Abelia, ideale come siepe profumata – Consigli sull’abelia

 

E’ un arbusto dai fiori profumati. Il momento magico dell’ultima fioritura è in autunno. E’ anche il periodo in cui ha più bisogno di cure. L’abelia grandiflora lucida è un cespuglio a foglie lucide, di un bel verde intenso. Ha una crescita compatta e una lunga stagione di fioritura. Per il suo portamento compatto può essere allevato come siepe di confine o con sfondo di composizione. Le varietà più comuni sono l’ibrido abelia grandiflora prostrata e Edward Goucher utilizzata come cespuglio vero e proprio. Questa preferisce la posizione in pieno sole o a mezz’ombra, ma teme il freddo e si sviluppa in giardino in piena terra, anche se preferisce posizioni riparate dai freddi invernali, ma è una pianta capace di resistere al caldo estivo e ai rigori invernali, sempre che si trovi in una posizione riparata dai venti freddi (ma inverni così rigidi sono rari).

Nelle zone più miti del sud Italia è possibile la fioritura già dal mese di giugno. Ha numerosissimi fiori piccoli di colore bianco rosato che rimangono sulle piante fino a novembre. Le giovani piante hanno bisogno di annaffiature regolari. Le piante adulte possono sopportare anche alcuni giorni di siccità. Nel periodo da marzo a ottobre innaffiare una volta alla settimana; in condizioni normali devono diradarsi nella stagione fredda.

Le abelie crescono bene in quasi tutti i tipi di terreno purchè non ci siano ristagno d’acqua. A primavera effettuare una lavorazione superficiale del terreno attorno al cespuglio aggiungendo terriccio di letame e foglie. Dalla fine di aprile diluire nell’acqua un fertilizzante universale ogni due settimane per un’abbondante fioritura e vegetazione. Le giovani piante possono essere trattate in aggiunta con concime granulare a lenta cessione.

24 thoughts on “Abelia, ideale come siepe profumata – Consigli sull’abelia

  1. ciao ho una siepe di abelia che ha 5 anni, è cresciuta in modo un pò disordinato ed ora alta 2 e passa metri, alla base è un pò disordinata con i rami che vanno da tuttele parti ed in mezzo ha tre o quattro rami altissimi , vorrei potarla per averla alta al massimo 70 o 80 cm e avere i cespugli più compatti, come fare?grazie per la risposta

  2. La potatura dell’abelia non è generalmente necessaria se non per eliminare i rami secchi, danneggiati o mal disposti, sia per i sempreverdi o a foglia decidua. Per le siepi si interviene alla fine della fioritura per le specie sempreverdi, e in febbraio per le specie a foglia decidua. Quindi i rami. I germogli in eccedenza possono essere diradati dopo la fioritura, per favorire la nuova crescita.

  3. vorrei sapere in quale periodo bisogna potare l’ ABELIA a fiori bianchi. io la poto all’inizio primavera per dare forma e mantenere una bordura alta circa 50 cm. E’ esposta in pieno sole, ma fa pochissimi fiori….sbaglio qualcosa? Grazie

    1. Uno dei segreti più importanti per coltivare l’abelia è un terreno ricco di materia organica. A primavera effettuare una lavorazione superficiale del terreno attorno al cespuglio, aggiungendo terricciato di letame e foglie. In questo modo si arieggia il terreno e lo si arricchisce di nutrimenti. Dalla fine di aprile diluire nell’acqua un fertilizzante universale ogni 2 settimane, per aiutare un’abbondante fioritura e una rigogliosa vegetazione.
      Riguardo la potatura, le abelie devono essere solo private dei rami secchi, spezzati o deboli. Ogni 2 o 3 anni si può provvedere a un parziale rinnovo della vegetazione.

  4. Ciao,
    ho piantato una piccola abelia della specie con foglie chiare, a punta.
    A distanza di un paio di mesi comincia a seccare la punta delle foglie.
    Quale potrebbe essere il motivo?
    Grazie.
    Lorella

    1. Abelia: le foglie presentano bruciature quando ricevono i raggi del sole a partire da metà primavera, incluse quelle che hanno bisogno di molto sole, anche per l’eccesso di acqua, così reagiscono le piante. L’abelia non ha particolari esigenze di coltivazione per il terreno purchè sia ben drenato. L’annaffiatura è necessaria solo per le piante giovani subito dopo la messa a dimora e nei periodi di siccità. Si possono collocare tanto in pieno sole quanto in ombra parziale purchè in posizione riparata dal vento. Prova a dare meno acqua.

  5. ho piantato 4 anni fa una siepe di abelia grandiflora ma gli arbusti sono cresciuti 40 – 50 cm mi potete dare un consiglio ?

  6. ho piantato 4 anni fa una siepe di abelia grandiflora ma gli arbusti sono cresciuti 40 – 50 cm mi potete dare un consiglio ?

