Mahonia, fogliame con bacche decorative

Genere di circa 40 specie di arbusti, sempreverdi rustici, coltivati per il fogliame ornamentale e i fiori gialli che sbocciano alla fine dell’inverno o all’inizio della primavera. Tutte le specie producono bacche color porpora o blu-nere, particolarmente decorative.

Nelle specie mahonia acquifolium e mahonia japonica, questi arbusti possono essere coltivati isolati. Le specie nane sono adatte per coprire il terreno, specialmente nelle posizioni ombreggiate. Il fogliame può essere usato per decorazioni invernali.

La mahonia acquifolium è un arbusto di media grandezza, particolarmente adatta ad essere coltivata in giardino, in piccole aiuole o per formare siepi. Gli arbusti tendono con gli anni ad assumere una forma tondeggiande, anche a causa dei numerosi palloni basali, che si sviluppano rapidamente. Le foglie sono ovali, appuntite, munite di piccole spine di colore verde scuro.

In marzo/aprile, all’apice dei fusti sbocciano dei piccoli fiori di colore giallo oro. In primavera inoltrata produce piccole bacche scure. E’ una pianta rustica, ma non teme il freddo. Si può mettere a dimora in un luogo soleggiato o semi ombreggiato. Alla fine dei geli, si sviluppa senza problemi nella comune terra da giardino, purchè sia assicurato un ottimo drenaggio per evitare ristagni d’acqua.

Questa specie si può coltivare anche in vaso, purchè sia di grandi dimensioni. In questo caso è necessario apportare annualmente in primavera una certa quantità di sostanza organica per rinnovare il terriccio. I giovani arbusti devono essere annaffiati almeno una volta la settimana durante la primavera estate. Gli esemplari radicati da qualche anno possono accontentarsi della pioggia, ma si consiglia di annaffiare in caso di siccità. A fine inverno fornire concime organico o granulare a lenta cessione da mescolare al terreno ai piedi della pianta.

4 pensieri riguardo “Mahonia, fogliame con bacche decorative

  1. Ciao a tutti! Vivo in Veneto. Ho coltivato delle Calle e una Mahonia in ombra come indicato nel vaso di acquisto, ma le Calle in tre anni mi hanno fiorito forse 4 gambi, mentre la Mahonia piantata l’anno scorso ha perso diverso fogliame lasciando nudo qualche ramo per quanto ha ripreso solo ora a rinverdirsi un po’.

  2. Ciao a tutti! Vivo in Veneto. Ho coltivato delle Calle e una Mahonia in ombra come indicato nel vaso di acquisto, ma le Calle in tre anni mi hanno fiorito forse 4 gambi, mentre la Mahonia piantata l’anno scorso ha perso diverso fogliame lasciando nudo qualche ramo per quanto ha ripreso solo ora a rinverdirsi un po’.

  3. Le maonie crescono bene nei terreni tendenzialmente umidi, in zone leggermente ombreggiate. Il sole è tollerato se il terreno rimane umido. La maonia cresce lentamente e sopporta temperature fino a 20 gradi. Il fogliame pererà parte della sua bellezze in inverno quando il fogliame ornamentale tendono a diventare scure. Non è necessaria una potatura regolare (può essere potata a fondo ogni anno, in aprile, se coltivata per coprire il terreno). Pacciamare la base con una composta ad aprile.
    Riguardo le calle la coltivazione è facile, l’esposizione in pieno sole o mezz’ombra, zone non ventose. Annaffiature regolari in estate e moderate in autunno. Nel periodo vegetativo si concimano ogni 15 giorni con un concime complesso alla dose di 10 grammi per decalitro d’acqua. Si asportano i fiori appassiti e el foglie danneggiate o ingiallite.

  4. Le maonie crescono bene nei terreni tendenzialmente umidi, in zone leggermente ombreggiate. Il sole è tollerato se il terreno rimane umido. La maonia cresce lentamente e sopporta temperature fino a 20 gradi. Il fogliame pererà parte della sua bellezze in inverno quando il fogliame ornamentale tendono a diventare scure. Non è necessaria una potatura regolare (può essere potata a fondo ogni anno, in aprile, se coltivata per coprire il terreno). Pacciamare la base con una composta ad aprile.
    Riguardo le calle la coltivazione è facile, l’esposizione in pieno sole o mezz’ombra, zone non ventose. Annaffiature regolari in estate e moderate in autunno. Nel periodo vegetativo si concimano ogni 15 giorni con un concime complesso alla dose di 10 grammi per decalitro d’acqua. Si asportano i fiori appassiti e el foglie danneggiate o ingiallite.

Lascia un commento

I tuoi dati vengono trattati nel rispetto della privacy: inviando un commento dichiari di avere piu' di 16 anni e di accettare la privacy policy vigente

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure ricevi avviso anche senza commentare.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.