Consigli di metà/fine febbraio per piante di casa e in giardino

Da metà mese bisogna intervenire con alcune operazioni di potatura sulla passiflora e sulla clematide, potatura che consente alle piante di raggiungere fioriture abbondanti. Il periodo è importante per entrambi i generi. Eseguire le potature tra la metà del mese di febbraio e non più tardi dei primi giorni di aprile, in base alle località in cui le piante sono coltivate e dall’avanzamento delle gemme. Non potare oltre la metà di aprile per non compromettere la fioritura. La passiflora deve essere potata nella seconda quindicina del mese di febbraio e non più tardi metà marzo.

Consigli per il prato: intervenire contro il muschio eventualmente presente, irrorando le aree interessate con una soluzione di acqua e solfato di ferro. Se il terreno lo consente, è il momento di procedere alla lavorazione ed alla concimazione degli impianti primaverili tenendoli coperti durante la notte con paglia o teli. Gli arbusti che fioriscono in primavera sono già in pieno risveglio e non vanno potati, per non perdere la fioritura.

In casa è il periodo ideale per rinvigorire i vecchi esemplari di aralia, dieffenbachia, ficus, schefflera, con una potatura di svecchiamento che elimini i rami danneggiati.

Si pulisce e si prepara il terreno per gli impianti primaverili delle piante da frutto, operando quando il terreno non è fangoso.

Si potano le ortensie avendo cura di recidere solo i rami che hanno già fiorito nella stagione precedente, quando il terreno non è fangoso o gelato.

Si trapiantano le erbe aromatiche, ponendole  sotto tunnel o in serra.

Si seminano in coltura protetta le specie annuali a fioritura primaverile come begonia, petunia salvia, ornamentale, e in vaso viola e violaciocca.

Dalla metà del mese di febbraio si può moltiplicare per divisione di cespi la canna indica, di facile coltivazione, pianta rizomatosa che produce lunghe foglie ovali, di colore molto decorativo, e di fiori colorati nelle diverse tonalità del giallo e del rosso. Il metodo di propagazione maggiormente utilizzato è quello della divisione del rizoma che si attua alla comparsa di nuovi germogli. Se i rizomi a fine estate sono stati tolti dal terreno del giardino e sono stati posti in uno strato di torba, adesso mantenendo la composta umida ad una temperatura di circa 15° cominceranno a germogliare. Quindi bisogna dividerli e sistemarli nei vasi o in piena terra.

Verso la fine di febbraio, per il melo e il pero è ora dei trattamenti preventivi contro il ragnetto rosso e cocciniglia. Il pesco va trattato contro le malattie fungine.

Lascia un commento

I tuoi dati vengono trattati nel rispetto della privacy: inviando un commento dichiari di avere piu' di 16 anni e di accettare la privacy policy vigente

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure ricevi avviso anche senza commentare.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.