  7. ciao,mi consegneranno una bella abelia per il mio terrazzo sabato mattina.Vorrei sapere se,messa in un vaso in cima ad un muro,riesce a scendere in modo tale da tappezzare la parete stessa?o rimane solo cespugliosa e cresce solo verso l’alto?Vi prego fatremi sapere qualcosa al più presto.Grazieeeeeeee!

    em

    1. Ciao Rossella, sono circa trenta le specie di abelia, sono arbusti sempre verdi e decidue, da delicati a resistenti e non sembrano essere molto corteggiati da malattie o da parassitosi, anche le più comuni.
      Molto più frequente invece è la vera e propria denutrizione.
      Le abelie si coltivano sia in piena terra sia in esemplari singoli in piccoli gruppi anche in vaso, per formare siepi o arbustive miste.
      Quindi è un arbusto tondeggiante, con lunghi rami morbidi che si ripiegano, la grandiflora dovrà allargarsi verso l’esterno dando un effetto di morbidezza e abbondanza senza essere troppo vistosa.

  8. ciao ho una siepe di abelia che ha 5 anni, è cresciuta in modo un pò disordinato ed ora alta 2 e passa metri, alla base è un pò disordinata con i rami che vanno da tuttele parti ed in mezzo ha tre o quattro rami altissimi , vorrei potarla per averla alta al massimo 70 o 80 cm e avere i cespugli più compatti, come fare?grazie per la risposta

  9. La potatura dell’abelia non è generalmente necessaria se non per eliminare i rami secchi, danneggiati o mal disposti, sia per i sempreverdi o a foglia decidua. Per le siepi si interviene alla fine della fioritura per le specie sempreverdi, e in febbraio per le specie a foglia decidua. Quindi i rami. I germogli in eccedenza possono essere diradati dopo la fioritura, per favorire la nuova crescita.

  10. Ciao,
    ho piantato una piccola abelia della specie con foglie chiare, a punta.
    A distanza di un paio di mesi comincia a seccare la punta delle foglie.
    Quale potrebbe essere il motivo?
    Grazie.
    Lorella

    1. Abelia: le foglie presentano bruciature quando ricevono i raggi del sole a partire da metà primavera, incluse quelle che hanno bisogno di molto sole, anche per l’eccesso di acqua, così reagiscono le piante. L’abelia non ha particolari esigenze di coltivazione per il terreno purchè sia ben drenato. L’annaffiatura è necessaria solo per le piante giovani subito dopo la messa a dimora e nei periodi di siccità. Si possono collocare tanto in pieno sole quanto in ombra parziale purchè in posizione riparata dal vento. Prova a dare meno acqua.

  11. vorrei sapere in quale periodo bisogna potare l’ ABELIA a fiori bianchi. io la poto all’inizio primavera per dare forma e mantenere una bordura alta circa 50 cm. E’ esposta in pieno sole, ma fa pochissimi fiori….sbaglio qualcosa? Grazie

    1. Uno dei segreti più importanti per coltivare l’abelia è un terreno ricco di materia organica. A primavera effettuare una lavorazione superficiale del terreno attorno al cespuglio, aggiungendo terricciato di letame e foglie. In questo modo si arieggia il terreno e lo si arricchisce di nutrimenti. Dalla fine di aprile diluire nell’acqua un fertilizzante universale ogni 2 settimane, per aiutare un’abbondante fioritura e una rigogliosa vegetazione.
      Riguardo la potatura, le abelie devono essere solo private dei rami secchi, spezzati o deboli. Ogni 2 o 3 anni si può provvedere a un parziale rinnovo della vegetazione.

  12. ciao,mi consegneranno una bella abelia per il mio terrazzo sabato mattina.Vorrei sapere se,messa in un vaso in cima ad un muro,riesce a scendere in modo tale da tappezzare la parete stessa?o rimane solo cespugliosa e cresce solo verso l’alto?Vi prego fatremi sapere qualcosa al più presto.Grazieeeeeeee!

    em

    1. Ciao Rossella, sono circa trenta le specie di abelia, sono arbusti sempre verdi e decidue, da delicati a resistenti e non sembrano essere molto corteggiati da malattie o da parassitosi, anche le più comuni.
      Molto più frequente invece è la vera e propria denutrizione.
      Le abelie si coltivano sia in piena terra sia in esemplari singoli in piccoli gruppi anche in vaso, per formare siepi o arbustive miste.
      Quindi è un arbusto tondeggiante, con lunghi rami morbidi che si ripiegano, la grandiflora dovrà allargarsi verso l’esterno dando un effetto di morbidezza e abbondanza senza essere troppo vistosa.

Lascia un commento

I tuoi dati vengono trattati nel rispetto della privacy: inviando un commento dichiari di avere piu' di 16 anni e di accettare la privacy policy vigente

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure ricevi avviso anche senza commentare.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.