Pilea cadierei, bella pianta per chi non ha il pollice verde

Questa pianta è ideale per chi non ha una grande familiarità con le piante. Appartiene alla stessa famiglia delle ortiche, non richiede particolari cure, anzi prospera in qualunque situazione. Se verso la fine dell’anno tende ad assumere un aspetto spento è bene eliminarla e comprarne un’altra a primavera. Molti floricoltori tendono ad inserire diverse talee nello stesso vaso, e per questo la pianta appena acquistata ha un aspetto florido, indirizzando verso l’acquisto della pilea cadieri “nana” che ha un aspetto più compatto.

La pilea non ama le correnti d’aria e le sue foglie diventano nere se vengono esposte alla luce del sole. L’illuminazione indiretta o filtrata sono quelle ottimali.

Quando l’esemplare avrà un apparato radicale ben sviluppato sarà necessario bagnarlo in abbondanza. Ridurre la quantità d’acqua in autunno, non appena la temperature diminuisce. Lasciare asciugare bene in superficie prima di irrorare, senza eccedere durante l’inverno. Concimare gli esemplari adulti ogni tanto usando un fertilizzante liquido diluito a metà dose. Le piante appena acquistate non dovrebbero necessitarne per circa 6 settimane.

Normalmente non è necessario rinvasare la pianta da utilizzare nella stagione successiva per talee: sistemare quelle che hanno appena formato le radici in terriccio drenante a base di argilla. Staccare la cima dei germogli nel corso dell’estate per conservare l’aspetto cespuglioso della pianta.

Lascia un commento

I tuoi dati vengono trattati nel rispetto della privacy: inviando un commento dichiari di avere piu' di 16 anni e di accettare la privacy policy vigente

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure ricevi avviso anche senza commentare.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.