Tagliare alberi: leggi e regolamenti

Domanda:

Salve, sono Roby. Vivo con mia madre in una casa popolare, in un lato di questa casa c’è un piccolo prato con alcune piante. Una di queste piante è troppo vicina alla finestra della nostra cucina (circa m. 2), e siccome abitiamo nel piano rialzato, questa pianta impedisce al sole di entrare, quindi, di portare calore e soprattutto luce (molte volte di giorno ci tocca accendere la luce), questo provoca dei forti disagi per mia madre che essendo anziana avrebbe bisogno d’inverno di più calore (il riscaldamento è centralizzato e non è sempre acceso), e di più luce, perchè la sua vista non è ottima ed a lei piace cucire, ma sforza troppo la vista se non c’è abbastanza luce. Mia madre ha sempre amato le piante, ha sempre dei vasi con qualche pianta in casa, che cura con passione, ma quest’albero di fronte alla cucina la sta stressando, ed è sempre lì a lamentarsi, ed io, avendo constatato personalmente quanto questo albero sia di impedimento per la luce del sole, non posso che darle ragione. Quindi vorrei sapere se ci sono delle leggi..dei regolamenti, che stabiliscono la distanza degli alberi dalle abitazioni? Posso farla tagliare? A chi mi devo rivolgere? preciso che non si tratta di un grosso albero, il tronco ha un diametro di circa 13/15 cm, l’altezza è di circa m.4/4,5. La ringrazio in anticipo per la risposta.

Per tagliare un albero che impedisce calore e soprattutto luce vicino alla finestra di casa sono tanti gli aspetti da tenere presente, non ultimi quelli imposti dalla legge! Le norme proteggono tutti i tipi di alberi. Ma si puo’ tagliare/ridimensionare.

E’ importante che tutte le persone che hanno accesso allo spazio verde in cui l’albero è piantato siano d’accordo, compresi -se possibile- i vicini confinanti. Si eviteranno così delle controversie. Importante è anche verificare che cosa sia disposto in materia di regolamento locale. In mancanza di questi, attenersi a quanto stabilito dal codice civile, che impone una distanza di almeno 3 metri dalla recinzione per alberi ad alto fusto, e 1,5 metri per arbusti o alberi di dimensioni ridotte. Se l’albero da frutto non supera un’altezza di 2,5 metri allora non è considerato di alto fusto, e quindi la distanza si accorcia a 0,5 metri. Anche le viti e gli arbusti da siepe seguono questa distanza.

In caso di richiesta, è necessario tagliare i rami che si protendono nella proprietà altrui. E’ inoltre opportuno sapere che in molti comuni vi sono disposizioni e ordinanze per la protezione degli alberi, che costituiscono una sorta di riconoscimento del loro valore. In questi comuni non si possono abbattere alberi senza validi motivi e autorizzazioni specifiche: non resta che informarsi meglio nel proprio comune di residenza.

24 pensieri riguardo “Tagliare alberi: leggi e regolamenti

  1. abito in una palazzina che confina con le rotaie del treno e ho un terrazzo che da proprio sulle rotaie fino a poco tempo fa ombreggiato edabbellito da 4 piante molto belle piantate pero al di la della rete quindi proieta delle ferrovie dello stato.qualche mese fa le hanno tagliate ad 1 metro dal suolo rovinando cosi il mio terrazzo che adesso pare essere nelle ferraglie . posso fare qualcosa?

  2. Abito a 3 km da Valmontone in provincia di Roma, ho un girdino di 1200 mq, e all’interno di esso ci sono 5 alberi di pino che sporcano e mi danno fastidio, li posso tagliare oppure ci vuole un autorizzazione da parte di qualcuno?
    Grazie per la vostra risposta
    Max

    1. Che io sappia per abbattere gli alberi ci vuole l’autorizzazione. Devi chiederlo al comune dove abiti, perchè il regolamento non è uguale ovunque.

