Consigli per il giardino: in luglio ricordiamoci di..

Si raccolgono le piante aromatiche, si riproducono per talea arbusti e rampicanti di ogni genere, si trapiantano le talee di crisantemo che hanno attecchito. Si potano la lavanda e la salvia per conservarne i fiori per profumare la biancheria.

Proteggiamo dal sole le piante d’appartamento che abbiamo spostato all’aperto con coperture. Verso la fine del mese, annaffiamo il prato tutte le sere, a pioggia per una buona mezzora e quando lo tagliamo manteniamo le lame un po’ alte in modo da non rasarlo troppo in basso. Le operazioni necessarie per il tappeto erboso riguardano soprattutto il corretto apporto idrico: in caso di temperature elevate, bisogna aumentare le annaffiature. Luglio e agosto rappresentano i mesi più difficili per la gestione del prato: in questo periodo è indispensabile un’attenta valutazione delle pratiche colturali da adottare. Per evitare gli sprechi di acqua è bene annaffiare nelle ore serali, notturne o del mattino presto, così che il terreno non sia caldo e le perdite per la evaporazione siano minime. Nei giorni di vento è meglio rimandare l’intervento se non strettamente necessario, perchè le perdite saranno elevate e la distribuzione irregolare.

Cimare le erbacee da fiore ormai sfiorite e i rosai rampicanti non rifiorenti. Riprodurre per margotta l’agrifoglio, il calicanto, l’azalea, la magnolia. E’ il momento della potatura estiva di albicocco, nocciolo, pesco, ribes, ciliegio.

Talee di geranio: luglio è il momento giusto per fare talee di geranio per l’anno prossimo. Diventano adulte in un mese. Si fanno per ottenere nuove piante identiche a quella madre. Le talee devono essere ricavate da esemplari sani, con foglie ben formate, prelevando getti apicali privi di boccioli.

E’ il momento anche di ringiovanire le peonie erbacee coltivate in piena terra: queste piante, dopo 5/6 anni, devono essere diradate effettuando una divisione di cespo. Si otterranno nuovi esemplari rustici e fioriferi. Con il grande caldo sospendere le concimazioni durante i mesi estivi, concimare solo le specie vegetali  che sono in fioritura. Sospendere le concimazioni a tutte le altre  piante, sia coltivate in piena terra, sia in vaso: luglio e agosto sono i mesi più caldi dell’estate e le piante coltivate in giardino stanno attraversando un periodo critico, e le piante essendo in pieno sforzo vegetativo vanno aiutate senza però esagerare, perchè si rischia di farle bruciare.

Lascia un commento

I tuoi dati vengono trattati nel rispetto della privacy: inviando un commento dichiari di avere piu' di 16 anni e di accettare la privacy policy vigente

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure ricevi avviso anche senza commentare.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.