Oppure ci sarà qualche parassita? Nelle piante rampicanti i trattamenti sono molto difficili, e quando si rilevano macchie fogliari sono probabilmente provocati da diversi funghi oppure oidio. E’ necessario eliminare le parti colpite. E’ anche difficile il controllo degli insetti come le cocciniglie, che succhiano la linfa della pianta sviluppando le fumaggini. Poi ci sono i coleotteri che rodono le foglie, quindi devi guardare molto bene. Si combattono con gli appositi insetticidi.

  60. Buongiorno,

    ho appena comprato una vita americana abbastanza grande deve arrampicarsi su una persiana in plastica, per agevolare tale cosa, ho appoggiato la pianta su tale superficie aiutandomi anche con dello scotch, ovviamente una volta che le ventose aderiranno alla superficie lo toglierò. Ma il mio dubbio è può fare male alla pianta tale nastro adesivo?
    grazie anticipatamente
    saluti
    Marco

    1. Il rampicante più conosciuto è l’ampelopsis, simile ai generi vitis e cissus, che si distinguono tra loro proprio per alcuni dettagli, come le foglie e la mancanza o presenza di viticci con uncini e ventose che permettono alle piante di aderire ai sostegni. Non metterei assolutamente dello scotch per non bloccare gli arrampicanti. Presso un garden centre o anche un centro commerciale troverai qualcosa di più adatto.

  61. La vite canadese, piantata contro la mia volontà, è un mostro … Fa tralci di sei metri … Ha strangolato la mia bella edera … Fa radici ovunque, sopra, sotto … per aria … Come eliminarla, senza ricorrere al napalm? Oltretutto, non diventa nemmeno rossa.

  62. Salve volevo un informazione io ho una vite americana ormai da un sacco di anni piantanta all interno di un piccolo pezzo di terreno,ha avuto sempre le foglie verd,solo che quest’anno con l arrivo del cane ha iniziato da qualche giorno a seccarmi qualche foglia in qua e in la piú che altro non so se questo avviene perché il cane mi scava nello stesso terreno di dove é piantata la vite. Come posso fare per non farla seccare perché alla fine mi fa da pergolato e mi copre gran parte della corte. Grazie valentina

  63. Ciao ho tra partenocissus tricuspidate le cui foglie appena germogliate erano verdi ma ora stanno diventando rosse cremisi come fanno in genere in autunno….cosa può essere successo? E’normale o tra poco si seccheranno e cascheranno?Cosa potrei fare?Grazie mille

    1. A volte cambiano colore, non perchè arriva l’autunno ma un cambiamento di sofferenza, difficoltà, dovuto all’apparato radicale. I generi partenocissus si piantano da novembre a marzo, in una buca larga 60 centimetri e profonda 45, scavata alla base di un muro o di un albero e riempita con un terriccio umido, letame ben maturo o composta. E’ bene usare esemplari coltivati in vaso, poichè le piante giovani non sopportano bene il trapianto a radice nuda. Si cimano gli apici vegetativi a portamento verticale, fino a quando non sono in grado di arrampicarsi da sole. La parthenocissus, nota con il nome Ampelopsis, ha foglie palmate provviste di 3 punte (da cui il nome tricuspidata) di un bel colore verde chiaro in primavera, e in autunno assumono una bellissima colorazione rosso brillante prima della caduta. La pianta va messa in terra in pieno sole, per garantire la migliore colorazione annuale. Non credo sia secca.

  64. Ciao a tutti vorrei chiedervi un consiglio su come intervenire per debellare il parassita di cui non conosco il nome che ha colpito più di 300 mq di copertura di vite canadese. Vi allego foto. Vi prego rispondetemi perché non vorrei tagliarla tutta.

  65. Buongiorno, ho acquistato diversi mesi fa un pianta di vite canadese alta 1 metro presso un garden. L’abbiamo impiantata nel terreno, la annaffiamo tutti i giorni, ma non cresce minimamente, ne tantomeno è provvisto di ventosette che gli permettono di aderire al muro. Al momento abbiamo creato una sorta di reticolato con dei chiodini, dove vi abbiamo fatto appoggiare i rami. Adesso è ricco di bacche nere, ma per il resto non cresce per nulla. Come mai? La pianta e’ esposta al sole tutto il giorno. Ringrazio

    1. Con vite del Canada si indicano dei rampicanti appartenenti ai generi ampelopsis e parthenocissus, che sono affini ai generi vitis e cissus, ma si distinguono tra di loro per alcuni dettagli come le foglie e la mancanza o presenza di viticci con uncini e ventose, che permettono alle piante di aderire ai sostegni. Credo di non sbagliarmi ma la tua è l’ampelopsis brevipendiculata: è una specie rampicante più delicata con foglie per lo più trilobate. Riguardo le annaffiature, devono essere frequenti per piante giovani e in vaso. L’esposizione migliore è in pieno sole per garantire la migliore colorazione autunnale. La messa a dimora alla base del muro , preferibilmente in primavera per evitare almeno nelle zone pià fredde possibili danni da gelo per le piante giovani. Terricci fertili ma ben drenati, e ogni 15 giorni bisogna aggiungere all’acqua di irrigazione un concime complesso nella dose di 10/20 grammi per decalitro.

  66. La vite canadese e quella americana sono due cos diverse, anche se spesso vengono confuse.
    Una infatti si chiama Ampelopsis e l’altra Parthenocissus.
    La pima è originaria della Cina, l’altra del nord America. Anche le foglie e la ramificazione è diversa.
    Cordialmente

  67. Salve, la mia pianta da un paio di giorni ha le foglie che si arricciano e poi cadono, che devo fare? ho paura che secchi tutta!
    Grazie, Andrea

    1. Questa pianta richiede una buona disponibilità d’acqua ma senza ristagni dopo la messa a dimora e nei periodi di siccità. Bisogna controllare se le foglie che cadono abbiano delle macchie. se si trovano, significa che la caduta è provocata da un fungo., da oidio. E’ necessario eliminare le parti della pianta colpita. Estremamente difficile è controllare degli insetti come le cocciniglie (queste succhiano la linfa della pianta e sulla melata si sviluppano le fumaggini). Possono anche essere coleotteri: bisogna combatterli con appositi insetticidi.

