Zebrina pendula, pianta decorativa

Bellissimo esemplare di zabrina pendula
Bellissimo esemplare di zabrina pendula

Sono piantine con foglie decorative autoradicanti ai nodi. La zebrina si coltiva in vaso, in appartamento. Nella bella stagione può essere collocata all’aperto ma va ritirata in autunno.  A questa pianta si addice la coltivazione in cesto o altro contenitore sospeso.

Si pianta in primavera in un terriccio composto da terra, torba e sabbia in parti uguali concimando con 30 grammi di concime complesso ternario con microelementi per decalitro di terra. In primavera/estate ogni 15-20 giorni aggiungere all’acqua di irrigazione 10/20 grammi di concime complesso per decalitro.

Ambiente e cura della zebrina pendula: l’esposizione deve essere molto luminosa per evitare che i fusti si indeboliscano filando ma non in pieno sole. L’annaffiatura deve essere abbondante in primavera/estate: durante il periodo autunnale è sufficiente inumidire appena il substrato. La rinvasatura si effettua in primavera utilizzando un vaso apppena più grande del precedente. La temperatura minima non dovrebbe scendere sotto i 12/13 gradi.

Malattie. Le piante di zebrina possono essere infestate dagli afidi verdi e dalle cocciniglie farinose che, oltre a provocare danni diretti, possono anche ospitare sulla loro melata degli afidi che si combattono con aficidi. Le cocciniglie si eliminano inece con un batuffolo di cotone imbevuto di alcool e trattato con anticoccicidi.

Lascia un commento

I tuoi dati vengono trattati nel rispetto della privacy: inviando un commento dichiari di avere piu' di 16 anni e di accettare la privacy policy vigente

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure ricevi avviso anche senza commentare.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.