Bignonia, pianta rampicante

bignonia capreolata

La bignonia è una pianta rampicante che “dura” fino ad ottobre. E’ apprezzata perchè rustica, economica, in grado di ricoprire muri e recinzioni velocemente. Produce fiori di colore arancione per tutta la stagione estiva.

Labignonia radicam è la più diffusa nel nostro paese: per l’elevata rusticità e la sua resistenza al freddo può essere coltivata in tutte le regioni d’Italia ad eccezione delle località di alta montagna e quelle più fredde. La grandi flora è invece, come la vera bignonia capreolata, rampicante piuttosto delicata, che può essere coltivata solo nelle regioni a clima mite.

Condizioni ideali di coltivazione: la bignonia deve essere coltivata in posizioni calde, molto luminose, esposte in pieno sole. E’ importante che non venga esposta a forti venti (è molto sensibile).

4 pensieri riguardo “Bignonia, pianta rampicante

  1. Ho appena acquistato due piante di Bignonia che ho trapiantato in un vaso grande, in un terrazzo luminosissimo con esposizione a ovest (sole dalle 13 fino al tramonto), al V piano.
    Dopo breve ho notato una diffusa presenza di formiche (attratte dal nettare dei fiori ? ) e, adesso, i fiori ricoperti da altri minuscoli insetti e/o larve. Come risolvere il problema ? Se possibile invierei foto a corredo della domanda.

  2. Avevo scelto una bella pianta di bignonia da piantare a terra al mare, in considerazione che é una pianta rustica e diffusa all’interno del paese, ma, non ho avuto successo…
    Era in vaso da tre anni in città e, dopo una bella ripresa dall’inverno, non ha resistito alla burrascata di fine aprile spogliandosi, poi, più rigogliosa di prima era in pieno fiore in luglio quando un’altra burrascata l’ha seccata definitamente…
    Deduzione: non resiste al vento salmastro.
    Questo ho constatato sulla sua pelle (corteccia), se mai potesse servire a qualcun’altro.
    Grazie delle informazioni.
    Giorgio

  3. Ho appena acquistato due piante di Bignonia che ho trapiantato in un vaso grande, in un terrazzo luminosissimo con esposizione a ovest (sole dalle 13 fino al tramonto), al V piano.
    Dopo breve ho notato una diffusa presenza di formiche (attratte dal nettare dei fiori ? ) e, adesso, i fiori ricoperti da altri minuscoli insetti e/o larve. Come risolvere il problema ? Se possibile invierei foto a corredo della domanda.

  4. Avevo scelto una bella pianta di bignonia da piantare a terra al mare, in considerazione che é una pianta rustica e diffusa all’interno del paese, ma, non ho avuto successo…
    Era in vaso da tre anni in città e, dopo una bella ripresa dall’inverno, non ha resistito alla burrascata di fine aprile spogliandosi, poi, più rigogliosa di prima era in pieno fiore in luglio quando un’altra burrascata l’ha seccata definitamente…
    Deduzione: non resiste al vento salmastro.
    Questo ho constatato sulla sua pelle (corteccia), se mai potesse servire a qualcun’altro.
    Grazie delle informazioni.
    Giorgio

Lascia un commento

I tuoi dati vengono trattati nel rispetto della privacy: inviando un commento dichiari di avere piu' di 16 anni e di accettare la privacy policy vigente

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure ricevi avviso anche senza commentare.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.