  68. Salve, ho 3 viti canadesi piantate in vaso da 1 anno. A marzo, visto l’eccessivo caldo sono germogliate tutte le gemme. Ad aprile, invece, è tornato il freddo con temperature poco sopra lo zero termico. Le nuove foglie hanno subito questa situazione e si sono afflosciate e ora iniziano a seccarsi.
    Le piante sono recuperabili? c’è speranza che cacci ancora nuove foglie o è destinata a morire?
    Grazie

    1. Non credo che la tua pianta sia destinata a morire. I generei ampelopsis / vite americana differiscono per le foglie trilobate. La tecnica colturale è uguale, si piantano a novembre, è meglio usare esemplari coltivati in vaso perchè le piante giovani non sopportano il trapianto. La buca deve essere larga e profonda, usando una composta con letame ben maturo. Si cimano gli apici vegetativi delle specie a portamento verticale fino a quando non sono in grado di arrampicarsi da sole. Si potano a fine inverno e si asportano i rami danneggiati e si diradano quelli vecchi. Possono essere attaccate dagli stessi parassiti che attaccano le viti.
      Prova a potare gli apici guardando se è ancora verdi. Aggiungi della composta al piede della pianta innaffiando bene: se non hanno sofferto troppo le radici si riprenderà.

  69. ciao Marco,
    il vaso va benissimo. Che fertilizzante usi? Perchè probabilmente non ha bisogno di azoto in quanto le foglie sono già  tante. Per la crescita della pianta ha bisogno anche di potassio. Ma un’eccessiva somministrazione di fertilizzante fa crescere più bacche, ma al tempo stesso fa soffrire la pianta. E’ meglio non eccedere con i fertilizzanti. L’hai per caso concimata quando era asciutta? E’ molto importante non concimare la pianta quando malata o quando asciutta.
    E’ probabile che una volta passata la fioritura delle bacche la pianta torni a crescere. Ricordati di cimare quotidianamente i fiori appassiti. A ottobre dare una bella potatura per rinforzare per l’anno successivo.
    Io non faccia quasi nulla alla mia vite canadese e cresce bene 🙂

  70. Salve, avrei bisogno di un consiglio.
    L’anno scorso ho comprato e messo in vaso una vite canadese. E’ cresciuta senza problemi ma per tutta l’estate le parte sottostante delle foglie è stata piena di sferette bianche. Con l’inverno ha perso tutte le foglie e ora da un paio di settimane sta gettando nuovamente. Con le prime foglie sono ricomparse le sferette bianche! Cosa sono? Non mi sembra siano descritte nelle malattie di questa pianta. Sono “pericolose” ? Come posso levarle (a parte a mano…)?
    La ringrazio.

  71. Ho piantato settimana scorsa la vite canadese e anche io, ho notato come Luca, che sulle foglie ci sono dei pallini bianchi.
    cosa devo fare?
    vanno tolti(sono larve ) o sono secrezioni della pianta.
    Per accelerare la crescita che fertilizzante devo dare?

    1. @Matteo, hai piantato la vite canadese, e come Luca hai riscontrato sulle foglie dei pallini bianchi: non preoccuparti, sono semplicemente fiorellini che poi diventano bacche. Stesso discorso di Luca. Per accellerare la crescita: si effettua la concimazione di base all’impianto con 50/70 gr/mq di sostanza organica ben matura. Per le giovani piante e per quelle in vaso nel periodo vegetativo ogni 15-20 giorni aggiungere all’acqua di irrigazione un concime complesso nella dose di 10/20 grammi per decalitro.

  72. Ciao! Ho letto con interesse il tuo blog e avrei una domanda da farti in merito al mio rampicante (Vite Canadese).
    L’ho piantato in vaso sul terrazzo l’anno scorso (il vaso è molto capiente 1 mt di diametro per oltre 1 mt di altezza).
    La scorsa estate è crescito a dismisura…sembrava dovermi coprire il pergolato in una sola stagione, ma ha fatto solo un paio di grappoli di bacche.
    Quest’anno ha iniziato a germogliare circa 1 mese fa… e si è subito riempito di grappoli di bacche che sono fiorite proprio in questi giorni.
    La differenza però è la velocità  di crescita…sembra immobile non avanza di un millimetro rispetto alla crescita dell’anno scorso dove era visibile nell’arco della giornata il suo avanzamento.
    Inoltre le cime dei vari rametti che si erano creati l’anno scorso hanno delle gemme un po’ sofferenti…come se non gli arrivasse il nutrimento.
    L’acqua non manca, il concime pure e tutti gli accorgimenti più banali gli ho già  adottati.
    Mi chiedevo se questo rallentamento di crescita fosse riconducibile al fatto che quest’anno a differenza dell’anno scorso è completmaente pieno di grappoli di bacche e che magari dopo la sua fioritura riprende forza e incomincia a cresce.
    Grazie mille per un suo punto di vista.

    1. ho la vite canadese nel cortile alta lho messa per il fresco e va benissimo solo che dopo anni ho notato che radici sono andati a finire nel magazzino di fronte circa 5 m. e mi ha causato o’otturamento del vaso del bagno

  73. Per la cura bisogna tener conto di quale tipo di vite è. La vite del canadà ha coltivazione facile con esposizione a mezz’ombra ma anche a pieno sole, e la temperatura secondo le specie. Con nome di “vite del canada” si indicano dei rampicanti appartenenti ai generi ampelopsis: il parthenocissus che si distinguono tra di loro per alcuni dettagli, come le foglie e la mancanza o presenza di viticci, con uncini e ventose che permettono alle piante di aderire ai sostegni. In genere è resistente. Poi c’è la henryana, che richiede una posizione protetta di inverno: questa si mette a dimora a novembre/marzo, preferisce terreni per le piante in vaso, fertili, tendenzialmente umidi, la concimazione di base all’impianto. Per le giovani piante e quelle in vaso ogni 15/20 giorni bisogna aggiungere un concime complesso di 10/20 grammi. Nella fase giovanile cimare i rami per favorire una migliore ramificazione. Per le piante adulte limitarsi a diradare i rami troppo folti durante l’estate. Questa pianta richiede una buona disponibilità di acqua ma senza ristagni per le piante giovani dopo la messa a dimora. Per le piante in vaso intervenire di frequente in primavera ed estate. La rinvasatura si effettua in primavera ogni 2 anni ma si preferisce sostituire il terreno superficiale. Se tutto questo è stato fatto la pianta si riprenderà: per le foglie accartocciate o macchiate è necessario eliminare le parti colpite.

