Agave, una pianta del deserto

Le agavi, essendo resistenti alla siccità e alla calura, sono adatte ad essere piantate in giardino nelle zone a clima caldo, soprattutto la agave americana marginata.

agave americana marginata

Condizioni ideali: trattandosi di piante originarie di zone desertiche molto calde prediligono una posizione in pieno sole. La temperatura minima deve essere intorno ai 10 gradi, quella ottimale è di 18-20 gradi centigradi anche se sopportano bene temperature superiori. Si annaffiano moderatamente, e solo durante il periodo vegetativo e in estate, specialmente se sono in vaso. Le piante adulte in piena terra possono anche non essere bagnate.

Terreno e concimazione: le agavi piantate nel terreno si concimano con un prodotto ternario 1-2 volte nel periodo vegetativo, per fertirrigazione, alla dose di 20-30 grammi di concime per decalitro d’acqua, o spargendo il concime attornoalla pianta alla dose di 20-30 grammi per mq. Il substrato deve essere leggero/sabbioso, ben drenato.

Le piante coltivate in vaso si rinvasano ogni 1-2 anni secondo il loro sviluppo, in primavera.  La toelettatura non è necessaria, se non per l’asporto delle infiorescenze dopo la fioritura.

Malattie e parassiti: chiazze brune e macchie nere sulle foglie sono causate dal fungo coniothyrium concentricum (foto a lato) che si controlla con fungicidi a base di rame. Fra i parassiti animali si annoverano le cocciniglie, presenti sulle foglie e sui fusti, che causano deperimento della pianta: si controllano con l’applicazione di appositi anticoccicidi.

8 pensieri riguardo “Agave, una pianta del deserto

  1. Ciao, devo invasare alcune agavi all’interno di alcuni vasi di vetroresina molto alti circa 1,70 metro.
    Penso che sarebbe bene mettere a dimora direttamente la pianta nel vaso e non inserire il vaso attuale dell’agave dentro a quello nuovo in vetroresina, perchè la pianta è molto pesante e grande. Vorrei che il peso dell’agave non gravasse sui bordi del vaso di vetroresina e quindi penserei di riempirlo di terra o sabbia e mettere direttamente a dimore la pianta.
    Cosa mi consigliate?
    Grazie

  2. io consiglierei di mettere a dimora la pianta direttamente nel vaso e non inserire il vaso dell’agave a quello nuovo. Le piante coltivate in vaso si rinvasano secondo il loro sviluppo, ogni 1 o 2 anni in primavera. Il substrato deve essere leggero, sabbioso e ben drenato (50% di terriccio, 20% di torba, 30% di sabbia grossolana). E’ opportuno collocare sul fondo del vaso cocci o ghiaietto per favorire la rapida eliminazione dell’acqua in eccesso che potrebbe causare marciumi alle radici.

    1. Posso solo dirti: un fiore nella vita. L’agave americana è specie monocarpica: in altre parole fiorisce una volta soltanto e poi dissecca. L’anno floreale, che termina con la ricca infiorescenza, raggiunge in nove metri di altezza, che può essere scambiata per piccolo pino. L’infiorescenza ha forma piramidale, e si forma al centro della rosetta, solo quando la pianta ha raggiunto un’età avanzata e buone dimensioni. Comunque mai prima del decimo anno. Per le piante in vaso i tempi si possono allungare moltissimo. Per evitare la morte dell’agave regina non saprei, forse ritardare concimandola meno.

  3. io consiglierei di mettere a dimora la pianta direttamente nel vaso e non inserire il vaso dell’agave a quello nuovo. Le piante coltivate in vaso si rinvasano secondo il loro sviluppo, ogni 1 o 2 anni in primavera. Il substrato deve essere leggero, sabbioso e ben drenato (50% di terriccio, 20% di torba, 30% di sabbia grossolana). E’ opportuno collocare sul fondo del vaso cocci o ghiaietto per favorire la rapida eliminazione dell’acqua in eccesso che potrebbe causare marciumi alle radici.

    1. Posso solo dirti: un fiore nella vita. L’agave americana è specie monocarpica: in altre parole fiorisce una volta soltanto e poi dissecca. L’anno floreale, che termina con la ricca infiorescenza, raggiunge in nove metri di altezza, che può essere scambiata per piccolo pino. L’infiorescenza ha forma piramidale, e si forma al centro della rosetta, solo quando la pianta ha raggiunto un’età avanzata e buone dimensioni. Comunque mai prima del decimo anno. Per le piante in vaso i tempi si possono allungare moltissimo. Per evitare la morte dell’agave regina non saprei, forse ritardare concimandola meno.

  4. Ciao, devo invasare alcune agavi all’interno di alcuni vasi di vetroresina molto alti circa 1,70 metro.
    Penso che sarebbe bene mettere a dimora direttamente la pianta nel vaso e non inserire il vaso attuale dell’agave dentro a quello nuovo in vetroresina, perchè la pianta è molto pesante e grande. Vorrei che il peso dell’agave non gravasse sui bordi del vaso di vetroresina e quindi penserei di riempirlo di terra o sabbia e mettere direttamente a dimore la pianta.
    Cosa mi consigliate?
    Grazie

Lascia un commento

I tuoi dati vengono trattati nel rispetto della privacy: inviando un commento dichiari di avere piu' di 16 anni e di accettare la privacy policy vigente

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure ricevi avviso anche senza commentare.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.