Fucsia evaboerge

FucsiaLa fucsia è resistente, con crescita rapida, facile da curare, a portamento ricadente. I delicati fiori hanno calici e sepali rosa. La corolla è invece di un vivo color porpora. Le sue foglie sono opposte e di colore verde chiaro. Alcune fucsie riescono a superare l’inverno soltanto se vengono protette dal gelo. Altre invece quando vengono coltivate in modo che il legno maturi a sufficienza possono essere lasciate all’aperto per tutta la stagione. La varietà  rustica evaboerge dai lunghi fiori rossi ricadenti che sbocciano da tarda estate e un po’ a fine autunno è un esemplare ideale per panieri appesi e tinozze. In estate tenere la fucsia a una temperatura compresa fra i 10 e i 22 gradi. In inverno la parte superiore può essere danneggiata dal gelo (ma a metà  primavera produce nuovi germogli alla base). Occorre proteggerla coprendo le radici con foglie secche, cenere, torba, oppure spostarla in un luogo più riparato fino alla fine del freddo. Affinchè riesca a superare l’inverno coltivare la pianta in pieno sole, in modo che possa ben irrobustirsi e maturare gli steli legnosi. Le piante coltivate in contenitori grandi possono durare un paio d’anni prima che occorra rinvasare. Il rinvaso va fatto a primavera badando a non staccare i delicati germogli basali. Usare un terriccio di foglie. Dare acqua frequentemente in periodo di sviluppo. Illuminare molto in inverno. Il periodo di messa a dimora è maggio/giugno. Concimare una volta alla settimana a giugno e settembre: il materiale per concimare deve essere ad alto contenuto di potassio. Si moltiplica per talee o per semina in marzo e aprile (e leggermente in febbraio). Questa pianta fiorisce nella tarda estate sul legno dello stesso anno. Con un clima caldo e secco il ragnetto rosso può invadere le foglie: si combatte con un trattamento insetticida.

8 pensieri riguardo “Fucsia evaboerge

  1. In estate tenere la fucsia a una temperatura compresa fra i 10 gradi e i 22 gradi. Somministrare tutta l’acqua di cui la pianta necessita, bagnando generosamente non appena la superficie del terriccio comincia ad asciugare.

  2. mi sono comperata questo fiore per la festa della mamma perche mi piace e mi riccorda quando da piccola andavo a trovare nonna che ne aveva molti vasi

    1. La fucsia viene dalle terre fresche delle colline dell’america centrale, ma alcune specie hanno origine ancora più lontana, dalla Nuova Zelanda. E’ una bellissima pianta ed è per questo che la tua nonna ne aveva molti vasi. Generalmente si coltiva in vaso , anche in cestini da appendere. La fucsia può essere coltivata anche nelle aiuole in giardino, dove il clima è fresco d’estate e non gela d’inverno. Ama l’ombra e non tollera il caldo intenso e il vento asciutto. Vuole un terreno acido, torboso, fertile, umido e ben drenato. Non sopporta substrati calcarei. Per ottenere un buon risultato l’acqua deve essere abbondante in primavera/estate. In contenitore annaffiare sempre appena prima che il terriccio si sia asciugato. Purtroppo questa pianta è sensibile all’aridità e basta un giorno di siccità per far afflosciare le foglie. In questo caso, una cura di emeregenza è immergere il vaso in acqua e lasciare che la terra assorba bene, poi si pone la pianta in un sottovaso.

  3. mi sono comperata questo fiore per la festa della mamma perche mi piace e mi riccorda quando da piccola andavo a trovare nonna che ne aveva molti vasi

    1. La fucsia viene dalle terre fresche delle colline dell’america centrale, ma alcune specie hanno origine ancora più lontana, dalla Nuova Zelanda. E’ una bellissima pianta ed è per questo che la tua nonna ne aveva molti vasi. Generalmente si coltiva in vaso , anche in cestini da appendere. La fucsia può essere coltivata anche nelle aiuole in giardino, dove il clima è fresco d’estate e non gela d’inverno. Ama l’ombra e non tollera il caldo intenso e il vento asciutto. Vuole un terreno acido, torboso, fertile, umido e ben drenato. Non sopporta substrati calcarei. Per ottenere un buon risultato l’acqua deve essere abbondante in primavera/estate. In contenitore annaffiare sempre appena prima che il terriccio si sia asciugato. Purtroppo questa pianta è sensibile all’aridità e basta un giorno di siccità per far afflosciare le foglie. In questo caso, una cura di emeregenza è immergere il vaso in acqua e lasciare che la terra assorba bene, poi si pone la pianta in un sottovaso.

  4. In estate tenere la fucsia a una temperatura compresa fra i 10 gradi e i 22 gradi. Somministrare tutta l’acqua di cui la pianta necessita, bagnando generosamente non appena la superficie del terriccio comincia ad asciugare.

Lascia un commento

I tuoi dati vengono trattati nel rispetto della privacy: inviando un commento dichiari di avere piu' di 16 anni e di accettare la privacy policy vigente

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure ricevi avviso anche senza commentare.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.