Aquilegia: fioritura abbondante, resistente al freddo

E’ una pianta perenne, rustica, da vaso o da giardino. Ibrido di dimensioni contenute, a portamento cespuglioso, è una pianta apprezzata per la copiosa fioritura. Può essere coltivata in vaso nelle aiuole per bordura o formare macchie di colore. Le varietà più interessanti sono la flabellata, la canadensis (ha fiori a forma di tubo), la vulgaris, la caerulea (fioriscono in primavera), la chrysantha (che fiorisce in estate).

Vuole luce sempre abbondante, meglio se non in pieno sole almeno nelle ore più calde della giornata (ad esempio luce filtrata, come ai margini del bosco). Sopporta la pioggia, non il vento caldo. Il terreno deve essere sempre umido. Bagnare molto le piante in vaso, poste in pieno sole, e usare acqua non calcarea. Il terreno deve essere sciolto, ben drenato, con componente sabbioso, leggero, ricco di sostanze nutritive.

Clima: l’aquilegia resiste bene al freddo, anche in quota. Si adatta bene alla collina e alla montagna.

Distribuire in autunno e in primavera un terricciato di letame maturo, utilizzando anche un po’ di torba se poste in terreni argillosi e calcarei.

La riproduzione: è una pianta perenne, vive pochi anni, generalmente 2, e può disseminarsi in modo naturale. Riesce ad attecchire bene anche in terreni difficili. Si pianta in ottobre e in marzo.

E’ una pianta piuttosto resistente ai parassiti: fare comunque attenzione alla metcalfa, avendo l’accortezza di eliminare le foglie più attaccate al suolo.

Lascia un commento

I tuoi dati vengono trattati nel rispetto della privacy: inviando un commento dichiari di avere piu' di 16 anni e di accettare la privacy policy vigente

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure ricevi avviso anche senza commentare.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.