  74. Salve, vorrei rispondere a Francesco per quanto riguarda la vite americana.
    Io ho piantato due piantine alte circa un metro in un vaso 50×50 in primavera, a fine estate erano già il doppio!! L’anno successivo Hanno invaso tutta la facciata alta 3 metri e larga 6!!…. il tutto con un vasetto 50×50…trai tu le conclusioni… 😉 Ciao!

  75. Salve! da circa un anno, abito a Palermo, ho delle bellissime piante di RINGOSPERUM, bignonia bianca e arancione e viburnum, tutte in vasi. Dopo aver scoperto il viburnum attaccato dalla cocciniglia, il vivaista mi ha suggerito di spruzzare in un giorno senza vento e pioggia, lo spray anticocciniglia, su tutte le piante, anche sul povero gelsomino, ad eccezione dei ciclamini che ho in alcune fioriere. Tutto sembrava normale, il viburnum cresceva con nuove fogle verdi, quando da un giorno all’altro tutte le piante sono andate in sofferenza: bignonia bianca secca, arangione, perde le fogle, gelsomino secco, viburnum, come se non gli dessi l’acqua… che devo fare? Stanno morendo tutte le piante? Grazie

  76. Salve, girando e rigirando per il web alla ricerca di chiarimenti ho solo accumulato confusione.Ma forse questo è il posto giusto. devo coprire un muro ( 18m x 3m) a settembre ho comprato una vite canadese (almeno credo) ma ho scoperto che in inverno si spoglia.la mia domanda è: che rampicanti sempreverdi posso mettere? è sconsigliabile mettere rampicanti diversi? il numero delle piantine dipende solo dal tempo che vogliamo impiegare per ricoprire il muro?
    spero mi possiate aiutare.
    grazie mille
    andrea 
    p.s.: sul mio blog alcune immagini del muro e della mia vite :)http://ilmiogarden.blogspot.com/

  77. @francesco
    La ampelopsis, soprattutto nella varietà elegans, è coltivata come pianta in vaso e si mette a dimora tra novembre e marzo. Preferisce terreni per piante in vaso, con terriccio fertile, tendenzialmente umido ma nel contempo ben drenato. Per le piante giovani e per quelle in vaso, nel periodo vegetativo aggiungere ogni 15-20 giorni all’acqua di irrigazione un concime complesso, e nella fase giovanile cimare i rami per favorire una ramificazione. Per le piante adulte: diradare i rami troppo folti durante l’estate. La rinvasatura va fatta in primavera ogni 1-2 anni, ma si preferisce sostituire il terriccio superficiale. Puoi lasciarli nei tuoi vasi per ora.

  78. @simone
    Purtroppo nelle piante rampicanti i trattamenti sono molto difficili. Quando si rilevano macchie fogliari, provocadi da diversi funghi od oidio, è necessario eliminare le parti della pianta colpite. Estremamente difficile è anche il controllo degli insetti come le cocciniglie (che succhiano la linfa della pianta e sulla loro melata si sviluppano le fumaggini, e anche i coleotteri che rodono le foglie. Sono malattie e parassiti di questa pianta. Combattere con appositi insetticidi. Se i condomini non ne vogliono sapere, o fai da solo oppure puoi rivolgerti ad un addetto comunale o all’amministratore se ne avete uno.

  79. Ho 3 vasi di bellissima ampelosis sul mio terrazzo di Roma esposto a nord-est che ha coperto tutte le pareti ed il traliccio di copertura (e’ un attico). Ho notato da circa due anni che le foglie sempre in ombra sono sempre di un bel verde mentre quelle piu’ esposte alla luce del sole diretta diventano precocemente rossiccie. Mi hanno consigliato di aggiungere azoto e potassio in primavera. Spero che le foglie rosse, belle a vedersi, non cadano precocemente. Debbo fare qualcosa?
    Grazie
    Alberto

  80. buongiorno le rifaccio la stessa domanda xkè nn ho avuto risp. volevo sapere cortesemente xkè le mie camelie sbocciano e poi seccano è da premettere che sono esposte al sole forse il motivo è questo? cordiali saluti.

  81. salve io ho comprato circa 2 settimane fa delle vite americane e l’ho piantate in vasi abbastanza grandi…ora le viti hanno diciamo cacciato delle foglie nuove ma nello stesso tempo molte foglie che già c’erano sono piene di macchie gialle.cosa c’è che non va??non riesco a capiure perchè le viti sembrano che crescano ma nello stesso tempo le foglie sono danneggiate.come mai??

  82. Buongiorno. avrei bisogno di un vostro parere. Ho appena piantato alcune piantine di vite ameicana vicino al muro di rencinzione del mio giardino. Giardino piastrellato. quindi ho messo le piantine (due piantine per vaso) in vasi rettangolari che hanno queste dimensioni: 80 (lunghezza) x 39 (larghezza) x 34 (profondità).
    So che la vite americana non ama i vasi. posso comunque sperare che riesca a crescere almeno quest’anno, per poi rinvasarla in vasi più randi il prossimo anno? o Mi suggerite di cambiare vasi, con altri magari più profondi fin da subito?
    Grazie

  83. Complimenti per il blog, davvero ben fatto e informativo. Anch’io ho una vite canadese che da anni si sviluppa sui muri di casa (piantata in terra). Quest’inverno i due gatti di famiglia hanno pensato bene di rifarsi le unghie a spese di uno dei rami principali (che ha quindi sofferto oltre misura l’inverno rigido), e questa primavera tutta la diramazione non ha fatto gemme a differenza delle altre, intatte. Ho fatto una potatura mirata per rinforzare la parte debole, accorgendomi con sollievo che i viticci sono ancora ben verdi all’interno. Posso sperare che riprenda il suo ciclo? C’è qualcosa che possa fare? Grazie, e buona primavera…
    Michele dal Mugello

  84. @alberto
    Con il nome di vite del canada si indicano i rampicanti appartenenti ai generi ampelopsis e parthenocissus, che si distinguono tra di loro per alcuni dettagli, come la foglia e la mancanza di viticci. Le specie di ampelopsis sono circa 25 generi rampicanti. E’ probabile che quella più verde sia la vite parthenocissus henriyana, composta da 3-5 foglioline, color verde scuro con screziature bianche, più evidenti in autunno quando assumon una colorazione rosso vivo, oppure ampelopsis veitchii o vitis, specie ben ramificata. I frutti sono piccole bocche blue. Esposizione: mezz’ombra ma anche pieno sole, annaffiature frequenti per piante giovani e in vaso, temperature secondo le specie, rinvasatura a primavera ogni 2 anni. Preferisce terricci fertili, tendenzialmente umidi ma ben drenati, concimazione di base all’impianto di sostanza organico ben matura per le giovani piante e per quelle in vaso. Nel periodo vegetativo ogni 15-20 giorni aggiungere all’acqua di irrigazione un concime complesso nella dose di 10-20 grammi per decalitro. Nella fase giovanile cimare i rami per favorire una migliore ramificazione. Per le piante adulte limitarsi a radere i rami troppo folti durante l’estate.

