Maggio: quali piante spostare, e ricordiamoci di…

Consigli per la primavera inoltrata: quali piante portare fuori, cosa seminare e alcune operazioni di manutenzione da fare nel mese di maggio

Seminare aspargina, begonia, calceolaria. E’ un buon mese per coltivare talee, se la pianta non è in fiore. Approfittare per dividere la sanseveria o la clivia. Potare le piante spoglie oppure danneggiate (aspidistra, felce, falangio) e quelle che iniziano a crescere troppo, come il ficus beniamino. 

Concimare: inizia il periodo in cui è necessario aggiungere regolarmente il fertilizzante alle piante: versare concime liquido all’acqua dell’annaffiatura o utilizzare pasticche che rilasciano lentamente i nutrienti.

Annaffiature: intensificare le annaffiature, non dimenticare di vaporizzare le foglie ogni tanto con acqua un po’ tiepida.

Cure speciali: è il momento preferito dagli afidi, che attaccano i getti teneri, i boccioli e le foglie delle piante che sono in piena crescita. Fare attenzione ispezionando bene la pianta, e trattare di conseguenza.

In casa è arrivato il momento per le piante da interni di produrre abbondanti fioriture. Non c’è più pericolo, le temperature dentro casa e fuori sono uguali. Tuttavia alcune piante hanno ancora aria fresca a sufficienza in una casa ben ventilata. Attenzione però a non lasciarle al sole diretto, vicino alla finestra. Hanno bisogno di aria fresca ma non di raggi solari. Trovare un posto all’ombra protetto dal vento e vaporizzarle spesso affinchè non manchi loro l’umidità. Il ficus, la yucca, la clivia e i croton gradiranno certamente. Piante come l’azalea e qualsiasi rododendro devono restare definitivamente all’esterno. Applicare un trattamento vitalizzante a base di compost nuovo sui primi centimetri di terra e aumentare le annaffiature. Non portare all’esterno il tronchetto del brasile, la schefflera, il potos, e sopratutto la kentia: l’eccesso di luce e le correnti d’aria non fanno bene a queste piante, che si adattano all’aria fresca stando dentro casa. Infine, è il momento di riempire i nostri balconi con dei bei gerani, ora in fioritura, che godranno di aria e di sole (nella foto un mio geranio)

Leave a Reply

I tuoi dati vengono trattati nel rispetto della privacy: inviando un commento dichiari di avere piu' di 16 anni e di accettare la privacy policy vigente

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure ricevi avviso anche senza commentare.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.