10 viburnum facili da coltivare, per siepi colorate e profumate

Il viburnum è un arbusto che si sviluppa spesso come siepe, che fiorisce in inverno. Poche sono le specie arboree, alte anche sino a 6/7 metri. Prevalenti sono quelle arbustive alte non più di 2/3 metri. La grande variabilità del genere rende queste piante facilmente adattabili a varie soluzioni. Ecco 10 esemplari belli e facili da tenere in giardino:

  1. Viburnum opulus (o palla di neve): arbusto sempre verde, deciduo, alto fino a 4/5 metri. Foglie a 3 lobi, colore verde scuro, poi rosse in autunno, fiori bianchi in maggio, frutti rossi in autunno. Adatto come esemplare isolato o per formare piccoli gruppi o siepi.
  2. Viburnum farreri: arbusto deciduo, alto fino a 3 metri, foglie ovali, colore verde scuro poi rosa porpora in autunno. Fiori prima rosa, poi bianchi, profumati in dicembre/febbraio, frutti rossi in autunno: adatto come esemplare isolato o per piccoli gruppi
  3. Viburnum rhytidophylum: arbusto sempreverde, alto fino a 5 metri, foglie ovali allungate con superficie raggrinzita di colore verde brillante, fiori bianco giallastro in maggio/giugno. Adatto come esemplare isolato o per formare piccoli gruppi
  4. Viburnum lantana: arbusto deciduo alto fino a 4 metri, foglie verdi/grigio che diventano porpora in autunno. Fiori color crema in maggio, frutti prima gialli, quindi rossi, poi neri a maturità. Adatto come esemplare isolato, piccoli gruppi o siempi. Anche per la coltivazione in contenitore.
  5. Viburnum davidii: arbusto sempreverde di forma compatta, alto fino a 2 metri, foglie ovali di colore verde scuro lucido, fiori piccoli bianchi in aprile/maggio, frutti blu. Adatto per formare piccoli gruppi, anche come tappezzante e per coltivazione in contenitore.
  6. Viburnum cinnamonifolium: albero sempreverde imponenente, alto fino a circa 6 metri, foglie ellittiche di colore verde scuro e lucide. Fiori bianchi che sbocciano in maggio, adatto come esemplare isolato.
  7. Viburnum carfesii: arbusto deciduo dal portamento cespuglioso, alto fino a 2 metri, foglie di colore verde/grigio, rosse in autunno. Fiori bianchi o bianco rosati, profumatissimi. Frutti rossi che diventano blu scuro a maturità. Adatto come esemplare isolato o per siepi, anche per la coltivazione in contenitore
  8. Viburnum plicatum: arbusto deciduo a forma espansa, alto sino a 2 metri, foglie ovali o ellittiche, fiori bianchi o rosa, molto numerosi in aprile/maggio. Adatto come esemplare isolato o per piccoli gruppi
  9. Viburnum tinus: arbusto o albero sempreverde, alto fino a 4 metri, foglie verde scuro, fiori rosa, frutti blu persisenti sui rami dall’autunno alla primavera. La varietà “lucidum” presenta foglie foglie molto lucide e più grandi. Adatto come esemplare isolato, piccoli gruppi o siepi e per la coltivazioni in contenitore
  10. Viburnum acerifolium: arbusto deciduo, alto fino a 2 metri, foglie a 3 lobi, simili a quelle dell’acero, di colore verde opaco, giallo/rosso e marrone in autunno, fiori di colore bianco puro che si aprono in aprile/maggio, frutti inizialmente rossi, po porpora/nero a maturità. Adatto come esemplare isolato o per piccoli gruppi.

Quando piantare il viburno: le specie decidue si possono piantare sia in autunno, sia in primavera. Per le specie sempreverdi è consigliabile attendere il termine del periodo invernale. Cresce bene nelle posizioni soleggiate.

Galleria fotografica Viburnum:

10 pensieri riguardo “10 viburnum facili da coltivare, per siepi colorate e profumate

    1. Questa pianta è una classica che non tramonta mai. Tollera tutto: pieno sole, mezza ombra, ombra completa (purchè luminosa). Non necessità di una potatura regolare, si interviene soltanto per eliminare tutte le parti danneggiate e per sfoltire la chioma, dopo la fioritura. Sono circa 200 le specie: quelle a fioritur ainvernale si potano in aprile, quelle a fioritura primaverile in estate. Prova a potarle un po’ di più e vedrai che si riempiono le siepi. Non sono adatti i terreni eccessivamente sciolti e asciutti. Somministrare un concime bilanciato granulare da orto da marzo a luglio.