  85. Ciao a tutti. Qualcuno di voi saprebbe spiegarmi cosa è successo alla mia vite americana che quest’anno ha germogliato alcune foglie anomale più strette e allungate delle normali foglie a tricuspide? Non mi era mai capitato di vederle!!!

    1. Vite del canada: sono circa 25 le specie di piante. Alla tua vite per me non è successo nulla. Le foglie tricuspide anomale appartengono alla tricuspidata o vitis inconstans. E’ una specie rampicante ben ramificata, che ha foglie generalmente trilobate, che nelle piante giovani sono composte da tre foglioline. I frutti sono piccole blu.

  86. grazie delle molte informazioni! Ne approfitto: a copertura di un patio lastricato in Sicilia, a 200 m slm, in provincia di Ragusa, vorrei piantare in terra (buon drenaggio, calcarea) una ampelopsis. La posizione è soleggiata dalle 8 alle 15/16. Vi trascorro alcuni periodi di vacanza e non posso assicurare una irrigazione costante, ma potrei provvedervi ogni 10.15 giorni di media. Non ho una grande passione per le bacche e anche per questo sarei orientato su una ampelopsis piuttosto che su una vitis vinifera. Dell’ampelopsis mi piace la colorazione rossa autunnale, la crescita veloce, la rusticità, La mia scelta le pare opportuna? Tra le ampelopsis, me ne suggerisce una in particolare? Grazie molte.

  87. @anna
    Le foglie danneggiate sono dovute a qualche malattia o parassita, provocate da funghi. Nelle piante rampicanti i trattamenti sono molto difficili. Quando si rilevano macchie fogliari o oidio è necessario eliminare le parti colpite della pianta. E’ anche difficile il controllo degli insetti, come le cocciniglie, che sviluppano fumaggini, oppure i coleotteri che rodono le foglie. Combattere con gli appositi insetticidi.

  88. @sandro
    La scelta è buona, posso consigliare il “parthenocissus quinquefolia” (o vitis hederacea). E’ una specie rampicante resistente. Ha foglie formate da 3/5 foglioline grossolanamente dentate, che in autunno diventano rosso cremisi. L’esposizione preferita è l’ombra parziale, ma si adatta anche ad essere coltivata su un muro esposto al sole. La vite del canada richiede una buona disponibilità d’acqua, ma senza ristagni (almeno il primo anno) per le piante giovani dopo la messa a dimora e nei periodi di siccità. Per le piante in vaso intervenire di frequente in primavera / estate. Consiglio di piantare in ottobre.

  89. Buonasera, vivo in Sicilia, fuori Palermo, essendo incompetente in materia ed avendo desiderio di ornare un muro di limite con la cosidetta vite americana, desidererei conoscere quale è il periodo migliore per piantarla. Nel contempo – sempre per cortesia – desidererei conoscere se posso piantarla anziché in un vaso direttamente sul terreno. Ringrazio e progo Cordiali Saluti, Salvatore Zummo

  90. @salvo
    La vite del canada si coltiva in esterno, in piena terra (quindi va benissimo). E’ adatto per ricoprire i muri, pergolati, recinzioni e altri sostegni. Ma si mette a dimora tra novembre e marzo, l’esposizione perfetta è l’ombra parziale, ma si adatta anche ad essere coltivata su un muro esposto al sole. Richiede una buona disponibilità di acqua ma senza ristagni. Preferisce terreni fertili umidi ben drenati.

  91. @michele
    Hai fatto bene a fare una potatura mirata alle tue ampelopsis, vedrai come si riprenderanno. In genere è una pianta resistente, alcune specie (ampelopsis parthenocissus) richiedono una posizione protetta d’inverno. Altre come l’ampelopsis brevipedunculata sono delicate. Queste piante richiedono una buona disponibilità d’acqua (ma senza ristagni) per le piante giovani e nei periodi di siccità. Per le piante giovani e per quelle in vaso, nel periodo vegetativo, ogni 15-20 giorni aggiungere all’acqua di irrigazione un concime complesso nella dose di 10/20 grammi per decalitro.

  92. @Cecilia,
    grate per aiutarle a rampicare ce ne sono in legno, molto resistenti. Scegliere quelle trattate ad olio, che impedisce al legno di seccarsi. Ve ne sono differenti misura una volta aperte da 30×180 e da 120×180. Il prezzo varia secondo le dimensioni. In plastica sono resistenti alle intemperie. Vengono fornite con ganci per un’agevole fissaggio a parete. Sono facilmente reperibili in bianco o in verde. Misure: 45×180 e 100×200 cm. Il prezzo varia. In metallo ricoperte di plastica sono molto pratiche in quanto totalmente inossidabili. Di solito vengono fornite complete di kit di fissaggio. I modelli rettangolari misurano in genere dai 45 ai 75 cm di larghezza.

  93. Vitis (vite canadese o americana). Sono circa 70 specie di arbusti rampicanti sempre verdi o decidue. La maggior parte delle specie si differenziano da quelle del genere affine “parthenocissus trieuspidata”, la vera vite silvestre, molto vigorosa con foglie ovate che diventano rosse o porpora in inverno.
    Tollera le basse temperature, la collozione da soleggiata a semiombrosa, è resistente.
    Potatura annuale affinche continui a crescere. Il suo punto debole sono i ristagni di acqua. Inoltre i viticci sono privi di ventose terminali

  94. Non è assolutamente vero che le “sferette bianche” di cui parlavano altri sono fiori.
    Si tratta di sferette di meno di 1mm, appiccicate sui rametti giovani e sulla pagina inferiore delle foglie giovani, ovunque, in gran numero. La mia pianta è piena, su tutti i rami nuovi dell’anno.
    Una foto qui: http://www.postimage.org/image.php?v=Pq1h8P3i
    Vorrei capire di cosa diamine si tratta, ho cercato a lungo e non ho ancora trovato nulla. Ed è vero che non so se siano nocive; ma fatto sta che una buona metà dei rametti giovani interessati da questo fenomeno nel giro di tre settimane smettono di crescere e seccano.
    Forse sono normali e li produce la pianta? Ma allora perchè alcuni rami giovani seccano così facilmente? La mia pianta è per il resto in perfetta salute e riceve tutta l’acqua che le serve (irrigazione automatica ogni giorno).
    Grazie in anticipo per l’aiuto.

