Il mandarino: consigli, dove piantarlo, come curarlo

Il mandarino, come la maggior parte degli agrumi, è una pianta sempreverde di alteza variabile, compresa fra i 3 e i 5 metri. La chioma ha forma globosa, meno densa di quella dell’arancio e del limone. Il mandarino non può essere coltivato dove le temperature scendono di frequente sotto ai 22 gradi, anche se può resistere fino a -2 gradi.

La posizione ideale è in pieno sole con esposizione sud/est, sempre al riparo dal vento. In zone a clima mite, con interni senza rischi di gelate, le piante possono essere coltivate in piena terra scegliendo esposizione calde e solegiate, protette dai venti dominanti, con terreni ben drenati evitando i ristagni. E’ necessario disporre, per il ricovero invernale, di una serra non fredda e molto luminosa, perchè le piante possono superare l’avversa stagione senza patire troppo, limitando la perdita delle foglie.

Le piante in vaso sono più sensibili di quelle in piena terra agli sbalzi di condizioni ambientali. Quindi d’inverno vanno ritirate appena le temperature notturne raggiungono i 4 gradi, eliminando il sottovaso perchè non si creano ristagni d’acqua.

Terreno e concimazione: il terreno deve essere ben drenato, profondo, ricco di humus e di medio impasto. La concimazione serve a mantenere nel tempo elevata la fertilità del terreno per avere produzioni di qualità e piante sane. La distribuzione di fertilizzanti organici deve integrare l’impiego di prodotti minerali. I concimi azotati si distribuiscono in gennaio prima della ripresa vegetativa. In primavera/estate distribuire piccoli quantitativi di microelementi (ferro, zinco e manganese).

Potatura del mandarino: non si discosta da quella degli agrumi e serve ad eliminare i rami secchi, i succhioni. Si esegue tra la seconda metà di gennaio e la prima di febbraio, prima della ripresa vegetativa della pianta. Il mandarino fruttifica sui rami misti di un anno che devono essere rispettati e solo in parte limitata sui rami dell’anno.

Commento (26)

  • pocar valerio| 30/04/2012

    Ho da anni, in terra, due piante di mandarino che sono state severamente danneggiate nel fogliame dalla lunga gelata di questo inverno. Come potarli? Posso ancora farlo o è bene attendere il prossimo inverno? Dò per scontato che per quest’anno non producano frutto. Grazie della cortese risposta

  • Emidio| 31/05/2012

    Ho un mandarino di molti anni ha fogliame verde e presenta una quantita’ eccessiva di pidocchio nero sulle foglie. Quale rimedio posso attuare. Grazie per la risposta.

  • seliman| 23/06/2012

    ho due piante di mandarino in vaso, da circa un mese le foglie cadono frequentemente, anzi una pianta quasi senza foglie, non so perche’ che cosa devo fare?

  • seliman| 23/06/2012

    quali sono le problematiche che causino la caduta delle foglie del mandarino?

  • pippetto| 17/10/2012

    Ciao a tutti,
    ho fatto una margotta ad un ramo di mandarino del mio vicino di casa.
    Vorrei sapere quando devo taglaiarla per metterla in vaso
    grazie

  • peppe| 02/11/2013

    cia, ho un albero di mandarancio ma e accaduto che dopo che aveva tanti frutti sono caduti tutti in fase di crescita mi sapete dire perchè
    grazie

  • CLAUDIO| 01/12/2013

    HO DA DUE ANNI NATO DA SEME UN MANDARINO BELLISSIMO VORREI SAPERE A CHE ETA FIORISCE GRAZIE

    • Massimiliano| 24/02/2016

      Anch’io ho fatto la stessa cosa,ma non so dirti… speriamo che qualcuno ci dia delucidazioni…

  • francesco| 29/12/2013

    Ho piantato agli angoli della mia proprietà due piante di mandarino, terreno ed esposizione sono uguali. La cosa che mi lascia stupore è che una pianta da tre anni a questa parte ha già raggiunto i mt 2.5 l’altra è rimasta come è stata comprata, non ha nuovi getti, ma produce fiori e non frutti. La mia domanda è se vi possa essere un fattore specifico che blocca la crescita della pianta. grazie

  • domenico| 22/01/2014

    ho una pianta di mandarini in un vaso posto sul balcone. Mi fa molte foglie arricciate ma non produce mandarini. Cosa devo fare?

  • Giacomo Armato| 22/01/2014

    Salve, il problema dell’accartocciamento della nuova vegetazione negli agrumi è quasi sempre dovuto alla minatrice serpentina. Consiglio il Confidor della Bayer, sull’etichetta troverai dosaggio e periodo ottimale per i trattamenti (giugno/settembre).

  • Giuseppe Barbaglia| 22/09/2014

    Nel mio Terreno Qui in Brasile Bahia ho una pianta di Mandarini Molto vigorosa con foglie verdi ma tante sono arriciate non mi da frutti e gia diverso tempo a dato 1 volta dei frutti e poi piu ho potato questa pianta due volte ma senza risultato cosa posso fare adesso e il momento dei fiori ma nulla, cosa devo dare che prodotto RINGRAZIO SALUTI GIUSEPPE

