Consigli invernali per agrifoglio e piante in casa

Ricordarsi di innaffiare spesso il vostro agrifoglio. In questa stagione, per impedire la disidratazione delle bacche , che spuntano in autunno e rimangono sulla pianta per tutto l’inverno. Esistono molte varietà di agrifoglio che si differenziano per il sesso: esemplari maschili e femminili, e sono solo questi ultimi a produrre le bacche, e al loro interno ci sono i semi che si possono anche estrarre e mettere in terra. Con un po’ di fortuna nascerà una nuova piantina di agrifoglio. In primavera, se si vuole che la chioma diventi più fitta, bisogna potarla.

E’ anche il momento di curare le piante in casa, come il ficus, il potus, lo spatifillo, l’anthiurium e tutte le altre comini piante da appartamento. Si possono ammalare non solo se sono attaccate da funghi oppure da insetti, ma anche per altre cause. Se le foglie sono un po’ ingiallite, probabilmente si sono annaffiate troppo. Un eccesso di acqua infatti fa ammalare le piante. Bisogna innaffiare solo quando la superficie del terriccio è completamente asciutta, almeno per qualche centimetro. Bisogna stare attenti al grado di umidità. Se c’è poca umidità, l’aria in casa è secca e calda, le punte delle foglie diventano di colore ruggine, come bruciate. In questo caso bisogna spruzzare regolarmente un po’ di acqua sulle foglie. Invece se c’è troppa umidità le foglie si afflosciano. Si deve smettere di bagnarle per qualche giorno. Se invece le foglie nuove sono piccole e pallide, suggerisco di rinvasare e di concimare. Anche la scarsità di concime può far ammalare le piante.

Lascia un commento

I tuoi dati vengono trattati nel rispetto della privacy: inviando un commento dichiari di avere piu' di 16 anni e di accettare la privacy policy vigente

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure ricevi avviso anche senza commentare.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.