Il Lucky, pianta da idrocoltura – La “pianta della fortuna”

Noto come lucky bamboo o bambù della fortuna, è molto comune (si trova in tutti i garden) ma non si tratta di bambù nonostante gli assomigli. E’ una dracena sanderiana, della famiglia delle agavacee.

Si coltiva bene in acqua, in genere in idrocoltura e anche in vaso con terriccio. Ha bisogno di posizioni molto luminose (ma non esposte direttamente ai raggi solari) e temperature costanti al di sotto dei 12 gradi.

Se è in terra va annaffiato e concimato regolarmente, mentre in caso di idrocoltura si sostituisce l’acqua ogni 7/14 giorni. Sul fondo del vaso si mettono dei sassolini o dell’argilla espansa, per assicurare la stabilità dei rami. Quando le temperature sono alte, nebulizzare le foglie

4 pensieri riguardo “Il Lucky, pianta da idrocoltura – La “pianta della fortuna”

  1. ho acquistato dei rami di Dracaena sanderiana , vorrei sapere oltre l’argilla espansa, per tenerli fermi ( visto che ho dei gatto un pò vivaci) che tipo di sassi potrei inserire nell’acqua? temono sassi ricchi di calcio o altro????
    grazie

    1. La pianta per vivere ha bisogno di acqua, aria, luce, sostanze nutritive, sali e un ancoraggio per le radici. Queste funzioni possono essere svolte da materiali diversi, in particolare l’argilla espansa, perlite, vermiculite o la lana di roccia (un materiale sintetico formato di filamenti sottili, simili alla lana di vetro). Tutti questi materiali danno sostegno alle piante. Per l’idrocoltura si utilizzano anche vasi speciali, doppi, anche se nella forma è sufficiente un vasetto di vetro. Molte piante in coltura idroponica richiedono vasi studiati normalmente dotati di un misuratore del livello dell’acqua. Vi sono anche contenitori formati da due vasi di plastica o ceramica: un vaso intero più uno più piccolo dotato di griglia traforata che consente l’uscita delle radici e un portamento esterno che contiene l’acqua nutritiva.

  2. ho acquistato dei rami di Dracaena sanderiana , vorrei sapere oltre l’argilla espansa, per tenerli fermi ( visto che ho dei gatto un pò vivaci) che tipo di sassi potrei inserire nell’acqua? temono sassi ricchi di calcio o altro????
    grazie

    1. La pianta per vivere ha bisogno di acqua, aria, luce, sostanze nutritive, sali e un ancoraggio per le radici. Queste funzioni possono essere svolte da materiali diversi, in particolare l’argilla espansa, perlite, vermiculite o la lana di roccia (un materiale sintetico formato di filamenti sottili, simili alla lana di vetro). Tutti questi materiali danno sostegno alle piante. Per l’idrocoltura si utilizzano anche vasi speciali, doppi, anche se nella forma è sufficiente un vasetto di vetro. Molte piante in coltura idroponica richiedono vasi studiati normalmente dotati di un misuratore del livello dell’acqua. Vi sono anche contenitori formati da due vasi di plastica o ceramica: un vaso intero più uno più piccolo dotato di griglia traforata che consente l’uscita delle radici e un portamento esterno che contiene l’acqua nutritiva.

Lascia un commento

I tuoi dati vengono trattati nel rispetto della privacy: inviando un commento dichiari di avere piu' di 16 anni e di accettare la privacy policy vigente

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure ricevi avviso anche senza commentare.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.