Consigli autunnali e invernali per il melograno

Consigli per punica granatum nell’orto e nel frutteto: il melograno è una pianta mediterranea che oltre ad offrire un’abbondante e vistosa fioritura, produce bacche commestibili nel tardo autunno.

Novembre è il mese ideale per mettere a dimora: può essere effettuata da ottobre fino alla fine del mese di novembre. La punica granatum non necessita di cure particolari durante l’inverno: basta mantenere il terriccio zappettato, vangare già dal mese di novembre stando attenti a non danneggiare le radici.

Se il vaso del melograno è diventato troppo piccolo e non potete sostituirlo con uno più grande (ogni 3 anni circa, in questa stagione) dovete provvedere a un taglio di radici:

  • estrarre la pianta dal vaso
  • lavare con acqua e sapone di marsiglia e con una spazzola grattare via eventuali incrostazioni
  • disinfettare poi con solfato di rame, per evitare marciumi, e lasciare asciugare bene
  • nel frattempo, con un coltello affilato, asportare tutto intorno alla zolla delle spesse fette di terra e radici
  • quando il contenitore è asciutto si rimette dentro la pianta, con un bello strato di drenaggio

Dicembre: è il momento di potare il melograno che vive in vaso nelle nostre case, per eliminare i rami secchi, facilitare la maturazione di frutti migliorandone l’esposizione e dare all’alberello una forma armonica.

Come fare: tagliare i rami obliquamente, evitando cesoie poco taglienti (si rischia di ferire la pianta). Iniziare da quelli secchi, poi quelli deboli, poi quelli robusti che tendono a crescere in altezza e a produrre solo foglie. Infine sfoltire la chioma, tagliare di più gli esemplari vecchi e deboli che così potranno riposarsi per qualche anno. Se potate troppo poco, le piante vi daranno tanti frutti ma di scarsa qualità sui rami deboli.

Ricordate che esistono melograni che fanno solo fiori e non fanno frutti. Tra le varietà che fanno frutti, una delle migliori è la dente di cavallo.

6 pensieri riguardo “Consigli autunnali e invernali per il melograno

  1. Buongiorno!Avrei un consiglio da domandarvi riguardo una pianta di melograno in vaso.Da marzo sono sbocciati dei fiori arancioni bellissimi e poi dei frutti.Io ho notato, che per la crescita vigorosa della pianta ,fosse necessario travasarla in un vaso di terracottapiu’ grande(prima era in un vaso di plastica)con un unico foro di drenaggio.Cosi’ ho fatto!Ora a distanza di tre giorni le foglie si sono abbassate,il loro colore è spento alcuni rametti,prima vigorosi,ora stentano a sollevarsi.Mi dispiace troppo!Forse l’avrei dovuta lasciare nello stesso vaso.Quali consigli mi date?Grazie.Anna Rita

    1. La coltivazione di questa pianta è medio/facile. La messa a dimora in autunno, l’esposizione in pieno sole, l rinvsatura in primavera o in autunno, ogni 1 o 2 anni e non quando ha già i fiori. La dimensione del vaso deve essere rapportata a quella della pianta, e per un soggetto d’altezza di 150cm è consigliabile un vaso di almeno 50cm di diametro. Il rinvaso è un’operazione delicata perchè per rallentare lo sviluppo della pianta deve essere accompagnato dal taglio delle radici (4-5 cm ogni 5 anni). Si effettua con forbici a lama affilata e disinfettta. E’ sempre per le piante in vaso si utilizza una composta da giardino predilige terreni ben drenati sabbiosi, teme i ristagni idrici. Per le piante in vaso il terreno non deve mai seccare fra una bagnatura e l’altra. Il melograno è pianta esigente per quel che riguarda la nutrizione minerale. Ogni anno a primavera somministrare concime con appositi di ferro, azoto e potassio. La concimazione va ripetuta alla fine di agosto. Spero che in questo arco di tempo il tuo melograno si sia ripreso abbastanza.

  2. buondì vorrei porre una domanda. Vivo a nord della Puglia è ho piantato su un’estensione di un ettaro di terreno piante di melograno qualità wonderful di 2 anni di vita. michiedevo dato che in questo periodo dalla notte sino al mattino c’è umidità sulla pianta se fosse necessario effettuare qualche trattamento. grazie

  3. Buongiorno!Avrei un consiglio da domandarvi riguardo una pianta di melograno in vaso.Da marzo sono sbocciati dei fiori arancioni bellissimi e poi dei frutti.Io ho notato, che per la crescita vigorosa della pianta ,fosse necessario travasarla in un vaso di terracottapiu’ grande(prima era in un vaso di plastica)con un unico foro di drenaggio.Cosi’ ho fatto!Ora a distanza di tre giorni le foglie si sono abbassate,il loro colore è spento alcuni rametti,prima vigorosi,ora stentano a sollevarsi.Mi dispiace troppo!Forse l’avrei dovuta lasciare nello stesso vaso.Quali consigli mi date?Grazie.Anna Rita

    1. La coltivazione di questa pianta è medio/facile. La messa a dimora in autunno, l’esposizione in pieno sole, l rinvsatura in primavera o in autunno, ogni 1 o 2 anni e non quando ha già i fiori. La dimensione del vaso deve essere rapportata a quella della pianta, e per un soggetto d’altezza di 150cm è consigliabile un vaso di almeno 50cm di diametro. Il rinvaso è un’operazione delicata perchè per rallentare lo sviluppo della pianta deve essere accompagnato dal taglio delle radici (4-5 cm ogni 5 anni). Si effettua con forbici a lama affilata e disinfettta. E’ sempre per le piante in vaso si utilizza una composta da giardino predilige terreni ben drenati sabbiosi, teme i ristagni idrici. Per le piante in vaso il terreno non deve mai seccare fra una bagnatura e l’altra. Il melograno è pianta esigente per quel che riguarda la nutrizione minerale. Ogni anno a primavera somministrare concime con appositi di ferro, azoto e potassio. La concimazione va ripetuta alla fine di agosto. Spero che in questo arco di tempo il tuo melograno si sia ripreso abbastanza.

  4. buondì vorrei porre una domanda. Vivo a nord della Puglia è ho piantato su un’estensione di un ettaro di terreno piante di melograno qualità wonderful di 2 anni di vita. michiedevo dato che in questo periodo dalla notte sino al mattino c’è umidità sulla pianta se fosse necessario effettuare qualche trattamento. grazie

Lascia un commento

I tuoi dati vengono trattati nel rispetto della privacy: inviando un commento dichiari di avere piu' di 16 anni e di accettare la privacy policy vigente

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure ricevi avviso anche senza commentare.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.