Viburnum, arbusti di facile coltivazione. Consigli per il viburno

Ai generi viburnum appartengono oltre 200 specie arbusti sempreverdi e a foglie decidue. Nella maggior parte dei casi si tratta di piante rustiche, e la principale attrativa è rappresentata dai tanti fiori bianchi o rosa. La coltivazione è facile. I viburnum possono essere usati sia come annuali, per siepi e bordure, e come esemplari isolati.

Alcune specie di viburno, come il viburnum timens, si possono coltivare in fioriere e grossi vasi sui balconi e terrazzi. Le specie sempreverdi vanno messe a dimora in settembre/ottobre (al nord) e in marzo (al sud), mentre le specie decidue possono essere piantate da ottobre a marzo. Preferiscono i terreni fertili, ben drenati e freschi. Non si adattano a terreni troppo sciolti e asciutti. L’esposizione in genere può essere posta n pieno sole o a mezz’ombra. Tuttavia le specie a fioritura precoce hanno bisogno di posizione riparata.

Annaffiare subito dopo la messa a dimora. Per le piante adulte si rende necessaria solo in terreni particolarmente asciutti, o in condizioni di siccità. E’ necessaria una potatura regolare soltanto per eliminare i rami danneggiati e per sfoltire la chioma. Le specie a fioritura precoce si potano in aprile, quelle a fioritura primaverile a fine estate.

Il viburnum è piuttosto resistente alle malattie, ma può essere colpito sia da parassiti animali, sia da petonemi o afidi. Entrambi i casi si trattano le piante con prodotti anticrittogamici.

22 pensieri riguardo “Viburnum, arbusti di facile coltivazione. Consigli per il viburno

  1. buon giorno, noi abbiamo una siepe viburnum con fiori bianchi che puntualmente le foglie si macchiano di puntini bianchi e lentamente si seccano,il nostro clima è abbastanza umido e la pianta e in zona esposta al sole . grazie.

  2. questi arbusti sono per lo più rustici, e possono resistere bene a qualunque temperatura, e possono essere posti indifferentemente in pieno sole o in mezz’ombra. Tuttavia le specie a fioritura precoce necessitano di posizioni riparate. La fioritura: a seconda del tipo, dall’inverno a fine primavera, ma possono essere colpiti sia da parassiti animali, sia da patogeni fungini (aphis fabae, aphis viburni). Colpiscono germogli e infiorescenze, e vanno combattutti con aficidi. Un coleottere (la galerucella viburni) può provocare danni alle foglie. Si combatte con insetticidi specifici.

    Tra i fungi la cercospora e la phyllosticta provocano maculature sulle foglie. La puccinia causa la ruggine, con macchie brunastre sulle foglie. In tutti i casi si trattano le piante con prodotti anticrittogamici.

    Nel corso del 2010 molti viburnum sono stati colpiti da un seccume improvviso, dovuto con buona probabilità a problemi non ancora chiari, facendo pensare alla morte totale della pianta: invece poi molte si sono salvate. Ci si limita a fare seguire un trattamento ramato con valenza d di disinfezione generica.

  3. Buongiorno scusate il disturbo ma ho una domanda che non trova risposta :il mio Viburnus opulus non fa i fiori cioè i cosidetti palloni di maggio. La pianta sta bene è nel terreno irrigata ,concimata con concime per viburni, potata a fine giugno quando il fogliame “esagera”.Il sole non manca nel pomeriggio, mai troppo, se non in piena estate. Ha almeno 6/7 anni ma fa qualche raro fiore piccolo in basso. Sbaglio la potatura o è una pianta “sfigata”???Ne vedo in giro alcuni che hanno più fiori che foglie. grazie Sebastiano

    1. Le specie di viburnum sono circa 200, sempreverdi, decidue. Nella maggior parte dei casi si tratta di piante rustiche, i fiori sono bianco, rosa. In diverse specie e varietà. I fiori posti alla periferia dell’infiroescenza sono sterili e con corolla più grande rispetto a quelli centrali. In alcune varietà articolate i fiori sono tutti sterili. Il viburnum (palla di neve, pallone di maggio) ha fiori bianchi, molto profumati, sbocciano in maggio. Non è una pianta peggiore, è semplicemente meno fiorifera. Riguardo la potatura: il viburno non necessita di potature regolari. Bisogna eliminare i rami danneggiati per sfoltire la chioma. Le specie a fioritura precoce si potano in aprile, quelli a fioritura primaverile/estiva a fine estate

  4. in questa pagina c’è una domanda che voglio fare anche io,la domanda viene fatta da Sebastiano in aprile 2012, ha il mio solito problema ,ma la risposta non è stata soddisfacente, non parla di problemi di fioritura.
    La domanda è questa , ho da diversi anni un viburnum opulus la pianta è stata interrata e non ha mai fatto i fiori,le foglie sono rigogliose, vorrei sapere perchè non mi fiorisce.