  95. CIAO. AVREI UNA DOMANDA A PROPOSITO DELLA VITE CANADESE.
    NE HO PIANTATA UNA DA POCO, IN UN VASO CAPIENTE, VICINO AD UN MURO. POCHI GIORNI DOPO AVERLA PIANTATA LE FOGLIE, GIA’ IN PARTENZA NON MOLTO VIGOROSE, SI SONO SECCATE. COSA PUO’ ESSERE SUCCESSO? GRAZIE

  96. Buongiorno, scrivo perchè ho comprato questa primavera una vite americana che ho piantato in vaso sul mio terrazzo. la pianta è stata collocata a ridosso del muro ma a tuu’oggi non si arrampica autonomamente .
    Vorrei sapere quanto tempo deve passare affichè la pianta riesca ad attaccarsi da sola al muro .

    Grazie .

  97. Salve…
    vorrei sapere se esiste una differenza tra vite canadese o americana…
    ho comprato due piantine pagate 20 euro…la signora del negozio mi ha detto che sono vite americane…ma nn ne sn sicuro…
    La cosa che mi interessa di piu è se entrambe le piante(canadese e americana) portano il colore Rosso…E vorrei sapere anche quando ci mette per crescere…visto che oggi l ho piantata quanto posso vedere il mio muretto ricoperto di verde???
    aspetto vostre notizie…E COmplimentoni per il blog…

  98. Non sono ne fiori ne bacche ne essudati di linfa!! Sono larve di cocciniglia che io ho eliminato semplicemente con un getto di acqua non troppo forte sul lato inferiore delle foglie e sui rami coinvolti. Sucessivamente ho trattato la pianta con uno spray anti cocciniglia….non sono più tornati per quest’anno!!…vediremo per il prossimo….

  99. Secondo me, azzardando, visto che sembrano essudati di linfa e rifacendomi al mio albicocco potrebbe essere peronospora. Un cancro che fa seccare di colpo i rami.

  100. PER VALENTINA…..CREDO CHE QUESTO NON SIA PROPRIO IL PERIODO MIGLIORE PER PIANTARE LA VITE CANADESE. CON L’ARRIVO DELL’AUTUNNO LE FOGLIE COMINCIANO A DIVENTARE BRUNE E PIAN PINO SECCANO FINO A CADERE TOTALMENTE IN INVERNO.
    INOLTRE E’ POSSIBILE CHE CON LE PIOGGE ABBONDANTI DI QUESTI GIORNI ABBIA RICEVUTO TROPPA ACQUA, IL CHE HA CAUSATO IL SECCARE DELLE FOGLIE. STA TRANQUILLA COMUNQUE, PERCHE’ IN PRIMAVERA TORNERA’ NUOVAMENTE A CRESCERE CON VIGORE E VELOCITA’ SORPRENDENTE VEDRAI!! CIAO!

  101. @Luca
    La tua vite canadese non ha niente. L’inverno perde le foglie, e ora tutto procede bene con i getti nuovi. Riguardo le sferette bianche, sono i fiori molto piccoli, riuniti solitamente in infiorescenze (cime) ramificate, e sbocciano da maggio a luglio. Al genere di vite del Canadà appartengono più di 25 specie di piante:
    la ampelopsis brevipedunculata, a lobi ampi, verde scuro.
    la ampelopsis homuli/olia, con foglie arrotondate e frutti giallo-chiaro e poi blu chiaro
    la ampelopsis veitchii, ben ramificata, alta fino a 15 metri, i cui frutti sono piccole bacche blu.

  102. Vorrei piantare in vaso una vite canadese della specie che si arrampica al muro con le ventose. Qual è la stagione idonea per la messa a dimora?

  103. ho piantato la vite in primavera ha subito fatto delle bellissime foglie verdi tutta l’estate poi si è fermata sono diventate rosse ma non capisco se sta soffrendo o se manca il nutrimento ,i rami sono come bacchettini secchi o almeno io li vrdo così, e non sò come potarla per la prossima primavera . Ho messo dello stallatico come concime è giusto? qualcuno mi può aiutatare acapire se sta morendo o se è normale vederla cosi in questa stagione

  104. Larve di cocciniglia sferiche e trasparenti? Bah… al limite potrebbero essere ammassi di uova, ma ne dubito dato che gli adulti non li ho mai visti… propendo piuttosto per l’ipotesi di riccardo. Grazie comunque a entrambi per l’aiuto.

  105. Da due anni ho una vite vergine (Ampelopsis) sul terrazzo, in posizione soleggiata. Appena acquistata e messa in vaso, la pianta si è subito sviluppata e in due anni è cresciuta molto. Alla fine di questa estate, però, ho cominciato a notare che le foglie più basse seccavano e cadevano. In particolare, le foglie iniziano a ricoprirsi di macchie marroncine tendenti al rossiccio, poi seccano e cadono. Ormai i rami sono “palati” per circa un metro e mezzo d’altezza. Penso che se la pianta avesse patito il caldo e fosse morta sarebbero seccate prima le foglie più lontane, non quelle più prossime alle radici.
    In ogni caso ho provveduto a cambiare vaso, mettendone uno molto più grande, e ad effettuare un trattamento con un antifungino sistemico. Qualcuno mi saprebbe dire di che malattia può trattarsi?
    Grazie in anticipo per l’aiuto.
    Michele Vacchiano – Torino

  106. Ciao, è probabile che tu abbia dato troppa acqua. La quantità si da anche in base all’ampiezza del vaso. Prova a considerare di dare un po’ meno acqua, e una potatura verso novembre

  107. scusate. riguarde alle seconde tre piante rettifico “senza che siano diventate minimamente rosse” e non verdi.
    ah tutte le piate salgono su un pergolato

