Consigli per il giardino in autunno – Promemoria di ottobre

In giardino piantiamo gli alberelli e arbusti, eliminiamo i fiori appassiti, mettiamo nuove bulbose. Piantare nuove piante di rose proteggendo la base con corteccia (potiamole prima dell’inverno).

Puliamo il prato dalle foglie secche che cominciano a depositarsi sul prato, rischiando di inspessire lo strato di feltro (lo strato giallo del prato), che impedisce al terreno di respirare correttamente, non solo per estetica ma è doveroso rastrellare accuratamente ed energicamente per rompere il feltro ma anche per tenerlo pulito dalle foglie secche

Se si desidera avere un’ortensia sempre più grande e di bella forma dobbiamo potarla nel modo più opportuno. E’ sbagliato lasciare i fiori durante l’inverno: è bello, ma l’ortensia va tagliata quasi alla base perchè fiorisce sui fusti dell’anno precedente. Perciò si tagliano i rami che hanno fiorito nel corso dell’anno. I fiori appassiti vanno tagliati per permettere di concentrare le energie sui nuovi rami.
Da metà ottobre nelle regioni del nord Italia, dove la temperatura si abbassano di alcuni gradi, è opportuno riparare i vasi di agrumi in locali luminosi non riscaldati . Nelle regioni del centro sud se in genere l’inverno non registra forti abbassamenti di temperatura riparare le piante sotto una tettoia o veranda esposta a sud. Se di solito si verificano abbassamenti importanti di temperatura bisogna proteggere anche la chioma con tessuto non tessuto e il tronco in vaso con un un cannucciato o dei giornali.

Cosa piantare in autunno
In ottobre si possono effettuare le seguenti operazioni:

  • si moltiplicano per divisione dei cespi le piante aromatiche e officinali
  • si seminano in coltura protetta le annuali da fiore che saranno piantate a fine inverno
  • si piantano all’aperto le biennali come la violaciocca, i bulbi e rizomi a fioritura invernale, gli alberi e i roseti
  • si fanno talee di arbusti sempreverdi e da fiore come la forsizia e la spirea da interrare per la radicazione

Innaffiature. E’ il momento di ridurre le annaffiature, vanno effettuate solo quando si nota che il substrato è secco. Usare piccole quantità di acqua. Evitare assolutamente i ristagni di acqua. Mantenere ben annaffiate le piante in fiore, ma non bagnarli.

Concimazione. Concimare quest’anno per l’ultima volta poichè la maggior parte delle specie da interni inizia ora il suo meritato riposo invernale.

Consiglio: vaporizzare con acqua tiepida le foglie di vasi che sono stati all’esterno e ripassare con un panno umido gli esemplari con le foglie sporche, soprattutto se sono grandi.

In questo mese si piantano i mughetti (convallaria majalis), mettendo in terra le radici, chiamate zampe. Utilizzare del terriccio leggero, ricco e soffice. Scegliere un posto all’ombra. Le zampe si devono espandere prima di produrre le foglie e i fiori. Questi ultimi compariranno molto probabilmente l’anno successivo. In queste settimane sono andate al taglio di rametti e fusti delle piante aromatiche per farne talee. Procurarsi della polvere radicante e dei contenitori delle uova, che si riempiono di terra per raccogliore le talee. Mettere il tutto in una miniserra o un luogo ben protetto, ben illuminato perchè le piante attecchiscano bene. Si trapiantano a primavera.

Lascia un commento

I tuoi dati vengono trattati nel rispetto della privacy: inviando un commento dichiari di avere piu' di 16 anni e di accettare la privacy policy vigente

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure ricevi avviso anche senza commentare.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.