  5. Siepe di viburno ammalata, come fare? Ho una siepe composta da 150 piante di Viburno lucido che mi stanno facendo impazzire,sono sicuramente attaccate da parassiti e malgrado il trattamento con biancolio e Decis che mi sono stati consigliati da una Agricola, non riesco a debbellare. Le foglie su un lato della siepe si coprono con delle macchie marroni che diventano sempre più estese, poi si accartocciano e cadono, dall’altra parte della siepe invece sempre le foglie, diventano prima argentee, poi il colore diventa di un grigio-beige ed anchesse poi si accartocciano insecchite e cadono.
    Se qualcuno conosce il tipo di malattia, può darmi un consiglio inviandolo sulla mia posta elettronica alla Mail indicata.
    Un grazie anticipato a chi mi risponderà.

    1. I viburnum sono in genere piuttosto resistenti, ma possono essere colpiti sia da parassiti animali, sia da agenti patogeni fungini. Tra i primi vi sono alcuni afidi: aphis fabae e aphis viburni. Colpiscono germogli e infiorescienze, e vanno combattuti con aficidi. Inoltre c’è il coleottero chiamato galerucella, che può provocare danni alle foglie, così come alcuni lepidotteri, che si combattono con insetticidi specifici. Poi vi sono le cocciniglie che causano danni diretti succhiando la linfa e producendo una melata insendiando le fumaggini: si trattano con prodotti anticoccicidi. Tra i funghi c’è il phyllosticta lantanoides, che provoca maculature sulle foglie e causa la ruggine con macchie brunastre sulle foglie. In questo caso le piante vanno trattate con prodotti crittogamici. Invece il verticillium provoca invece ostruzioni nei vasi dove scorre la linfa, per cui le piante vanno eliminate! Ti consiglio di far vedere la tua siepe a qualche esperto, anche un vivaista, perchè può essere anche mal bianco/oidio, che si combatte con prodotti antioidici. Se ti può consolare anche la mia siepe di viburno ha sofferto: l’ho presa in tempo, ho tagliato solo la parte malata (aveva la cocciniglia), ora sembra riprendersi.

  6. Salve,
    Da anni posseggo un viburnum tinus in fioriera murata a ridosso di ringhiera del terrazzo. Dopo i primi anni di lenta crescita e periodica regolare piccola fioritura, da qualche stagione tende ad alzarsi ed estendersi..così periodicamente pratico una leggera e casuale potatura. Ultimamente produce una quantità notevole di foglie gialle ed è assalita dai notori moscerini..noto anke gli arbusti interni un po’ scarni ed invecchiati..tant’è ke sarei quasi tentata di far una radicale potatura, ma..nn saprei come intervenire e se faccio cosa giusta.. Cordialmente ringrazio per una risposta esaustiva. P.S. Ai due lati della fioriera piantai dell’edera, attualmente anch’essa in sofferenza e sotto il viburnum spesso devo raschiar il terreno da muschio… Spero proprio nn dover svuotar il tutto, abitando al secondo piano…….

  7. Buongiorno ho acquistato d poco un piccolo viburno che ho messo in vaso in zona mezz’ombra(nord italia) da qualche settimana, dopo la fioritura iniziale, le foglie sono all’ingiu’. Il terreno e annaffiato bene non troppo secco da qualche giorno ho smesso di annaffiare. Mi date qualche consiglio sulla coltivazione in vaso e per le foglie che tornino ad essere posizionate e di aspetto sano.
    Cordiali saluti

  8. Buona sera ho acquistato due piccoli viburno che ho messo in vaso sul balcone in zona mezz’ombra (nord italia), dopo la fioritura iniziale abbondante e bella, e’ da due settimane che sta’ perdendo le foglie e’ normale a luglio?
    devo potarla? grazie