  108. salve,
    ho piantato questa estate 6 viti americane in terrazza. Tre sono dalla parte della strada e sono di un tipo che potrei definire con una foglia composta da tre foglie distinte. Le altre tre dalla parte del muro sono a foglia unica con una punta centrale. Le prime tre ormai già da un mese hanno maturato le bacche e arrossito le foglie ed ora sono completamente spoglie. Le altre tre invece hanno ancora le bacche che sono gialle e stanno seccando e perdendo le foglie senza che siano minimamente diventate verdi. Tutte sono in vasi rotondi di 45cm di diametro. è tutto normale o sto sbagliando qualcosa?
    grazie

  109. Buongiorno, vi chiedo una illuminazione! Nel mio condominio c’è una vite americana a copertura di uan vecchia struttura in ferro. Purtroppo credo sia “malata” in quanto con l’arrivo della bella stagione inizia a produrre una sostanza resinosa che distrugge le automobili… cosa si deve fare? Per sollecitarei condomini i quali sembrano non interressarsi al problema. Per me è molto importante. Moltissimo. Confido nel vostro aiuto. Grazie mille

  110. Vorrei chiedere se le bacche della vite americana sono commestibili e se, facendo un esperimento, sarebbe possibile fare un trattamento per il vino come l’uva normale.

  111. Come si moltiplica la vite americana? Ne ho due in vaso belle ramificate, ma vorrei provare a farle moltiplicare.

  112. di ritorno a Roma dopo 15 giorni di vacanza, con disappunto ho trovato la mia rigogliosa ampelopsis con un ramo completamente secco, mentre il resto della pianta e’ sempre verde. L’aspetto del ramo secco e’ quello di un ramo tagliato senza che pero’ la continuita’ con la pianta sia interrotta. Puo’ essere effetto del sole che in questi giorni ha portato le temperature a livelli molto elevati? Ma perche’ solo in un ramo? L’irrigazione e’ automatica
    grazie

  113. Buongiorno, sono alla ricerca disperata di un consiglio sulla vite americana.
    Ne ho da poco rinvasata una in un vaso che ritenevo più adatto allo sviluppo che volevo che prendesse (cilindrico, alto un metro e di diametro 40 cm).
    La pianta, come mi aspettavo, è decollata rapidamente raggiungendo in meno di 10 giorni un metro e mezzo di altezza.
    Poi, all’improvviso, ho iniziato a notare che le ventosette dei rami più robusti si iniziavano ad avvolgere su loro stesse, provocando il progressivo distacco dalla parete delle parti più alte dei rami. Ho provato anche ad aiutare i rami con del nastro carta ma senza successo.
    La pianta è in ombra fino alle 2 del pomeriggio e il fenomeno è iniziato in corrispondenza dell’ondata di caldo dei giorni scorsi.
    Cosa può essere?
    Grazie infinite comunque in anticipo,

    Michele De Sio

  114. @patty
    Se ho ben capito la tua vite americana è la “ampelopsis veitikii” oppure la “parthemocissus quinquefoglia”. Durante il periodo estivo è di colore verde. Il fogliame autunnale è rosso cremisi, quindi è normale, non sta soffrendo. I bacchettini che vedi adesso sono spogli dalle foglie ormai. Riguardo il concime: sì, è giusto, la concimazione di base all’impianto di sostanza ben matura per le giovani piante e per quelle in vaso. Nel periodo vegetativo ogni 15/20 giorni aggiungere all’acqua di irrigazione un concime complesso nelle dosi di 10/20 grammi per decalitro. Usare il terriccio per piante in vaso ben drenato. Nella fase giovanile cimare i rami.
    Per le piante adulte limitarsi a diradare i rami troppo folti durante l’estate.

  115. Salve, ho aquistato lo scorso anno 2 viti americane dal vivaio già alte piu o meno 1 metro , le ho piantate in due differenti vasi adiacenti e le due piante già dal primo giorno crescevano a dismisura invadendo piacevolmente il muro ed il soffitto del mio balcone. io mi limitavo solo ad annaffiarle ed a aiutare i rametti ad appiccicarsi dandogli la direzione che preferivo. poi è arrivato l’inverno ed ovviamente tutte le foglie son cadute lasciando i rami spogli. adesso le due piante hanno messo di nuovo tutte le foglie tranne che su qualche ramo, forse morto, ma la cosa strana (per me) che non dà segno di crescere, di allungarsi, non vedo sulle punte dei rametti come l’anno scorso quella sorta di vitalità , di nascita. Preciso che non ho fatto niente tranne che annaffiare le piante. Sono ignorante in materia , però molto affascinato . Mi date qualche consiglio per favore? Che posso fare? Forse devo inserire del fertilizzante? E nel caso quale? Vi prego aiutatemi a tenere viva in me la voglia del verde e non quella di rinunciarci definitivamente. Grazie anticipatamente. Genny (Napoli)

    1. @Genny
      Le tue piante di vite americana (o canadese) hanno sofferto un po’. Mi dici che ti limitavi solo ad innaffiare, ma un po’ di concime bisogna darlo ogni tanto. Per le piante giovani e per quelle in vaso, nel periodo vegetativo ogni 15-20 giorni aggiungere all’acqua di innaffiatura un concime complesso nella dose di 10/20 grammi per decalitro (puoi usare anche fertilizzante per piante verdi).
      Questa pianta richiede anche una buona disponibilità di acqua, ma senza ristagni. Preferisce anche l’ombra parziale, ma si può anche coltivare su un muro esposto al sole.
      Prova a sostituire il terriccio superficiale e pota le cime, rinforzerai la pianta.

  116. Le prime a foglia tricuspide (foglia composta da tre foglie distinte) non sono viti Americane bensì viti Canadesi. Il fatto che si siano comportate differentemente dal punto di vista della perdita delle foglie, potrebbe dipendere dall’esposizione, ma ciò non compromotte il benessere della pianta. In primavera riprenderanno entrambe a germogliare nuove foglie !

  117. controllate periodicamente la terra della vite canadese, se la vedete sofferente: vi potrebbero essere delle larve bianche piuttosto grandi ( e schifosette… tipo code di scampi, che sono larve di coleottero: mangiano le radici e bisogna cambiare tutta la terra.

