Tagete

I generi sono di tante specie: erbacee, annuali e perenni, che si coltivano nelle bordure e nelle aiuole. Alcune specie di ibridi si coltivano esclusivamente a fiori doppi fino a 15 centimetri di diametro, che nella forma somigliano al garofano, mentre il fiore semplice è un capolino simile a una margherita.

Il colore dei fiori varia dal giallo limone al rosso bianco, all’arancio, al mogano. Dalle corolle semplici, doppie e stradoppie. Le foglie sono generalmente di colore verde scuro, lucide e profondamente divise. Si coltivano prevalentemente le varietà annuali partendo dai semi o acquistando piantine. Il tagete può essere coltivato in vasi, ciotole, cassette e fioriere sul balcone, o anche in giardino. Da sole o insieme ad altre piante. Per riempire di colore il balcone è consigliabile usare un vaso largo e profondo 40 centimetri, abbinando le dalie borboras rosso acceso alle tageti maughy marietta a fiori semplici giallo e rosso (ve ne sono numerosissime varietà, diverse per altezza, dai 15 ai 60cm di altezza).

La coltivazione è facile: l’esposizione in pieno sole (con la bassa luminosità le piante filano, si allungano, fioriscono meno e i colori dei fiori sono poco brillanti); le innaffiature devono essere moderate anche nei periodi caldi. Si consiglia di bagnare le piante il mattino presto con acqua non molto fredda. Riguardo alla temperatura la tageta non ha problemi con il calore: resiste anche alla calura estiva. I fiori a volte marciscono: questo avviene nei mesi estivi, bisogna controllare le innaffiature oppure trattare con appositi antibotritici

Lascia un commento

I tuoi dati vengono trattati nel rispetto della privacy: inviando un commento dichiari di avere piu' di 16 anni e di accettare la privacy policy vigente

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure ricevi avviso anche senza commentare.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.