    • verdeblog| 16/10/2014

      Con la definizione mandarini si indicano numerosi agrumi che sono classificati in specie differente (come le varietà di kumquat), che sono moltissime e vengono coltivate in funzione delle caratteristiche locali. Come gli altri agrumi, il mandarino non presenta esigenze di coltivazione diverse tra le varie specie: preferisce i climi caldi con temperature comprese tra i 13 e i 30 gradi, non sopporta temperature inferiori ai 2/3 gradi, i venti forti e persistenti che provocano il disseccamento delle foglie e dei giovani germogli, sopratutto nelle zone costiere. Prediligono il terreno sciolto o di medio impasto, profondo, ben drenato e dotato di sostanza organica. Non sopporta i terreni troppo argillosi o calcarei. Necessita di molta acqua, in particolare nel periodo estivo, che però non deve avere elevato contenuto di boro, sodio e sopratutto di cloro, elemento presente nelle acque potabili (acquedotti). Il mandarino entra in produzione precocemente: questo comporta potature particolari: eliminazione dei succhioni e dei rami secchi o danneggiati dai parassiti, effettuando anche un leggero diradamento della chioma, che tende ad infoltirsi. Non è consigliabile eccedere nei tagli, in quanto il mandarino – come il limone – non sopporta le potature drastiche. La potatura va fatta a gennaio/febbraio, nei primi 4 anni va limitata: tagliare poco solo per dare una struttura ed equilibrio alla pianta. Potatura di produzione: va fatta dopo la raccolta e prima della fioritura (gennaio/marzo), tenendo conto che la fruttificazione avviene sui rami dell’anno precedente. Sul mandarino occorre diradare i rametti. Quindi il tuo problema può essere stato proprio questo, oppure ha patito la sete. Riguardo le foglie dare del confidor 2 volte (luglio/agosto per l’Italia). Concimare a fine inverno, alla ripresa vegetativa.

  • Giuseppe Mainolfi| 18/11/2015

    Ho un mandarino selvatico, nato da seme, che ha più di venti anni, in terra.
    Dopo anni di solo foglie ha iniziato a produrre piccoli frutti che ogni anno diventavano più grandi.
    Il sospetto che non sia proprio un mandarino mi è venuto dalla forma, perfettamente sferica, ma il profumo e gli aghi sui rami mi dicono che è un mandarino.
    Sono affezionato e non vorrei perderlo ma devo trapiantarlo in un altro posto, cosa mi consigliate fare e come fare essendo una pianta di più di venti anni.
    Grazie

    • Ma80| 04/05/2018

      Buonasera, mi sa dare un’indicazione di massima di quanti anni sono passati prima che iniziasse a fruttificare?
      Grazie, Ma80

    • verdeblog| 19/06/2018

      Il mandarino non presenta esigenze di coltivazione diverse dalla generalità degli agrumi. Entra velocemente in produzione ma il pericolo dell’alternanza di produzione comporta la necessità di interventi di potatura particolari. Infatti è indispensabile intervenire con il diradamento dei rami nel mese di luglio e l’intensità dell’intervento varia in funzione del numero di frutti presenti sulla pianta: se non è eccessivamente carica conviene potare leggermente, mentre è bene diradare in modo più consistente qualora siano presenti molti frutti. In questo modo si limita l’alternanza di produzione e la formazione di frutti piccoli contenenti numerosi semi.

  • giuseppe| 29/01/2016

    buonasera ho da otto anni un albero di madarini non mi ha mai fatto i fiori e ne il frutto qualquno mi sa dire il perche grazie

  • giuseppe| 30/01/2016

    buonasera ho da otto anni un albero di madarini non mi ha mai fatto i fiori e ne il frutto qualquno mi sa dire il perche grazie

    • verdeblog| 28/02/2016

      Il mandarino è piccolo, molto produttivo, matura da ottobre ad inizio aprile secondo le precocità. La produzione dei fiori avviene se la pianta viene adeguatamente concimata. La concimazione serve a mantenere nel tempo elevata fertilità del terreno, per avere produzione di qualità e piante sane. La distribuzione di fertilizzanti organici, molto maturi e sotto forma di terricciato deve integrare l’impiego di prodotti minerali. I concimi azotati si distribuiscono prima della ripresa vegetativa (gennaio/febbraio). In primavera ed estate distribuire piccoli quantitativi di microelementi, come ferro, zinco, magnesio e manganese.

  • angelo nori| 05/02/2016

    il mio mandarino mette tanti fiori dai quali nascono tantissimi mandarini, che sistematichamente cacono lasciandone solo 2-3.
    cosa posso fare per far si che i frutti rimangono?
    Grazie

    • Filippo durante| 24/02/2016

      puoi cambiare le leggi di gravità ed invertire le regole di madre natura ?

  • pia sereni| 05/09/2016

    non ho avuto notizie su come si puo usare o consumare questi mini mandarini o non sono commestibili?

    • verdeblog| 26/09/2016

      I frutti kumquat maturano in un tempo piuttosto lungo, da novembre a febbraio e la raccolta è a scalare. Il colore può andare dal giallo all’arancione, la buccia è verde quando il frutto non è maturo. Questo può essere consumato fresco: non deve essere sbucciato ma lavato e consumato intero, in quanto assomma la dolcezza della buccia all’acidità della polpa. E’ anche usato per la preparazione di marmellate.

  • Floriana| 02/01/2017

    Ho una pianta di mandarini da diversi anni sono 2 anni che la pianta produce tanti mandarini ma rimangono sempre verdi perché? ??? Anno scorso ho fatto la marmellata buonissima l’ho regalata a tutti gli amici ma quest’anno voglio mangiare i mandarini. Dove sto sbagliando?

  • Francesco| 22/06/2017

    La mia pianta di mandarino quest’anno è molto carica di frutti però ne perde tantissimi, vorrei sapere come evitare questo problema

  • giacomo palmieri| 09/09/2017

    Ciao a tutti volevo sapere se un mandarino di 2anni alto 1,50 mt può portare i mandarini grazie

  • Lascia una risposta

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    I tuoi dati vengono trattati nel rispetto della privacy: inviando un commento dichiari di avere piu' di 16 anni e di accettare la privacy policy vigente

    Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure ricevi avviso anche senza commentare.