  9. Buongiorno, tre anni fa ho piantato contro una recinzione alta un viburno bodnantnse già bello grande ed è fiorito regolarmente la primavera successiva, poi durante l’estate i rami più alti hanno iniziato a seccarsi, ho tagliato questi ma la stagione successiva la stessa cosa, soprattutto rami grossi mentre da sotto ricacciava, Ho pensato che prendesse troppo sole e lo scorso autunno l’ho spostato in posizione più fresca ma anche qui i rami più alti, che sporgono dalla recinzione si seccano. Ora la pianta è la metà di come era all’acquisto e non so che fare. Tenete presente che ho avuto un altro viburno dello stesso tipo per anni in altro giardino, l’ho addirittura “traslocato” in zona montana dove è vissuto benissimo per 4 anni e credo sia ancora vivo.
    Ora il giardino si trova in zona Lago Maggiore con estati calde e inverni miti e piovosi.
    Invece il “pallon di maggio” che ho piantato piccolo due anni fa non è mai fiorito e si trova all’ombra. Scusate se mi sono dilungata ma volevo spiegare bene la situazione. Grazie e buon ferragosto!.

  10. Salve,
    Da anni posseggo un viburnum tinus in fioriera murata a ridosso di ringhiera del terrazzo. Dopo i primi anni di lenta crescita e periodica regolare piccola fioritura, da qualche stagione tende ad alzarsi ed estendersi..così periodicamente pratico una leggera e casuale potatura. Ultimamente produce una quantità notevole di foglie gialle ed è assalita dai notori moscerini..noto anke gli arbusti interni un po’ scarni ed invecchiati..tant’è ke sarei quasi tentata di far una radicale potatura, ma..nn saprei come intervenire e se faccio cosa giusta.. Cordialmente ringrazio per una risposta esaustiva. P.S. Ai due lati della fioriera piantai dell’edera, attualmente anch’essa in sofferenza e sotto il viburnum spesso devo raschiar il terreno da muschio… Spero proprio nn dover svuotar il tutto, abitando al secondo piano…….

  11. questi arbusti sono per lo più rustici, e possono resistere bene a qualunque temperatura, e possono essere posti indifferentemente in pieno sole o in mezz’ombra. Tuttavia le specie a fioritura precoce necessitano di posizioni riparate. La fioritura: a seconda del tipo, dall’inverno a fine primavera, ma possono essere colpiti sia da parassiti animali, sia da patogeni fungini (aphis fabae, aphis viburni). Colpiscono germogli e infiorescenze, e vanno combattutti con aficidi. Un coleottere (la galerucella viburni) può provocare danni alle foglie. Si combatte con insetticidi specifici.

    Tra i fungi la cercospora e la phyllosticta provocano maculature sulle foglie. La puccinia causa la ruggine, con macchie brunastre sulle foglie. In tutti i casi si trattano le piante con prodotti anticrittogamici.

    Nel corso del 2010 molti viburnum sono stati colpiti da un seccume improvviso, dovuto con buona probabilità a problemi non ancora chiari, facendo pensare alla morte totale della pianta: invece poi molte si sono salvate. Ci si limita a fare seguire un trattamento ramato con valenza d di disinfezione generica.

  12. Buongiorno ho acquistato d poco un piccolo viburno che ho messo in vaso in zona mezz’ombra(nord italia) da qualche settimana, dopo la fioritura iniziale, le foglie sono all’ingiu’. Il terreno e annaffiato bene non troppo secco da qualche giorno ho smesso di annaffiare. Mi date qualche consiglio sulla coltivazione in vaso e per le foglie che tornino ad essere posizionate e di aspetto sano.
    Cordiali saluti

  13. Buongiorno scusate il disturbo ma ho una domanda che non trova risposta :il mio Viburnus opulus non fa i fiori cioè i cosidetti palloni di maggio. La pianta sta bene è nel terreno irrigata ,concimata con concime per viburni, potata a fine giugno quando il fogliame “esagera”.Il sole non manca nel pomeriggio, mai troppo, se non in piena estate. Ha almeno 6/7 anni ma fa qualche raro fiore piccolo in basso. Sbaglio la potatura o è una pianta “sfigata”???Ne vedo in giro alcuni che hanno più fiori che foglie. grazie Sebastiano

    1. Le specie di viburnum sono circa 200, sempreverdi, decidue. Nella maggior parte dei casi si tratta di piante rustiche, i fiori sono bianco, rosa. In diverse specie e varietà. I fiori posti alla periferia dell’infiroescenza sono sterili e con corolla più grande rispetto a quelli centrali. In alcune varietà articolate i fiori sono tutti sterili. Il viburnum (palla di neve, pallone di maggio) ha fiori bianchi, molto profumati, sbocciano in maggio. Non è una pianta peggiore, è semplicemente meno fiorifera. Riguardo la potatura: il viburno non necessita di potature regolari. Bisogna eliminare i rami danneggiati per sfoltire la chioma. Le specie a fioritura precoce si potano in aprile, quelli a fioritura primaverile/estiva a fine estate

