VerdeBlog: giardinaggio fai da te

Vuoi prenderti cura delle tue piante di casa e hai bisogno di consigli personalizzati? Vuoi abbellire il tuo giardino o il balcone di casa tua e non sai quali fiori mettere? Su questo blog dedicato al giardinaggio fai da te troverai tante guide e schede tecniche sulle singole piante e specie, i consigli del mese e lo spazio per fare delle domande e ricevere delle risposte da una esperta di giardinaggio con il pollice verde e tanta esperienza.

I consigli di questo mese:
seminare ortaggi

Aprile: seminiamo l’orto e curiamo il frutteto

Consigli per tutto il mese per orto, giardino, piante da frutto a seconda della luna

Nelle prime settimane di questo mese seminiamo gli spinaci estivi, in un terreno fresco e ben concimato. Si semina direttamente a dimora in solchi profondi circa 2 centimetri e distanti tra loro 20. La raccolta potrà avvenire da maggio a luglio. Conviene pacciamare il terreno con corteccia di pino o un telo plastico per mantenere umido ed esente dalle piante infestanti. All’aperto, sotto i tunnel, si procede con la semina di anguria, melone, zucca, zucchine. All’aperto, in semenzaio, si semina il basilico. Si rincalzano le patate, che possono ancora essere piantate nelle regioni a clima mite. Verso la metà del mese, all’aperto, si può seminare di tutto. Leggi tutto »

piante in balcone

Aprile, la cure delle piante in vaso di balconi e davanzali

Aprile è il mese giusto per dedicarsi al terrazzo e ai davanzali acquistando nuove piante annuali da fiore e piantandoli in vasi e cassette. Vi elenco alcune piccole accortezze per ottenere piante sane e rigogliose.

Materiale necessario: procurarsi i vasi necessari, di plastica o di cotto, il terriccio per piante da fiori, l’argilla espansa, un buon concime granulare a lenta cessione (a meno che il terriccio che compriamo non lo contenga già). Si può scegliere un terriccio universale oppure uno dedicato alle piante da fiore di buona qualità, ma comunque è bene rinnovare completamente la terra nei vasi. Il terriccio in sacco è normalmente composto con torba di prima qualità che assicura una sufficiente ritenzione idrica senza impregnarsi. Se l’abbiamo, possiamo usare la terra dell’orto, ma in tal caso è bene mescolarla a un concime granulare che lo arricchisce e fornisca tutto il nutrimento alle piante di cui necessitano. L’argilla espansa costituisce il miglior materiale drenante che possiamo usare: così farà da fondo a ogni vaso e impedirà che l’acqua ristagni provocando marciumi radicali. Se si usano i vasi di plastica dell’anno precedente bisogna lavarli accuratamente per togliere ogni traccia di terra. Se i vasi sono di coccio sarà meglio lavarli con una soluzione di acqua e aceto: in questo modo toglieremo lo strato biancastro dai vasi eliminando ogni traccia di sali minerali residui. Mettiamo comunque a bagno i vasi di coccio per qualche ora prima di riempirli di terra o assorbiranno gran parte dell’acqua che versiamo. Leggi tutto »

prato - fonte: wikipedia

Primavera: cura, potature e pulizie per le piante in casa e in giardino

Le giornata più lunghe hanno indotto le piante di casa a risvegliarsi e a mettere nuovi germogli. Approfittiamone per dare loro un nuovo vaso o annaffiamole con un po’ di concime per sostenerne lo sviluppo. Con il risveglio vegetativo la pianta assorbe una quantità di acqua via via crescente.  Se durante l’inverno la maggior parte dell’acqua delle nostre annaffiature se ne andava in evaporazione dalla superficie del terreno o attraverso il vaso di coccio, con la primavera le cose cambiano radicalmente. Spegnendo i termosifoni e lasciando aperte le finestre più a lungo l’evaporazione diminuisce, mentre il risveglio vegetativo fa si che le radici assorbano più acqua dalla parte centrale del vaso. E se durante l’inverno un modesta umidità nel vaso poteva essere sufficiente alla conservazione della pianta, ora più che mai si impone un’annaffiatura consistente, che faccia giungere l’acqua anche al centro del vaso. Leggi tutto »

hortensia macrophylla

Arriva la primavera, le piante si risvegliano. Ricordiamoci di..

Consigli del periodo per: orto, piante acidofile, orchidee, begonie, rododendri, azalee e una mini guida per fare talee dopo la potatura di riordino

In marzo la natura rinasce, annuncia la primavera, non facciamo trovare impreparati: prepariamo il terreno, scegliamo le piante giuste, proteggiamo le piante. Ad inizio primavera prepariamo il terreno per le aiuole, facciamo le buche d’impianto per le nuove piante, iniziamo anche a visitare i vivai per farci un’idea precisa delle nuove piante ornamentali, da fiore e per il giardino e per il terrazzo. Rinvasiamo le piante grasse e le orchidee, concimiamo i grossi vasi, piantiamo le begonie, concimiamo il prato (utilizzando un concime a lenta cessione, ricco di microelementi). Preveniamo malattie e parassiti spruzzando sulle piante un fungicida pronto all’uso. Leggi tutto »

ortensia

Consigli di primavera per ortensie, rose, petunie e potatura alberi

La cura delle ortensie inizia a marzo. Si pota alla fine dell’inverno e in autunno, non solo per mantenerla in forma ma anche per indurla a ramificare e produrre molti fiori. Bisogna usare cesoie affilate, pulite e disinfettate.

Concimiamo le rose: dopo il riparo invernale le rose hanno bisogno di una buona concimazione, facciamola dopo la potatura quando le prime gemme cominciano a gonfiarsi. Usiamo un concime specifico e annaffiamo prima e dopo la concimazione. Leggi tutto »

Powered by WordPress