  3. 5 anni fa ho comprato una casa che ha un giardino confinante con quello del mio vicino. Nel mio giardino, praticamente attaccato al giardino del vicino c’è un albero di magnolia molto bello che avrà almeno una quarantina d’anni e raggiunge gli otto metri d’altezza. L’albero si trova in quella posizione perchè una volta il giardino era unico ed apparteveva ad un’unica famiglia. Comunque quando io ho comprato casa ho trovato già l’albero in quella posizione. la mia vicina si lamenta sempre per le foglie che le cadono in giardino e taglia sempre tutti i rami che crescono nella sua parte di giardino. Mi potete dire cosa dice la legge in proposito? (la mia vicina vorrebbe farmi abbattere l’albero ma io non voglio assolutamente)

    Grazie,

    Lorenzo

  4. salve ho la casa che confina con il giardino del mio vicino ha piantato un albicocco ed un prugno in corrispondenza delle mie finestre alla distanza di circa 2 metri però adesso sono cresciuti e mi chiudono tutta la luce in cucina mi vedo costretta a stare con la luce accesa cosa posso fare aiutatemi datemi una risposta comprensibile ..grazie..

    1. Quando si mettono a dimora alberi e arbusti, sia singolarmente sia sottoforma di siepe, bisogna rispettare le distanze stabilite dal codice civile. L’art. 892 stabilisce che devono essere rispettate le distanze del confine di proprietà 0,5 per le viti, gli arbusti da siepi e le piante da frutto di altezza non maggiore di 2,5 metri di altezza. Anche se ora sono cresciuti, si possono tagliare. Tornando ad un’altezza inferiore ai 2,5 metri di altezza allora possono stare a 0,5 metri. Gli alberi che non superano i 3 metri di altezza devono stare ad almeno 1,5 metri. Quelli ad alto fusto devono stare a 3 metri.

  5. buon giorno sul confini e su due strade vicinale 30 anni fa piantai pini- e cipressi tipo americani bianchi- ora tutte le 2 specie sono molto alte e pericolose specie i cipressi che sono su argini delle strade e nella mia proprietà posso tagliarli oppure devo chiedere autorizzazione e se si a chi grazie.

    1. Sì, per tagliare alberi, cipressi e alberi molto alti (e pericolosi) bisogna rispettare i regolamenti e gli usi locali della tua città, e attenersi agli articoli 891 e 892 del Codice Civile.

  6. buon giorno sul confini e su due strade vicinale 30 anni fa piantai pini- e cipressi tipo americani bianchi- ora tutte le 2 specie sono molto alte e pericolose specie i cipressi che sono su argini delle strade e nella mia proprietà posso tagliarli oppure devo chiedere autorizzazione e se si a chi grazie.

    1. Sì, per tagliare alberi, cipressi e alberi molto alti (e pericolosi) bisogna rispettare i regolamenti e gli usi locali della tua città, e attenersi agli articoli 891 e 892 del Codice Civile.

  7. Buonasera , ho appena acquistato un’abitazione che ha un grosso abete (di circa 6 metri di altezza) nel giardino di proprietà che toglie luce alla mia abitazione e vorrei tagliarlo. Inoltre Pensa sia necessario farne richiesta al comune , oppure posso procedere al taglio in autonomia chiamando una ditta specializzata ?

    La ringrazio per le informazioni

    1. Per quanto ne sappia e per non avere problemi ti consiglio di informarti proprio nel tuo comune, solo perchè in molti comuni vigono specifiche disposizioni e ordinanze per la protezione degli alberi che costituiscono una sorta di valore per il paese stesso, come per esempio il miglioramento della qualità dell’aria, per l’ombra che forniscono, o come pure l’accrescimento del valore del paesaggio. in questi comuni servono validi motivi e autorizzazioni specifiche per abbatterli. Puoi anche chiedere ad una ditta specializzata del tuo paese, che conosce già l’ambiente e le normative locali.

  8. buongiorno
    vorrei sapere se possibile tagliare un cipresso alto 3 metri su una tomba di famiglia.