  14. Buona sera ho acquistato due piccoli viburno che ho messo in vaso sul balcone in zona mezz’ombra (nord italia), dopo la fioritura iniziale abbondante e bella, e’ da due settimane che sta’ perdendo le foglie e’ normale a luglio?
    devo potarla? grazie

  15. in questa pagina c’è una domanda che voglio fare anche io,la domanda viene fatta da Sebastiano in aprile 2012, ha il mio solito problema ,ma la risposta non è stata soddisfacente, non parla di problemi di fioritura.
    La domanda è questa , ho da diversi anni un viburnum opulus la pianta è stata interrata e non ha mai fatto i fiori,le foglie sono rigogliose, vorrei sapere perchè non mi fiorisce.

  16. Siepe di viburno ammalata, come fare? Ho una siepe composta da 150 piante di Viburno lucido che mi stanno facendo impazzire,sono sicuramente attaccate da parassiti e malgrado il trattamento con biancolio e Decis che mi sono stati consigliati da una Agricola, non riesco a debbellare. Le foglie su un lato della siepe si coprono con delle macchie marroni che diventano sempre più estese, poi si accartocciano e cadono, dall’altra parte della siepe invece sempre le foglie, diventano prima argentee, poi il colore diventa di un grigio-beige ed anchesse poi si accartocciano insecchite e cadono.
    Se qualcuno conosce il tipo di malattia, può darmi un consiglio inviandolo sulla mia posta elettronica alla Mail indicata.
    Un grazie anticipato a chi mi risponderà.

    1. I viburnum sono in genere piuttosto resistenti, ma possono essere colpiti sia da parassiti animali, sia da agenti patogeni fungini. Tra i primi vi sono alcuni afidi: aphis fabae e aphis viburni. Colpiscono germogli e infiorescienze, e vanno combattuti con aficidi. Inoltre c’è il coleottero chiamato galerucella, che può provocare danni alle foglie, così come alcuni lepidotteri, che si combattono con insetticidi specifici. Poi vi sono le cocciniglie che causano danni diretti succhiando la linfa e producendo una melata insendiando le fumaggini: si trattano con prodotti anticoccicidi. Tra i funghi c’è il phyllosticta lantanoides, che provoca maculature sulle foglie e causa la ruggine con macchie brunastre sulle foglie. In questo caso le piante vanno trattate con prodotti crittogamici. Invece il verticillium provoca invece ostruzioni nei vasi dove scorre la linfa, per cui le piante vanno eliminate! Ti consiglio di far vedere la tua siepe a qualche esperto, anche un vivaista, perchè può essere anche mal bianco/oidio, che si combatte con prodotti antioidici. Se ti può consolare anche la mia siepe di viburno ha sofferto: l’ho presa in tempo, ho tagliato solo la parte malata (aveva la cocciniglia), ora sembra riprendersi.

  17. Buongiorno, tre anni fa ho piantato contro una recinzione alta un viburno bodnantnse già bello grande ed è fiorito regolarmente la primavera successiva, poi durante l’estate i rami più alti hanno iniziato a seccarsi, ho tagliato questi ma la stagione successiva la stessa cosa, soprattutto rami grossi mentre da sotto ricacciava, Ho pensato che prendesse troppo sole e lo scorso autunno l’ho spostato in posizione più fresca ma anche qui i rami più alti, che sporgono dalla recinzione si seccano. Ora la pianta è la metà di come era all’acquisto e non so che fare. Tenete presente che ho avuto un altro viburno dello stesso tipo per anni in altro giardino, l’ho addirittura “traslocato” in zona montana dove è vissuto benissimo per 4 anni e credo sia ancora vivo.
    Ora il giardino si trova in zona Lago Maggiore con estati calde e inverni miti e piovosi.
    Invece il “pallon di maggio” che ho piantato piccolo due anni fa non è mai fiorito e si trova all’ombra. Scusate se mi sono dilungata ma volevo spiegare bene la situazione. Grazie e buon ferragosto!.

  18. buon giorno, noi abbiamo una siepe viburnum con fiori bianchi che puntualmente le foglie si macchiano di puntini bianchi e lentamente si seccano,il nostro clima è abbastanza umido e la pianta e in zona esposta al sole . grazie.

Lascia un commento

I tuoi dati vengono trattati nel rispetto della privacy: inviando un commento dichiari di avere piu' di 16 anni e di accettare la privacy policy vigente

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure ricevi avviso anche senza commentare.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.