Consigli di novembre per le rose

Novembre è il periodo perfetto per piantare le rose. Il consiglio è di preferire quelle a radice nuda, cioè non in vaso. Nonostante il brutto aspetto con i rami insignificanti hanno una riuscita di attecchimento ottimale, perchè possono formare il nuovo apparato radicale direttamente nel terreno di impianto.
Al momento dell’acquisto assicurarsi che le radici non siano disidratate, secche oppure striminzite, ma turgide e con un aspetto fresco. Controllare anche che siano disposte in modo uniforme attorno al colletto della pianta,  a garanzia di un armonioso sviluppo. Controllare anche gli steli: devono essere non meno di 3 per pianta, di un bel verde. Essendo la rosa in riposo vegetativo è normale che le gemme si notino appena: sono punti rosa tra una spina e l’altra. Ma anche queste devono avere un’aspetto sano. Se è ancora presente qualche foglia controllare che non ci siano macchie sospette: sono segno di malattie fungine. Se poi avete le idee chiare su quale varietà comprare, verificare sempre con il vivaista che la rosa in questione sia adatta alla collocazione che volete darle: le esigenze colturali tra una rosa e l’altra sono molto diverse. Per esempio non tutte si adattano a stare in vaso.

4 pensieri riguardo “Consigli di novembre per le rose

  1. ho comprato una rosa inglese due anni fa ma non ha mai fiorito, ha tante foglie ma fiori niente mi domandavo se mi potete darmi un consiglio

    1. Il problema può essere causato dal terreno. Il terreno ideale in cui coltivare le rose è leggermente acido. Oltre al giusto grado di acidità, il terreno deve possedere una buona fertilità, cioè deve essere ricco di elementi nutritivi, sia di natura organica, sia minerale per assicurare alla rosa il giusto nutrimento. La rosa ha bisogno – per le sue diverse parti – di azoto, fosforo, potassio, calcio, ferro e manganese. Il problema può essere causato anche dal terreno sfruttato, e per avere risultati soddisfacenti è necessario correggere la composizione del terreno, aggiungendo materiale ricco di humus. All’inizio della primavera bisognerebbe sostituire un po’ di terra dai vasi per dare nutrimento alle piante. Puoi farlo estraendo la pianta con tutto il suo pane di terra e rimettendola nel vaso dopo aver messo terriccio per rose di buona qualità. Scegliere una giornata coperta, non troppo calda per questa operazione, e annaffiare generosamente. Puoi farlo anche in dicembre, dipende da dove abiti: se è troppo freddo però l’acqua potrebbe gelare.

  2. ho comprato una rosa inglese due anni fa ma non ha mai fiorito, ha tante foglie ma fiori niente mi domandavo se mi potete darmi un consiglio

    1. Il problema può essere causato dal terreno. Il terreno ideale in cui coltivare le rose è leggermente acido. Oltre al giusto grado di acidità, il terreno deve possedere una buona fertilità, cioè deve essere ricco di elementi nutritivi, sia di natura organica, sia minerale per assicurare alla rosa il giusto nutrimento. La rosa ha bisogno – per le sue diverse parti – di azoto, fosforo, potassio, calcio, ferro e manganese. Il problema può essere causato anche dal terreno sfruttato, e per avere risultati soddisfacenti è necessario correggere la composizione del terreno, aggiungendo materiale ricco di humus. All’inizio della primavera bisognerebbe sostituire un po’ di terra dai vasi per dare nutrimento alle piante. Puoi farlo estraendo la pianta con tutto il suo pane di terra e rimettendola nel vaso dopo aver messo terriccio per rose di buona qualità. Scegliere una giornata coperta, non troppo calda per questa operazione, e annaffiare generosamente. Puoi farlo anche in dicembre, dipende da dove abiti: se è troppo freddo però l’acqua potrebbe gelare.

Lascia un commento

I tuoi dati vengono trattati nel rispetto della privacy: inviando un commento dichiari di avere piu' di 16 anni e di accettare la privacy policy vigente

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure ricevi avviso anche senza commentare.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.