  9. Abito a 3 km da Valmontone in provincia di Roma, ho un girdino di 1200 mq, e all’interno di esso ci sono 5 alberi di pino che sporcano e mi danno fastidio, li posso tagliare oppure ci vuole un autorizzazione da parte di qualcuno?
    Grazie per la vostra risposta
    Max

    1. Che io sappia per abbattere gli alberi ci vuole l’autorizzazione. Devi chiederlo al comune dove abiti, perchè il regolamento non è uguale ovunque.

  10. Buonasera , ho appena acquistato un’abitazione che ha un grosso abete (di circa 6 metri di altezza) nel giardino di proprietà che toglie luce alla mia abitazione e vorrei tagliarlo. Inoltre Pensa sia necessario farne richiesta al comune , oppure posso procedere al taglio in autonomia chiamando una ditta specializzata ?

    La ringrazio per le informazioni

    1. Per quanto ne sappia e per non avere problemi ti consiglio di informarti proprio nel tuo comune, solo perchè in molti comuni vigono specifiche disposizioni e ordinanze per la protezione degli alberi che costituiscono una sorta di valore per il paese stesso, come per esempio il miglioramento della qualità dell’aria, per l’ombra che forniscono, o come pure l’accrescimento del valore del paesaggio. in questi comuni servono validi motivi e autorizzazioni specifiche per abbatterli. Puoi anche chiedere ad una ditta specializzata del tuo paese, che conosce già l’ambiente e le normative locali.

  11. 5 anni fa ho comprato una casa che ha un giardino confinante con quello del mio vicino. Nel mio giardino, praticamente attaccato al giardino del vicino c’è un albero di magnolia molto bello che avrà almeno una quarantina d’anni e raggiunge gli otto metri d’altezza. L’albero si trova in quella posizione perchè una volta il giardino era unico ed apparteveva ad un’unica famiglia. Comunque quando io ho comprato casa ho trovato già l’albero in quella posizione. la mia vicina si lamenta sempre per le foglie che le cadono in giardino e taglia sempre tutti i rami che crescono nella sua parte di giardino. Mi potete dire cosa dice la legge in proposito? (la mia vicina vorrebbe farmi abbattere l’albero ma io non voglio assolutamente)

    Grazie,

    Lorenzo

  12. abito in una palazzina che confina con le rotaie del treno e ho un terrazzo che da proprio sulle rotaie fino a poco tempo fa ombreggiato edabbellito da 4 piante molto belle piantate pero al di la della rete quindi proieta delle ferrovie dello stato.qualche mese fa le hanno tagliate ad 1 metro dal suolo rovinando cosi il mio terrazzo che adesso pare essere nelle ferraglie . posso fare qualcosa?

  13. salve ho la casa che confina con il giardino del mio vicino ha piantato un albicocco ed un prugno in corrispondenza delle mie finestre alla distanza di circa 2 metri però adesso sono cresciuti e mi chiudono tutta la luce in cucina mi vedo costretta a stare con la luce accesa cosa posso fare aiutatemi datemi una risposta comprensibile ..grazie..

    1. Quando si mettono a dimora alberi e arbusti, sia singolarmente sia sottoforma di siepe, bisogna rispettare le distanze stabilite dal codice civile. L’art. 892 stabilisce che devono essere rispettate le distanze del confine di proprietà 0,5 per le viti, gli arbusti da siepi e le piante da frutto di altezza non maggiore di 2,5 metri di altezza. Anche se ora sono cresciuti, si possono tagliare. Tornando ad un’altezza inferiore ai 2,5 metri di altezza allora possono stare a 0,5 metri. Gli alberi che non superano i 3 metri di altezza devono stare ad almeno 1,5 metri. Quelli ad alto fusto devono stare a 3 metri.

  14. buongiorno
    vorrei sapere se possibile tagliare un cipresso alto 3 metri su una tomba di famiglia.

Lascia un commento

I tuoi dati vengono trattati nel rispetto della privacy: inviando un commento dichiari di avere piu' di 16 anni e di accettare la privacy policy vigente

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure ricevi avviso anche senza commentare.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.