La Forsizia, cespuglio colorato

Bentornata primavera: coltivata in vaso in piena terra, la forsizia è tra le prime piante a fiorire. Usiamola da sola o in abbinamento con con altre piante per un effetto speciale. E’ la pianta che comunica la primavera, con i suoi fiori gialli che appaiono ancor prima delle foglie e tra le prime specie a ravvivare il terrazzo e il giardino. Sta bene isolata in mezzo a un grande prato, oppure in un angolo del giardino, con il suo colore dorato. La sua fioritura terminerà con l’inizio delle altre, e la pianta si ricoprirà di un bel verde brillante. Avviciniamola allora a piante la cui fioritura venga esaltata dal fogliame della forsizia. Possiamo anche coltivarla in un vaso purchè sia ampio almeno 40 centimetri, e profondo altrettanto. Scegliamo una posizione soleggiata: ne guadagnerà la ricchezza della fioritura e la velocità di crescita. Anche in giardino mostra di crescere a una velocità proporzionata al numero di ore di sole che riceve.

Originaria dell’asia orientale, è un arbusto rustico facile da coltivare, dalle foglie verde scuro laceolate. I fiori gialli tubolari di circa 2/4 centimetri di diametro, raggruppati in mazzetti di 2 o 6 soggetti sui rami dell’anno precedente. Nuovi ibridi di piccole dimensioni sono stati prodotti per essere coltivati facilmente in vaso.

Calendario: si mette a dimora in febbraio/marzo, e la fioritura arriva fino ad aprile, mese in cui si può anche fare la moltiplicazione per talea. In maggio concimare, in giugno, luglio e agosto annaffiare regolarmente. In settembre, ottobre e novembre si può mettere a dimora. In dicembre si può moltiplicare per divisione.

La forsizia fiorisce sui rami nati l’anno precedente. Dopo la fioritura tagliamo quindi i rami appena fioriti. Le forsizie sono piante rustiche e poco esigenti: sono in grado di sopportare temperature molto rigide, persino 15/20 gradi sotto lo zero. In giardino mettiamola a dimora in una buca larga e profonda il doppio del pane di terra. Sia in piena terra, sia in vaso, mescoliamo l terriccio di riporto del fertilizzante granulare a lenta cessione. Va bene il terriccio universale purchè leggero e fertile. In vaso va ricordato di fornirle periodicamente del fertilizzante per piante fiorite.
forsythia maree d’or “courtasol”: molto fiorifera e dal portamento aperto, altezza e larghezza fino a 2,5 metri, periodo di messa a dimora da ottobre a marzo con terreno ricco e penetrabile e frequenza d’acqua settimanale. Malattie e parassiti: praticamente nessuna.
La moltiplicazione avviene per talea di 20/30 cm di lunghezza prelevata a ottobre. La potatura: tagliare i rami sfioriti.
Da sapere che i fiori compaiono generalmente prima delle foglie. La pianta è adatta a formare siepi. Le specie più diffuse hanno portamento vigoroso, altre più recenti si presentano più compatte e formano dei veri e propri cuscini colorati. Questo arbusto si sviluppa molto velocemente, e cresce bene sia in pieno sole, sia in zona leggermente ombreggiata.

Dopo la fioritura che ha annunciato l’arrivo della primavera, la forsizia va potata. Per questo dobbiamo tenere presente che i rami fioriferi sono quelli nati nell’anno passato. Si tagliano i rami appena sfioriti in modo da indurre un maggiore sviluppo di quelli nuovi, che fioriranno ancora più copiosi l’anno prossimo.

Bisogna inoltre limitare i rami rivolti all’interno, tagliandoli alla base e privilegiando quelli rivolti verso l’esterno se si vuol far espandere il cespuglio. Cercare di dare una forma arrotondata tagliando i rami sopra ad una gemma. E se si desidera rinforzare la pianta perchè è giovane allora si taglia circa il 50% dei rami, riducendoli in lunghezza e numero.

Se il cespuglio ha qualche anno di età si interviene solo sui rami più interni e su quelli vecchi. Al termine della potatura si distribuisce della composta matura intorno alla pianta o del concime granulare a lenta cessione. Si può facilmente far crescere anche la nostra forsizia ad alberello, privilegiando al momento della potatura 2/3 fusti e tagliando i rami più bassi. In questo modo la pianta svilupperà una chioma in alto. Saranno necessari alcuni anni prima di ottenere l’effetto desiderato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I tuoi dati vengono trattati nel rispetto della privacy: inviando un commento dichiari di avere piu' di 16 anni e di accettare la privacy policy vigente

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure ricevi avviso anche senza commentare.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.