Amarillide

AmarillideNe esistono numerose varietà di diversi colori, con fiori bianchi, fiori rossi, con strisciature bianche e rosse. Ogni fiore dura circa 10 giorni, e vari gruppi si possono aprire in momenti diversi. I bulbi più grandi possono mettere un secondo busto fiorifero, a mano a mano che quelli sbocciati in precedenza appassiscono. I tuberi acquistati già invasati e già trattati fioriscono una sola volta, mentre quelli quiescenti possono essere conservati per l’anno seguente. L’amarillide nel periodo vegetativo richiede una temperatura di 21 gradi mentre si conservano. I bulbi durante il riposo invernale necessitano di una minima di 4 gradi. Mantenere una buona illuminazione per avere una fioritura ideale: 3-4 ore di luce diretta, girando regolarmente il vaso per mantenere una crescita uniforme. Quando la pianta riposa spostarla leggermente più in ombra e sincerarsi che la temperatura sia quella giusta. Quando si pianta il bulbo bagnare bene dall’alto finchè non spunta il fusto fiorifero. Tenere umido il terriccio fino a quando il fogliame ingiallisce; ridurre gradualmente le bagnature e lasciare asciugare il composto. Sospendere del tutto fino al rinvaso dopo la fioritura. Rimuovere le infiorescenze e concimare mensilmente con un fertilizzante per piante da interni, fino a quando il fogliame comincia a morire (di solito a fine estate). In vaso i bulbi vanno interrati solo per metà, e portarli a fioritura da tardo autunno a inizio primavera. Usare terra mischiata (metà terra grassa e metà di sabbia grossa). Tenere i vasi coricati su un piano per impedire che possano essere bagnati.

4 thoughts on “Amarillide

  1. Salve, ho comperato nel novembre del 2008 2 bulbi di amarillis che ho piantato in 2 vasi di 25cm di diametro. La prima fioritura è stata splendida però poi non ne ho più avute, nel corso degli anni sono ricresciute solo foglie.
    Ho sempre tenuto i vasi in casa al caldo di fronte a una finestra ma non ho mai cambiato la terra o separato i nuovi bulbi, ora mi ritrovo a metà febbraio con delle foglie lunghe 40 cm senza stelo del fiore, cosa posso fare?

  2. L’amarillide può essere coltivato all’aperto in tutte le regioni italiane, ma in quelle settentrionali è necessario proteggere i bulbi dal freddo. La tecnica culturale: i bulbi si piantano in giugno/luglio, alla profondità di 20/30 centimetri, in un terreno ben drenato. Il periodo di riposo dei bulbi è all’inizio dell’estate. Nel mese di agosto si deve annaffiare abbondantemente. I bulbi vanno lasciati indisturbati nel terreno per diversi anni. Le piante non necessitano di sostegni: si devono tagliare i fiori, i fusti e le foglie dopo che si sono seccati, tagliando a 5/10cm dalla base. Va collocata in posizioni molto luminose. Se la luce è scarsa cresce troppo debole. La temperatura deve essere un po’ calda (intorno ai 20 gradi) prima che spuntino i fiori e più fresca (intorno ai 15 gradi) durante la fioritura così che questa duri più a lungo. Una volta fiorita, deve essere poerò spostata in un luogo più fresco. Quando la pianta sfiorisce e le foglie cominciano a ingiallire si può estrarre il bulbo dalla terra, oppure si può conservare nel vaso, badando sempre che il luogo sia fresco e asciutto, fino alla stagione successiva.

  3. Salve, ho comperato nel novembre del 2008 2 bulbi di amarillis che ho piantato in 2 vasi di 25cm di diametro. La prima fioritura è stata splendida però poi non ne ho più avute, nel corso degli anni sono ricresciute solo foglie.
    Ho sempre tenuto i vasi in casa al caldo di fronte a una finestra ma non ho mai cambiato la terra o separato i nuovi bulbi, ora mi ritrovo a metà febbraio con delle foglie lunghe 40 cm senza stelo del fiore, cosa posso fare?

  4. L’amarillide può essere coltivato all’aperto in tutte le regioni italiane, ma in quelle settentrionali è necessario proteggere i bulbi dal freddo. La tecnica culturale: i bulbi si piantano in giugno/luglio, alla profondità di 20/30 centimetri, in un terreno ben drenato. Il periodo di riposo dei bulbi è all’inizio dell’estate. Nel mese di agosto si deve annaffiare abbondantemente. I bulbi vanno lasciati indisturbati nel terreno per diversi anni. Le piante non necessitano di sostegni: si devono tagliare i fiori, i fusti e le foglie dopo che si sono seccati, tagliando a 5/10cm dalla base. Va collocata in posizioni molto luminose. Se la luce è scarsa cresce troppo debole. La temperatura deve essere un po’ calda (intorno ai 20 gradi) prima che spuntino i fiori e più fresca (intorno ai 15 gradi) durante la fioritura così che questa duri più a lungo. Una volta fiorita, deve essere poerò spostata in un luogo più fresco. Quando la pianta sfiorisce e le foglie cominciano a ingiallire si può estrarre il bulbo dalla terra, oppure si può conservare nel vaso, badando sempre che il luogo sia fresco e asciutto, fino alla stagione successiva.

Lascia un commento

I tuoi dati vengono trattati nel rispetto della privacy: inviando un commento dichiari di avere piu' di 16 anni e di accettare la privacy policy vigente

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure ricevi avviso anche senza commentare.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.