Carie del legno

Si incontra in numerose piante arboree, soprattutto in quelle di una certa età. Sembrano alberi in salute, invece la malattia li corrode lentamente. I responsabili sono parassiti e funghi che si insediano nella pianta. Tra le cause:

  • l’errato taglio nella potatura
  • lesioni meccaniche alle radice, al colletto e al tronco
  • rotture prodotte da avversità atmosferiche (la vità di città fa male)

La corteccia può essere considerata come una pelle che lesiondosi provoca l’entrata dei funghi e dell’acqua, che fa sviluppare rapidamente la malattia. Gli alberi ornamentali sono soggetti agli attacchi di carie. Tra gli alberi più colpiti:

  • platano
  • quercia
  • leccio
  • tiglio
  • pioppo
  • faggio
  • abete
  • cipresso

Curare la carie del legno è molto diffacile, meglio prestare attenzione prima quando potiamo o utilizziamo decespugliatori o falciatrici!

10 pensieri riguardo “Carie del legno

  1. il tuo sito è bellissimo e utile. ora ti chiedo un consiglio: ho un kaki giovanissimo che nelle screpolature della corteccia presenta polvere a granelli di legno. Pensi che sia la carie?
    A sentirci presto

  2. Ho un leccio di 9 anni che sta perdendo le foglie e presenta lesioni alla base del tronco con rigonfiamento della corteccia.Le foglie residue appaiono di un verde meno intenso. Di che patologia puo’ trattarsi e v’è un rimedio? Grazie

  3. Il leccio è in genere una pianta notevolmente resistente a malattie e parassiti. Macchie fogliari e foglie gialli possono essere provocate da un agente patogeno specifico di questa pianta, il fungo “elsinoe quercus ilex”. Raramente però gli attacchi sono talmente gravi da richiedere trattamenti. Invece tra i parassiti animali, gli acari (eriofidi) o la cecidonia (un piccolo dittero) possono causare la comparsa di rigonfiamenti fogliari. Anche piccole macchie necrotiche sempre sulle foglie: causate dalla fillossera. A riguardo il rigonfiamento della corteccia non saprei dirti. Se come dici è alla base del tronco bisogna guardare bene, chiedendo ad un vivaista speciallizzato. Questa pòianta ha una forma naturale particolarmente bella, che non necessita di nessun intervento di potatura. In bocca al lupo

  4. Buongiorno

    Ho un problema con un leccio alto 15 metri e si trova ad Anzio vicino al mare.
    Ogni giorno trovo , ai piedi dell’albero , molta segatura dovuta a qualche insetto o piu’ di uno che mangia internamente il legno.
    Ho provato a chiedere a un vivaista il quale mi ha dato un prodotto da spruzzare internamente ai vari buchi sul tronco ma non ho ottenuto nessun risultato.
    Poichè ho paura che possa col tempo cadere e fare dei danni chiedevo a voi
    se c’era un prodotto efficace da debellare il parassita o una ditta specializzata(vicino a Roma) che possa curare la pianta definitivamente.

    Grazie

  5. Ho il leccio che ha venticinque anni, da un po’ di tempo è comparso sul suo tronco una screpolatura, uno spacco nella corteccia, ho rimosso un pezzo e sotto ho trovato il legno marcio che è viene via come segatura, di colore rossiccio. Sono preoccupata !!!!!Suggeritemi cosa potrebbe essere. Grazie Mille!!!!!!

  6. Ho un leccio di 9 anni che sta perdendo le foglie e presenta lesioni alla base del tronco con rigonfiamento della corteccia.Le foglie residue appaiono di un verde meno intenso. Di che patologia puo’ trattarsi e v’è un rimedio? Grazie

  7. Ho il leccio che ha venticinque anni, da un po’ di tempo è comparso sul suo tronco una screpolatura, uno spacco nella corteccia, ho rimosso un pezzo e sotto ho trovato il legno marcio che è viene via come segatura, di colore rossiccio. Sono preoccupata !!!!!Suggeritemi cosa potrebbe essere. Grazie Mille!!!!!!

  8. il tuo sito è bellissimo e utile. ora ti chiedo un consiglio: ho un kaki giovanissimo che nelle screpolature della corteccia presenta polvere a granelli di legno. Pensi che sia la carie?
    A sentirci presto

  9. Buongiorno

    Ho un problema con un leccio alto 15 metri e si trova ad Anzio vicino al mare.
    Ogni giorno trovo , ai piedi dell’albero , molta segatura dovuta a qualche insetto o piu’ di uno che mangia internamente il legno.
    Ho provato a chiedere a un vivaista il quale mi ha dato un prodotto da spruzzare internamente ai vari buchi sul tronco ma non ho ottenuto nessun risultato.
    Poichè ho paura che possa col tempo cadere e fare dei danni chiedevo a voi
    se c’era un prodotto efficace da debellare il parassita o una ditta specializzata(vicino a Roma) che possa curare la pianta definitivamente.

    Grazie

  10. Il leccio è in genere una pianta notevolmente resistente a malattie e parassiti. Macchie fogliari e foglie gialli possono essere provocate da un agente patogeno specifico di questa pianta, il fungo “elsinoe quercus ilex”. Raramente però gli attacchi sono talmente gravi da richiedere trattamenti. Invece tra i parassiti animali, gli acari (eriofidi) o la cecidonia (un piccolo dittero) possono causare la comparsa di rigonfiamenti fogliari. Anche piccole macchie necrotiche sempre sulle foglie: causate dalla fillossera. A riguardo il rigonfiamento della corteccia non saprei dirti. Se come dici è alla base del tronco bisogna guardare bene, chiedendo ad un vivaista speciallizzato. Questa pòianta ha una forma naturale particolarmente bella, che non necessita di nessun intervento di potatura. In bocca al lupo

Lascia un commento

I tuoi dati vengono trattati nel rispetto della privacy: inviando un commento dichiari di avere piu' di 16 anni e di accettare la privacy policy vigente

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure ricevi avviso anche senza commentare.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.