Cattleya, pianta da interni facile da coltivare

Le cattleye sono piante da interno relativamente facili da coltivare, basta solo attenersi a determinare condizioni di luce e di umidità e temperatura.

Esemplare di Cattleya
Esemplare di Cattleya
In estate bisogna aggiungere all’acqua delle irrigazioni un concime liquido una volta ogni due annaffiature, per crescere e fiorire bene. Hanno bisogno di una luminosità non troppo intensa. La posizione migliore è quindi vicino ad una finestra rivolta ad est o a sud, dove la pianta possa ricevere il sole al mattino. Questa pianta necessita di una forte differenza di temperatura fra il giorno e la notte. Di giorno la temperatura può variare da 21 a 27 gradi, mentre la notte dovrebbe scendere tra i 15 e i 18 gradi. La cattleya va bagnata quando il subdastro è quasi completamente asciutto, circa una volta a settimana. Vanno rinvasate ogni 2 anni circa, nel periodo di riposo vegetativo utilizzando un subastro apposito per orchidee (un miscuglio formato da 2 parti di fibra osmundo e 1 parte di sfango), e vanno eliminate le parti secche e danneggiate. Dopo la rinvasatura non annaffiare le piante per due settimane.

Lascia un commento

I tuoi dati vengono trattati nel rispetto della privacy: inviando un commento dichiari di avere piu' di 16 anni e di accettare la privacy policy vigente

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure ricevi avviso anche senza commentare.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.