    1. Questa pianta è una classica che non tramonta mai. Tollera tutto: pieno sole, mezza ombra, ombra completa (purchè luminosa). Non necessità di una potatura regolare, si interviene soltanto per eliminare tutte le parti danneggiate e per sfoltire la chioma, dopo la fioritura. Sono circa 200 le specie: quelle a fioritur ainvernale si potano in aprile, quelle a fioritura primaverile in estate. Prova a potarle un po’ di più e vedrai che si riempiono le siepi. Non sono adatti i terreni eccessivamente sciolti e asciutti. Somministrare un concime bilanciato granulare da orto da marzo a luglio.

  1. Salve in terrazza ho 4 piante di viburnum, due per fioriera distanti tra loro. Le piante che hanno già qualche anno sono sempre state rigogliose presentando foglie fitte e corpose.
    Da circa un mese, contemporaneamente, le quattro piante hanno perso tutte le foglie. Al momento sono affiorate solo rare foglioline che all’evidenza non presentano capacità di crescita.
    Cosa puo’ essere successo e come potrei intervenire?

  2. Quando e quale concime per piantare il viburnum come aiuola, e a che distanza una dall’altra, da considerare che quelle che vado a piantare non sono molto sviluppate, spero di fare una siepe che raggiunga 2 m. Saluti
    Piu’ informazione mi date e piu’ saro’ grato.

    1. Le informazioni riguardo questo arbusto sono tante, e sono tante anche circa 200 le specie, e nella maggior parte dei casi si tratta di piante rustiche. I fiori sono bianchi e rosa, e in alcune varietà articolate i fiori sono tutti sterili. Si coltivano fresco, ben drenato, fertile, al sole o in posizione parzialmente ombreggiata (non sono adatti i terreni eccessivamente sciolti e asciutti). Le specie sempreverdi si mettono a dimora in settembre/ottobre, o a marzo. I viburni non necessitano di potatura regolare, si interviene soltanto per eliminare le parti danneggiate e per sfoltire la chioma.
      Per la distanza puoi gestirla come vuoi, se come dici non sono molto sviluppati. Concime per ora basta quello del terreno della messa a dimora.

  3. Quando e quale concime per piantare il viburnum come aiuola, e a che distanza una dall’altra, da considerare che quelle che vado a piantare non sono molto sviluppate, spero di fare una siepe che raggiunga 2 m. Saluti
    Piu’ informazione mi date e piu’ saro’ grato.

    1. Le informazioni riguardo questo arbusto sono tante, e sono tante anche circa 200 le specie, e nella maggior parte dei casi si tratta di piante rustiche. I fiori sono bianchi e rosa, e in alcune varietà articolate i fiori sono tutti sterili. Si coltivano fresco, ben drenato, fertile, al sole o in posizione parzialmente ombreggiata (non sono adatti i terreni eccessivamente sciolti e asciutti). Le specie sempreverdi si mettono a dimora in settembre/ottobre, o a marzo. I viburni non necessitano di potatura regolare, si interviene soltanto per eliminare le parti danneggiate e per sfoltire la chioma.
      Per la distanza puoi gestirla come vuoi, se come dici non sono molto sviluppati. Concime per ora basta quello del terreno della messa a dimora.

  4. Salve in terrazza ho 4 piante di viburnum, due per fioriera distanti tra loro. Le piante che hanno già qualche anno sono sempre state rigogliose presentando foglie fitte e corpose.
    Da circa un mese, contemporaneamente, le quattro piante hanno perso tutte le foglie. Al momento sono affiorate solo rare foglioline che all’evidenza non presentano capacità di crescita.
    Cosa puo’ essere successo e come potrei intervenire?

Lascia un commento

I tuoi dati vengono trattati nel rispetto della privacy: inviando un commento dichiari di avere piu' di 16 anni e di accettare la privacy policy vigente

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure ricevi avviso anche senza commentare.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.