Idea per terrazze in fiore: composizione in bacche

Per garantire il colore in questo periodo (inverno) il segreto sta nel combinare foglie, bacche e fiori. Vale la pena dare un tocco speciale alla terrazza. Sopravvivono ancora fiori tardivi dell’autunno come alcuni crisantemi e iniziano i (fiori) più precoci, come il ciclamino, l’erica, il cavolo ornamentale.

Si tratta di piante facili da curare poichè sono resistenti al freddo, e inoltre tutte in generale hanno bisogno di poca acqua nel periodo delle pioggie. Non hanno bisogno di concimazioni, si deve solo mantenere una pulizia nella terrazza e proteggere i vasi dalle gelate più intense. Raggruppare i vasi nell’angolo più riparato della terrazza. Evitare le zone più aperte esposte al vento e al freddo.

Queste sono le piante che non devono mancare su una terrazza d’inverno:

  • la stella dell’inverno (erica gracilis). Fiorisce a partire da dicembre fino al mese di aprile, se si mantiene il substrato un po’ umido
  • il cavolo ornamentale. Presenta molti vantaggi: non ha bisogno di protezione e mantiene sempre il suo colore. Va solo presa una precauzione: al momento di annaffiare sollevare le foglie e non lasciare che si bagnino.
  • la primula acaulis. E’ uno dei primi fiori dell’anno, che comincia ad arrivare nei vivai da dicembre. Non eccedere con le annaffiature, ed assicurarsi che non rimangano ristagni d’acqua.
  • la pernettia, arbusto perenne con bacche decorative. E’ il migliore per la sua grandezza, per balconi e terrazze piccole
  • la piracanta. Perfetta da coltivare isolata e per dare colore tutto l’anno, con le sue bacche di color rosso o arancione. Fiorisce tra maggio e giugno, e non ha bisogno di cure speciali.
pyracantha Idea per terrazze in fiore: composizione in bacche

Pyracantha