Astro settembrino, per una ricca fioritura autunnale

Pianta perenne. Fra le circa 250 specie che appartengono al genere aster, le più coltivate sono gli aster novae belgii, le aster novae angliae, cespitose, capaci di formare densi cespugli alti pià di un metro e larghi 60/90 centimetri. Sono considerati le scelte più tradizionale ma più affidabili del giardinaggio

Le varietà di astri tardivi (aster novae angliaee e aster novibelgi) è meglio conosciuti come settembrini. Sono piante a fioritura annuale, già in fiore in questo periodo dell’anno. I fiori sono a margherita e contano numerosissimi petali: in genere i settembrini si trovano nelle tonalità del rosa, del lilla, passando per tutte le sfumature del rosso e viola. Ma esistono varietà dal fiore bianco con il centro giallo. Ogni pianta produce innumerevoli fiori: per creare una macchia in giardina piantare ad una distanza di 30/40 centimetri, ma sono fiori belli anche in vaso (nelle zone d’ombra). Le piante preferiscono terreno fertile e drenato, ma si adattano facilmente ad altri tipi di terreno. Vegetano e fioriscono in tutti i climi, ma preferiscono le temperature miti. E’ indispensabile suddividere le piante ogni due/tre anni (alla fine dell’inverno e inizio primavera). Al termine della fioritura conviene effettuare una lieve potatura, eliminando i fiori appassiti. In febbraio al termine delle gelate tagliare gli steli rasoterra. Nello stesso periodo concimare con stallatico maturo. E’ importante garantire un apporto idrico adeguato e costante: se non annaffiate con regolarità le piante soffrono. Durante i mesi estivi è bene praticare trattamenti mirati contro i singoli parassiti, da praticarsi soltanto quando si nota la presenza di funghi o di insetti sulle piccole piante. Per praticare i trattamenti è preferibile farlo nelle ore fresche della giornata, in genere in settembre è molto probabile che le piante si possano ammalare. Si tenga presente che i settembrini crescono ricoprendo tutto il terreno a disposizione.
Al momento dell’acquisto, preferire piante ben cespugliate, e scartare gli esemplari fioriti, filati e radi, con radici che fuoriescono di fuori dal vaso.

Consigli di giardinaggio: l’aster si coltiva all’aperto, in giardino o in terrazzo, in tutte le regioni italiane in terreno fertile e fresco. Le posizioni preferite dagli astri settembrini sono al sole o mezzombra. Fino a quando le temperature sono elevate, bagnare per mantenere il terreno umido senza inzupparlo o farlo seccare. Non teme nè il caldo, nè il freddo. Una volta ogni 3 settimane distribuire nell’acqua di bagnatura un fertilizzante liquido universale.

Gli astri settembrini si riproducono dividendo i cespi ogni anno, a partire dal secondo, in primavera.

Attenzione a chiocciole e lumache. Difendere le piante con un prodotto lumachicida da contatto.

Fine agosto è il momento di piantare gli astri, che fioriscono proprio ad agosto e proseguono con i loro colori fino alla fine di settembre. E’ un’erbacea ideale per le bordure e le aiuole perchè interviene con la sua fioritura quando le piante perenne invece sfioriscono. Predisponiamo la loro messa a dimora che può divenire anche alla fine del mese in una giornata non eccessivamente calda e in posizione non necessariamente soleggiata.

2 pensieri riguardo “Astro settembrino, per una ricca fioritura autunnale

  1. ciao..mi trasferisco a Formia nell appartamento al primo piano c è un grande terrazzo che vorreiabellire subito con fiori e piante ..cosa mi consigliate?
    grazie
    Flavia

  2. ciao..mi trasferisco a Formia nell appartamento al primo piano c è un grande terrazzo che vorreiabellire subito con fiori e piante ..cosa mi consigliate?
    grazie
    Flavia

Lascia un commento

I tuoi dati vengono trattati nel rispetto della privacy: inviando un commento dichiari di avere piu' di 16 anni e di accettare la privacy policy vigente

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure ricevi avviso anche senza commentare.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.