  118. Desidero sapere qual e’ il modo migliore per coprire una grande facciata ( 26 mt per 12 mt ) con la vite americana o canadese o comunque con un rampicante ,usando pero’ i vasi ,quindi non in piena terra . Cioe’ quanti vasi occorrono e il periodo migliore per avere uno sviluppo rapido . vorrei anche sapere se danneggia ulteriomente la facciata ( visto che vorrei coprirla propio perche’danneggiata ).Sono in Sicilia ,a 10 metri dal mare , la facciata e’ dalla parte non esposta al mare e comunque il lato e’ il nord.Grazie .

  119. Cara signora io e mia marito stiamo mettendo a posto il cortile e vorremmo piantare in un angolo del pergolato una vite rossa del canada. Abitiamo in Piemonte in una zona dove d’estate raggiungiamo i 40 gradi, ma d’inverno anche i – 15. Vorremmo piantarla a terra dandole così la possibilità di attecchire nel miglior modo possibile in un vaso del diametro di circa 1 mt. Mi potrebbe dare dei consigli per averla rigogliosa e soprattutto ricca delle sue magnifiche foglie rosse? Volevo aggiungere che il posto in cui vogliamo piantarla e in pieno sole.

  120. Buongiorno,avrei una domanda da porvi inerente la vite del canada :”come faccio ad eliminare le ventose o radici dal muro esterno?”
    Esistono dei prodotti che le asportano in modo rapido?
    Grazie
    Saluti

  121. ho piantato 3anni fà una vite canadese per ombreggiare la mia voliera ma non è mai divenuta rossa in autunno, diventa gialla e poi perde le foglie è molto grande e rigogliosa ed è sistemata in mezzombra, perchè non diventa rossa grazie

  122. Il genere ampelopsis e parthenocissus sono molto simili e spesso confusi. Al genere ampelopsis appartengono 20 specie di pianti rampicanti, a foglia caduca, coltivate per la forma e il colore del fogliame che vira dal rosso al giallo durante l’autunno. Due sono le specie più utilizzate a scopo ornamentale: ampelopsis aconitifolia, ampelopsis brevipedunculata. Si distinguono tra loro per alcuni dettagli nella forma della foglia, dei fiori e del tipo di viticci. Il fogliame autunnale rosso cremisi è di parthenocissus quinquefolia, forse è perquesto che non lo vedi colorato di rosso.

  123. @luisa ampelopsis 4-9 La vite del canada richiede una buona disponibilità d’acqua, ma senza ristagni, er le piante giovani dopo la messa a dimora e nei periodi di siccità.Per le piante in vaso si interviene più frequentemente in primavera. L’esposizione preferita è l’ombra parziale ma si adatta ad essere anche coltivata su un muro esposto al sole, come hai deciso. Si mette a dimora tra novembre e marzo. Preferisce terreni fertili, umidi ma ben drenati. Effettuare la concimazione di base con sostanza organica e per le giovani piante e per quelle in vaso. Nel periodo vegetativo ogni 15-20 giorni si aggiunge all’acqua di irrigazione un concime complesso (dose di 10/20 grammi/decalitro)

  124. save,ho un amico che ha una vite canadese che copre un gran pezzo di muro
    alto 3 metri è sempre stata sana ma attualmente stanno seccando le foglie
    mi sapreste dire che cosa succede e se è curabile,grazie
    la vite vive a rapallo in provincia di genova
    ho cercato nei siti ma a tuttora non sono riuscito capirci niente
    grazie per la futura risposta

    1. Con il nome di vite del canada si indicano dei rampicanti appartenenti al genere ampelopsis. La coltivazione è facile, temperatura secondo le specie, annaffiature frequenti per piante giovani e in vaso, soprattutto nei primi periodi di siccità. Ricchiede una buona disponibilità di acqua, ma senza ristagni. Non sarà stata la troppa acqua? Oppure ci sarà qualche parassita? Nelle piante rampicanti i trattamenti sono molto difficili, e quando si rilevano macchie fogliari sono probabilmente provocati da diversi funghi oppure oidio. E’ necessario eliminare le parti colpite. E’ anche difficile il controllo degli insetti come le cocciniglie, che succhiano la linfa della pianta sviluppando le fumaggini. Poi ci sono i coleotteri che rodono le foglie, quindi devi guardare molto bene. Si combattono con gli appositi insetticidi.

  125. Io stesso discorso del Sig. Zagato, bella, rigogliosa e ben accudita!(perlomeno credo), e la mia è sicuro che è una parthenocissus quinquefolia, l’anno scorso ha fatto molti rami (ma non tutti) con foglie rosse, ma quest’anno solo qualche ramo. L’esposizione è: mezzombra in autunno/inverno e al sole in primavera/estate
    Forse gli manca qualche sostanza, nonostante la mia attenzione?
    Grazie per le risposte
    Saluti

    1. Questa è una specie rampicante resistente. La posizione va bene (mezz’ombra/pieno sole). Le ampelopsis preferiscono terreni fertili, umidi, soprattutto ben drenati. Richiedono buona disponibilità di acqua, ma senza ristagni, dopo l’impianto e quando c’è siccità. Quando sono in vaso richiedono frequenti innaffiature in primavera/estate. Per quanto riguarda la concimazione, nel periodo vegetativo aggiungi nell’acqua di irrigazione un concime complesso nella dose di 10/15 grammi per decalitro, ogni 15/20 giorni. Nella fase giovanile si cimano questi rami per far migliorare la ramificazione. Per quelle adulte ci si limita a diradare i rami troppo folti durante l’estate.

