La passiflora

Presentazione: la passiflora (detto anche fiore della passione) è un rampicante generalmente sempreverde. I fiori crescono fino a 10 centimetri di larghezza, e fioriscono dall’estate fino all’autunno.

Consigli: il fiore della passione, se tenuto in casa, deve essere collocato in un ambiente fresco. All’esterno si trova bene in veranda, in quanto la temperatura ideale è 5-10 gradi in inverno. Quelli posti all’aperto vanno protetti dal gelo sistemando della paglia intorno alla base della pianta. La passiflora gradisce pieno sole, ma le piante poste in casa devono essere protette dalla piena luce estiva.

Innaffiatura: in estate annaffiare bene ma lasciare asciugare la superficie del terriccio tra una bagnata e l’altra. In inverno innaffiare quanto basta per non farla appassire. Dall’estate fino all’autunno inoltrato concimare le piante in vaso ogni 10-15 giorni con un fertilizzante da interni. Rinvasare ogni anno e potare a fondo tenendo la pianta al riparo dalla luce fino a che non germoglia.

Problemi: comparsa della cocciniglia. In questo caso eliminare con un bastoncino con un po’ di ovatta imbevuta di alcool denaturato.

Esemplare di passiflora antioquiensis
Esemplare di passiflora antioquiensis

Come scegliere la passiflora:

Questa pianta è uno dei rampicanti più belli che la natura ci abbia regalato ed è in fiore adesso (fine estate).
Le varietà in commercio sono tante. Se ne cercate di insolite la passiflora antioquiensis e la passiflora imperatrice Eugenia fanno al caso vostro.
La passiflora antioquiensis ha uno sviluppo rapidissimo e in zone dal clima mite durante tutto l’anno si veste di fiori grandi di un rosa carico e del diametro fino a 13 centimetri.
La passiflora imperatrice Eugenia cresce più lentamente, fiorisce solo d’estate ma le sue corolle rosa/lilla hanno una forma particolarmente elaborata.
La passiflora predilige climi miti ed esposizione in pieno sole o a mezz’ombra. Si adatta a tutti i tipi di terreno.

Esemplare di passiflora imperatrice
Esemplare di passiflora imperatrice

4 thoughts on “La passiflora

  1. salve mi chiamo Mariano e la disturbavo per avere, se possibile, delle informazioni……ho comprato due esemplari di passiflora caerulea, ho trapiantato i due esemplari in vasi di terracotta, insieme ad altri due tipi di rampicanti e rispettivamente una con fiori dell’angelo (philadelphus coronariuus)  e l’altra insieme al fiore di velluto (hoya carnosa)….LA prima domanda riguarda proprio questo e cioè se la passiflora soffre nello stesso vaso con queste due tipologie di piante???? perchè avevo chiesto al venditore che mi ha tranquillizzato anche se mi ha fatto comprare due vasi piu grandi, ovviamente!!!…..cmq dopo averle trapiantate il giorno dopo su quella in coppia con i f.dell’angelo tra i vari boccioli ho trovato due fiori aperti anche se il giorno dopo si sono chiusi, l’altra, quella in coppia con i f.di velluto è sbocciato un fiore dopo una settimana…SECONDA DOMANDA…. i boccioli sono numerosi e di dimensioni varie pero’ sullo stesso ramo alcuni  sono verdi altri si sono ingialliti e sono caduti senza fiorire….le foglie sono invece di buon colore verde….è possibile capirne la causa???? ho messo anche un fertilizzante per piante e fiori di buona qualita’….penso di ripetere ogni 15 giorni!?!?!?! per quanto riguarda le annaffiature invece, l’acqua devo mettere quella distillata??? forse quella dell’acquedotto locale è troppo pesante e presenta, forse, anche particelle di cloro……

    chiedo scusa per essermi dilungato la ringrazio anticipatamente ed aspetto sue notizie
    Saluti Mariano…..

