Styrax: bianche campanelle

Ai generi styrax appartengono altre 100 specie di alberi o arbusti sempreverdi o a foglie decidue, quasi tutti resistenti. Le foglie sono laceolate, i fiori sono bianchi, profumati. Fioriscono in primavera.
La coltivazione è medio facile, l’esposizione è a mezzombra o pieno sole.

Le piante di styrax vengono solitamente coltivate in piena terra, in parchi e giardini. Si mettono a dimora in autunno, nelle regioni a inverno freddo, o in primavera. Preferiscono terreni freschi fertili, ben drenati, neutri o leggermente acidi. Non gradiscono invece quelli calcarei. Queste piante non richiedono in genere alcun intervento di potatutra, se non per eliminare i rami secchi, danneggiati o mal disposti. Preferiscono posizioni in ombra parziale, ma se il terreno è adeguatamente umido possono anche essere piantate in pieno sole. Si tratta in genere di specie resistenti, che però possono essere danneggiate da gelate intense e prolungate. Nelle zone a inverno freddo è infatti consigliabile coltivarle in posizione riparata. Nei periodi di siccità è necessario innaffiare soprattutto le piante giovani subito dopo la messa a dimora.
Malattie e parassiti: in ambienti umidi è frequente osservare macchie sulle foglie causate da diversi funghi, che si combattono con fungicidi.
Quando si acquistano, scegliere esemplari relativamente piccoli, più facili da mettere a dimora, ma già ben formati.

2 pensieri riguardo “Styrax: bianche campanelle

Lascia un commento

I tuoi dati vengono trattati nel rispetto della privacy: inviando un commento dichiari di avere piu' di 16 anni e di accettare la privacy policy vigente

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure ricevi avviso anche senza commentare.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.