  126. Salve volevo un informazione io ho una vite americana ormai da un sacco di anni piantanta all interno di un piccolo pezzo di terreno,ha avuto sempre le foglie verd,solo che quest’anno con l arrivo del cane ha iniziato da qualche giorno a seccarmi qualche foglia in qua e in la piú che altro non so se questo avviene perché il cane mi scava nello stesso terreno di dove é piantata la vite. Come posso fare per non farla seccare perché alla fine mi fa da pergolato e mi copre gran parte della corte. Grazie valentina

  127. Ciao ho tra partenocissus tricuspidate le cui foglie appena germogliate erano verdi ma ora stanno diventando rosse cremisi come fanno in genere in autunno….cosa può essere successo? E’normale o tra poco si seccheranno e cascheranno?Cosa potrei fare?Grazie mille

    1. A volte cambiano colore, non perchè arriva l’autunno ma un cambiamento di sofferenza, difficoltà, dovuto all’apparato radicale. I generi partenocissus si piantano da novembre a marzo, in una buca larga 60 centimetri e profonda 45, scavata alla base di un muro o di un albero e riempita con un terriccio umido, letame ben maturo o composta. E’ bene usare esemplari coltivati in vaso, poichè le piante giovani non sopportano bene il trapianto a radice nuda. Si cimano gli apici vegetativi a portamento verticale, fino a quando non sono in grado di arrampicarsi da sole. La parthenocissus, nota con il nome Ampelopsis, ha foglie palmate provviste di 3 punte (da cui il nome tricuspidata) di un bel colore verde chiaro in primavera, e in autunno assumono una bellissima colorazione rosso brillante prima della caduta. La pianta va messa in terra in pieno sole, per garantire la migliore colorazione annuale. Non credo sia secca.

  128. Buongiorno,

    ho appena comprato una vita americana abbastanza grande deve arrampicarsi su una persiana in plastica, per agevolare tale cosa, ho appoggiato la pianta su tale superficie aiutandomi anche con dello scotch, ovviamente una volta che le ventose aderiranno alla superficie lo toglierò. Ma il mio dubbio è può fare male alla pianta tale nastro adesivo?
    grazie anticipatamente
    saluti
    Marco

    1. Il rampicante più conosciuto è l’ampelopsis, simile ai generi vitis e cissus, che si distinguono tra loro proprio per alcuni dettagli, come le foglie e la mancanza o presenza di viticci con uncini e ventose che permettono alle piante di aderire ai sostegni. Non metterei assolutamente dello scotch per non bloccare gli arrampicanti. Presso un garden centre o anche un centro commerciale troverai qualcosa di più adatto.

  129. La vite canadese, piantata contro la mia volontà, è un mostro … Fa tralci di sei metri … Ha strangolato la mia bella edera … Fa radici ovunque, sopra, sotto … per aria … Come eliminarla, senza ricorrere al napalm? Oltretutto, non diventa nemmeno rossa.

  130. La vite canadese e quella americana sono due cos diverse, anche se spesso vengono confuse.
    Una infatti si chiama Ampelopsis e l’altra Parthenocissus.
    La pima è originaria della Cina, l’altra del nord America. Anche le foglie e la ramificazione è diversa.
    Cordialmente

  131. Buongiorno, ho acquistato diversi mesi fa un pianta di vite canadese alta 1 metro presso un garden. L’abbiamo impiantata nel terreno, la annaffiamo tutti i giorni, ma non cresce minimamente, ne tantomeno è provvisto di ventosette che gli permettono di aderire al muro. Al momento abbiamo creato una sorta di reticolato con dei chiodini, dove vi abbiamo fatto appoggiare i rami. Adesso è ricco di bacche nere, ma per il resto non cresce per nulla. Come mai? La pianta e’ esposta al sole tutto il giorno. Ringrazio

    1. Con vite del Canada si indicano dei rampicanti appartenenti ai generi ampelopsis e parthenocissus, che sono affini ai generi vitis e cissus, ma si distinguono tra di loro per alcuni dettagli come le foglie e la mancanza o presenza di viticci con uncini e ventose, che permettono alle piante di aderire ai sostegni. Credo di non sbagliarmi ma la tua è l’ampelopsis brevipendiculata: è una specie rampicante più delicata con foglie per lo più trilobate. Riguardo le annaffiature, devono essere frequenti per piante giovani e in vaso. L’esposizione migliore è in pieno sole per garantire la migliore colorazione autunnale. La messa a dimora alla base del muro , preferibilmente in primavera per evitare almeno nelle zone pià fredde possibili danni da gelo per le piante giovani. Terricci fertili ma ben drenati, e ogni 15 giorni bisogna aggiungere all’acqua di irrigazione un concime complesso nella dose di 10/20 grammi per decalitro.

  132. Salve, ho 3 viti canadesi piantate in vaso da 1 anno. A marzo, visto l’eccessivo caldo sono germogliate tutte le gemme. Ad aprile, invece, è tornato il freddo con temperature poco sopra lo zero termico. Le nuove foglie hanno subito questa situazione e si sono afflosciate e ora iniziano a seccarsi.
    Le piante sono recuperabili? c’è speranza che cacci ancora nuove foglie o è destinata a morire?
    Grazie

    1. Non credo che la tua pianta sia destinata a morire. I generei ampelopsis / vite americana differiscono per le foglie trilobate. La tecnica colturale è uguale, si piantano a novembre, è meglio usare esemplari coltivati in vaso perchè le piante giovani non sopportano il trapianto. La buca deve essere larga e profonda, usando una composta con letame ben maturo. Si cimano gli apici vegetativi delle specie a portamento verticale fino a quando non sono in grado di arrampicarsi da sole. Si potano a fine inverno e si asportano i rami danneggiati e si diradano quelli vecchi. Possono essere attaccate dagli stessi parassiti che attaccano le viti.
      Prova a potare gli apici guardando se è ancora verdi. Aggiungi della composta al piede della pianta innaffiando bene: se non hanno sofferto troppo le radici si riprenderà.

  133. Salve, la mia pianta da un paio di giorni ha le foglie che si arricciano e poi cadono, che devo fare? ho paura che secchi tutta!
    Grazie, Andrea

    1. Questa pianta richiede una buona disponibilità d’acqua ma senza ristagni dopo la messa a dimora e nei periodi di siccità. Bisogna controllare se le foglie che cadono abbiano delle macchie. se si trovano, significa che la caduta è provocata da un fungo., da oidio. E’ necessario eliminare le parti della pianta colpita. Estremamente difficile è controllare degli insetti come le cocciniglie (queste succhiano la linfa della pianta e sulla melata si sviluppano le fumaggini). Possono anche essere coleotteri: bisogna combatterli con appositi insetticidi.

  134. Ciao a tutti vorrei chiedervi un consiglio su come intervenire per debellare il parassita di cui non conosco il nome che ha colpito più di 300 mq di copertura di vite canadese. Vi allego foto. Vi prego rispondetemi perché non vorrei tagliarla tutta.

Lascia un commento

I tuoi dati vengono trattati nel rispetto della privacy: inviando un commento dichiari di avere piu' di 16 anni e di accettare la privacy policy vigente

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure ricevi avviso anche senza commentare.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.