Consigli di marzo per le ortensie

Le ortensie: giganti, nane, rampicanti ad alberello per comprire muri angusti. Sono piante generose che fioriscono ininterrottamente fino all’autunno purchè le si metta nelle condizioni ideali.

Potare le ortensie in marzo. Le ortensie comuni si potano in primavera. Procedere in questo modo:
– osservare bene per individuare per prima cosa i rami morti
– eliminare i rami con i fiori secchi dell’anno prima, recidendoli alla base
– tagliare completamente i rami deboli, cioè quelli più sottili e quelli secchi
– infine accorciare i rami più robusti tagliandoli appena sopra una coppia di grosse gemme

Qui vedete una foto di un mio vaso di ortensie, dopo la potatura. Stanno già “ributtando” e presto ricresceranno più forti, belle e vigorose di prima

12 pensieri riguardo “Consigli di marzo per le ortensie

  1. buona sera,
    ho un vaso di plastica della misura di 45 cm.di altezza e 45 cm. di profondità nel quale ho messo a dimora un’ ortensia: siccome vorrei coprire il terriccio circostante con qualche piantina di fiori, quale potrebbe essere quella ideale?Se ciò non fosse possibile, come posso nascondere il terriccio?
    grazie.
    paola.

    1. Ciao Paola,
      Secondo me e la mia esperienza personale, potresti riempire il vaso con qualche piantina di CALLUNA (tipo erica meno vistosa, ma più resistente e perenne) ha piccoli fiorellini rosa o bianchi la trovi anche nei supermercati , ma dal vivaista sicuramente. Essendo anch’essa una pianta acidifica va benissimo con l’ortensia. Per coprire il terreno circostante io metterei dei bei sassi bianchi sistemati qua e la per non soffocare il terreno e le radici, così la puoi innaffiare lo stesso tranquillamente.Spero di averi dato una buona idea.

    2. Delle piantine per abbellire la zona circostante le ortensie, con dei fiori, ce ne possono essere tante, ma si corre il rischio di coprire l’ortensia. Ti consiglierei delle piantine di “impatiens”, specie di piante suffruticose, rustiche, semirustiche e delicate, annuali e perenni, sempreverdi. Per la coltivazione all’aperto sono particolarmente adatti gli ibridi fra impatiens holstili e susanili. Le piante annuali, rutiche e semirustiche, sono adatte per le bordure miste. Le specie alte per le bordure arbustive si coltivano in terreno fertile, ben drenato, al sole o in posizione parzialmente ombreggiata, oppure petunie, begonie, tagetes. Per evitare la fatica di procedere all’estirpazione delle piante esaurite a fine stagione si può procedere ad impiantare specie perenni. Posso suggerire l’ipericoum, il sedum o la vinca, il mesembriatenum.

      Oppure copri con corteccia di pino: protegge dal sole caldo d’estate e dal freddo in inverno.

  2. Ciao, ho piantato una ortensia nel mio giardino in posizione ombreggiata e riparata. Dato che vorrei che rimanesse blu, ho scavato una buca grande , ricoperta con un telo di plastica bucherellato e messo del terriccio acidofilo come mi avevano consigliato. La pianta sta bene e sono nati nuovi fiori, però sono verdi più che blu! sapete come mai? ho fatto male a tagliare i fiori vecchi?
    grazie Chiara

    1. Il periodo migliore per la messa a dimora o per rinvasare le ortensie è l’autunno (ottobre/novembre), anche se non si esclude la possibilità in marzo/aprile, in terreno fertile, fresco e arricchito con torba. Se si ha posto, piantarla in piena terra, altrimenti in un vaso più grande. Una cosa che non deve mancare assolutamente alle ortensie è l’acqua. Queste piante, dalle grandi foglie, ne consumano tantissima e sono in difficoltà quando la terra è asciutta. Annaffiare spesso e abbondantemente. Molta attenzione meritano le piante in vaso perchè il terreno si asciuga facilmente.

  3. buona sera,
    ho un vaso di plastica della misura di 45 cm.di altezza e 45 cm. di profondità nel quale ho messo a dimora un’ ortensia: siccome vorrei coprire il terriccio circostante con qualche piantina di fiori, quale potrebbe essere quella ideale?Se ciò non fosse possibile, come posso nascondere il terriccio?
    grazie.
    paola.

    1. Delle piantine per abbellire la zona circostante le ortensie, con dei fiori, ce ne possono essere tante, ma si corre il rischio di coprire l’ortensia. Ti consiglierei delle piantine di “impatiens”, specie di piante suffruticose, rustiche, semirustiche e delicate, annuali e perenni, sempreverdi. Per la coltivazione all’aperto sono particolarmente adatti gli ibridi fra impatiens holstili e susanili. Le piante annuali, rutiche e semirustiche, sono adatte per le bordure miste. Le specie alte per le bordure arbustive si coltivano in terreno fertile, ben drenato, al sole o in posizione parzialmente ombreggiata, oppure petunie, begonie, tagetes. Per evitare la fatica di procedere all’estirpazione delle piante esaurite a fine stagione si può procedere ad impiantare specie perenni. Posso suggerire l’ipericoum, il sedum o la vinca, il mesembriatenum.

      Oppure copri con corteccia di pino: protegge dal sole caldo d’estate e dal freddo in inverno.

    2. Ciao Paola,
      Secondo me e la mia esperienza personale, potresti riempire il vaso con qualche piantina di CALLUNA (tipo erica meno vistosa, ma più resistente e perenne) ha piccoli fiorellini rosa o bianchi la trovi anche nei supermercati , ma dal vivaista sicuramente. Essendo anch’essa una pianta acidifica va benissimo con l’ortensia. Per coprire il terreno circostante io metterei dei bei sassi bianchi sistemati qua e la per non soffocare il terreno e le radici, così la puoi innaffiare lo stesso tranquillamente.Spero di averi dato una buona idea.

  4. Ciao, ho piantato una ortensia nel mio giardino in posizione ombreggiata e riparata. Dato che vorrei che rimanesse blu, ho scavato una buca grande , ricoperta con un telo di plastica bucherellato e messo del terriccio acidofilo come mi avevano consigliato. La pianta sta bene e sono nati nuovi fiori, però sono verdi più che blu! sapete come mai? ho fatto male a tagliare i fiori vecchi?
    grazie Chiara

    1. Il periodo migliore per la messa a dimora o per rinvasare le ortensie è l’autunno (ottobre/novembre), anche se non si esclude la possibilità in marzo/aprile, in terreno fertile, fresco e arricchito con torba. Se si ha posto, piantarla in piena terra, altrimenti in un vaso più grande. Una cosa che non deve mancare assolutamente alle ortensie è l’acqua. Queste piante, dalle grandi foglie, ne consumano tantissima e sono in difficoltà quando la terra è asciutta. Annaffiare spesso e abbondantemente. Molta attenzione meritano le piante in vaso perchè il terreno si asciuga facilmente.

Lascia un commento

I tuoi dati vengono trattati nel rispetto della privacy: inviando un commento dichiari di avere piu' di 16 anni e di accettare la privacy policy vigente

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure ricevi avviso anche senza commentare.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.