Deutzia, arbusto da fiore

Ai genere deutzia appartengono più di una cinquantina di specie di arbusti da fiore a foglie decidue. La coltivazione è facile, si coltivano come arbusti fioriti in piena terra, soprattutto in giardini di grandi dimensioni, ma scegliendo accuratamente le varietà si adattano anche a giardini più piccoli.

Dopo la fioritura, in luglio si recidono rasoterra i fusti fioriferi per favorire la crescita della nuova vegetazione. Questa pianta si mette a dimora in ottobre (in zone a clima freddo) o in febbraio. Non ha particolari esigenze per quanto riguarda il terreno purchè sia ben drenato, meglio se fertile. Può essere piantata sia in pieno sole, sia in ombra. E’ una pianta resistente alle alte e basse temperature, ma sensibile alle gelate tardive e ai venti freddi.

Annaffiatura: è necessaria solo nella fase giovanile e nei periodi di siccità. Concimare in inverno spargendo sulla superficie sostanza organica ben matura. Alla ripresa vegetativa concimare con concimi complessi granulari nella dose di 20/30 g/m2. In inverno è opportuna una pacciamatura alla base della pianta.

Consigli invernali: nel mese di dicembre l’arbusto di deutzia in vaso si può dividere ora. Nella zone a clima più miti è possibile moltiplicare alcuni arbusti a foglie caduca, infatti questo periodo corrisponde a riposo vegetativo delle piante, il migliore per effettuare la moltiplicazione mediante divisione della zolla.
Gli arbusti coltivati in vaso che non raggiungono grandi dimensioni possono essere riprodotti facilmente per talee e anche attraverso la divisione del cespo. Tra queste la Deutzia, è una pianta rustica, sopporta bene interventi di potatura, fiorisce nel mese di giugno con fiori bianchi e leggermente profumati.

Durante l’inverno le piante tollerano temperature anche sotto lo zero, ma i vasi vanno sistemati al sole e annaffiati in caso di siccità oppure se le piante riescono ad essere bagnate dalla pioggia. La divisione dei cespi è un metodo di riproduzione organica che permette di ottenere nuovi esemplari identici alla pianta madre. Con questo sistema si attua anche un processo di ringiovanimento, in quanto le nuove piante ottenute per divisione fioriscono più facilmente e abbondantemente, e si mantiene inoltre la dimensione sotto controllo.

Lascia un commento

I tuoi dati vengono trattati nel rispetto della privacy: inviando un commento dichiari di avere piu' di 16 anni e di accettare la privacy policy vigente

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure ricevi avviso anche senza commentare.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.