  2. Le specie delle piante che hai piantato nel vaso hanno tecniche culturali diverse.
    La passiflora caerulea è abbastanza rustica, e può essere coltivata all’aperto nelle regioni centro meridionali in tutti i terreni da giardino ben drenati o parzialmente ombreggiati. Ogni anno in marzo si distribuisce un po’ di letame. Per le piante in vaso “in serra” durante l’inverno si tiene appena umida la composta e si annaffia dalla primavera all’autunno abbondantemente. La caerulea durante i primi 2 anni in inverno le piante si proteggono con fogli di politilene.
    La philadelphus coronarius: arbusto folto adatto a terreni particolarmente asciutti. La varietà “aureus” ha foglie giallo oro vivo, che diventano giallo verde in estate. Si coltiva in posizioni ombreggiate.
    La hoya carnosa: questa pianta va posta in un luogo elevato o in un paniere appeso, in modo che si possano ammirare i fiori penduli. Anche rampicante, robusto, aderisce ai supporti mediante le radici aeree. Sboccia da maggio a settembre. Spesso lo stesso fusto produce una seconda fioritura (di solito la pianta fiorisce rararemente prima dei 2 anni). La carnosa richiederebbe una temperatura invernale di almeno 10 gradi, ma può tollerare anche 7 gradi. Si coltiva in vasi di 25-30 cm. In appartamento si può tenere in vasi di 12-15 cm, sostenendola con una canna o un traliccio. Curala come fai se no a primavera si fa un travaso, con un po’ di attenzione vedrai che andrà bene.

  3. salve mi chiamo Mariano e la disturbavo per avere, se possibile, delle informazioni……ho comprato due esemplari di passiflora caerulea, ho trapiantato i due esemplari in vasi di terracotta, insieme ad altri due tipi di rampicanti e rispettivamente una con fiori dell’angelo (philadelphus coronariuus)  e l’altra insieme al fiore di velluto (hoya carnosa)….LA prima domanda riguarda proprio questo e cioè se la passiflora soffre nello stesso vaso con queste due tipologie di piante???? perchè avevo chiesto al venditore che mi ha tranquillizzato anche se mi ha fatto comprare due vasi piu grandi, ovviamente!!!…..cmq dopo averle trapiantate il giorno dopo su quella in coppia con i f.dell’angelo tra i vari boccioli ho trovato due fiori aperti anche se il giorno dopo si sono chiusi, l’altra, quella in coppia con i f.di velluto è sbocciato un fiore dopo una settimana…SECONDA DOMANDA…. i boccioli sono numerosi e di dimensioni varie pero’ sullo stesso ramo alcuni  sono verdi altri si sono ingialliti e sono caduti senza fiorire….le foglie sono invece di buon colore verde….è possibile capirne la causa???? ho messo anche un fertilizzante per piante e fiori di buona qualita’….penso di ripetere ogni 15 giorni!?!?!?! per quanto riguarda le annaffiature invece, l’acqua devo mettere quella distillata??? forse quella dell’acquedotto locale è troppo pesante e presenta, forse, anche particelle di cloro……

    chiedo scusa per essermi dilungato la ringrazio anticipatamente ed aspetto sue notizie
    Saluti Mariano…..

  4. Le specie delle piante che hai piantato nel vaso hanno tecniche culturali diverse.
    La passiflora caerulea è abbastanza rustica, e può essere coltivata all’aperto nelle regioni centro meridionali in tutti i terreni da giardino ben drenati o parzialmente ombreggiati. Ogni anno in marzo si distribuisce un po’ di letame. Per le piante in vaso “in serra” durante l’inverno si tiene appena umida la composta e si annaffia dalla primavera all’autunno abbondantemente. La caerulea durante i primi 2 anni in inverno le piante si proteggono con fogli di politilene.
    La philadelphus coronarius: arbusto folto adatto a terreni particolarmente asciutti. La varietà “aureus” ha foglie giallo oro vivo, che diventano giallo verde in estate. Si coltiva in posizioni ombreggiate.
    La hoya carnosa: questa pianta va posta in un luogo elevato o in un paniere appeso, in modo che si possano ammirare i fiori penduli. Anche rampicante, robusto, aderisce ai supporti mediante le radici aeree. Sboccia da maggio a settembre. Spesso lo stesso fusto produce una seconda fioritura (di solito la pianta fiorisce rararemente prima dei 2 anni). La carnosa richiederebbe una temperatura invernale di almeno 10 gradi, ma può tollerare anche 7 gradi. Si coltiva in vasi di 25-30 cm. In appartamento si può tenere in vasi di 12-15 cm, sostenendola con una canna o un traliccio. Curala come fai se no a primavera si fa un travaso, con un po’ di attenzione vedrai che andrà bene.

Lascia un commento

I tuoi dati vengono trattati nel rispetto della privacy: inviando un commento dichiari di avere piu' di 16 anni e di accettare la privacy policy vigente

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure ricevi avviso anche senza commentare.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.