Come sconfiggere il malbianco (oidio o nebbia)

Se le nostre piante si ricoprono di una polverina bianca, la causa può essere il mal biancio o oidio provocato da un fungo, contro il quale è necessario intervenire prima che si diffonda.

Come tutti i funghi l’oidio si può diffondere alle piante vicine per contatto o spstato da una corrente d’aria. Per la cura utilizzare dei fungicidi, tra cui ottimi sono quelli pronti all’uso di Bayer, Vape o Ital-Agro.

Mi chiedete:

Desidero ricevere consigli MOLTO utili per eliminare DEFINITIVAMENTE l’oidio, che ha sterminato le rose che mio padre piantò tanti anni fà. Fino a poco tempo fà io non sapevo nemmeno cosa fosse l’oidio; ora invece oltre al danno già provocato mi attacca tutte le piante di rose che compro. Finora ho usato un anticrittogamico della Fito a base di rame e zolfo. Prima ho spruzzato il prodotto, ma visto gli scarsi risultati ho usato un pennellino imbevendolo via via e bagnando sia fusto che foglie. Risultati scarsissimi e così vince sempre lui, il maledetto oidio. Grazie a tutti quelli che vorranno rispondere.

Colpisce diverse specie da fiore e da orto. La lotta non è sempre efficace o sicura: i migliori risultati si ottengono comunque usando contro la malattia lo zolfo in polvere e il karathane, usati sia prima dell’infezione, sia quando la malattia è già in atto.

6 pensieri riguardo “Come sconfiggere il malbianco (oidio o nebbia)

  1. I molteplici prodotti in commercio, contro il mal bianco o oidio, promettono generalmente molto di più di quanto poi siano capaci di mantenere, in realtà il malbianco è una malattia quasi incurabile, conviene rassegnarsi, al massimo si può tentare di tenerla sotto controllo, ma pensare di guarire una pianta di rose (per esempio) equivale soltanto a coltivare un’illusione. Nei casi in cui ciò sia possibile, spostare la pianta in un luogo maggiormente ventilato sarvirà allo scopo molto meglio dei prodotti anticrittogamici che troviamo in commercio.

  2. Abito in Puglia e nel mio giardino, mooolto ventilato, quasi tutte le piante sono state colpite da . oidio. La siepe di photinia in particolare sta morendo pianta dopo pianta.
    Ho usato i prodotti chimici senza nessun risultato. Proverò con l’aceto e il bicarbonato ma ogni quanto debbo irrorare? Grazie

  3. Anche io ho lo stesso problema, ma fino ad aesso non sapevo di cosa si trattasse, spero che le informazioni che ho ricevuto mi diano dei risultati.grazie.

  4. Anche io ho lo stesso problema, ma fino ad aesso non sapevo di cosa si trattasse, spero che le informazioni che ho ricevuto mi diano dei risultati.grazie.

  5. Abito in Puglia e nel mio giardino, mooolto ventilato, quasi tutte le piante sono state colpite da . oidio. La siepe di photinia in particolare sta morendo pianta dopo pianta.
    Ho usato i prodotti chimici senza nessun risultato. Proverò con l’aceto e il bicarbonato ma ogni quanto debbo irrorare? Grazie

  6. I molteplici prodotti in commercio, contro il mal bianco o oidio, promettono generalmente molto di più di quanto poi siano capaci di mantenere, in realtà il malbianco è una malattia quasi incurabile, conviene rassegnarsi, al massimo si può tentare di tenerla sotto controllo, ma pensare di guarire una pianta di rose (per esempio) equivale soltanto a coltivare un’illusione. Nei casi in cui ciò sia possibile, spostare la pianta in un luogo maggiormente ventilato sarvirà allo scopo molto meglio dei prodotti anticrittogamici che troviamo in commercio.

Lascia un commento

I tuoi dati vengono trattati nel rispetto della privacy: inviando un commento dichiari di avere piu' di 16 anni e di accettare la privacy policy vigente

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure ricevi avviso anche senza commentare.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.